Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il forum di scrittura creativa che cercavi

Ultimi argomenti attivi
» SUPERPREDATORI - parte 40 (Epilogo 2/2)
Il viaggio del cavaliere - Pagina 2 EmptyIeri alle 9:53 pm Da Hellionor

» Consola 1
Il viaggio del cavaliere - Pagina 2 EmptyIeri alle 9:30 pm Da Achillu

» La verità di una camicia senza bottoni
Il viaggio del cavaliere - Pagina 2 EmptyIeri alle 5:16 pm Da digitoergosum

» Al canto dei grilli una lucciola
Il viaggio del cavaliere - Pagina 2 EmptyIeri alle 1:28 pm Da tommybe

» Anonimo d'orchidea nera
Il viaggio del cavaliere - Pagina 2 EmptyIeri alle 11:24 am Da Giancarlo Gravili

» Different Rooms - Ottavo Step
Il viaggio del cavaliere - Pagina 2 EmptyIeri alle 10:41 am Da Susanna

» So dell'attesa
Il viaggio del cavaliere - Pagina 2 EmptyGio Giu 30, 2022 10:38 am Da GENOVEFFA FRAU

» '86
Il viaggio del cavaliere - Pagina 2 EmptyGio Giu 30, 2022 9:18 am Da Giancarlo Gravili

» Mattutino
Il viaggio del cavaliere - Pagina 2 EmptyMar Giu 28, 2022 8:31 pm Da Arunachala

EVENTI DT
DIFFERENT ROOMS 8 - IL SALOTTO!
Scopri i parametri e scrivi il racconto ambientato in salotto! La scadenza è il 30 giugno!

Non sei connesso Connettiti o registrati

Il viaggio del cavaliere

+20
Mac
Asbottino
Molli Redigano
digitoergosum
FedericoChiesa
Fante Scelto
ImaGiraffe
tommybe
Akimizu
paluca66
Susanna
Byron.RN
Resdei
CharAznable
Arunachala
Danilo Nucci
M. Mark o'Knee
Antonio Borghesi
Petunia
Different Staff
24 partecipanti

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Andare in basso  Messaggio [Pagina 2 di 2]

26Il viaggio del cavaliere - Pagina 2 Empty Re: Il viaggio del cavaliere Ven Giu 03, 2022 11:17 pm

