Different Tales
Benvenuto su Different Tales
Prima di interagire leggi qui https://www.differentales.org/t1-regolamento-del-forum
Se hai già letto e compreso il regolamento è fantastico, nondimeno questo avviso apparirà per il resto dei tuoi giorni, e se non accedi ti apparirà in sogno.
Poi non dire che non ti avevamo avvisato.

Unisciti al forum, è facile e veloce

Different Tales
Benvenuto su Different Tales
Prima di interagire leggi qui https://www.differentales.org/t1-regolamento-del-forum
Se hai già letto e compreso il regolamento è fantastico, nondimeno questo avviso apparirà per il resto dei tuoi giorni, e se non accedi ti apparirà in sogno.
Poi non dire che non ti avevamo avvisato.
Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il forum di scrittura creativa che cercavi


Non sei connesso Connettiti o registrati

Mi chiamo Anna e un giorno sono passata di qua

+8
Susanna
gabriele59
Tommybe
gdiluna
Arunachala
digitoergosum
Giancarlo Gravili
Petunia
12 partecipanti

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Andare in basso  Messaggio [Pagina 2 di 2]

Petunia

Petunia
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi
Promemoria primo messaggio :

Ironia tragica:
 Ciao @Dafne 


nei tuoi racconti affiora spesso il tema dell’incomunicabilità e della coppia. In questo caso mi è sembrato molto efficace il parallelo con la figura classica perché proprio rimanda anche al periodo in cui i due si sono conosciuti. Innamorarsi o credersi innamorati tra i banchi di scuola è una sensazione che prima o dopo penso abbiamo sperimentato tutti. 
Mi è piaciuto tanto questo passaggio:
“ mentre io dal primo banco cerco di intercettarti con lo specchietto, che tanto tu figurati se ti accorgi di qualcosa
sarà perché qualcosa di simile l’ho fatto anch’io...
Mi hai ricordato un bel periodo della vita e ti ringrazio. 🌸
«Settemiliardi e mezzo di esseri umani vivevano in centoquarantottomilioni di metri quadrati di terra.» 
La mia insegnante ci tiene che impariamo i dati a memoria. Dice che ci torneranno utili per comprendere la storia dell’evoluzione umana. 
Oggi che la terra è popolata da due miliardi di uomini e che la terra disponibile è trentacinque milioni di metri quadrati, più o meno, sembra impossibile che un tempo le cose fossero tanto diverse.
Dopo la grande inondazione che ha ridotto gli spazi abitabili, per garantire a tutti una buona sopravvivenza nel pianeta, gli uomini hanno imparato a gestire le risorse disponibili e tutto funziona a meraviglia.
La mia scadenza naturale sarà fra quindici anni e sette mesi, sempre che non mi capiti qualche imprevisto. Trenta anni esatti dalla nascita come è scritto nel contatore che mi hanno installato nel petto, sopra la zona del cuore. 
Mi fa rabbrividire il pensiero che prima gli uomini nascevano e non sapevano quale scadenza avessero. Nella terra regnavano il caos e l’ingiustizia.
Alcuni uomini vivevano anche più di cento anni, altri non arrivavano a tre. E che dire del cibo? C’era chi mangiava moltissimo e chi moriva di fame. 
Queste ingiustizie sono state rimosse, per fortuna. La razione di cibo è per tutti la stessa, ovviamente tenuto conto del sesso, dell’età e del tipo di lavoro. 
Man mano che ci si avvicina alla scadenza, le razioni vengono ridotte, così si facilita il distacco. 
I miei genitori sono scaduti cinque anni fa. Mio padre costruiva ponti e mia madre lavorava alla diga di dissalazione per rendere l’acqua potabile. La mamma mi ha insegnato tutto quanto c’è da sapere e fra un anno, quando avrò completato gli studi, farò anch’io lo stesso mestiere.
Qualche mese prima della scadenza dovrò istruire i nuovi arrivati, così che non ci siano intoppi. 
L’ insegnante ci ha raccontato che molti anni fa c’erano persone che, per lavoro, regalavano emozioni alla gente. Si chiamavano “artisti”, una parola molto difficile da pronunciare.
Io non so a cosa potessero servire le emozioni. Di sicuro non si mangiavano e neppure si bevevano. Pare che le emozioni facessero stare bene. 
Devo dire che sarei molto curiosa di provarle, ma mi hanno spiegato che sono pericolose e ormai introvabili.
Io sento una sensazione strana quando, di notte, mi metto a osservare le stelle. Non l’ho mai detto a nessuno prima. È come se il cuore mi balzasse dal petto e raggiungesse il cervello per poi uscire, come una goccia, dagli occhi. 
In quei momenti, mi viene voglia di scrivere. È una pulsione irrefrenabile, come se una parte di me venisse da un luogo sconosciuto. 
Penso che sia importante farlo e che quando non ci sarò più, qualcuno potrà ricordarsi di me. 
Terra piccolo fragile miracolo 
nel freddo e buio illuminato dal tuo azzurro
Terra da respirare, terra da nutrirsi 
Terra sudata, calpestata, sfruttata
Madre e padre 
Terra da amare, da odiare,da conquistare
e sentire che alla Terra appartengo
sono della stessa sostanza
eppure desidero il cielo
e mi lascio stupire da stelle ignare
con la voglia di raggiungere l’infinito.

