Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il forum di scrittura creativa che cercavi

Ultimi argomenti attivi
» 7 in condotta
Il sospetto - Pagina 2 EmptyOggi alle 12:10 am Da Giancarlo Gravili

» L'ultimo bagno
Il sospetto - Pagina 2 EmptyIeri alle 9:27 pm Da Susanna

» Auguri Vivonic!
Il sospetto - Pagina 2 EmptyIeri alle 6:48 pm Da Achillu

» Accadde un giorno a “La Pulce”
Il sospetto - Pagina 2 EmptyIeri alle 3:06 pm Da Arunachala

» DR - 8 - Il Salotto - Vincitori e Classifiche
Il sospetto - Pagina 2 EmptyIeri alle 12:30 pm Da Akimizu

» Ricordati di coprirti bene
Il sospetto - Pagina 2 EmptyIeri alle 11:06 am Da almarc

» Anche gli angeli mangiano patatine fritte
Il sospetto - Pagina 2 EmptySab Ago 13, 2022 6:59 pm Da paluca66

» Vento d'estate
Il sospetto - Pagina 2 EmptySab Ago 13, 2022 3:44 pm Da caipiroska

» Fai bei sogni
Il sospetto - Pagina 2 EmptySab Ago 13, 2022 1:19 pm Da Mac

EVENTI DT
DIFFERENT ROOMS 8 - IL SALOTTO!
Scopri i parametri e scrivi il racconto ambientato in salotto! La scadenza è il 30 giugno!

Non sei connesso Connettiti o registrati

Il sospetto

+27
digitoergosum
alessandro parolini
Akimizu
tontonlino
Marcog
Nellone
Mac
CharAznable
ImaGiraffe
SisypheMalheureux
paluca66
Asbottino
FedericoChiesa
SuperGric
Susanna
Byron.RN
tommybe
Arunachala
Valentina
Molli Redigano
Danilo Nucci
gipoviani
Petunia
Antonio Borghesi
Fante Scelto
Arianna 2016
Different Staff
31 partecipanti

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Andare in basso  Messaggio [Pagina 2 di 2]

26Il sospetto - Pagina 2 Empty Re: Il sospetto Lun Gen 10, 2022 10:00 pm

Akimizu

Akimizu
Padawan
Padawan

Nelle atmosfere mi ha ricordato "La ragazza nella nebbia" di Donato Carrisi, non nella scrittura, perché il tuo taglio è decisamente più didascalico, scarno, fatto di frasi brevi e decise. Uno stile che devo dire non è molto nelle mie corde, ma si adatta alla perfezione al racconto. Mi hai incuriosito e di sicuro guarderò anche il film da cui hai tratto ispirazione. Sul testo ho poco altro da dire, la storia è costruita molto bene, con questi brevissimi paragrafi scritto senza fronzoli, che ci portano dentro la spirale di violenza con rapidi passi inesorabili. Un po' troppo raccontate le emozioni e la psicologia delle donne, che preannunciano con largo anticipo la fine. Ma di sicuro non puntavi sull'effetto sorpresa, il tuo intento era altro, e spingendo sull'acceleratore, con la fine atroce e forse esagerata del maestro, hai centrato l'obiettivo.
Complimenti e a rileggerci!

27Il sospetto - Pagina 2 Empty Re: Il sospetto Mar Gen 11, 2022 2:53 pm

alessandro parolini


Viandante
Viandante

Caro autore/cara autrice ammetto di non conoscere il film citato e quindi forse mi è più semplice esprimere un giudizio senza condizionamenti o parallelismi. La struttura del racconto non mi dispiace, mentre la storia in sé non mi convince. Diverse situazioni non adeguatamente sviluppate che rendono forse la storia più adatta a un romanzo che a un racconto. Alcune imprecisioni. La lettura è scorrevole. Finale troppo eccessivo per mia valutazione, ma forse alla luce di quanto ho espresso prima. Alla prossima.

