Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Ultimi argomenti attivi
» Orizzonti Verticali
Uliuiu Cherkechekh EmptyOggi alle 10:26 am Da tommybe

» E se...
Uliuiu Cherkechekh EmptyOggi alle 10:14 am Da ImaGiraffe

» Mentre tutto brucia
Uliuiu Cherkechekh EmptyOggi alle 10:10 am Da Flash Gordon

» La prossima scossa
Uliuiu Cherkechekh EmptyOggi alle 10:02 am Da tommybe

» Lei non è cattiva
Uliuiu Cherkechekh EmptyOggi alle 9:31 am Da ImaGiraffe

» Cronache dalla fine
Uliuiu Cherkechekh EmptyOggi alle 9:19 am Da AurelianoLaLeggera

» Quintessenza
Uliuiu Cherkechekh EmptyOggi alle 9:10 am Da Achillu

» Corsa contro il tempo
Uliuiu Cherkechekh EmptyOggi alle 8:27 am Da AurelianoLaLeggera

» Se sapessi piangere
Uliuiu Cherkechekh EmptyOggi alle 6:32 am Da Petunia

EVENTI DT
DIFFERENT ROOMS 12 - LA SOFFITTA



Uliuiu Cherkechekh

+7
AurelianoLaLeggera
Arunachala
Flash Gordon
Giammy
ceo
Akimizu
Different Staff
11 partecipanti

Andare in basso

Uliuiu Cherkechekh Empty Uliuiu Cherkechekh

Messaggio Da Different Staff Lun Mag 13, 2024 9:51 pm

Yakutia, Siberia, 2029




Sono il capitano Sergej Lavinov dell’esercito russo, in missione esplorativa segreta per conto del governo in questo luogo davvero inospitale e forse maledetto.
Non so che giorno sia, non funziona più nulla da quando siamo qui, se non il registratore d’emergenza che mi sono portato. E non ne capisco il motivo.
Sto registrando per il fatto che la voce è l’unica cosa, oltre a pochi e sempre più rari movimenti delle braccia, che ancora riesco a controllare. Il resto del corpo non mi risponde, credo di essere finito in un inferno, per quanto non sia mai stato religioso.
Dopo la tragedia sfiorata quattro anni fa, risoltasi fortunatamente nel migliore dei modi, il governo mi ha messo a capo di questa spedizione per migliorare il proprio sistema di difesa, soprattutto per attacchi dal cielo.
Con me ci sono, o forse è meglio dire che c’erano, il geologo Vasily Metenko, l’ingegnere Maksim Voley, il sergente Anya Pavolova e i soldati Mirinov, Gudes e Darinov.
Siamo entrati in Uliuiu Cherkechekh a inizio luglio, il 2 se ricordo bene, e dopo giorni passati a risalire il corso del fiume Viliuy tra taiga e improvvise paludi, abbiamo dovuto abbandonare i mezzi e raggiungere a piedi una delle aree indicateci. Sono bastate poche ore, eravamo vicini.
Ci siamo subito resi conto che quella che veniva considerata poco più di una leggenda era realtà. Davanti a noi, al centro di un’area paludosa con acqua bassa, c’era una olgius, come la chiamano i nativi, ossia una delle cupole che stavamo cercando.
Abbiamo filmato e fotografato, come da prassi, registrando la posizione esatta, ma non siamo riusciti a inviare nulla in quanto, poco dopo, ogni attrezzo ha smesso di funzionare oppure aveva problemi. Non vi abbiamo dato gran peso, vista l’eccitazione che ci permeava, pensando di farlo in un momento successivo. Sbagliavamo.
Sondando l’acqua per evitare pericoli, ci siamo avvicinati a quell’oggetto misterioso a forma di calderone. Il primo a raggiungerlo è stato il soldato Gudes, seguito da Metenko, che ha subito controllato il materiale di cui è composto ma non lo ha riconosciuto.
Sembra rame ma è durissimo e non si può scalfire, come ci avevano detto. Neppure il coltello d’ordinanza ha lasciato un segno. Lui lo ha definito un metallo o una lega non conosciuti.
Mentre mi avvicinavo a mia volta ho notato che nell’acqua non c’era traccia di pesci o rane e simili e, ripensandoci, anche nelle vicinanze non abbiamo visto animali, mentre per tutto il viaggio li avevamo incrociati.
La Pavolova ha trovato un’apertura su un lato della cupola, dalla quale scendeva una scala a chiocciola per entrare. Si poteva comunque intravedere l’interno, sia pure parzialmente.
Sovreccitati, incuranti delle dicerie locali e delle raccomandazioni forniteci, uno per volta siamo entrati e scesi sul fondo, scoprendo una vasta area centrale a forma di cerchio e svariate stanze laterali, una decina. Nessun oggetto o mobile, niente che potesse darci un’idea per capire qualcosa in più del luogo. Solo qualche sasso e alcuni pezzi di legno, entrati probabilmente durante le bufere, che in questa zona non mancano.
Eppure l’apertura è ampia, ci sarebbero potuti entrare oggetti ben più grossi.
Girando in esplorazione mi sono imbattuto in una pietra particolare, vitrea e a forma di occhio. L’ho raccolta e messa in tasca.
Dopo aver mangiato un boccone ci siamo confrontati sulla scoperta, ma il geologo e tanto meno l’ingegnere hanno saputo dare qualche spiegazione. Pareva di essere in una casa abbandonata in maniera assoluta, portandosi via ogni cosa. Se mai c’era stato qualcosa.
Forse la stanchezza ha preso il sopravvento, o forse è stato altro, fatto sta che ci siamo addormentati tutti quanti senza neppure mettere uno dei soldati a guardia. Inconcepibile per dei militari, ma tant’è.
Non ho la minima idea di quanto tempo sia passato prima che mi risvegliassi, neppure gli orologi erano in grado di funzionare. Ricordo di avere sognato una voce che mi parlava e prima di sollevarmi da terra, dove avevo dormito, ho rivissuto l’episodio onirico che a breve descriverò.

