Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Ultimi argomenti attivi
» Orizzonti Verticali
Autodistruttivo EmptyOggi alle 10:26 am Da tommybe

» E se...
Autodistruttivo EmptyOggi alle 10:14 am Da ImaGiraffe

» Mentre tutto brucia
Autodistruttivo EmptyOggi alle 10:10 am Da Flash Gordon

» La prossima scossa
Autodistruttivo EmptyOggi alle 10:02 am Da tommybe

» Lei non è cattiva
Autodistruttivo EmptyOggi alle 9:31 am Da ImaGiraffe

» Cronache dalla fine
Autodistruttivo EmptyOggi alle 9:19 am Da AurelianoLaLeggera

» Quintessenza
Autodistruttivo EmptyOggi alle 9:10 am Da Achillu

» Corsa contro il tempo
Autodistruttivo EmptyOggi alle 8:27 am Da AurelianoLaLeggera

» Se sapessi piangere
Autodistruttivo EmptyOggi alle 6:32 am Da Petunia

EVENTI DT
DIFFERENT ROOMS 12 - LA SOFFITTA



Autodistruttivo

+8
mirella
Byron.RN
Akimizu
Petunia
Albemasia
Flash Gordon
Giammy
Different Staff
12 partecipanti

Andare in basso

Autodistruttivo Empty Autodistruttivo

Messaggio Da Different Staff Lun Mag 13, 2024 9:32 pm

Cammino con lo sguardo perso e i capelli umidi di tramonto, ho lo stesso intontimento di chi ha appena ricevuto un pallone medicinale in faccia. Pensieri, non tutti negativi, avanzano sui sassi tondi di un fiume in secca con il rischio di cadere, di perdere quell’equilibrio che io stesso gli ho dato.
I miei occhi incrociano spesso quelli dei passanti e leggono le stesse paure, solo qualcuno ostenta una ferrea serenità. Sono forte e spesso orgoglioso, ma le ultime notizie fanno vacillare pure me. Chiunque al mio posto avrebbe lo stesso terrore. Mi piacerebbe attraversare una porta del tempo per sapere in anticipo se le notizie di una fine imminente del nostro pianeta siano vere.
Che qualcuno ci aiuti, che qualcuno ci consigli, questa attesa sta diventando insopportabile, logorante.
Sono rimasto al mio posto con il corpo addestrato ad ogni evenienza, ma non a una cosa così grande e impossibile da decifrare.
Sono ore, giorni che cerco di capire.
Perché non abbiamo dato retta a tutti gli indizi, a tutti i segnali, a tutti gli allarmi?
Perché non scongiurare questo imbuto mortale nel quale ci siamo cacciati?
Tante volte abbiamo sfiorato il disastro sottovalutando il pericolo.
La goccia che farà traboccare il vaso è questa guerra infinita, questo odio infinito che non si accontenta di aver raso al suolo mezzo continente.
Il lato sadico e crudele di intere popolazioni si mischierà alla ferocia ambientale.
In buona sostanza il pianeta morirà per mano nostra.
Sembrava impossibile che tutto questo potesse accadere e invece accadrà: ci annienteremo a vicenda con i nostri eserciti, con i nostri aerei, con le nostre navi.
Tutti contro tutti con le armi nucleari. Lo stock totale di armi atomiche non si è mai arrestato, anzi si sono aggiunti droni sottomarini con la capacità di generare giganteschi tsunami radioattivi.
Non ho una bella parlantina, le mie vocali cominciano a essere difettose pure sul foglio, balbetto un po’, ma i lettori mi capiranno lo stesso. Il concetto opaco, ma comune, di passare a un altro regime di vita: ’ La morte’, nessuno si sognerà di non comprenderlo.
Anche se ho l’impressione che vogliano stare alla larga da me, quello che scrivo non è particolarmente invitante, lo capisco, la mia penna sembra voler accoppare chi mi sta davanti, ma non è così, nessuno si salverà, ma non per colpa mia. Potessi farlo vi porterei in salvo in braccio uno ad uno, come Forrest Gump. Lo ricordate quello splendido film?
Esiste la possibilità remota che tutto ricominci, ma non facciamoci troppe illusioni. Risorgerà tutto quello che ha voglia di riapparire, dalla minuscola fogliolina alla foresta tropicale, dalle dolci colline ai massicci montuosi, dai campi arati alle foreste. Non ho molta esperienza sui mondi che spariscono, nella mia vita sono stato tante cose, ‘scomparso’ mai.