Arianna 2016

Arianna 2016
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Quest’ultimo mese e mezzo è stato per me molto, molto, molto, molto ecc. ecc. brutto. Ho toccato il fondo di un periodo molto, molto, molto ecc. ecc. brutto. Ci sono momenti della vita in cui si è eccezionalmente fragili, fragili tanto quanto mai si sarebbe pensato di potere mai essere. E questa fragilità si estende, senza che nulla ci si possa fare, a ogni cosa che accade, cose che normalmente sarebbero solo enormi sciocchezze, a cui non si darebbe alcuna importanza e che scivolerebbero via senza ricordo. Ci sono periodi in cui tutto è una disconferma di ciò e di chi si è, si è stati, si pensa che mai più si sarà, in cui quindi una sciocchezza fa eccezionalmente male perché è una disconferma, quando invece non si è in grado di reggere più nemmeno una piuma.
La parte razionale capisce tutto questo, ma la parte emotiva non può farci niente.
Questo solo per dire che sono consapevole che l’essere stata così amareggiata da quanto è successo in questo step non è obiettivamente realistico, quello che è successo fa parte delle normali dinamiche del concorso, quindi è la mia personale percezione che lo ha reso qualcosa che invece non è, come dimensioni e come peso.
In questo mese ho avuto tutti i pensieri possibili dell’universo: fare andare fuori gara il racconto e farmi squalificare per i prossimi concorsi, eliminare la mia iscrizione al forum (ho avuto il ditino lì pronto per diverse sere) e altri di cui qui non vale la pena parlare.
In questo mese ho però anche sentito una frase che mi ha aiutato molto: tra lo stimolo e la risposta, la reazione, c’è uno spazio, ed è in questo spazio che si gioca la nostra libertà.
Allora ho aspettato. Consapevole di quanto ogni mia reazione fosse in questo periodo legata a cose che esulano dall’importanza reale di un concorso letterario. Ho aspettato la fine del contest, che per fortuna è arrivata in questi giorni, in cui per fortuna sto meglio, e oggi, in cui sono piena di cortisone in vena, che su di me ha l’effetto di una botte di caffeina, nel senso che mi tira molto su. Pensate se avessi scritto in un giorno in cui ero giù… 😊
Oggi sono in grado di prendere le distanze e scrivere in modo sereno (insomma, più o meno, ma non aspettatevi che possa farlo meglio di così… 😉) della faccenda dei paletti.
Perché un conto è non venire votati perché il racconto non piace o è scritto male o non coinvolge, non prende, ma leggere che il racconto è bello, scritto bene ma non si verrà votati perché non ci sono i paletti, quando invece ci sono… Certo, si può riflettere sul quanto più o meno sviluppati o centrali, ma questo non è stato qualcosa di relativo solo al mio racconto ed è legittimo.
Certo, e qui sono perfettamente d’accordo, alcuni non erano paletti “col cartellino sopra”, andavano evinti dal testo…
1. L’anno 1600. La richiesta era che l’azione del racconto fosse nell’anno 1600 (non in tutto l’anno, bastava anche un solo giorno dell’anno 1600, come infatti avviene nel racconto).
Certo, non ho scritto esplicitamente “anno 1600” da nessuna parte, ma l’anno si evince, tramite inferenza, dal dialogo iniziale tra i due protagonisti, quando Cervantes dice di essere stato ferito ventinove anni prima nella battaglia di Lepanto. La battaglia di Lepanto è del 1571, quindi 1571+29= 1600, anno in cui storicamente Cervantes era a Siviglia e faceva l’esattore delle imposte.
Quello che mi ha lasciato male è stato sì il fatto che la prima persona a commentare abbia scritto un anno sbagliato per la battaglia di Lepanto (che, appunto, avviene nel 1571 e non nel 1575) – Petunia non lo ha fatto in cattiva fede, ne sono convinta; probabilmente, penso io, aveva in mente una data e l’ha buttata lì senza verificare – ma anche che le persone che hanno commentato a seguito abbiano preso per buona la sua informazione sbagliata, senza porsi alcun dubbio, anche appunto considerando che il racconto era stato ammesso, e non abbiano verificato, cosa rapidissima da fare tramite internet.
La prima a verificare è stata Susanna (anche se per lei il fatto che il racconto fosse del tutto ambientato nell’anno 1600 non era sufficiente, ma questo ricade nel campo delle opinioni personali, quindi non ho niente da dire), anche se dopo di lei ancora qualcuno ha tirato fuori la mancanza dell’anno, quindi senza trovare l’informazione oppure non verificandola.

2. Arrivo a quello più spinoso: l’utente. Nessuno l’ha trovato (o almeno l’ha scritto nei commenti), nemmeno Asbottino che aveva chiaramente avuto un’intuizione ma non è riuscito a portarla alle conseguenze finali.
Alcuni indizi.
In fase pre-concorso si era detto che, ambientando il racconto nel 1600, il concetto di utente poteva e doveva, necessariamente, essere adattato all’epoca.
Si era parlato abbastanza del concetto di utente, avevamo riportato alcune citazioni da dizionario: chi usufruisce di un bene o di un servizio offerto da enti pubblici o privati, chi usa di un servizio, il destinatario ultimo di un servizio, ecc.
Ultimo indizio: il sostantivo “utente” può essere sia maschile che femminile. Uno dei problemi credo proprio essere stato questo, che istintivamente si pensa all’utente al maschile, ma non è detto.
Oggi nessuno di noi ha il dubbio se considerarsi o no un o un’utente del servizio sanitario pubblico, ma nel 1600 non c’era il servizio sanitario nazionale. C’erano diverse realtà, spesso legate a iniziative private, che si occupavano dei problemi sanitari, della cura di malati e bisognosi di varia natura. Una di queste realtà era la Confraternita della carità di Siviglia, che aveva creato l’Ospedale della carità, in cui Maria finisce, in cui don Alonso la trova e la lascia perché venga curata, in cui la vede Cervantes. Maria è quindi un’utente di questo servizio di assistenza e cura del tempo.
Asbottino ha scritto che Maria, pur presente in modo limitato, è il motore narrativo di tutta la storia. Ed è esattamente così che l’avevo pensata io: senza Maria non ci sarebbe nessun desiderio, nessun conflitto con le forze avverse, nessuna azione, nessuna storia.
 