Spero vivamente che qualcuno riesca a trovare e ascoltare questa registrazione, è essenziale per la difesa della patria e forse del pianeta.

Dopo essermi alzato con grande fatica, cosa mai accadutami, ho cercato di svegliare gli altri, chiamandoli e scuotendoli. Non si è mosso nessuno, erano tutti morti. I volti non avevano tracce di sofferenza, di sicuro se ne erano andati nel sonno.
Preso dal panico, ho provato a chiamare aiuto ma, com’era ovvio, nessuno ha risposto alle mie grida. Ho tentato di avviare il computer, il telefono satellitare, la radio d’emergenza… Niente.
Sentendomi stanchissimo e disperato, mi sono seduto a terra tentando di riordinare le idee. Ho tolto dalla tasca la pietra vitrea e l’ho osservata attentamente: sono ricomparse le voci del sogno e ho compreso alcune cose. Ho preso il registratore e, constatatone il funzionamento, ho avviato questa mia.

Nel sogno… ah…maledizione, sono tutto un dolore, quasi non muovo più le braccia e fatico anche a parlare. Spero di finire prima che arrivi la falce.
Nel sogno, dicevo, ho avuto informazioni sui costruttori di queste olgius e a cosa servono. Le hanno create migliaia di anni fa gli abitanti della Terra. Non erano extraterrestri, bensì una civiltà antecedente la nostra, scomparsa da tanto tempo.
Queste costruzioni, fatte di un metallo sconosciuto, erano armi di difesa. E lo sono ancora.
Servono per difendere il nostro pianeta da attacchi esterni ed erano presenti anche in altri luoghi, non solo in questo territorio. Funzionano da sempre in maniera automatica e si attivano ogni qualvolta ci sia una minaccia dal cielo.
Ci possono salvare da qualsiasi meteorite proveniente dallo spazio. Credo di aver capito che furono le olgius a disintegrare il meteorite di Tunguska prima che impattasse. Così come il bolide di Chulym e Vitim.
L’ultima loro operazione è avvenuta pochi anni orsono, quando hanno distrutto il meteorite di Chelyabinsk.
Mi è stato raccontato del salvataggio più antico, è inciso in questa pietra. L’autore era soddisfatto per aver tutelato e preservato l’area, ma non era sicuro che lo stesso fosse avvenuto ovunque. Considerando il tempo trascorso, la prima cosa cui ho pensato è stata Atlantide.
Ma forse sto delirando, sto andando in difficoltà anche a connettere.
Io… dannazione, sto male!
Tutti i miei uomini sono morti e io li sto per raggiungere. Mi è stato chiarito che la causa è la mancata protezione, avremmo dovuto indossare una tuta apposita, atta a garantire l’incolumità.
Non dalla radiazioni, non ce ne sono, ma da particolari onde che si creano all’interno della olgius. Non ho idea di cosa siano, ma sono letali.
Non sono morto subito perché avevo in tasca la pietra vitrea a forma di occhio: mi ha preservato, forse proprio per permettermi di lasciare questo messaggio. So che è grazie a lei che ho recepito le informazioni, e so anche che in realtà è un guardiano che incamera ogni fatto da tempo immemorabile. Lo lascio sul registratore, è essenziale prenderlo, capirete un’infinità di cose, avrete chiarimenti sul passato e sul futuro.
Mi auguro che il governo, non vedendoci tornare, mandi altre persone. E che siano sufficientemente protetti, perché non li posso avvisare, visto che ogni strumento è fuori servizio.
Queste macchine, queste olgius, sarebbero davvero un’arma di difesa ottimale per la Russia. E per il mondo intero.
Ora… temo di essere giunto al termine. La pietra sta divenendo più luminosa, è finito il mio tempo.
Davvero…ah… credetemi… io… mi sto spegnendo…
Different Staff
Different Staff
Admin
Admin