28Il sospetto - Pagina 2 Empty Re: Il sospetto Mar Gen 11, 2022 5:09 pm

digitoergosum

digitoergosum
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Ciao Penna. Non ho letto i commenti che già hai ricevuto, pertanto non so se già le cose che ti scriverò già ti siano state riportate. Uno degli insegnamenti sulla nostra lingua che ricordi è di non usare l'articolo davanti ai nomi propri. "Scese le scale sicura di coglierlo in flagranza di reato ai piedi dell'albero". Quel flagranza di reato potresti metterlo tra virgolette, se vuoi dargli un significato diverso, altrimenti non è certo un reato quello di un bambino che va a scoprire i suoi doni sotto l'albero. A volte scrivi "comandante della Stazione minuscolo, altre volte maiuscolo. O una o l'altra. La funzione che può svolgere il corpo dei Vigili del Fuoco non la vedo attinente con la ricerca di dispersi. Ci vedrei più il Soccorso Alpino, forse perché ho sempre comandato Stazioni Carabinieri lacustri, di montagna o collina prossima e mi rivolgevo a loro in quei frangenti di ricerca. Bene, terminato ciò, vengo dritto al tuo lavoro. Mi è piaciuto, ma... Il Natale è veramente pretestuoso. La reazione finale delle mamme è troppo isterico, mi ha ricordato il finale de "Il Profumo" di Suskind, ma quell'epilogo aveva un motivo scatenante molto diverso. La tua indubbia capacità di riuscire a sintetizzare un "noir", che ho apprezzato, va a perdersi un poco sugli appunti che sopra ho riportato e che spero possano esserti utili, perché in te vedo una buona penna. Grazie. A rileggerti.

29Il sospetto - Pagina 2 Empty Re: Il sospetto Sab Gen 15, 2022 12:17 pm

miichiiiiiiiiiii

miichiiiiiiiiiii
Younglings
Younglings

“quello che aveva ucciso la famiglia” è un senso di colpa grandissimo, una cosa simile è successa vicino il mio paese e lui non ha avuto il coraggio di andare avanti e si è suicidato (cose veramente brutte).
Te tè?
Secondo me la trama è buona, ma poi non capisco se il maestro ha fatto veramente del male ai bambini e che fine aveva fatto Giovanni; in un certo momento capiamo che il maestro non sa cosa sta succedendo, ma nemmeno chi legge capisce...
Pare l'inizio di una storia che ancora deve finire.
Il Natale poi sempre secondo il mio punto di vista sta solo perché c'è l'albero in piazza e per le date riportate, si poteva benissimamente svolgere anche in un altro periodo.
Mi dispiace perché mi piace e ci avevo preso pure gusto nella lettura...

30Il sospetto - Pagina 2 Empty Re: Il sospetto Sab Gen 15, 2022 1:59 pm

tommybe

tommybe
Padawan
Padawan

Sono andato a informarmi su Vinteberg, il regista danese che ha ispirato la tua storia. Nei commenti nessuno lo conosce e non è 'pizza e fichi', è uno forte. Ma qui dentro non conoscono nemmeno i fratelli D' Innocenzo, quelli di Favolacce, un film che ha stravinto premi importanti. Giusto che sia così, il repertorio di conoscenze limitato lo propone la passione per la lettura.
Tutto questo spiegone per dirti che possiamo appoggiare le nostre storie solo su film famosi, conosciuti.
Sugli altri traballano.
Un abbraccio.

A tommybe non piace questo messaggio.

31Il sospetto - Pagina 2 Empty Re: Il sospetto Sab Gen 15, 2022 4:13 pm

Akimizu

Akimizu
Padawan
Padawan

No, niente, solo per dirti, caro autore, che ho visto il film di Vinterberg. È un film crudele. Ecco. La differenza con il tuo scritto è soprattutto nella partecipazione emotiva che si ha con il sospettato, chiamiamolo così, perché nel film l'empatia è a livelli altissimi, ho sofferto per ciò che succedeva a Lucas. Non dico altro per non rovinare la visione se qualcun altro volesse guardarlo. Comunque grazie per avermelo fatto conoscere.

A Asbottino garba questo messaggio

32Il sospetto - Pagina 2 Empty Re: Il sospetto Sab Gen 15, 2022 5:11 pm

tommybe

tommybe
Padawan
Padawan

Se scrivo che è tutto bello passo per cretino.
Se sono critico, forse per la prima volta.
Prendo cacca.
Mollo il secondo giro di letture.

A Arunachala garba questo messaggio

33Il sospetto - Pagina 2 Empty Re: Il sospetto Sab Gen 15, 2022 6:21 pm

Arunachala

Arunachala
Admin
Admin

tommybe ha scritto:Se scrivo che è tutto bello passo per cretino.
Se sono critico, forse per la prima volta.
Prendo cacca.
Mollo il secondo giro di letture.

non mollare, @tommybe, vedrai che chi ti ha messo cacca ne spiegherà il motivo.
io non lo vedo, il motivo, ma vedremo cosa accade.