3. L’anticamera e la chiesa. In realtà questi due paletti sono stati i più individuati, anche se ne è stata spesso messa in dubbio la rilevanza. Su questo però, naturalmente non posso dire niente: sono opinioni dei commentatori, quindi non sindacabili.
Io ovviamente penso che fossero rilevanti e usati in modo corretto. Mi sembra di ricordare che, nel regolamento, non sia richiesto che tutta l’azione si svolga nella camera o nel luogo, ma che abbiano una funzione importante nella storia, che può anche solo iniziare o finire lì. Ed è esattamente quello che succede nel racconto.
L’anticamera è il luogo dell’incontro da cui parte il viaggio per Siviglia, incontro in cui don Alonso si rende conto di avere finalmente la sua occasione per fare quello che deve e per cui ha preso accordi con le guardie. Il dialogo con Cervantes che qui avviene è importante perché don Alonso “gli prende le misure”, intuisce di avere a che fare con qualcuno che può fare al caso suo, e non solo per il lavoro che svolge, ma perché forse può capire motivazioni importanti.
Il viaggio iniziato nell’anticamera si conclude nella cattedrale di Siviglia, prima con la firma dei documenti e il distacco di don Alonso e Maria, poi con il dialogo finale in cima alla Giralda, e chi ha anche solo visto le foto di Siviglia, sa quanto è bella.
E non sto qui a spendere parole per dire quanto sia importante quello che viene detto, sia all’interno del racconto che nella proiezione per quanto riguarda il futuro personaggio di don Chisciotte.
 
 
Questione paletti finita.
 
Rispondo ad altri dubbi.
Il campanello di Paluca. Ma dai, abbiamo più o meno la stessa età! Mi sono sentita vecchia, ad avere nel ricordo avere suonato campanelli di conventi azionati da un sistema di trasmissione tramite corde. I campanelli esistono da prima della corrente elettrica. Si vedono ancora nei film in costume.
 
Il personaggio di don Alonso è del tutto inventato, così come il suo incontro con Cervantes. Se è avvenuto qualcosa di simile, io non ne so niente.
Di realmente storico c’è che Cervantes nel 1600 faceva l’esattore delle imposte a Siviglia. Nel 1597 era finito nelle carceri reali di Calle Sierpes proprio in seguito a guai col suo ufficio (e ci tornerà nel 1602). Si pensa che proprio l’esperienza della prima prigionia sia stato il momento in cui ha cominciato a elaborare la storia di Don Chisciotte.
Io ho semplicemente romanzato un po’ e spostato di qualche anno lo scattare di quel processo. Ho chiamato così don Alonso perché questo è il nome di don Chisciotte. “Non vi dimenticherò, don Alonso”, dice Cervantes alla fine, e prima avevano parlato di ideali e di pazzia agli occhi del mondo.
Se ho lasciato dubbi irrisolti, sono qui.
 
Di solito inizio con i ringraziamenti, questa volta chiudo.
Inizio ringraziando lo staff, per tutto il lavoro che ogni volta svolge. Questo per me, come ho scritto sopra, è stato uno step molto critico, per tantissimi motivi. Però questi paletti mi hanno permesso di scrivere quello che io reputo un bel racconto, migliorabile ma bello, e spendibile in modi futuri. Questo non sarebbe possibile senza il lavoro dello staff di DT e senza questo stranissimo concorso.
 
Ringrazio per il tempo che tutte le persone che partecipano impiegano, togliendolo alle loro vite, per commentare il mio racconto. Da standing ovation quelli che addirittura commentano senza partecipare.
 
Ringrazio tutti per gli apprezzamenti sulla scrittura e sulla qualità del racconto, al di là della questione paletti. Sono parole che fanno sempre bene.
 