Messaggi : 722
Punti : 2103
Infamia o lode : 7
Data di iscrizione : 26.02.21

Torna in alto Andare in basso

Uliuiu Cherkechekh Empty Re: Uliuiu Cherkechekh

Messaggio Da Akimizu Mar Mag 14, 2024 2:32 pm

Interessante. Speravo di leggere di ogni sorta di mistero e cataclisma in questo secondo step (soprattutto cose curiose e ipotesi originali) e ho iniziato alla grande. Non conoscevo queste olgius, ma una ricerchina veloce mi ha permesso di capire con facilità i non detti (pochi, il racconto è molto esaustivo). A essere sinceri, il racconto da un punto di vista della trama non è molto avvincente, manca il climax, c'è poca azione, il tutto si risolve in un'enorme spiegazione e poco più. Interessante, niente da eccepire, a me piacciono queste cose, non voglio l'autore capisca male, ma dal punto di vista puramente tecnico alla struttura del racconto manca qualcosa. Così come manca qualcosa allo sviluppo dei personaggi, alieni i coprotagonisti, che muoiono senza lasciare nulla nel lettore (almeno uno lo si poteva rendere tridimensionale, così da creare un po' di empatia e partecipazione emotiva), mentre il protagonista si limita al racconto dei fatti e non ci dice niente di sé o di cosa prova, insomma, sa che sta per morire, forse è un po' troppo distaccato, ecco. Comunque ripeto, lettura estremamente interessante. A rileggerci!
Akimizu
Akimizu
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Messaggi : 775
Punti : 835
Infamia o lode : 3
Data di iscrizione : 10.01.21
Età : 43
Località : Barumini

Torna in alto Andare in basso

Uliuiu Cherkechekh Empty Re: Uliuiu Cherkechekh

Messaggio Da ceo Mar Mag 14, 2024 3:47 pm

Dal punto di vista della scrittura il racconto va bene, ma la trama mi è parsa poco coinvolgente, troppo frettolosa. Si poteva sfruttare maggiormente il numero di caratteri per approfondire alcune tematiche o per meglio accompagnare il lettore verso il finale. In breve, ho l’impressione che succeda tutto troppo in fretta, soprattutto nel passaggio tra la realtà e la registrazione, che risulta poco chiaro: “Ho preso il registratore e, constatatone il funzionamento, ho avviato questa mia.”  Peccato perché l’idea dello strumento che periodicamente salva il mondo è affascinante, ha del potenziale, così come la civiltà aliena che lo ha piazzato. Sarebbe stato tutto più coinvolgente con un maggiore numero di dettagli, anche astratti, e lo spazio per farlo c’era! Consiglio all’autore/trice di concedere più elementi alla trama, in caso di un eventuale sviluppo.

ceo
Viandante
Viandante

Messaggi : 28
Punti : 32
Infamia o lode : 0
Data di iscrizione : 16.09.22

Torna in alto Andare in basso

Uliuiu Cherkechekh Empty Re: Uliuiu Cherkechekh

Messaggio Da Giammy Mar Mag 14, 2024 3:54 pm

Finora, i racconti da me letti sono ambientati e sviluppati in posti e forme completamente diversi. 
Quanta ricchezza, fantasia e approcci diversi. 
Uliuiu Cherkechekh è scritto bene e invoglia ad arrivare fino alla fine con curiosità. Curiosità che resta in parte delusa per un finale purtroppo prevedibile.
Da parte dell'autore è stato coraggioso scegliere l'escamotage della registrazione con lo scopo di salvare la terra da possibili corpi estranei spaziali e magari dalle invasioni di extraterrestri. Coraggioso perché obbliga poi a spingere sull'acceleratore in una strada a senso unico, velocità che invece non è cambiata, è rimasta costante. Quindi autore coraggioso ma non intrepido. Da lettore mi sarei aspettato delle sorprese, almeno un colpo di scena...
Comunque grazie per avermi fatto viaggiare con te nella taiga, cara penna, anche oggi ho imparato qualcosa di nuovo, vedi "le cupole olgius", misteriose e per certi aspetti inquietanti.
Giammy
Giammy
Younglings
Younglings