Direte che mi sento un Dio solo perché ho la tastiera a disposizione e voi non potete replicare.
Direte che scrivo per comprendere me stesso, ma non mi importa di capirmi, credetemi.
Alla mia età cosa devo capire che già non so?
Ci sarà una data pure per il ritorno, ma ora decidiamo quella della sparizione, senza lasciare appunti nei cassetti, ce la ricorderemo a memoria. Quella del ritorno sarà una bella sorpresa.
Non so se esistono storie precedenti frutto dello scrittore e del lettore. Mi ricordo un certo Barth che nella sua ‘Opera Galleggiante’ spacca il foglio in due e fa scorrere il racconto in maniera diversa, ma sempre dentro gli argini della stessa pagina. La prima volta che l’ho letto mi sono sentito male dal ridere.
Voi potrete decidere se fare scorrere questo racconto in maniera diversa.
Nella mia libreria ne ho tanta di roba strana, ho pure quattro libri di gesso, e se qualcuno non ci crede li fotografo e ve li mando. Li ho messi lì per riempire un vuoto, al posto di una gondola veneziana di plastica.
Che mi venga un colpo, stavo per dimenticare la mia automobile. Non che sia una fuoriserie, ma devo ancora finirla di pagare. La proteggerò con una cerata militare. E’ senza una borchia, ma quando era nuova l’accarezzavo come un peluche, e lei se lo ricorda. Ci tengo, le cose e pure le persone non le puoi abbandonare solo perché sono vecchie, solo i miserabili lo fanno e se la cerata non ce la farà a proteggerla dalla fine del mondo, me ne comprerò una nuova, non elettrica, che se il mondo ricomincerà ci vorranno centinaia di anni per ottenere lo stesso inquinamento atmosferico. Un diesel, un vecchio diesel coreano, così farò doppio risparmio e avrò un doppio bidone. Possiamo ancora avere cura di questo mondo per non farlo somigliare a un fienile abbandonato già prima della catastrofe..
Al risveglio il mio cane si stira i muscoli delle zampette posteriori con convinzione.
Mi commuovo come un fesso a vederlo così vitale. Tutto quello che è vita mi commuove se appare all’improvviso, fosse pure un fiore.
Non ho finito, non sparite, aiutatemi a pensare al mondo nuovo, al mondo che rinascerà. Ma senza festeggiamenti e sbandieramenti vari. Le bandiere servono solo a farci angosciare.
Mondo unico con una bandiera unica. Cibo per tutti. Lavoro per tutti.
Sembrano le richieste di quando ero un giovane studente, a mezzo secolo di distanza mi fa lo stesso piacere ripeterle: Ce n’est qu’n debut, continuons le combat.
Voi, provate a non ridere per l’ingenuità di quel messaggio e a sentirvi addolorati, succede di tutto nel mondo e nessuno si sente addolorato come una volta, questa è il vero problema.
Dovevo morire da bambino, questa catastrofe me la sarei risparmiata.
Una mattina, mi sembra fosse domenica, scavalcai un muretto per rubare delle rose bianche che piacevano tanto a mia madre, in un cortile privato. Che poi le rose servono mica a giocare, ma su di me avevano un fascino particolare. Sbucò un cane da guardia all’improvviso, un cane lupo, se non ricordo male, e io mi tuffai istantaneamente da quel muretto, come avevo visto fare a Tarzan in un film, finendo sull’asfalto del marciapiede. Rimasi un bel po’ senza prendere coscienza, con le rose accanto. Un’auto di passaggio, ricordo solo un particolare, aveva gli sportelli coperti dal legno, mi portò a tutta velocità in ospedale. Mentre mia madre, avvisata dai vicini, in ospedale singhiozzava, io non riuscivo a parlare e non parlai per settimane.
Ma perché vi racconto questo? Per andare fuori tema?
Per capire quanto siamo stupidi, volevo dire fragili.
Scusate se sono poco lirico, poco poetico, ma lo faccio per essere più autentico possibile.
Ora in posizione fetale sul divano, per stare un po’ fuori dalla mia età mi ascolto ‘Autodistruttivo’ dei ‘La Sad’, tre ragazzi normali, e punk.
Different Staff
Different Staff
Admin
Admin