Ringrazio naturalmente tutti quelli che hanno dato fiducia sia a me che allo staff, che i paletti ci fossero 😊, e chi alla fine mi anche votato.

A Hellionor, caipiroska, Fante Scelto, Akimizu, Susanna, CharAznable, digitoergosum e tommybe garba questo messaggio

27Il viaggio del cavaliere - Pagina 2 Empty Re: Il viaggio del cavaliere Sab Giu 04, 2022 12:31 am

Arianna 2016

Arianna 2016
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Dimenticavo:  @paluca66 Siviglia è davvero bella. Mi raccomando, quando ne avrai la possibilità, visitala.
Io ci sono andata durante le vacanze di Natale del 2014. Certo, la sera faceva freschino e giravo con la giacca a vento, ma di giorno ho preso sei giorni di sole e di luce che sembrava primavera. La notte di Natale abbiamo cenato in un ristorante con una finestra da cui si vedeva la Giralda illuminata.
Abbiamo visto solo alcune cose, ma ne ho un bellissimo ricordo.

28Il viaggio del cavaliere - Pagina 2 Empty Re: Il viaggio del cavaliere Sab Giu 04, 2022 7:09 am

Petunia

Petunia
Moderatore
Moderatore

Ciao  @Arianna 2016 spero che supererai presto il pessimo periodo che stai attraversando e anche a te chiedo scusa se ti ho provocato una sofferenza in più. Per quanto riguarda la battaglia di Lepanto non sono andata a mente, non avrei proprio potuto… ho cercato la data e forse si tratta di un mero refuso. Ciò nonostante, e qui dimostro di essere tutta la capra che sono, anche se avessi scritto la data giusta non avrei colto la finezza con la quale hai inserito il paletto temporale.
Comunque ci tengo a ribadire che quando un racconto ė in gara significa che ha passato il “vaglio fine” dei nostri admin che sono super attenti, pertanto il mio voto non è mai penalizzato dalla mancanza di un paletto. 
Il tuo racconto è molto ben scritto e tu sai quanto io apprezzi i tuoi lavori più volte ne hai avuto la prova tangibile.
Un grande abbraccio. Ti voglio bene.


______________________________________________________
C’è qualcosa di delizioso nello scrivere le prime parole di una storia. Non sai mai dove ti porteranno.
(Beatrix Potter)

A Arianna 2016, paluca66 e Susanna garba questo messaggio

29Il viaggio del cavaliere - Pagina 2 Empty Re: Il viaggio del cavaliere Sab Giu 04, 2022 9:14 am

paluca66

paluca66
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Arianna 2016 ha scritto:Dimenticavo:  @paluca66 Siviglia è davvero bella. Mi raccomando, quando ne avrai la possibilità, visitala.
Io ci sono andata durante le vacanze di Natale del 2014. Certo, la sera faceva freschino e giravo con la giacca a vento, ma di giorno ho preso sei giorni di sole e di luce che sembrava primavera. La notte di Natale abbiamo cenato in un ristorante con una finestra da cui si vedeva la Giralda illuminata.
Abbiamo visto solo alcune cose, ma ne ho un bellissimo ricordo.
Considerato che, viste le temperature, la visita a Siviglia in estate sia da considerare proibitiva, l'unica è sfruttare un periodo di vacanza quale Natale o Pasqua: dovrò provvedere in fretta prima che l'età finisca con l'impedirmi di godere a fondo questa città.

P.S.: mea culpa per i paletti e il campanello del tuo racconto...

A Arianna 2016 garba questo messaggio

30Il viaggio del cavaliere - Pagina 2 Empty Re: Il viaggio del cavaliere Sab Giu 04, 2022 9:32 am

tommybe

tommybe
Padawan
Padawan

Un abbraccio enorme, a te e al tuo bel racconto.
Lo so, i racconti non si abbracciano, ma pure loro hanno bisogno di affetto per essere compresi fino in fondo.
Non aggiungo altro, sei la donna più competente e più amata di questo posto.