Messaggi : 80
Punti : 94
Infamia o lode : 4
Data di iscrizione : 01.02.24
Località : Varese

Torna in alto Andare in basso

Uliuiu Cherkechekh Empty Re: Uliuiu Cherkechekh

Messaggio Da Flash Gordon Mer Mag 15, 2024 9:23 am

L'intreccio del racconto è ben sviluppato, esordio, peripezie e scioglimento sono coerenti.
La focalizzazione è del tipo onnisciente anche se il finale lascia forse nella conoscenza delle vicende da parte del narratore.
Accanto all'onniscienza compare però la narrazione in prima persona.
Il racconto è articolato in sequenze temporali ben concordate tra loro e non presenta dialogica.
Un quasi limite di questo tipo di paletti che non lascia molto spazio d'azione allo scrittore.
La storia non presenta un tempo preciso ma solo una sequenza temporale d'avvenimenti.
Stile preciso e senza sobbalzi o scossoni si legge bene.
Incipit bello, personaggi poco caratterizzati e finale diverso da quanto ci si aspetterebbe. Un resoconto che si basa su eventi e situazioni reali e che si costruisce proprio usando quei mattoni.
Lo scrittore lascia libero il narratore e il racconto funziona ma non entusiasma, lascia il lettore leggermente appeso alla voglia di mistero.
Da notare come tutto l'intreccio sia costruito sulla storia del sito con l'aggiunta dei personaggi immaginari e poco si discosta dalle informazioni disponibili sulla misteriosa storia degli olgius.

______________________________________________________
Lascia che l'anima trovi se stessa...
Flash Gordon
Flash Gordon
Padawan
Padawan

Messaggi : 228
Punti : 358
Infamia o lode : 8
Data di iscrizione : 27.01.23
Età : 57
Località : Padova

Torna in alto Andare in basso

Uliuiu Cherkechekh Empty Re: Uliuiu Cherkechekh

Messaggio Da Arunachala Gio Mag 16, 2024 8:54 am

anche questo pezzo, come altri che ho letto, avrebbe bisogno di un respiro più ampio, di venire sviluppato.
com'è ora pare un pezzo tratto da una storia più lunga e complessa.
buona l'idea, abbastanza originale parlare di queste cupole della Siberia.
discreti lo sviluppo e i dialoghi.
lascia l'amaro in bocca il finale, troppo sospeso, anche se la fantasia del lettore può portare ovunque.
avrei chiuso diversamente.

______________________________________________________
L'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente

Uliuiu Cherkechekh Namaste

Non si può toccare l'alba se non si sono percorsi i sentieri della notte.

Kahlil Gibran
Arunachala
Arunachala
Admin
Admin

Messaggi : 1340
Punti : 1568
Infamia o lode : 16
Data di iscrizione : 20.10.20
Età : 67
Località : Lago di Garda

Torna in alto Andare in basso

Uliuiu Cherkechekh Empty Re: Uliuiu Cherkechekh

Messaggio Da AurelianoLaLeggera Gio Mag 16, 2024 9:21 am

Purtroppo non mi ha convinto.
Come per un altro racconto (tra quelli letti fino ad ora) ha avuto il pregio di farmi conoscere qualcosa che non conoscevo, e questo è un punto a favore.
Per il resto ci sono alcune cose che non mi sono piaciute.
Quella che dovrebbe essere una rivelazione viene da un sogno e non aggiunge molto alle leggenda, visto che immaginavano già si trattasse di un sistema di difesa. "il governo mi ha messo a capo di questa spedizione per migliorare il proprio sistema di difesa, soprattutto per attacchi dal cielo."

Inoltre non mi è chiaro quale sia la minaccia per il pianeta se sono armi di difesa che per di più funzionano in automatico.

Anche la pietra luminosa rimane un po' fine a se stessa, il fatto che diventi sempre più luminosa potrebbe significare che assorba la loro energia, ma in tal caso il capitano che l'aveva in tasca sarebbe dovuto morire prima degli altri.

Infine ho trovato qualche passaggio poco corretto. A titolo di esempio "Pareva di essere in una casa abbandonata in maniera assoluta, portandosi via ogni cosa"

L'impressione finale è che l'idea, prima di essere partorita, abbia richiesto molti giorni di gestazione e che alla fine sia rimasto poco tempo per svilupparla. Sono sicuro che, con più tempo a disposizione, avresti risolto molte di queste cose che ti ho segnalato. Le potenzialità ci sono tutte e la qualità generale della scrittura è buona.