Messaggi : 722
Punti : 2103
Infamia o lode : 7
Data di iscrizione : 26.02.21

Torna in alto Andare in basso

Autodistruttivo Empty Re: Autodistruttivo

Messaggio Da Giammy Mar Mag 14, 2024 9:40 am

Ho letto con molto interesse questo racconto. In realtà non c'è una vera storia, eppure mi ha intrigato sino alla fine. Quando avvertiamo un pericolo importante, le riflessioni, le angosce e le contradizioni di certi ragionamenti nascono spontanei nella nostra mente. In questo stato di disagio mentale tutti ci possiamo riconoscere, nessuno escluso, perché è un modus operandi tipico della mente umana. 
Mi sono in parte ritrovato in queste righe e ho sorriso perché ho avvertito la genuinità dell'autore nell'affrontare il tema proposto. Credo di avere percepito il suo disagio e aldilà che le mie sensazioni possano essere più o meno corrette, esprimo alla penna la mia gratitudine. Fare arrivare al lettore le emozioni, positive o negative, è l'obiettivo principale della scrittura. Grazie!
Giammy
Giammy
Younglings
Younglings

Messaggi : 80
Punti : 94
Infamia o lode : 4
Data di iscrizione : 01.02.24
Località : Varese

Torna in alto Andare in basso

Autodistruttivo Empty Re: Autodistruttivo

Messaggio Da Flash Gordon Mar Mag 14, 2024 12:05 pm

Approccio con la narrazione che mi impone di accantonare i canoni di lettura, nella narrazione esiste un amalgama che non lascia distinguere nessuna situazione iniziale e nessun svolgimento di personaggi e intreccio. Il tempo della storia e del racconto coincidono e narratore e autore coincidono.
Il testo va preso tutto interiormente e lasciato scorrere lentamente come un flusso di coscienza,
All’inizio mistico e riflessivo e poi melanconicamente ironico con una finestra sul carattere dell’autore stesso.
Il canone della narrazione diretta in realtà non esiste e in questo raccontarci la possiamo inserire come una indiretta narrazione diretta.
L’autore si rivolge forse prima a se stesso che al lettore e lo fa, al contrario di quel che scrive, in modo auto ironico, quasi un voler esporsi e concedersi agli altri e lo stile è profondamente poetico. Si legge la tipica sensibilità dell’anima, altro che secchezza dell’espressione.
La scrittura è lineare e articolata in modo chiaro ed espressivamente consono a un tempo della storia che non esiste, esiste solo l’autore con la sua angoscia e i suoi dubbi.
Strettamente dal punto di vista tema e modo il testo si discosta un po’ ma si fa apprezzare per tutto il suo pathos interiore che entra in simbiosi diretta con il lettore, ecco l’aggancio segreto di questa storia.

______________________________________________________
Lascia che l'anima trovi se stessa...
Flash Gordon
Flash Gordon
Padawan
Padawan

Messaggi : 228
Punti : 358
Infamia o lode : 8
Data di iscrizione : 27.01.23
Età : 57
Località : Padova

Torna in alto Andare in basso

Autodistruttivo Empty Re: Autodistruttivo

Messaggio Da Albemasia Mar Mag 14, 2024 12:59 pm

E' il primo racconto che commento, anche se ne ho già letti alcuni, e un'osservazione che mi sorge spontanea è che, a dispetto della difficoltà dello step dovuta in parte al tema e in parte al vincolo narratore/lettore, quanto ho letto finora si presenta veramente come prosa ad alto livello.
A partire da questo racconto che, come già rilevato poco sopra, si snoda come un flusso di coscienza, dove l'autore/autrice lascia tracce profonde di sè nell'io narrante, o almeno questa è la mia percezione. E, come ogni opera che nasce dal di dentro, brilla per la verità che esprime e ne esalta il contenuto. 
Una sorta di testamento spirituale dedicato forse più a se stesso che ad altri, in cui non c'è un prima e non c'è un dopo, ma un raccontarsi e un raccontare.
Mi ha emozionato e mi è piaciuto.
Complimenti.
Albemasia
Albemasia
Younglings
Younglings

Messaggi : 149
Punti : 178
Infamia o lode : 11
Data di iscrizione : 23.01.24
Località : Tra le nebbie della Lomellina

Torna in alto Andare in basso

Autodistruttivo Empty Re: Autodistruttivo

Messaggio Da Petunia Mer Mag 15, 2024 2:51 pm

Racconto che ho apprezzato tantissimo. Trovo azzeccato il taglio personale, queste parole a cuore aperto, semplici ma non banali. I dettagli sui quali ti soffermi (come il cagnolino che si stiracchia - ignaro di tutto ciò che forse sta per accadere) C’è una sorta di rassegnazione, di nichilismo al positivo, di disincanto ma non disturba questa inedia. Per quale motivo affannarsi? 
Tu dici di essere “poco poetico” ma, al contrario, in questo flusso di pensieri ho trovato molta poesia.
Come questo passaggio che ho adorato:

Che mi venga un colpo, stavo per dimenticare la mia automobile. Non che sia una fuoriserie, ma devo ancora finirla di pagare. La proteggerò con una cerata militare. E’ senza una borchia, ma quando era nuova l’accarezzavo come un peluche, e lei se lo ricorda. Ci tengo, le cose e pure le persone non le puoi abbandonare solo perché sono vecchie, solo i miserabili lo fanno e se la cerata non ce la farà a proteggerla dalla fine del mondo, me ne comprerò una nuova, non elettrica, che se il mondo ricomincerà ci vorranno centinaia di anni per ottenere lo stesso inquinamento atmosferico. Un diesel, un vecchio diesel coreano, così farò doppio risparmio e avrò un doppio bidone. Possiamo ancora avere cura di questo mondo per non farlo somigliare a un fienile abbandonato già prima della catastrofe...
Non ho letto molti racconti finora, ma il tuo mi è già entrato nel cuore.
Petunia
Petunia
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 2277
Punti : 2510
Infamia o lode : 43
Data di iscrizione : 07.01.21
Età : 60
Località : Prato

Torna in alto Andare in basso

Autodistruttivo Empty Re: Autodistruttivo

Messaggio Da Akimizu Mer Mag 15, 2024 3:21 pm

Mmmh, sì, ho trovato tanti angoli splendidi in questo racconto, l'ho anche riletto, perché mi fa piacere entrare in un'altra dimensione, qua c'è un'atmosfera rarefatta, intima, con le dovute differenza un po' Melancholia di Von Trier. Eppure il linguaggio a volte è un po' troppo involuto, certe scelte lessicali non le ho neppure capite, per dire. Che poi lo so che è solo un problema mio, non crucciarti. E poi c'è questa cosa che manca sia di contesto che di trama, in un flusso di coscienza ci sta, ma mi ha destabilizzato. Lo avrei voluto più ancorato al suolo, invece è così etereo da risultare delle volte impalpabile. Quindi sì, come dicevo, bello, struggente, straniante, ma non pienamente riuscito. A rileggerci!
Akimizu
Akimizu
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Messaggi : 775
Punti : 835
Infamia o lode : 3
Data di iscrizione : 10.01.21
Età : 43
Località : Barumini

Torna in alto Andare in basso

Autodistruttivo Empty Re: Autodistruttivo

Messaggio Da Byron.RN Gio Mag 16, 2024 9:24 pm

In questo monologo interiore ci sono dei bei passaggi, poetici, che si fanno leggere con piacere. 
La cosa per me ostica è che non amo quasi per nulla i flussi di coscienza, proprio non ci riesco, e di conseguenza avverto la mancanza di una trama vera e propria.
Inoltre si fa notare anche la mancanza di una causa scatenante dell'imminente catastrofe: sì, si parla di guerre, dell'atomica, di odio, ma è tutto molto sfocato. Sarebbe stato più d'impatto contestualizzare questo aspetto, dare una collocazione geopolitica, puntare di più su questo elemento.
Il tutto sembra rimanere troppo lontano, troppo sullo sfondo, smorzando l'effetto drammatico della narrazione.
Byron.RN
Byron.RN
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Messaggi : 984
Punti : 1075
Infamia o lode : 6
Data di iscrizione : 07.01.21
Età : 49
Località : Rimini

Torna in alto Andare in basso

Autodistruttivo Empty Re: Autodistruttivo

Messaggio Da mirella Ven Mag 17, 2024 9:25 am

La prima parte del testo ha un senso; chi attende la distruzione del mondo è terrorizzato, in preda a mille perché, pur consapevole che la fine deriva dall’agire umano. Tuttavia spera non sia vero.
Fin qui ci siamo.
Nel prosieguo però il tema centrale passa in sottordine per lasciar posto alla descrizione dei libri che lascia, all’automobile, al cane, e a episodi di vita del narratore che non c’entrano con la fine del mondo. Non mi arriva il terrore e la disperazione,  niente più di un rammarico alquanto generico, al più melanconico. Al finale, l’uomo si sdraia su un divano e ascolta un brano musicale. Mi spiace, non mi convince.
Afferma di non scrivere per se stesso, ma per capire la stupidità umana. Mi sembra un’affermazione contraddittoria . E poi chi leggerà? Se tutto finirà anche il pc andrà distrutto.

mirella
Padawan
Padawan

Messaggi : 303
Punti : 357
Infamia o lode : 5
Data di iscrizione : 08.01.21

Torna in alto Andare in basso

Autodistruttivo Empty Re: Autodistruttivo

Messaggio Da Arunachala Ven Mag 17, 2024 11:22 am

anche questo pezzo è scritto bene, con alcune belle frasi e praticamente senza errori.
però non mi appassiona.
può darsi che il problema sia mio, che io non riesca a entrare nella storia come invece accade ad altri.
però, per quanto abbia provato a rileggerlo, mi rimane distaccato e alla fine non mi rimane molto.
perdonami.