A Arianna 2016 garba questo messaggio

31Il viaggio del cavaliere - Pagina 2 Empty Re: Il viaggio del cavaliere Sab Giu 04, 2022 11:21 am

Arianna 2016

Arianna 2016
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Petunia ha scritto:Ciao  @Arianna 2016 spero che supererai presto il pessimo periodo che stai attraversando e anche a te chiedo scusa se ti ho provocato una sofferenza in più. Per quanto riguarda la battaglia di Lepanto non sono andata a mente, non avrei proprio potuto… ho cercato la data e forse si tratta di un mero refuso. Ciò nonostante, e qui dimostro di essere tutta la capra che sono, anche se avessi scritto la data giusta non avrei colto la finezza con la quale hai inserito il paletto temporale.
Comunque ci tengo a ribadire che quando un racconto ė in gara significa che ha passato il “vaglio fine” dei nostri admin che sono super attenti, pertanto il mio voto non è mai penalizzato dalla mancanza di un paletto. 
Il tuo racconto è molto ben scritto e tu sai quanto io apprezzi i tuoi lavori più volte ne hai avuto la prova tangibile.
Un grande abbraccio. Ti voglio bene.

Grazie mille, Petunia. Anche io ti abbraccio.
So bene quanto tu apprezzi quello che scrivo e te ne sono grata.
Non preoccuparti: come ho scritto, sono consapevole che quello che ho vissuto è legato a una mia difficoltà.
Comunque, di buono c'è che, da novembre, ho scritto tre bei racconti Wink

A Petunia, caipiroska, paluca66 e tommybe garba questo messaggio

32Il viaggio del cavaliere - Pagina 2 Empty Re: Il viaggio del cavaliere Sab Giu 04, 2022 11:25 am

Arianna 2016

Arianna 2016
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

paluca66 ha scritto:
Arianna 2016 ha scritto:Dimenticavo:  @paluca66 Siviglia è davvero bella. Mi raccomando, quando ne avrai la possibilità, visitala.
Io ci sono andata durante le vacanze di Natale del 2014. Certo, la sera faceva freschino e giravo con la giacca a vento, ma di giorno ho preso sei giorni di sole e di luce che sembrava primavera. La notte di Natale abbiamo cenato in un ristorante con una finestra da cui si vedeva la Giralda illuminata.
Abbiamo visto solo alcune cose, ma ne ho un bellissimo ricordo.
Considerato che, viste le temperature, la visita a Siviglia in estate sia da considerare proibitiva, l'unica è sfruttare un periodo di vacanza quale Natale o Pasqua: dovrò provvedere in fretta prima che l'età finisca con l'impedirmi di godere a fondo questa città.

P.S.: mea culpa per i paletti e il campanello del tuo racconto...

Da testimonianza che ho avuto, confermo che a Siviglia d'estate ci si scioglie. Se si prendono giorni belli, è molto più vivibile in altre stagioni.

33Il viaggio del cavaliere - Pagina 2 Empty Re: Il viaggio del cavaliere Sab Giu 04, 2022 11:27 am

Arianna 2016

Arianna 2016
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

tommybe ha scritto:Un abbraccio enorme, a te e al tuo bel racconto.
Lo so, i racconti non si abbracciano, ma pure loro hanno bisogno di affetto per essere compresi fino in fondo.
Non aggiungo altro, sei la donna più competente e più amata di questo posto.

Ti abbraccio anche io. Grazie, Tom!

In effetti, i miei racconti io un po' li abbraccio, almeno metaforicamente... Wink

A tommybe garba questo messaggio

34Il viaggio del cavaliere - Pagina 2 Empty Re: Il viaggio del cavaliere Sab Giu 04, 2022 11:46 am

Arianna 2016

Arianna 2016
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

@Fante Scelto per la tua mediateca, questa è stata la colonna sonora che ho ascoltato mentre scrivevo il racconto
Ennio Morricone - L'estasi dell'Oro (In Concerto - Venezia 10.11.07) - YouTube

A Fante Scelto garba questo messaggio

35Il viaggio del cavaliere - Pagina 2 Empty Re: Il viaggio del cavaliere Sab Giu 04, 2022 12:01 pm

Fante Scelto

Fante Scelto
Padawan
Padawan

Mi piace questo nome di "mediateca". Cool

A Arianna 2016 garba questo messaggio

36Il viaggio del cavaliere - Pagina 2 Empty Re: Il viaggio del cavaliere Sab Giu 04, 2022 12:51 pm

Arianna 2016

Arianna 2016
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Fante Scelto ha scritto:Mi piace questo nome di "mediateca". Cool

Mi sembrava l'avessi chiamata così tu... o mi confondo? Adesso che ci penso, forse era una cosa come biblioteca digitale...? Boh...