______________________________________________________
L'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente

Il sospetto - Pagina 2 Namaste

Non si può toccare l'alba se non si sono percorsi i sentieri della notte.

Kahlil Gibran

A tommybe garba questo messaggio

34Il sospetto - Pagina 2 Empty Re: Il sospetto Dom Gen 16, 2022 11:59 am

vivonic

vivonic
Admin
Admin

Ho molto apprezzato che tu abbia portato tanti utenti a vedere quel film che ritengo essere un capolavoro del cinema mondiale. Ho fatto vedere il film ai miei studenti quando insegnavo ancora all'università, e trovo sia un estratto di psicologia sociale molto utile per tutti col quale confrontarsi.
Indubbiamente hai fatto bene a citare il film (e così rispondo a  @ImaGiraffe e a quanti se lo chiedano): dobbiamo pubblicare i racconti più meritevoli in un'antologia, e l'ultima cosa che ci serve (e vi assicuro che di problemi ne abbiamo tanti) è un'accusa di plagio.
E poi, meglio scriverlo subito, piuttosto che trovare il commento di un vivonic a caso che ti dice che il tuo racconto è molto simile alla trama di quel film, e poi essere accusato da tutti gli altri di mancanza di originalità e congeneri.
Venendo al tuo racconto, a parte qualche segno di punteggiatura usato un po' male e qualche piccolo refuso, trovo sia scritto molto bene. Molto facile da seguire la trama (ben costruita), personaggi caratterizzati bene per le battute a disposizione, marcatori temporali che aiutano più che disturbare. L'ambientazione natalizia c'è ed è determinante nel tuo racconto.
Insomma, io ti faccio i complimenti e ti porto con me nella scelta finale Smile
Per quanto mi riguarda, un ottimo lavoro!


______________________________________________________
Un giorno tornerò, e avrò le idee più chiare.

A ImaGiraffe garba questo messaggio

35Il sospetto - Pagina 2 Empty Re: Il sospetto Dom Gen 16, 2022 3:38 pm

Resdei

Resdei
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Ciao
Pensavo di perdermi nei salti temporali e, invece, ho capito che erano necessari per spiegare, 
per introdurre piano piano altri elementi, facendo crescere il sospetto.
Mi è piaciuto come hai condotto il lettore dentro la vicenda.
Non ho visto il film, quindi la trama per me era nuova di zecca.
Lo stile è asciutto, qualche imprecisione, ma il lavoro è più che positivo.

36Il sospetto - Pagina 2 Empty Re: Il sospetto Mar Gen 25, 2022 11:51 pm

caipiroska

caipiroska
Padawan
Padawan

Ciao Autore,
il crescendo di disagio e angoscia che hai inserito nel testo mi ha tenuta incollata allo schermo per tutta la lettura!
La storia è ben scritta e ben gestita, tutto è un vortice che porta verso quella direzione e regala al lettore emozioni forti e convincenti. Credo però che proprio in questo sta il limite del racconto: nel fatto, appunto, che si arriva proprio dove ci si aspetta di arrivare. Credo che un testo con un climax cos' importante doveva a un certo punto svoltare, diventare imprevedibile. O non concludersi affatto e lasciare il lettore a brancolare tra mille ipotesi.
Non so, alla fine mi sono appassionata molto, ma allo stesso tempo mi sono un pò sentita tradita dall'autore: mi hai promesso tanto e dove mi hai portata? La furia delle mamme è comprensibile, anche se appare ingiustificata e irrazionale, ma che sia questa a prevalere nel testo mi lascia un pò perplessa.
Una bella storia, forte e inquietante come piacciono a me!

