Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il forum di scrittura creativa che cercavi

Ultimi argomenti attivi
» Un caffè per Tom
 9 ottobre 1963 per non dimenticare "E longarone dorme" EmptyOggi alle 2:47 pm Da Petunia

» L'uomo onda
 9 ottobre 1963 per non dimenticare "E longarone dorme" EmptyIeri alle 5:54 pm Da FedericoChiesa

» Gli astri non sbagliano mai
 9 ottobre 1963 per non dimenticare "E longarone dorme" EmptyIeri alle 5:44 pm Da FedericoChiesa

» Monica degli Zomegni
 9 ottobre 1963 per non dimenticare "E longarone dorme" EmptyIeri alle 3:22 pm Da tommybe

» Un'avventura al telefono
 9 ottobre 1963 per non dimenticare "E longarone dorme" EmptyIeri alle 2:05 pm Da Resdei

» Come ti chiami?
 9 ottobre 1963 per non dimenticare "E longarone dorme" EmptyIeri alle 10:08 am Da vivonic

» "Utente": chi era costui?
 9 ottobre 1963 per non dimenticare "E longarone dorme" EmptyIeri alle 9:50 am Da vivonic

» Un viaggio indimenticabile
 9 ottobre 1963 per non dimenticare "E longarone dorme" EmptyIeri alle 7:55 am Da SuperGric

» Maximus
 9 ottobre 1963 per non dimenticare "E longarone dorme" EmptyIeri alle 7:13 am Da SuperGric

EVENTI DT
DIFFERENT ROOMS 7 - L'ANTICAMERA
Il settimo step è partito!
C'è tempo fino al 31 Maggio per commentare tutti i racconti.

Non sei connesso Connettiti o registrati

9 ottobre 1963 per non dimenticare "E longarone dorme"

2 partecipanti

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Giancarlo Gravili

Giancarlo Gravili
Padawan
Padawan

https://www.differentales.org/t1017-pasto-di-strada:

E Longarone dorme

Fui vento
Fui monte
e venni verso l'uomo.

Fui d'argilla,
fui acqua e fango
e venni verso l'uomo

Lasciando solo l'uomo.

Fui monte
quando l'uomo non fu uomo.
Divenni uomo all'alba del monte.

Ora anima,
ora fango.

Fummo uno in un istante.

Distante fu l'uomo 
che aveva voluto quell'istante
e ancor ora son vento
nel sussurro,
son voce nella valle
son carezza perduta
dove...

Longarone silente dorme.


______________________________________________________
Le domande non sono mai invadenti, a volte lo sono le risposte...

Petunia

Petunia
Moderatore
Moderatore

Grazie per questo struggente ricordo della tragedia del Vajont.
Versi toccanti
Fui monte
quando l'uomo non fu uomo.
Divenni uomo all'alba del monte.
Molto bella @Giancarlo Gravili


______________________________________________________
C’è qualcosa di delizioso nello scrivere le prime parole di una storia. Non sai mai dove ti porteranno.
(Beatrix Potter)

Giancarlo Gravili

Giancarlo Gravili
Padawan
Padawan

Non si trovano facilmente parole...
Quel giorno camminai da solo sulla frana. Enorme oramai anch'essa monte Toc... Scesi sino a toccare le pareti della diga. Presi una piccola roccia e la tenni stretta fino a quando non tornai su quasi sul bordo della strada. In quel cammino le rocce parlarono con l'anima
Dei morti e appoggiai la pietra sulla roccia, a essa apparteneva simbiosi della tragedia immane viva e morta al tempo stesso. Salendo su da Casso vidi la M e compresi la portatata e poi... Solo il silenzio dell'anima.


______________________________________________________
Le domande non sono mai invadenti, a volte lo sono le risposte...

Ospite


Ospite

Le immagini rimandano in modo chiaro e incisivo l'entità e il pathos della tragedia.

Contenuto sponsorizzato



Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.