Different Tales
Benvenuto su Different Tales
Prima di interagire leggi qui https://www.differentales.org/t1-regolamento-del-forum
Se hai già letto e compreso il regolamento è fantastico, nondimeno questo avviso apparirà per il resto dei tuoi giorni, e se non accedi ti apparirà in sogno.
Poi non dire che non ti avevamo avvisato.

Unisciti al forum, è facile e veloce

Different Tales
Benvenuto su Different Tales
Prima di interagire leggi qui https://www.differentales.org/t1-regolamento-del-forum
Se hai già letto e compreso il regolamento è fantastico, nondimeno questo avviso apparirà per il resto dei tuoi giorni, e se non accedi ti apparirà in sogno.
Poi non dire che non ti avevamo avvisato.
Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il forum di scrittura creativa che cercavi


Non sei connesso Connettiti o registrati

La famiglia

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1La famiglia Empty La famiglia Mar Feb 09, 2021 10:02 am

The Raven

The Raven
Admin
https://www.differentales.org/t160-una-storia-un-po-bruciata#3194:

Mi augurano pace, amore e mi chiamano sorella. Poi quel Charlie lì è davvero figo con le sue lunghe vesti di pelli di daino. Ma neanche Tex non scherza, mi sa che stanotte mi farò scopare. Qualcuno mi ha detto che scopare da incinta metta in pericolo il bimbo, ma io non ne sono sicura e anzi ho tutta l’intenzione di scoprire se è vero. Mi sento bene, questa erba è forse la più buona che abbia mai fumato, ha un aroma che mi ricorda i campi di lavanda delle grandi praterie sudamericane. Ma ci saranno poi le praterie in Sudamerica? Vorrei andare a vedere le rovine di Machu Picchu, fare l’amore ai piedi di una di quelle piramidi che si vedono nelle cartoline. Anche se secondo me i peruviani ce l’hanno piccolo. Ma chi se ne fotte, io tanto sarò con Charlie , dicono che abbia un cazzo davvero grosso, e la gravidanza mi fa venire una gran voglia.
Porca miseria, questa tequila è una bomba! Chissà se Gypsy ci ha messo dentro anche uno di quei quadratini di LSD che l’altro giorno mi ha fatto fare un trip mai provato prima. Credevo di volare e mi trovavo solo nel cesso di casa mia. Ma tanto me ne accorgo se inizio a viaggiare.
Cazzo che caldo fa in questa stanza! Deve essere questo tessuto qui…
Ma si potrà mai ricoprire un divano con questo tipo di stoffa così pesante, si suda da morire qui d’estate! E poi…
Oh, guarda quanto è ruvido! Se lo tocco al contrario riesco a fare i disegnini con le dita! Mi è sempre piaciuto il colore rosso. È lo stesso rosso dei sedili della mia auto, quelli che ho comprato l’estate scorsa assieme a Robert… Chissà che fine ha fatto quel figlio di cagna.
Oh, stai sveglia Linda! Non mi devo distrarre troppo mentre guido, altrimenti finisce che ammazzo me stessa, la piccola Tanya e pure questo girino che mi cresce dentro alla pancia… Ma non potevo ingoiare quella notte? Che pezzo di merda quel Robert. Anche perché ho scoperto che scopava anche con quella Lucy. Me lo immagino: io a urlare come una matta per fare uscire Tanya dalla mia pancia e lui intanto con la lingua tra le gambe di quella vacca. No, stavolta non lo perdono, anche se dovesse pregarmi in ginocchio. Ho una gran sete, e il vento mi scompiglia i capelli. Oh, una bottiglia d’acqua lì appena fuori dal finestrino, se mi sporgo un po’ l’acciuffo. Tanto sono in un rettilineo, non succede nulla se mollo il volante per un attimo solo. Se non bevo mi sciolgo, il caldo oggi è infernale, neanche questi altri alberi riescono a darmi un po’ di conforto. Se seguo questo sentiero arriverò al fiume. Ma non posso coi tacchi, quanto adoro camminare scalza!
Tanya, non correre! Se scivoli finisci direttamente in acqua, e io non ho voglia di venirti a recuperare nel letto del torrente e curare le tue ginocchia sbucciate! Tanya, Tanya! E che cazzo, fai un po’ come ti pare.
Oh, una sigaretta! Avrei proprio voglia di fumare in totale relax coi piedi nell’acqua del fiume. Ma non si arriva mai, cammino ormai da... Boh, tre, quattro ore. Ma il fiume lo sento, sento il suono continuo dell’acqua che scorre e mi sto anche pisciando addosso, ma devo stare attenta a non sporcare la gonna, che è di Linda e se gliela macchio poi s’incazza. Che strano, pensavo di indossarla, invece devo averla lasciata sul divano! Quanto mi piace andarmene in giro tutta nuda. Adoro il vento che mi accarezza fra le cosce, quasi mi eccito, e non posso farlo qui, rischierei di macchiare la poltrona preferita della nonna, ci tiene tanto a questa vecchia poltrona coi braccioli. Avrà almeno duecento anni, la seduta è sfondata, ma lei dice che una cosa più è vecchia e più è comoda. Non avevo mai notato quella foto di Ursula Andress appesa sopra al camino. Che cazzo ne sa la nonna della Andress? Dove sarà andata poi? Era qui un attimo fa. Boh, quella vecchia ormai si è rincoglionita del tutto. Probabilmente sarà di là in cucina a preparare i suoi famosi maccheroni al formaggio, ricetta originale italiana tramandata a lei da sua mamma, che l’aveva avuta da sua mamma, che l’aveva avuta da sua mamma che era di Parigi. Ma Parigi non è mica in Italia!
Chi mi chiama? Ah, Tanya. Che vuole adesso, quella mocciosa? Eccola, lì in giardino, che gioca con il suo orso bruno. Gliel’avevo detto a suo padre che poteva essere pericoloso un orso bruno per una bambina. Quanto peserà? Trecento, quattrocento chili?
Quel bastardo di Robert! Le fa sempre dei regali pericolosi, e io sono poi costretta a oppormi e a passare per quella stronza. Ma pensasse a passarmi i soldi per mantenerla, che io sono costretta a sbattermi di qua e di là per sbarcare il lunario, mentre lui fa la bella vita, con le mignotte e le sue droghe mescaline. Meno male che qui al ranch, la famiglia mi aiuta, Charlie e Tex mi hanno detto che sono al sicuro, che posso stare qui e che si prenderanno cura di me, di Tanya e della creatura che tra qualche mese partorirò. Ma dov’è finita la nonna? Volevo chiederle se mi aiuta a togliermi questa spina che mi sta lacerando il fianco… Oddio, ma questo è sangue, sto sanguinando! Oh mio dio, fa male! Brucia! E non si ferma! Cazzo, cazzo, cazzo! Devo fermare il sangue! Ecco, una garza da ospedale! Ma prima lo devo cucire! Ahi, questo ago punge! Per forza che punge, è un ago! Spero che quell’infermiera lì l’abbia prima disinfettato, altrimenti mi tocca farle un culo grosso così, prima di crepare per una qualche infezione di merda.
Questi tessuti dei copridivani sono davvero strani, troppo caldi per sedersi qui d’estate. Se Tex vorrà scoparmi qui stasera, morirò in un lago di sudore. Ma sopporterò di buon grado, con un bel pisello davanti agli occhi mi dimentico anche il caldo.
Spero davvero che mi vogliano tenere con loro, qui al ranch. La Famiglia di Charlie mi piace davvero tanto. Credo di essere piaciuta a pelle: mi hanno fatto mangiare, bere, fumare… E poi hanno l’LSD.
Adesso devo solo decidere una cosa: devo andare con Charlie e gli altri amici della Famiglia a casa di Roman Polanski?