Ciao, mi chiamo Anna e un giorno sono passata di qua.


______________________________________________________
Divido tutti i lettori in due classi; coloro che leggono per ricordare e coloro che leggono per dimenticare.
(William Lyon Phelps)

Arunachala

Arunachala
Admin
Admin
@digitoergosum ha scritto: E ora andrò a leggere con curiosità i racconti di dannidanni perché devo imparare a scrivere.
eh... mi sa che sarà dura.
prima deve imparare lei, a scrivere correttamente


______________________________________________________
L'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente

Mi chiamo Anna e un giorno sono passata di qua - Pagina 2 Namaste

Non si può toccare l'alba se non si sono percorsi i sentieri della notte.

Kahlil Gibran

Rasalgethi

Rasalgethi
Viandante
Viandante
Amiche e amici Differenteliani, sono tra gli ultimi arrivati e lanciare proclami è fuori luogo. Massimo rispetto per Petunia: non è retorica. C'era una sola frase non accettabile nel commento del nostro collega Dannidanni. Il resto andrebbe recuperato e valutato da ciascuno in base al proprio giudizio. Chiedo a lui di rivedere la sua recensione e postarla nuovamente, mantenendone inalterato il senso ma omettendo qualsiasi possibile riferimento personale (e su questo punto, sia ben chiaro, sono il primo a essere d'accordo).
Forse è banale dirlo, magari non dovrei essere io a farlo. Ma spero abbia un senso.

A Arunachala garba questo messaggio

Phoenix

Phoenix
Admin
Admin
@Rasalgethi ha scritto:Amiche e amici Differenteliani, sono tra gli ultimi arrivati e lanciare proclami è fuori luogo. Massimo rispetto per Petunia: non è retorica. C'era una sola frase non accettabile nel commento del nostro collega Dannidanni. Il resto andrebbe recuperato e valutato da ciascuno in base al proprio giudizio. Chiedo a lui di rivedere la sua recensione e postarla nuovamente, mantenendone inalterato il senso ma omettendo qualsiasi possibile riferimento personale (e su questo punto, sia ben chiaro, sono il primo a essere d'accordo).
Forse è banale dirlo, magari non dovrei essere io a farlo. Ma spero abbia un senso.

Resisterò alla tentazione di elencare quante catastrofi siano nate da una sola frase e mi limiterò a sottolineare che scrivere un commento accettabile e ficcarci dentro una frase esecrabile è come dipingere un quadro bellissimo e poi cagarci sopra.
In ogni caso, l'intero commento era provocatorio, quindi finiamola di cercare il buono dove non c'è e andiamo avanti.


______________________________________________________
La gloria o il merito di certi uomini è scrivere bene; di altri, non scrivere affatto.

