Different Tales
Benvenuto su Different Tales
Prima di interagire leggi qui https://www.differentales.org/t1-regolamento-del-forum
Se hai già letto e compreso il regolamento è fantastico, nondimeno questo avviso apparirà per il resto dei tuoi giorni, e se non accedi ti apparirà in sogno.
Poi non dire che non ti avevamo avvisato.

Unisciti al forum, è facile e veloce

Different Tales
Benvenuto su Different Tales
Prima di interagire leggi qui https://www.differentales.org/t1-regolamento-del-forum
Se hai già letto e compreso il regolamento è fantastico, nondimeno questo avviso apparirà per il resto dei tuoi giorni, e se non accedi ti apparirà in sogno.
Poi non dire che non ti avevamo avvisato.
Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il forum di scrittura creativa che cercavi


Non sei connesso Connettiti o registrati

Il milite ignorato

4 partecipanti

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1Il milite ignorato Empty Il milite ignorato Sab Feb 20, 2021 4:09 pm

Martin Della Cappa

Martin Della Cappa
Padawan
Padawan

Il suo corpo giace da qualche parte 
sepolto nel fango 
sommerso dalle onde
incenerito col fuoco 
E là tuttora riposano i suoi resti
come quelli di mille altri e mille ancora

Era un soldato come tanti
figlio di qualcuno
ma padre di nessuno
Combatteva con coraggio 
nella carneficina programmata 
per onorare la madrepatria

Il suo sangue ha innaffiato fiori
e tinto di cremisi i prati d’Europa 
Si è immolato alla mitraglia 
per salvare i suoi compagni
Un eroico sacrifico scritto nel piombo
Ma a cosa gli è valso?

Non un cenotafio su cui pregare
né una stele o una targa
Il suo ricordo svanito dal mondo
 e bandito dalla sua famiglia
per timore e vergogna
del giudizio dei vincitori

Perché non importa se era
un valoroso martire e un figlio devoto
Per lui non ci saranno onori
perché aveva una svastica sul cuore

2Il milite ignorato Empty Re: Il milite ignorato Sab Feb 20, 2021 4:53 pm

gemma vitali

gemma vitali
Padawan
Padawan
Hai scelto di scrivere una poesia dal contenuto difficile. All'inizio sembri parlare di uno dei tanti giovani caduti in guerra, ma poi nel finale tutto cambia. Si può considerare un martire un soldato con la svastica? Vero che doveva ubbidire agli ordini, ma non mi sento di riscattare la sua figura.  Se la sua famiglia si vergogna di lui, ci sarà un motivo. e si può considerare lui stesso vittima del regime di quel tempo? Non lo so , anche se diceva Anna Frank anche nel cuore più buio c'è un briciolo di bontà.
Dal punto di vista della forma hai scritto sestine in versi liberi, chiudendo con una quartina. Manca il punto fermo in tutta la poesia, ma forse è una tua scelta.

3Il milite ignorato Empty Re: Il milite ignorato Sab Feb 20, 2021 5:04 pm

Martin Della Cappa

Martin Della Cappa
Padawan
Padawan
Partiamo dalla parte più semplice, ossia l'assenza dei punti. Sì, in effetti è da un po' che non adopero la punteggiatura in poesia, poiché mi era stato detto che non era più di moda. Per indicare le pause dei punti uso le maiuscole. Tornando al messaggio, hai ragione quando dici che questa è una poesia difficile, perché essenzialmente fa riflettere su un punto che spesso mi ha dato da pensare: c'era, fra i soldati della Wermacth, una persona "buona"? Io credo di sì, perché l'idea che esistano persone o fenomeni completamente malvagi mi sembra insensata. Con questa poesia volevo onorare quel fantomatico soldato che combatteva per la sua patria e i suoi ideali, per quanto questi siano passati dal lato sbagliato della Storia. In più, i suoi discendenti non provano vergogna per ciò che era, ma perché, in una società iperpermalosa come la nostra, cosa succederebbe se uno osasse difendere suo nonno che militava nell'esercito tedesco durante la Seconda Guerra Mondiale? In ogni caso, sono contento che la mia poesia abbia suscitato così tante domande in te, alla fine lo scopo era questo. Grazie per il bel commento e a rileggerti.

4Il milite ignorato Empty Re: Il milite ignorato Sab Feb 20, 2021 5:29 pm

gemma vitali

gemma vitali
Padawan
Padawan
Sei molto giovane Martin e credo che tu non abbia ben presente quello che è successo durante la seconda guerra mondiale, non è stata una guerra come le altre è stato lo sterminio di un popolo  innocente avvenuto in maniera brutale. Io posso dirti che mio padre a 18 anni è stato prigioniero in un campo di lavoro in Germania, non era neanche ebreo, ed è morto giovane a causa delle sofferenze patite. 
Tu parli di un soldato delle SS buono e io ti dico che non ne ho mai sentito parlare.
Combatteva per i propri ideali, la razza ariana? O che cambiato qualcosa nella storia e non me sono accorta.
Dici che la nostra società è iperpermalosa, io so invece che è anche fin troppo tollerante e democratica.
E comunque come ti ho già detto nel commento precedente non mi sento di riscattare una figura del genere. Mi dispiace.