Ultima modifica di The Raven il Mar Feb 09, 2021 10:04 am - modificato 2 volte.


______________________________________________________
IN GRAN SILENZIO OGNI PARTIGIANO GUARDAVA QUEL BASTONE SU IN COLLINA.


REACH OUT AND TOUCH FAITH!                                                                                               Sembrano di sognante demoni gli occhi, e i rai
                                                                                         del lume ognor disegnano l’ombra sul pavimento,
né l’alma da quell’ombra lunga sul pavimento
sarà libera mai!
Quel vizio che ti ucciderà
non sarà fumare o bere,
ma è qualcosa che ti porti dentro,
cioè vivere.

2La famiglia Empty Re: La famiglia Mar Feb 09, 2021 10:27 am

Petunia

Petunia
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi
Un flusso davvero forte in ogni senso. Il finale illumina la vicenda.
Un trip che lascia il segno...


______________________________________________________
Divido tutti i lettori in due classi; coloro che leggono per ricordare e coloro che leggono per dimenticare.
(William Lyon Phelps)

A The Raven garba questo messaggio

3La famiglia Empty Re: La famiglia Mar Feb 09, 2021 10:38 am

Ospite


Ospite
Ho visto un paio di volte il film di Tarantino,  'C' era una volta Hollywood', e ho ritrovato l'energia e la follia del tuo racconto che tu hai scritto anni prima. Tarantino ha vinto due premi Oscar e qualcosa dovresti vincere pure tu per il coraggio dell'idea e per come l'hai riscritta. La 'famiglia'  di Manson, la bellissima Sharon Tate,  Bel Air, e tutte le storture di quella vicenda atroce e psichedelica.
Be', io  rimasi sorpreso, su SPS c'erano professoresse e maestrina, c'era il bosco delle fate, e tu avevi spiazzato tutti, nemmeno fossi stato il peggiore(migliore) Bukowski
A distanza di anni il racconto non ha perso forza. Bravo. Bravissimo.