Jean de La Bruyère

Rasalgethi

Rasalgethi
Viandante
Viandante
Ho letto... allora chiedo scusa a Petunia se eliminerò il mio commento poiché, a parte la frase di cui parlavo, esecrabile almeno quanto certe immagini, ricalcava grosso modo quello bannato. Nessun polemica. Il tempo proseguira nel suo lento scorrere, con buona pace di tutti, in primis la mia.

digitoergosum

digitoergosum
Padawan
Padawan
@Phoenix ha scritto:
@Rasalgethi ha scritto:Amiche e amici Differenteliani, sono tra gli ultimi arrivati e lanciare proclami è fuori luogo. Massimo rispetto per Petunia: non è retorica. C'era una sola frase non accettabile nel commento del nostro collega Dannidanni. Il resto andrebbe recuperato e valutato da ciascuno in base al proprio giudizio. Chiedo a lui di rivedere la sua recensione e postarla nuovamente, mantenendone inalterato il senso ma omettendo qualsiasi possibile riferimento personale (e su questo punto, sia ben chiaro, sono il primo a essere d'accordo).
Forse è banale dirlo, magari non dovrei essere io a farlo. Ma spero abbia un senso.

Resisterò alla tentazione di elencare quante catastrofi siano nate da una sola frase e mi limiterò a sottolineare che scrivere un commento accettabile e ficcarci dentro una frase esecrabile è come dipingere un quadro bellissimo e poi cagarci sopra.
In ogni caso, l'intero commento era provocatorio, quindi finiamola di cercare il buono dove non c'è e andiamo avanti.

Conosco Rasalgethi. So cosa intende. È un fautore, un "rispettoso" dell'opinione altrui. Nel messaggio" incriminato" (anche da me) c'è stato un improvvido attacco a un racconto. Credo che la "ratio" di Rasalgethi sia di accettare anche il commento negativo (che in questo caso non condivido ma "leggo") e di evitare l'approccio personale che (chissà perché) nell'intervento in questione è palese. Spero di non pregiudicare l'amicizia di penna con @Phoenix, non è mia intenzione, cerco sempre la "quiete", ma anche il suo intervento "tranchante" sul commento di @Rasalgethi lo trovo troppo "forte". Non vorrei nuovamente perderlo in questa nostra comunità, perché finora non ha ancora mostrato (chissà perché) quanto potrebbe dare a tutti noi.

Rasalgethi

Rasalgethi
Viandante
Viandante
Caro Digito: rompi un silenzio a dir poco imbarazzante. Quantomeno, non atteso da parte mia.
Grazie delle belle parole, onestamente troppo generose.

Arunachala

Arunachala
Admin
Admin
@digitoergosum 
@Phoenix è molto istintivo, ma sbaglia di rado.
lungi da me difenderlo, non ne ha certo bisogno.
voglio dire altro: io sono molto più accomodante di lui, in situazioni di questo tipo, però spesso non risolvo, proprio per questo motivo.
certo, non mi piace essere drastico, assolutamente, però non penso che volesse accusare @Rasalgethi di alcunchè.
ha solo fatto notare che da una frase sbagliata possono nasceregrossi problemi.
ed è vero, è già accaduto pure a noi.

in conclusione, l'utente dannidanni se n'è andata per altre vie di sua spontanea volontà, quindi chiudiamo il suo capitolo e apriamo altre storie.
buona giornata a tutti


______________________________________________________
L'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente

Mi chiamo Anna e un giorno sono passata di qua - Pagina 2 Namaste

Non si può toccare l'alba se non si sono percorsi i sentieri della notte.

Kahlil Gibran

FraFree

FraFree
Padawan
Padawan
@digitoergosum ha scritto:
@Phoenix ha scritto:
@Rasalgethi ha scritto:Amiche e amici Differenteliani, sono tra gli ultimi arrivati e lanciare proclami è fuori luogo. Massimo rispetto per Petunia: non è retorica. C'era una sola frase non accettabile nel commento del nostro collega Dannidanni. Il resto andrebbe recuperato e valutato da ciascuno in base al proprio giudizio. Chiedo a lui di rivedere la sua recensione e postarla nuovamente, mantenendone inalterato il senso ma omettendo qualsiasi possibile riferimento personale (e su questo punto, sia ben chiaro, sono il primo a essere d'accordo).
Forse è banale dirlo, magari non dovrei essere io a farlo. Ma spero abbia un senso.

