Different Tales
Benvenuto su Different Tales
Prima di interagire leggi qui https://www.differentales.org/t1-regolamento-del-forum
Se hai già letto e compreso il regolamento è fantastico, nondimeno questo avviso apparirà per il resto dei tuoi giorni, e se non accedi ti apparirà in sogno.
Poi non dire che non ti avevamo avvisato.

Unisciti al forum, è facile e veloce

Different Tales
Benvenuto su Different Tales
Prima di interagire leggi qui https://www.differentales.org/t1-regolamento-del-forum
Se hai già letto e compreso il regolamento è fantastico, nondimeno questo avviso apparirà per il resto dei tuoi giorni, e se non accedi ti apparirà in sogno.
Poi non dire che non ti avevamo avvisato.
Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il forum di scrittura creativa che cercavi


Non sei connesso Connettiti o registrati

Gli ultimi giorni di quiete di Antonio Manzini

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Petunia

Petunia
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi
Ho appena finito di leggere quest romanzo dal sapore strano. È una indagine (non nel senso poliziesco) molto profonda delle emozioni che agitano gli animi dei protagonisti. Tre protagonisti principali. Una madre e un padre che hanno visto il proprio figlio assassinato durante una rapina nella loro tabaccheria. Un assassino per caso che in virtù delle leggi vigenti riesce a scontare solo cinque dei venti anni comminati. Finale travolgente, descrizioni umane stupende. Una penna fresca, visiva molto accattivante. Mi ha impressionata. Davvero una lettura che non lascia indifferenti. Molto molto bravo questo autore. (ed. Sellerio)


______________________________________________________
Fra poco dovrebbe levarsi la luna. Farà in tempo, Drogo, a vederla o dovrà andarsene prima? La porta della camera palpita con uno scricchiolio leggero. Forse è un soffio di vento, un semplice risucchio d'aria di queste inquiete notti di primavera. Forse è invece lei che è entrata, con passo silenzioso, e adesso sta avvicinandosi alla poltrona di Drogo. Facendosi forza, Giovanni raddrizza un po' il busto, si assesta con una mano il colletto dell'uniforme, dà ancora uno sguardo fuori della finestra, una brevissima occhiata, per l'ultima sua porzione di stelle. Poi nel buio, benché nessuno lo veda, sorride.
D.Buzzati 

Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.