37Il sospetto - Pagina 2 Empty Re: Il sospetto Gio Gen 27, 2022 7:14 pm

vivonic

vivonic
Admin
Admin

Voglio fare una dovuta precisazione su questo racconto, ora che siamo a giochi fermi.
Premesso che ero convinto che potesse entrare in antologia, mi riallaccio al mio commento fatto in precedenza e confesso: sono stato io a chiedere all'Autore di indicare il "liberamente tratto".
Ho fatto vedere questo film a sfilze di studenti, lo considero uno dei capolavori del cinema europeo, e quindi quando ho letto il racconto (con lo stesso titolo italiano, oltretutto) mi è preso un colpo. Colpo che invece non mi è preso quando l'Autore mi ha confidato di non avere idea di che cosa stessi parlando. 
Una volta visto il film, l'Autore ha concordato con me che fosse il caso di inserire il "liberamente tratto" per evitare qualsiasi polemica (uso questo sostantivo per non usarne di peggiori).
La coincidenza ha voluto che, neanche 24 ore prima, avessimo escluso un altro racconto per evidente plagio, con confessione dell'Autore messo alle strette che poi ha deciso di non mandare un altro racconto e che, infatti, non si è mai neanche presentato sulla piattaforma.
Forse messi alle strette da questo evento, forse dal fatto che simili precedenti sono in grado di rovinare la reputazione di un Autore e anche di un forum intero, per quanto in buona fede e in maniera del tutto casuale, sono ancora convinto che la dicitura fosse fondamentale.
Chiedo scusa io a tutti coloro i quali non l'hanno apprezzata, e all'Autore per averlo "costretto" (l'alternativa che gli ho proposto era di mandare un altro racconto, quindi le virgolette potrei anche toglierle). Purtroppo alle volte ci sono altri aspetti da considerare che non sono soltanto quelli letterari.
Giusto per dirlo, è capitato anche di ricevere denunce e minacce di denunce... Meglio prevenire certe situazioni.
Questo lo dovevo all'Autore e a tutti voi.


______________________________________________________
Un giorno tornerò, e avrò le idee più chiare.

A Hellionor, The Raven, Petunia, paluca66 e Susanna garba questo messaggio

38Il sospetto - Pagina 2 Empty Re: Il sospetto Gio Gen 27, 2022 8:09 pm

paluca66

paluca66
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

@Viv più tardi, quando avrò accesso al pc,  posterò il commento al mio racconto e ai commenti ricevuti che ho preparato l'altra sera. Ci tengo, però,  a ringraziarti di cuore, fin da subito, per questo tuo commento che mi conferma una volta di più il fatto che sei una bella persona e che qui in DT, si sta proprio bene. Mi fa onore sapere che mi avresti preso in considerazione per l'antologia come mi fa onore scoprirmi addirittura sul podio di ina scrittrice con i controfiocchi come @Caipiroska. Mi accorgo che, seppure a piccoli passi, da quando frequento SPS e DT sto crescendo per di più facendo qualcosa che mi piace moltissimo, leggere e scrivere. Spero davvero che ci sarà presto un incontro dal vivo, credo che ce lo meritiamo tutti.
Dimenticavo di aggiungere che non ho avuto il minimo dubbio fin dall'inizio sul mettere la "famosa" frase anche se non avevo visto il film; questo perché mi fido dello staff e della vostra esperienza.

A Hellionor, vivonic, caipiroska, CharAznable e digitoergosum garba questo messaggio