5Il milite ignorato Empty Re: Il milite ignorato Lun Feb 22, 2021 11:34 am

Giancarlo Gravili

Giancarlo Gravili
Padawan
Padawan
Qualcuno diceva che la gloria è dei vincitori e di coloro che combattono per difendere "assurdità umane" non resta traccia. Forte è l'impatto della svastica sulle menti della storia e credo che oltre la divisa di debba guardare al cuore del singolo uomo. L'umanità non è mai cambiata nel suo agire durante la sua storia evolutiva e per questa ragione vale aprire al giudizio la singola espressione e non il costrutto generale che la ingloba. Spesso il fante era solo espressione d'un popolo che non contava e non sapeva nemmeno per cosa impugnasse le armi, poi vennero i tempi in cui la gente era guidata dagli esiti della prima guerra mondiale e in quel quadro storico va analizzata l'ascesa del nazional socialismo e del fenomeno ariano in Germania. Possiamo forse condannare la storia per ciò che ha rappresentato e possiamo condannare certamente coloro che hanno firmato in calce e col sangue degli altri la propria pietra tombale. Il restante giudizio rimane una personale vista su tragedie che non avevano alcuno bandiere e un massa sterminata di vittime, senza vinti o vincitori, a perderci è stato sempre l'uomo.


______________________________________________________
Le domande non sono mai invadenti, a volte lo sono le risposte...

6Il milite ignorato Empty Re: Il milite ignorato Lun Feb 22, 2021 9:32 pm

Martin Della Cappa

Martin Della Cappa
Padawan
Padawan
@Giancarlo Gravili ha scritto:Qualcuno diceva che la gloria è dei vincitori e di coloro che combattono per difendere "assurdità umane" non resta traccia. Forte è l'impatto della svastica sulle menti della storia e credo che oltre la divisa di debba guardare al cuore del singolo uomo. L'umanità non è mai cambiata nel suo agire durante la sua storia evolutiva e per questa ragione vale aprire al giudizio la singola espressione e non il costrutto generale che la ingloba. Spesso il fante era solo espressione d'un popolo che non contava e non sapeva nemmeno per cosa impugnasse le armi, poi vennero i tempi in cui la gente era guidata dagli esiti della prima guerra mondiale e in quel quadro storico va analizzata l'ascesa del nazional socialismo e del fenomeno ariano in Germania. Possiamo forse condannare la storia per ciò che ha rappresentato e possiamo condannare certamente coloro che hanno firmato in calce e col sangue degli altri la propria pietra tombale. Il restante giudizio rimane una personale vista su tragedie che non avevano alcuno bandiere e un massa sterminata di vittime, senza vinti o vincitori, a perderci è stato sempre l'uomo.

Ti ringrazio molto per il tuo bel commento, Giancarlo. Hai colto in pieno il messaggio della mia poesia.

7Il milite ignorato Empty Re: Il milite ignorato Sab Feb 27, 2021 5:37 pm

vivonic

vivonic
Admin
Admin
Credo sia davvero difficile commentare questa poesia, Martin.
Stilisticamente è scritta in maniera molto godibile e ritmica; mi disturba soltanto la rima qualcuno - nessuno. Anche la domanda retorica non mi piace molto, ma quella è proprio una mia prerogativa: quando correggo una tesi, le faccio saltare tutte da qualsiasi parte si trovino; diciamo che sono decisamente prevenuto sul punto Smile
Per quanto concerne il resto, invece, credo tu stia facendo qui quello che ogni artista dovrebbe fare: mettere in discussione, suscitare dubbi e domande, più che risposte e certezze.
Fermo restando quanto dice gemma, che sottoscrivo col sangue, mi piace però soffermarmi sui tuoi spunti e quindi è impossibile non apprezzarne l'eleganza e la morigeratezza con la quale parli al tuo lettore.
Quindi, in sostanza, credo che la tua poesia sia più che riuscita; quando un artista fa riflettere il proprio pubblico, può decisamente dirsi soddisfatto!


______________________________________________________
Un giorno tornerò, e avrò le idee più chiare.

8Il milite ignorato Empty Re: Il milite ignorato Sab Feb 27, 2021 5:55 pm

Martin Della Cappa

Martin Della Cappa
Padawan
Padawan
@vivonic ha scritto:Credo sia davvero difficile commentare questa poesia, Martin.
Stilisticamente è scritta in maniera molto godibile e ritmica; mi disturba soltanto la rima qualcuno - nessuno. Anche la domanda retorica non mi piace molto, ma quella è proprio una mia prerogativa: quando correggo una tesi, le faccio saltare tutte da qualsiasi parte si trovino; diciamo che sono decisamente prevenuto sul punto Smile
Per quanto concerne il resto, invece, credo tu stia facendo qui quello che ogni artista dovrebbe fare: mettere in discussione, suscitare dubbi e domande, più che risposte e certezze.
Fermo restando quanto dice gemma, che sottoscrivo col sangue, mi piace però soffermarmi sui tuoi spunti e quindi è impossibile non apprezzarne l'eleganza e la morigeratezza con la quale parli al tuo lettore.
Quindi, in sostanza, credo che la tua poesia sia più che riuscita; quando un artista fa riflettere il proprio pubblico, può decisamente dirsi soddisfatto!
 
Ti ringrazio moltissimo per questo tuo commento, perché mi dimostra che sono riuscito a centrare il mio obbiettivo. Temevo che una poesia dl genere potesse essere scambiata per propaganda, ma sono contento che così non sia stato. Per quanto riguarda quella rima, sinceramente non me ne ero accorto: ero così preso dal contrasto fra i significati da non averlo notato. Comunque, ancora molte grazie!

Contenuto sponsorizzato


Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.