Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il forum di scrittura creativa che cercavi

Ultimi argomenti attivi
» 7 in condotta
Salvatore Quasimodo, Alle fronde dei salici EmptyOggi alle 12:10 am Da Giancarlo Gravili

» L'ultimo bagno
Salvatore Quasimodo, Alle fronde dei salici EmptyIeri alle 9:27 pm Da Susanna

» Auguri Vivonic!
Salvatore Quasimodo, Alle fronde dei salici EmptyIeri alle 6:48 pm Da Achillu

» Accadde un giorno a “La Pulce”
Salvatore Quasimodo, Alle fronde dei salici EmptyIeri alle 3:06 pm Da Arunachala

» DR - 8 - Il Salotto - Vincitori e Classifiche
Salvatore Quasimodo, Alle fronde dei salici EmptyIeri alle 12:30 pm Da Akimizu

» Ricordati di coprirti bene
Salvatore Quasimodo, Alle fronde dei salici EmptyIeri alle 11:06 am Da almarc

» Anche gli angeli mangiano patatine fritte
Salvatore Quasimodo, Alle fronde dei salici EmptySab Ago 13, 2022 6:59 pm Da paluca66

» Vento d'estate
Salvatore Quasimodo, Alle fronde dei salici EmptySab Ago 13, 2022 3:44 pm Da caipiroska

» Fai bei sogni
Salvatore Quasimodo, Alle fronde dei salici EmptySab Ago 13, 2022 1:19 pm Da Mac

EVENTI DT
DIFFERENT ROOMS 8 - IL SALOTTO!
Scopri i parametri e scrivi il racconto ambientato in salotto! La scadenza è il 30 giugno!

Non sei connesso Connettiti o registrati

Salvatore Quasimodo, Alle fronde dei salici

2 partecipanti

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Different Staff

Different Staff
Admin
Admin

E come potevamo noi cantare
con il piede straniero sopra il cuore,
fra i morti abbandonati nelle piazze
sull’erba dura di ghiaccio, al lamento
d’agnello dei fanciulli, all’urlo nero
della madre che andava incontro al figlio
crocifisso sul palo del telegrafo?
Alle fronde dei salici, per voto,
anche le nostre cetre erano appese,
oscillavano lievi al triste vento.

Petunia

Petunia
Moderatore
Moderatore

Quando un poeta riesce a usare parole semplici con una tale efficacia dirompente, non può che essere definito Poeta. 
Con una sintesi lucida e potente il poeta descrive la condizione in cui sono venuti a trovare gli artisti (poeti) in tempo di guerra. La scelta della pianta che per antonomasia richiama il pianto, il salice piangente appunto, che diventa luogo ove appendere le certe alla stregua di quanto avevano fatto gli ebrei prigionieri del faraone in Egitto. La prigionia aveva rubato la loro gioia di cantare, proprio quello che accade al poeta che ha il cuore schiacciato dal peso del piede straniero.
Tra le varie immagini mi ha davvero colpita l’urlo nero della madre. Potente.
Una poesia  che il trascorrere del tempo non ha scalfito neanche un po’ e che potrebbe essere stata scritta oggi.
Bella scelta  @Different Staff


______________________________________________________
C’è qualcosa di delizioso nello scrivere le prime parole di una storia. Non sai mai dove ti porteranno.
(Beatrix Potter)

Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.