39Il sospetto - Pagina 2 Empty Re: Il sospetto Gio Gen 27, 2022 9:38 pm

paluca66

paluca66
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Credo sia doveroso, innanzitutto, chiarire il grande equivoco che mi ha accompagnato per tutto questo lungo “Natale bifronte” mentre leggevo i vostri commenti al mio racconto.
Il film di Vinterberg che ha lo stesso titolo del mio racconto e al quale ho scritto di essermi (indegnamente) ispirato, in realtà non lo avevo mai visto e, come qualcuno di voi, l’ho fatto solo a posteriori.
Quando però ho inviato il racconto, lo staff mi ha fatto notare la somiglianza oltre al fatto che il titolo era identico, chiedendomi (giustamente) di inserire la frasetta alla fine altrimenti non avrebbero potuto pubblicarlo o, comunque, farlo partecipare al contest.
E @Vivonic ha spiegato molto chiaramente nel suo commento il perché.
Tutto qui.
Peraltro, visto il film, devo dire che al di là dell’idea di partenza, le differenze sono abbastanza significative e, d’altra parte, non avrei potuto nemmeno lontanamente scrivere qualcosa a livello di un bellissimo film come quello di Vinterberg.
Resta questa incredibile coincidenza, a partire dal titolo: la vita, a volte, fa davvero degli scherzi incredibili.
Ora provo a rispondere a ciascuno di voi, ringraziandovi, come sempre, prima di tutto, per i commenti, sempre utili, costruttivi e necessari per aiutarmi un po’ alla volta a crescere: a partire dal mio maledetto tallone d’Achille, la punteggiatura!
@Arianna non ho mai visto Blu Notte per cui non saprei dirti; sull’uso dell’articolo prima del nome, mi sembrava di dare un ulteriore senso di piccolo paese, di villaggio, appunto; poi rileggendo ho deciso di toglierne la maggior parte finendo, però, con il farne un ibrido che non ha avuto alcun senso: ho sbagliato.
@Fante nell’economia del racconto, almeno nella mia testa, naturalmente, quello che è successo a Giovanni nel bosco non aveva alcuna importanza; si era semplicemente perso e questo doveva accentuare l’assurdità della violenza
@Antonio quando il bambino chiama mamma “il tumulto si era appena quietato” (cit.); l’appendere il maestro all’albero è un’esagerazione voluta per accentuare l’assurdità di ciò che sto raccontando. Mi rendo conto che è stata un po’ troppo azzardata.
@Petunia, grazie per i preziosissimi consigli. Su cosa ha fatto Giovanni ti rimando a quanto scritto a @Fante; confermo che l’eccessiva crudezza del delitto è voluta per accentuarne l’assurdità.
@gipoviani su dove sia andato Giovanni ti rimando ai commenti precedenti; sul fatto che spesso linciamo, soprattutto con le parole (che possono uccidere più della violenza fisica), persone solo sulla base di presunti sospetti purtroppo non lo trovo poco credibile anche se riconoscerlo fa molto male.
@Danilo anche a te prima di tutto grazie per le belle parole e per gli utilissimi consigli; le due frasi che mi segnali, quella sulla strada del paese e quella dell’interrogatorio le ho girate e rigirate decine di volte eppure alla fine il risultato è stato ancora insufficiente: ho ancora parecchio da lavorare!
@Molli come ho già scritto non mi serviva raccontare cosa fosse successo a Giovanni, meno importanza gli si dà, più risulta assurda la violenza che per questo ho voluto così feroce; i tre “insinua” sono decisamente voluti, per cui l’errore è doppio, ma, come scritto sopra, il bello di stare qui dentro è proprio la possibilità di continuare a crescere.
@Valentina, lo scopo non era quello dell’horror e nemmeno di farti inorridire troppo: se questo è passato evidentemente ho almeno parzialmente sbagliato il tiro; sulla suddivisione tra uomini e donne l’ho utilizzata per accentuare la sensazione di un paesino chiuso, fermo a mezzo secolo fa. Anche il non dare spazio ai colloqui con le bambine mi è servito per accentuare la sensazione di futilità dei motivi scatenanti la violenza.
@Arunachala, grazie dei complimenti graditi; concordo, la follia umana è molto peggiore di quella animale.
@Tommy mi spiace non essere riuscito a entrare nelle tue corde; è vero che non si può piacere a tutti ma un giudizio come il tuo fa riflettere e per questo ti ringrazio, qualcosa nel mio racconto non ha funzionato. So che non ce ne è bisogno ma naturalmente non mi sarei mai sognato di mettere “cacca” a un tuo commento, meno che mai a un commento a un mio racconto.
@Byron faccio tesoro dei tuoi commenti, soprattutto il riferimento a un eccesso di “cronachismo” del racconto che rischia di fargli perdere mordente; sulla violenza eccessiva del linciaggio, come ho già scritto, è voluta proprio per accentuarne l’assurdità.