37Il viaggio del cavaliere - Pagina 2 Empty Re: Il viaggio del cavaliere Sab Giu 04, 2022 5:57 pm

Susanna

Susanna
Maestro Jedi
Maestro Jedi

Cara @Arianna 2016 la prima parte del tuo post mi ha molto colpito, forse perchè chi vive o ha vissuto gli stessi momenti "sa". Quando siamo fragili emotivamente, come dici tu, le cose più insignificanti che vanno storte, anche le più stupide, diventano macigni enormi da spostare, non sai da che parte prenderli. E si moltiplicano. Ma ognuno di noi ha risorse inaspettate da mettere in campo, che si palesano in tanti modi. Noi abbiamo la fortuna di riuscire a scrivere, che poi sia qualcosa che piace solo a noi, che solo a noi trasmette emozioni... chissenefrega! Io ho alcuni racconti in costruzione che non vanno avanti, ma mi piacciono tanto, li sento sulla pelle. Quando avrò, se avrò, il coraggio di condividerli, non tutti avranno le stesse percezioni. Uno, quello che alla fine ho deciso di usare per il  sesto step, mi ha scorticato mentre lo scrivevo, ma è stato liberatorio "urlarlo", osare, darlo in pasto a delle persone che stimo anche quando criticano. Sei forte, e lo si intuisce dai tuoi commenti, affidati anche alla chimica, quando serve serve e basta, quando butterai le scatolette perchè starai meglio, sarà un giorno in cui vedrai un'Arianna nuova allo specchio. Un abbraccio da (spero) un'amica.


______________________________________________________
"Quindi sappiatelo, e consideratemi pure presuntuoso, ma io non scrivo per voi. Scrivo per me e, al limite, per un'altra persona che può capire. Spero di conoscerla un giorno… G. Laquaniti"

A Arianna 2016 garba questo messaggio

38Il viaggio del cavaliere - Pagina 2 Empty Re: Il viaggio del cavaliere Sab Giu 04, 2022 6:36 pm

Arianna 2016

Arianna 2016
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Grazie di cuore per le tue parole e il tuo incoraggiamento, Susanna. Mi incoraggia anche vedere te, che hai passato una situazione come la mia, e ne sei uscita bene, come una persona ora di nuovo positiva e piena di energia. Questo mi dà fiducia per il futuro.
Non so se arriverà un'Arianna nuova, al momento mi accontenterei di quella vecchia, magari di qualche anno fa, prima che succedessero tante cose.
Secondo me fai bene a scrivere le cose che ti senti. Mi sono appuntata una frase presa non so dove, uno di quei consigli sulla scrittura: "Scrivi solo di quello in cui credi".
Invece questa viene da Il tempo che vorrei di Fabio Volo: "Voglio darti un consiglio, poi tu fai come ti pare. La tua forza è l’autenticità. Non sforzarti di essere ciò che non sei, ma lotta per rimanere ciò che sei. Tu non devi cercare niente, hai già tutto; fidati, devi solo prendere coscienza di te stesso. Credici di più, prova ad avere un po’ più di autostima. Non devi cercare un linguaggio nuovo, bensì imparare ad ascoltare quello che già possiedi. Difendi la tua spontaneità e nel frattempo otterrai anche la naturalezza che si acquisisce nel tempo con la fiducia in se stessi. Ricordati che vivere è l’arte di diventare quello che si è già."
Ti abbraccio e sì, ti considero un'amica.

A Susanna e digitoergosum garba questo messaggio

Contenuto sponsorizzato



Torna in alto  Messaggio [Pagina 2 di 2]

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.