Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il forum di scrittura creativa che cercavi

Ultimi argomenti attivi
» SUPERPREDATORI - parte 40 (Epilogo 2/2)
Il mistero del carbone EmptyIeri alle 9:53 pm Da Hellionor

» Consola 1
Il mistero del carbone EmptyIeri alle 9:30 pm Da Achillu

» La verità di una camicia senza bottoni
Il mistero del carbone EmptyIeri alle 5:16 pm Da digitoergosum

» Al canto dei grilli una lucciola
Il mistero del carbone EmptyIeri alle 1:28 pm Da tommybe

» Anonimo d'orchidea nera
Il mistero del carbone EmptyIeri alle 11:24 am Da Giancarlo Gravili

» Different Rooms - Ottavo Step
Il mistero del carbone EmptyIeri alle 10:41 am Da Susanna

» So dell'attesa
Il mistero del carbone EmptyGio Giu 30, 2022 10:38 am Da GENOVEFFA FRAU

» '86
Il mistero del carbone EmptyGio Giu 30, 2022 9:18 am Da Giancarlo Gravili

» Mattutino
Il mistero del carbone EmptyMar Giu 28, 2022 8:31 pm Da Arunachala

EVENTI DT
DIFFERENT ROOMS 8 - IL SALOTTO!
Scopri i parametri e scrivi il racconto ambientato in salotto! La scadenza è il 30 giugno!

Non sei connesso Connettiti o registrati

Il mistero del carbone

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1Il mistero del carbone Empty Il mistero del carbone Gio Dic 09, 2021 12:42 pm

Giancarlo Gravili

Giancarlo Gravili
Padawan
Padawan

https://www.differentales.org/t1268-condominio-scarafaggi-e-primavera#14103:

 Il mistero del carbone


Antefatto


«Eccellentissimo marchese don Felice Lomorto vi ascrivo per metterevi direttamente di persona a conoscenza di un gravissimo fatto da me stesso immedesimato veduto e constatato di pirsona.
Ella illustrissima signoria comprenderà l’anonianimato che sogno costretto a tinire in quanto che notoriamente è dato saputo da tutti la malelinguità presente in giro che arricherebbe gravi danni alla di mia stessa pirsona che quindi non posso asvelarvi in nessuno modo la mia identità.
Mi permetto di rivolgermi alla voscienza vostra in quanto che cose assai strammalate accadono nella di voi proprietà.
Veniamo al dunque in quanto che l’autro iorno recandomi in direzione di Vigovecchio di contrada Pasciovecchio aviddi nei pressi della di ella abitazione di campagna, da tempo chiusa, un manipolo di strammi figuri con cavaddi e carretti che trasportavano intra diversi sacchi di mercanzie che parettimi essere di carbone. Ora mi vengo a chiedere che c’entrassi ella con codesti pirsonaggi che apparevano appartarsi ca nisciuno li videsse e facendo li cosi in affretta e colle pistole in pugno.
Siccome ca sugnu un tipo prosiduso, nemmeno che se ne andattero, mi permisi di attrasere intra e videre con stupore che attrattavasi proprio di sacchi di carbone che sobbra recavano stampigliato il distinatario a cui la merce era distinata e ca pareva fosse una certa ditta di Pietroburgo che nemmanco saccio dove si attrova essendo io nella condizione di villico senza elementarissima istruzione avuta che mi imparatti a scrivere dalla bonanima di zi Bidduso il vecchio maestro che oramai si attrova morto e defunto al cimitero.
La cosa ca mi parette però assai stramma fu che vossia nun poteva sapere di tale diposito in quanto che in quella casa non ci ammette pete da molto tempo e poi che ci trovasse a nascondere tali carboni? Ella illustrata che persona onestissima e rispettata è.
Inoltre le debbo dicere che riconoscetti almeno un paro di quelle pirsone che di pirsona in faccia li viddi nonostante la penombrata incipiente. Uno sicuramente lo stalliere Ciccio lo Stuerto era, quello che alle vostre stalle travagghia e che vossignoria benissimo accanusce, l’autro invece pareva che fosse Pepè Lattaro che in concessione ave due mezzadrie nei terreni di Acquazuzza e che dalla bonanima del suocero alla di lui pertinenza furono date e che non s’è mai capito una benemerita mazza in quei terreni cosa facissi in che sempre mal coltivati erano.
Ma è megghio ca non mi dilungo oltre che vossia certamente ave da fare parecchio e mi ascuso per il disturbo ricato con codesta lettera anonimamente spedita che mi accreda che lei mi accanusce di pirsona, nonostante questo anonianimato, e può credermi alla buona fede di aqquanto sono venuto a dirvi di aver veduto nella vostra proprietà che di scriverla subitamente mi appremurai onde che tali cose a sapere potissi adivenire.
Come vostro anonimatissimo devoto servitore mi firmassi.»


Un anonianimato ca non si sapi.


______________________________________________________
Le domande non sono mai invadenti, a volte lo sono le risposte...

Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.