@Susanna, grazie per il commento positivo e per l’ottimo lavoro di “editing”; inutile che ti dica quanto sappia che il lavoro da fare sull’uso punteggiatura da parte mia sia molto e nonostante ciò continuo a ricadere nei medesimi errori. Ma voi siete giustamente qui a farmelo notare e di questo vi ringrazio.
@Supegric ti ringrazio perché in poche righe hai centrato il messaggio che volevo far passare con il mio racconto; faccio tesoro del tuo consiglio sull’eccessiva sinteticità.
@Federico tutto l’eccesso è stato voluto, mi premeva che l’azione apparisse quanto più assurda possibile come è sempre la violenza, spesso, ahimè, gratuita. Tra questo e riuscire a fare passare il messaggio, poi, c’è di mezzo la scrittura e, almeno nel tuo caso, non ha funzionato, fa parte del mio percorso di crescita, ancora solo agli inizi.
@Asbottino ho inserito quel “indegnamente” perché come ho scritto nel commento precedente in realtà io il film quando ho scritto il racconto non lo conoscevo affatto, non ne avevo mai sentito parlare: è stato un caso incredibile. Per quanto concerne il lavoro sui personaggi che dire… ne ho di pastasciutta da mangiare ma ne sono cosciente.
@Sisyphe che dire oltre a ringraziarti? Che evidentemente in questo racconto è uscita la mia parte femminile…
@Ima non posso dirti altro che “grazie” visto che l’unico difetto che mi segnali non è voluto.
@Char credo di aver capito quello che vuoi dire perché mi è parso di intuirlo anche in altri commenti: un eccesso di prevedibilità nel racconto che toglie un po’ di energia al finale. Giusto?
@Mac come ho scritto sopra a @Tommy, non sono proprio riuscito a entrare nelle tue corde e questo mi dispiace. Diciamo che con te non sono riuscito a far funzionare la cosiddetta “sospensione dell’incredulità” tra scrittore e lettore
@Nellone, come te anche altri hanno rilevato un’ambientazione natalizia un po’ carente e forse rileggendo non posso darvi del tutto torto: La scelta di andare a capo spesso è voluta, uno stile che utilizzo spesso.
@MarcoG sì, è proprio quello il messaggio che volevo far passare oltre al fatto che la violenza gratuita spesso trascende e questo non è mai accettabile, per principio, dal mio punto di vista.
@Tontonlino grazie per il bel commento; sinceramente allungarlo mi sarebbe sembrato inutile e rischioso nel senso che avrebbe fatto perdere forza al racconto (dal mio punto di vista, naturalmente)
@Akimizu, grazie per il commento; ho rivisto “La ragazza nella nebbia” proprio l’altra sera ma l’ispirazione non mi è venuta da lì, come d’altra parte nemmeno dal film omonimo al racconto che nemmeno conoscevo; come ho scritto nel commento al racconto, semmai, in parte c’è qualche reminiscenza di “The Village” di Shyamalan.
@alessandro, intuisco quanto vuoi dirmi, ci penso su anche se al momento non sono in grado di trasformare il racconto in qualcosa di più… però mi piacerebbe.
@digito, come sempre i tuoi appunti mi sono utili, anzi utilissimi, fai un lavoro sempre molto prezioso e di questo ti ringrazio.
@miichiiiiiiii mi dispiace averti rovinato il gusto della lettura, avrei dovuto essere capace di farti abbandonare di più alle parole ed evidentemente non ci sono riuscito.
@vivonic, dopo tante (giuste) critiche ricevute da te mi ritrovo questo commento al limite dell’entusiasta, posso solo dirti che mi ha fatto molto piacere e ringraziarti.
@Resdei grazie per il bel commento; anch’io non avevo visto il film…
@Caipiroska posso solo ringraziarti per le belle parole; credo di avere capito cosa vuoi dirmi in merito alla prevedibilità del finale, se rimetterò mano al racconto lo terrò senz'altro presente.

A vivonic, Danilo Nucci, Akimizu e Mac garba questo messaggio

40Il sospetto - Pagina 2 Empty Re: Il sospetto Ven Gen 28, 2022 8:51 pm

Fante Scelto

Fante Scelto
Padawan
Padawan

paluca66 ha scritto:
@Fante nell’economia del racconto, almeno nella mia testa, naturalmente, quello che è successo a Giovanni nel bosco non aveva alcuna importanza; si era semplicemente perso e questo doveva accentuare l’assurdità della violenza

Forse, ma ci sto pensando in questo momento, mentre rileggo il tutto, anche solo accennare dove fosse finito Giovanni, cioè che si era semplicemente perso, avrebbe reso ancora più assurda (a posteriori) la violenza.
Il lasciarlo in sospeso invece fa pensare ad altro, ad intrighi, al caso, al soprannaturale persino.

Mia opinione.

Per il resto confermo che le atmosfere che hai saputo creare sono state molto buone. Con più spazio e maggiore pathos può venirne fuori veramente qualcosa di interessante (magari distaccandosi di più dall'omonimo film in merito alla scelta dei soggetti).

Contenuto sponsorizzato



Torna in alto  Messaggio [Pagina 2 di 2]

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.