Resisterò alla tentazione di elencare quante catastrofi siano nate da una sola frase e mi limiterò a sottolineare che scrivere un commento accettabile e ficcarci dentro una frase esecrabile è come dipingere un quadro bellissimo e poi cagarci sopra.
In ogni caso, l'intero commento era provocatorio, quindi finiamola di cercare il buono dove non c'è e andiamo avanti.

Conosco Rasalgethi. So cosa intende. È un fautore, un "rispettoso" dell'opinione altrui. Nel messaggio" incriminato" (anche da me) c'è stato un improvvido attacco a un racconto. Credo che la "ratio" di Rasalgethi sia di accettare anche il commento negativo (che in questo caso non condivido ma "leggo") e di evitare l'approccio personale che (chissà perché) nell'intervento in questione è palese. Spero di non pregiudicare l'amicizia di penna con @Phoenix, non è mia intenzione, cerco sempre la "quiete", ma anche il suo intervento "tranchante" sul commento di @Rasalgethi lo trovo troppo "forte". Non vorrei nuovamente perderlo in questa nostra comunità, perché finora non ha ancora mostrato (chissà perché) quanto potrebbe dare a tutti noi.
Quoto in toto.


______________________________________________________
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati. (B. Brecht)

Phoenix

Phoenix
Admin
Admin
Mi chiamo Anna e un giorno sono passata di qua - Pagina 2 Img_0112



Tagliamo corto, questo quassù è il commento della signora dannidanni a petunia.
Questo quassù è un commento offensivo, e verrà ritenuto offensivo a prescindere dal numero di avvocati decisi a difendere il diritto all'insulto, che su DT non è previsto. 
Il commento è offensivo e basta, quindi va rimosso e l'autore avvisato. Se poi l'autore del commento ha la graziosa idea di andare a infestare qualche altro forum tanto meglio.
Siamo in cinque a valutare queste banalità, e avremmo altro da fare, tipo mandare avanti un concorso, studiarne altri, inventare cose per far crescere in qualità e contenuti il forum e altre sciocchezze simili.
La libertà di parola è sacra, ma su questo forum è valida solo se non sfruculìa i cabasisi a nessuno, in primis a tutti voi autori, inclusi quelli che per un commento sgradito si fanno venire le disfunzioni erettili (ovvero il 99% di noi)
Grazie, il discorso si chiude qui in via definitiva ed entro sera tutti i commenti OT che hanno invaso il racconto di petunia verranno rimossi.
Non fatemi tornare, per favore.


______________________________________________________
La gloria o il merito di certi uomini è scrivere bene; di altri, non scrivere affatto.

Jean de La Bruyère

A Petunia e Achillu garba questo messaggio

Rasalgethi

Rasalgethi
Viandante
Viandante
Colleghi Differenteliani.
Il principio sotteso nell'intervento di Phoenix è di rango superiore: nessuno può permettersi di portare scompiglio, seppur involontariamente e anche se ispirato dalle migliori intenzioni. Non parlo per altri, ovviamente, ma solo per me.
Altri significati tra queste righe non ce ne sono, quindi inutile cercarli.
Per quanto mi riguarda, la storia si chiude qui. 
Rasalgethi

A Arunachala, digitoergosum, Tommybe e FraFree garba questo messaggio

digitoergosum

digitoergosum
Padawan
Padawan
@Rasalgethi ha scritto:Colleghi Differenteliani.
Il principio sotteso nell'intervento di Phoenix è di rango superiore: nessuno può permettersi di portare scompiglio, seppur involontariamente e anche se ispirato dalle migliori intenzioni. Non parlo per altri, ovviamente, ma solo per me.
Altri significati tra queste righe non ce ne sono, quindi inutile cercarli.
Per quanto mi riguarda, la storia si chiude qui. 
Rasalgethi

Tristezza, comprensione, e basta perché va rispettato lo spazio al bel racconto di Petunia. Rasalgethi (Roberto) mi mancherà tantissimo qui. Due parole un poco più pacate sarebbero state più opportune. Mi fermo. Mi fermo.

A Arunachala e FraFree garba questo messaggio

Contenuto sponsorizzato


Torna in alto  Messaggio [Pagina 2 di 2]

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.