Different Tales
Benvenuto su Different Tales
Prima di interagire leggi qui https://www.differentales.org/t1-regolamento-del-forum
Se hai già letto e compreso il regolamento è fantastico, nondimeno questo avviso apparirà per il resto dei tuoi giorni, e se non accedi ti apparirà in sogno.
Poi non dire che non ti avevamo avvisato.

Unisciti al forum, è facile e veloce

Different Tales
Benvenuto su Different Tales
Prima di interagire leggi qui https://www.differentales.org/t1-regolamento-del-forum
Se hai già letto e compreso il regolamento è fantastico, nondimeno questo avviso apparirà per il resto dei tuoi giorni, e se non accedi ti apparirà in sogno.
Poi non dire che non ti avevamo avvisato.
Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il forum di scrittura creativa che cercavi


Non sei connesso Connettiti o registrati

Vittoria o morte

4 partecipanti

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1Vittoria o morte Empty Vittoria o morte Dom Feb 14, 2021 11:10 am

Hellionor

Hellionor
Admin
Admin
https://www.differentales.org/t279-scapigliatura-revival?nid=537#3384:





L'amore ti consuma.
L'amore ti rende folle, ti rivolta le membra, ti fa dire bugie, ti fa correre, ansimare. Ti fa perdere la testa, la calma, il tuo passato.
L'amore ti consuma e poi ti fa rivivere.
E quando ti muore, l'amore?
Cosa fai, quando ti muore il tuo amore, il tuo unico immenso grandissimo amore, cosa fai?
Cosa?
Respiri.
Continui a respirare, respiri e ti guardi intorno, respiri e combatti, respiri e aspetti. Alle volte respiri e basta, anche se vorresti smettere. Ma aspetti.
Aspetti quel giorno, il tuo giorno. E quel giorno arriva, se solo riesci a respirare abbastanza a lungo per affrontarlo viva.
Io so aspettare.
Sono paziente. Resisto, io.
Come ogni donna, come ogni documentarista. So aspettare. So girarmi sulla scena migliore, prendere l'inquadratura migliore. Aspettare l'istante perfetto.
Lo so fare, sì.
Oggi sono bella. Ci ho messo del tempo a prepararmi, come se mi preparassi per lui, per il mio amore.
Mentre mi truccavo ho riso davanti allo specchio, ho riso forte.
Mi trucco per vendicare il mio amore, e allora sì, è come se mi preparassi per lui.
Sarebbe stato bello invecchiare insieme, è vero, ma non ci ho mai creduto. Quando lotti per un ideale, la vecchiaia non rientra tra le aspettative. Non pensi al domani, non puoi.
Riesci a pensare alle prossime ore, e mai con la certezza di arrivarci. Alla fine smetti di pensare al tempo. Impari a godertelo.
Roberto Quintanilla Pereira , lurido verme, vorrei sputarti in faccia, prima di ammazzarti. Vorrei sputarti per tutto quello che mi hai tolto. Per tutto quello che hai tolto a tanti. Ma non ci sarà il tempo, no. Purtroppo no.
Indosso la parrucca e mi guardo per un ultima volta nello specchio. Perfetta. Il dolore mi fa luminosa, abbagliante. Perfetta.
Le mani non tremano, lo sguardo è fermo.
Non importa cosa avevo fino a ieri. Era poco, non era mio, ma mi rendeva felice.
Oggi importa solo la vendetta.
Io sono Imilla, la rivoluzionaria. Non Imilla la vedova, non Monika la tedesca. Imilla la rivoluzionaria.


Ad Amburgo fa freddo, rabbrividisco mentre attendo di entrare nell'edificio. Affondo le mani nelle tasche del cappotto, e mi godo la sua morbidezza.
-Il console la riceverà nel suo ufficio, prego da questa parte.
Il segretario mi lascia in una stanza piena di quadri, arredata in maniera elegante. Sembra l'ufficio di un uomo di classe, un uomo illuminato, colto, all'avanguardia. Mentre osservo quelle opere comprate con il sangue, sento che sto perdendo la calma.
Mi fermo a osservare il pavimento, respirando. Il pavimento non fa paura, non fa arrabbiare. Il pavimento è fermo e mi sostiene e posso solo essergli grata. Il pavimento non è del Console, posso guardarlo senza sentire dentro la rabbia.
Sento il cigolio della porta e dei passi secchi, nervosi.
Rilasso la mia espressione e alzo gli occhi. Limpidi e azzurri.
Il Console Roberto Quintanilla Pereira è elegante, indossa un abito scuro di lana, e nello sguardo c'è piacevole sorpresa per quello che si trova davanti: belle gambe, figura snella, un bel viso. Sono perfetta.
Lui sorride e avanza con sicurezza, ma il mio sguardo gli fa perdere baldanza. Rimane bloccato. Secondi che si srotolano come anni, io che estraggo la pistola, la punto su di lui, ancora immobile, e sparo. Bum, bum, bum.
Tre volte. Non so perché tre volte, ma dopo il terzo sparo mi sento più leggera.
Centro il bersaglio, ogni volta. Poso la pistola a terra e dalla tasca estraggo il biglietto e lo lascio svolazzare sul corpo. “Vittoria o morte. ELN” Cade lì accanto, perfetta cornice a una vendetta che mi ridà la voglia di combattere. Di tornare a essere Imilla, la rivoluzionaria.
È ora di andare, adesso. Tolgo la parrucca e lascio scivolare a terra la borsetta.
E vado.
I miei passi mi rimbombano in testa mentre cerco l'uscita e torno nel freddo.
La vendetta non scalda. La vendetta non ti abbraccia. La vendetta non ti restituisce nulla di quello che hai perso.
Ma, cazzo, quanto ti fa stare bene.