Grazie

AurelianoLaLeggera
Viandante
Viandante

Messaggi : 24
Punti : 31
Infamia o lode : 3
Data di iscrizione : 13.04.24

Torna in alto Andare in basso

Uliuiu Cherkechekh Empty Re: Uliuiu Cherkechekh

Messaggio Da tommybe Gio Mag 16, 2024 10:08 am

Difficile immaginare qualcuno più distante, almeno in termini letterari, da me. Vero è che la scrittura è un buco, anzi una grotta dove la maggior parte di noi si nasconde, la nostra immaginazione si nasconde, e la tua è superba, autore. Sicuramente c'è grande ricerca per appassionare il lettore. Sei uno del mestiere che riesce a creare universi impossibili, alla faccia della scrittura realistica, della quale, forse, sei un po' stufo.
Il finale sospeso mi fa pensare che anche tu abbia un tuo Gordon Lish.
Un abbraccio.
tommybe
tommybe
Maestro Jedi
Maestro Jedi

Messaggi : 1241
Punti : 1342
Infamia o lode : 19
Data di iscrizione : 18.11.21
Età : 72
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Uliuiu Cherkechekh Empty Re: Uliuiu Cherkechekh

Messaggio Da Petunia Ven Mag 17, 2024 7:35 am

Non avevo mai sentito parlare delle olgius e neppure del fatto che queste cupole fossero collegate a eventi come Tunguska o Chelyabinsk che, per interesse personale, conosco bene… quindi il tuo racconto mi ha appassionata e intrigata fin dalle prime battute. Hai trovato un soggetto affascinante e misterioso, complimenti! 
Per quanto riguarda la conduzione della storia penso che ci sia materiale per scrivere un romanzo. La prima parte aggancia bene il lettore, la parte centrale offre così tanti spunti che potresti farne diversi capitoli, la parte conclusiva appare un po’ affrettata ma lascia comunque il lettore col desiderio di saperne di più e questo lo trovo un pregio.
È un lavoro molto interessante che appare compresso nel limite di battute concesse da un racconto breve e che merita di essere sviluppato senza limiti. I tanti personaggi sono “nomi”  e anche del protagonista non si sa moltissimo invece in un romanzo è un personaggio che può essere sviluppato. Bella l’idea della pietra speciale in grado di registrare gli eventi e ritrasmetterli in “sogno”  come, in questo caso, al capitano della missione. 
Insomma, mi aspetto di leggere il romanzo perché idee simili non possono essere abbandonate!
Complimenti
Petunia
Petunia
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 2277
Punti : 2510
Infamia o lode : 43
Data di iscrizione : 07.01.21
Età : 60
Località : Prato

Torna in alto Andare in basso

Uliuiu Cherkechekh Empty Re: Uliuiu Cherkechekh

Messaggio Da mirella Ven Mag 17, 2024 8:57 am

Il racconto è un messaggio registrato da un immaginario capitano russo, tal Lavinov, in missione segreta in Siberia.
Lavinov, penetrato nell’Olgius, sta morendo, mentre i suoi compagni sono già morti, tuttavia riesce ancora a parlare e a fornire informazioni sulle misteriose strutture che hanno dato origine a tante leggende. 
L’idea delle cupole Olgius, nascoste in Siberia, è affascinante ma il messaggio mi sembra freddo e privo di quell’alone di mistero che mi aspettavo.

mirella
Padawan
Padawan

Messaggi : 303
Punti : 357
Infamia o lode : 5
Data di iscrizione : 08.01.21

Torna in alto Andare in basso

Uliuiu Cherkechekh Empty Re: Uliuiu Cherkechekh

Messaggio Da Resdei Ven Mag 17, 2024 4:37 pm

ciao Autore.
Racconto fantasioso e dalla trama non sempre immediata o intuitiva. La scrittura è buona, segue un linguaggio coerente come lo sono anche i termini. Non troppo tempo fa avrei considerato 2029 un periodo lontanissimo da noi, invece…è fra cinque anni! 
Quello che mi ha lasciato perplessa è la conclusione che, per tua scelta, rimane fredda e sospesa e a noi lettori non è concesso sapere cosa avverrà.
L'argomento ostico dello step ha penalizzato molto, secondo me. 
Nel complesso una buona prova ma di cui, purtroppo, mi rimane poco.
Resdei
Resdei
Maestro Jedi
Maestro Jedi

Messaggi : 1004
Punti : 1077
Infamia o lode : 4
Data di iscrizione : 07.01.21
Età : 60
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Uliuiu Cherkechekh Empty Re: Uliuiu Cherkechekh

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.