4La famiglia Empty Re: La famiglia Mar Feb 09, 2021 10:57 am

Petunia

Petunia
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi
Caspita Rav! Non sapevo che tu avessi precorso i tempi... doppiamente bravo! Se non ci fosse Tom a fare la memoria storica...


______________________________________________________
Divido tutti i lettori in due classi; coloro che leggono per ricordare e coloro che leggono per dimenticare.
(William Lyon Phelps)

5La famiglia Empty Re: La famiglia Mar Feb 09, 2021 11:40 am

Martin Della Cappa

Martin Della Cappa
Padawan
Padawan
È davvero particolare, un flusso di coscienza che trova spiegazione solo nel finale. Non sono proprio un amante di questi racconti "psichedelici", ma ti do credito per aver reso bene l'atmosfera da anni 70 e la pazzia che accomunava quella banda di sbandati che era la famiglia Menson.

6La famiglia Empty Re: La famiglia Mar Feb 09, 2021 9:31 pm

The Raven

The Raven
Admin
Grazie mille per l'apprezzamento, ragazzi!
Sono molto legato a questo pezzo, scritto in fretta e forse per questo riuscito. Lo presentai a uno step di INK, suscitando qualche critica nei lettori più morali. 
Però lo stile crudo e diretto, credo, si confaccia alla triste vicenda della quale mi è piaciuto immaginare il preambolo.


______________________________________________________
IN GRAN SILENZIO OGNI PARTIGIANO GUARDAVA QUEL BASTONE SU IN COLLINA.


REACH OUT AND TOUCH FAITH!                                                                                               Sembrano di sognante demoni gli occhi, e i rai
                                                                                         del lume ognor disegnano l’ombra sul pavimento,
né l’alma da quell’ombra lunga sul pavimento
sarà libera mai!
Quel vizio che ti ucciderà
non sarà fumare o bere,
ma è qualcosa che ti porti dentro,
cioè vivere.

A Martin Della Cappa garba questo messaggio

7La famiglia Empty Re: La famiglia Mar Feb 09, 2021 9:35 pm

Martin Della Cappa

Martin Della Cappa
Padawan
Padawan
@The Raven ha scritto:Grazie mille per l'apprezzamento, ragazzi!
Sono molto legato a questo pezzo, scritto in fretta e forse per questo riuscito. Lo presentai a uno step di INK, suscitando qualche critica nei lettori più morali. 
Però lo stile crudo e diretto, credo, si confaccia alla triste vicenda della quale mi è piaciuto immaginare il preambolo.
Forse non è il posto giusto dove postare questo commento, ma lasciami dire che chiunque fa girare le palle (e scusate il francesismo) ai moralisti ha la mia stima più totale.

P.s. Meno male che quella gente non ha visto la mia ultima poesia (che qui ancora non c'è), altrimenti vedi gli stracci che volavano.

A The Raven garba questo messaggio

8La famiglia Empty Re: La famiglia Mar Feb 09, 2021 10:19 pm

Achillu

Achillu
Padawan
Padawan
@Achillu ha scritto:Mi hai accompagnato in un trip psichedelico, davvero complimenti, brav@. Alla fine ci hai voluto dare anche una chiave di lettura, quindi possiamo dare volti nomi e cognomi a tutti i protagonisti. Ma ti dirò, car@ aut-, che a mio gusto il racconto avrebbe funzionato lo stesso anche senza.

Complimenti Parnassius. Sei cresciuto molto da INK 1 a INK 4. Questo flusso lo dimostra.

Quinto posto nella mia cinquina.

Confermo tutto. Dal titolo mi sono ricordato subito del tuo racconto e l'ho riletto e ricommentato volentieri.

9La famiglia Empty Re: La famiglia Dom Feb 14, 2021 4:05 pm

Byron.RN

Byron.RN
Padawan
Padawan
Il titolo mi diceva qualcosa, ma non riuscivo a ricollegare, poi nella prima riga vedo il nome Charlie e allora capisco subito di che famiglia si tratta. Ricordo anche le critiche che suscitò, e come sempre accade mi ritrovai a interrogarmi sul perché di certe critiche. Un racconto può piacere o non piacere, è pacifico, ma il linguaggio che si usa deve essere credibile all'ambiente in cui ci si trova. Come potrebbero mai parlare gli appartenenti a una setta che fanno largo uso di allucinogeni e condannano ogni convenzione sociale? Espressioni come porca miseria, oppure  quel birichino, sarebbero state di sicuro meno volgari ma credibili quanto la conversione di un lupo al vegetarianismo.
Questo per dire che bisogna usare gli strumenti adatti per quello che si vuole scrivere e io trovo che qui si sia fatto tutto il possibile per raggiungere il maggior livello di credibilità. Non solo tramite il turpiloquio, ma soprattutto grazie allo stato confusionale della protagonista, al suo totale scollamento dal mondo reale.

A Martin Della Cappa garba questo messaggio

Contenuto sponsorizzato


Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.