______________________________________________________
L'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente

Autodistruttivo Namaste

Non si può toccare l'alba se non si sono percorsi i sentieri della notte.

Kahlil Gibran
Arunachala
Arunachala
Admin
Admin

Messaggi : 1340
Punti : 1568
Infamia o lode : 16
Data di iscrizione : 20.10.20
Età : 67
Località : Lago di Garda

Torna in alto Andare in basso

Autodistruttivo Empty Re: Autodistruttivo

Messaggio Da paluca66 Sab Mag 18, 2024 7:17 pm

Secondo raconto e secondo flusso di coscienza (d'altra parte il rivoglersi al lettore come richiesto dal paletto, invitava, in un certo senso a questo tipo di scrittura).
Qui la fine del mondo arriva a causa di una guerra mondiale in cui le armi nucleari, usate senza criterio, conducono all'inevitabile.
Chi racconta non sembra essere più tanto giovane, anzi, e può permettersi di utilizzare un timbro abbastanza distaccato e ironico pur non disdegnando qualche momento di poesia (il breve periodo dedicato al cane è splendido).
Verso la fine ho avuto la sensazione che il tutto si perda un po' e devo dire che mi è dispiaciuto perché il racconto mi stava piacendo parecchio: ho avuuto come la sensazione che l'aut* si sia trovato in una sorta di vicolo cieco senza saper più bene come uscirne e anche quel finale dedicato alla canzone di Sanremo che, addirittura, dà il titolo al racconto, non l'ho molto ben compreso (mi sono anche andato a leggere il testo della canzone per capire se ci fosse qualche legame con il racconto ma non sono riuscito a capirlo...).
Niente da dire sulla scrittura, brillante e scorrevole con, come già detto, qualche passaggio anche poetico.
Ti segnalo soltanto un "E'" al posto di un "È".

______________________________________________________
Autodistruttivo Badge-3
paluca66
paluca66
Maestro Jedi
Maestro Jedi

Messaggi : 1346
Punti : 1445
Infamia o lode : 8
Data di iscrizione : 07.01.21
Età : 57
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Autodistruttivo Empty Re: Autodistruttivo

Messaggio Da tommybe Ieri alle 9:42 am

Caro autore mi rifiuto di pensare che qualcuno di noi abbia nella sua libreria volumi di gesso. Hai voluto prenderci in giro, hai voluto sdrammatizzare l'argomento.
Parlare di esperienze personali non è riservato a eminenze letterarie e fai bene a raccontarle, anche se non ci vuole un grande coraggio a descrivere una mamma che piange. Ci vuole solo sensibilità.
Un abbraccio.
tommybe
tommybe
Maestro Jedi
Maestro Jedi

Messaggi : 1241
Punti : 1342
Infamia o lode : 19
Data di iscrizione : 18.11.21
Età : 72
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Autodistruttivo Empty Re: Autodistruttivo

Messaggio Da AurelianoLaLeggera Ieri alle 10:32 am

Avrei apprezzato di più se il tema del contest fosse stato "la solitudine".
Non mi è chiaro se il mondo stia finendo davvero o se siano conclusioni del narratore/autore. 
"Chiunque al mio posto avrebbe lo stesso terrore." : mi lascia pensare, ad inizio racconto, che il narratore abbia notizie che altri non hanno, mentre più avanti sembra che la fine sia soltanto una sua previsione molto personale:  "ho l’impressione che vogliano stare alla larga da me, quello che scrivo non è particolarmente invitante, lo capisco, la mia penna sembra voler accoppare chi mi sta davanti, ma non è così, nessuno si salverà, ma non per colpa mia."


Il finale non l'ho proprio compreso, sembra mettere l'accento sulla contraddizione tra "Sanremo" e "punk" rappresentata dai "La Sad", e su questo sono anche d'accordo. Ma messa lì così sembra un po' slegata dal resto.


Per il resto ho trovato alcuni passaggi molto poetici e, mi ripeto, se l'argomento fosse stato "la solitudine", sarebbe stato uno dei miei preferiti.


Grazie

AurelianoLaLeggera
Viandante
Viandante

Messaggi : 24
Punti : 31
Infamia o lode : 3
Data di iscrizione : 13.04.24

Torna in alto Andare in basso

Autodistruttivo Empty Re: Autodistruttivo

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.