https://culturificio.org/monika-ertl-la-figlia-del-nazista-che-vendico-che-guevara/:

2Vittoria o morte Empty Re: Vittoria o morte Dom Feb 14, 2021 11:26 am

Ospite


Ospite
Non male, davvero. Fra l'altro, devo dire che il tuo stile, specialmente per quanto riguarda i monologhi interiori, ben si addice alla protagonista: pensieri rapidi e svelti per tenere a bada il tumulto interiore e portare a termine la missione, in un mondo esterno dove la tua scrittura torna normalmente scorrevole per mostrare come quel che succede nella mente della donna non si riversa all'esterno. In più, ho apprezzato questa sorta di omaggio a Monica Ertl perché, non conoscendola affatto, ho avuto l'occasione di scoprire le vicende di questa rivoluzionaria. 

3Vittoria o morte Empty Re: Vittoria o morte Dom Feb 28, 2021 10:52 am

Arianna 2016

Arianna 2016
Padawan
Padawan
Me lo ricordo questo, Ele! Lo presentasti fuori concorso al primo step, quello storico, di Ink, a novembre del 2016.
Mi sembra di ricordare che fosse fuori concorso per il numero di battute e mi sembra di averlo trovato un bel racconto anche allora. Credo anche di avere pensato che l'autore (in quel momento anonimo) avesse preferito non "allungare il brodo", pur di non snaturarlo e fargli perdere le sue peculiarità.
Il suo bello, infatti, è proprio questo ritmo sincopato, che ben si adatta sia al ritmo interiore della protagonista che al succedersi degli eventi.
Mi piace molto questo stile, lo trovo consonante col mio modo di leggere e di scrivere (quando ci riesco).
Lo trovo un bel pezzo, che spero abbia trovato collocazione in altri concorsi.
Brava Ele!

A Hellionor garba questo messaggio

4Vittoria o morte Empty Re: Vittoria o morte Sab Mar 13, 2021 7:09 am

Petunia

Petunia
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi
Ciao Ele
Questo è il genere di storie che preferisco leggere. Racconti che fanno emergere dalla polvere del tempo donne come Monika. Una vita straordinaria concentrata in pochi anni, ma vissuta così intensamente da farla sembrare una centenaria. La prima parte ci porti nel cuore del suo dolore per la perdita di colui che ama senza riserve: il Che. Un tumulto interiore che monta e cresce fino alla rivelazione. L’uomo che amava così visceralmente è morto. Assassinato. E allora arriva il desiderio di vendetta, quella V che disegnerà con i proiettili sul corpo dell’odiato Quintanilla e che decreterà anche la propria condanna a morte.
La prima parte, molto intima, potrebbe adattarsi a qualsiasi storia d’amore finita male. Nella seconda tutto si chiarisce e il personaggio prende spessore e la storia si compie.
La voce narrante è sempre la stessa. Monika ci parla e attraverso la tua penna non potremo dimenticare la sua storia.



______________________________________________________
Divido tutti i lettori in due classi; coloro che leggono per ricordare e coloro che leggono per dimenticare.
(William Lyon Phelps)

A Hellionor garba questo messaggio

5Vittoria o morte Empty Re: Vittoria o morte Dom Mar 14, 2021 6:08 pm

Susanna

Susanna
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi
Caspita come tieni legato il lettore, non ti puoi muovere fino alla fine. Anche se cominci ad immaginare un finale: quale che sia.
Mi è piaciuta soprattutto la prima parte, che ho trovato molto intensa, anche dura. Crudele magari è troppo, ma la vita - nelle sue varie sfaccettature - un po' lo è sempre. Ti da grandi gioie, momenti intensi e poi chiede il conto, perchè niente è gratuito.
Complimenti.


______________________________________________________
"Quindi sappiatelo, e consideratemi pure presuntuoso, ma io non scrivo per voi. Scrivo per me e, al limite, per un'altra persona che può capire. Spero di conoscerla un giorno… G. Laquaniti"

A Hellionor garba questo messaggio

6Vittoria o morte Empty Re: Vittoria o morte Mer Mar 17, 2021 11:35 am

Hellionor

Hellionor
Admin
Admin
Grazie a tutti dei commenti. Le storie che racconto devono calzarmi addosso come una seconda pelle, ci devo entrare dentro, devo capire la protagonista e per farlo è davvero necessario che sia un po' come me, così io posso diventare un po' come lei. 
Mi immedesimo, a volte soffro e mi struggo e sento intensamente il loro sentire.
Questa è la scrittura per me.
Non una passeggiata di salute in riva al mare respirando l'odore delle alghe. No. è un percorso di guerra dove la conquista è riuscire a far sentire il sentire dei miei personaggi come lo sento io.
Da un po' tutto questo non riesco a farlo più. Ma non smetto di provare.
Grazie.
Ele

A Arianna 2016 e Susanna garba questo messaggio

Contenuto sponsorizzato


Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.