Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Ultimi argomenti attivi
» GUSTAV
Il campo dei nudisti EmptyIeri alle 3:25 pm Da Giammy

» IL MIO RACCONTO A ZERO
Il campo dei nudisti EmptyIeri alle 11:21 am Da Claudio Bezzi

» E sei ancora dedicata a Licia Mizzan
Il campo dei nudisti EmptyIeri alle 9:10 am Da Flash Gordon

» L'incantesimo
Il campo dei nudisti EmptyIeri alle 9:08 am Da Flash Gordon

» Pachamama - Paletti Secondo Step
Il campo dei nudisti EmptyMer Apr 10, 2024 10:46 pm Da tommybe

» Il tempo di un nome
Il campo dei nudisti EmptyMer Apr 10, 2024 12:02 am Da Susanna

» Una costellazione col mio nome
Il campo dei nudisti EmptyMar Apr 09, 2024 1:11 pm Da tommybe

» Notte nella 56° strada
Il campo dei nudisti EmptyMar Apr 09, 2024 1:03 pm Da Flash Gordon

» Le bugie hanno le gambe corte
Il campo dei nudisti EmptyMar Apr 09, 2024 12:14 pm Da Claudio Bezzi

EVENTI DT
DIFFERENT ROOMS 12 - LA SOFFITTA



Il campo dei nudisti

4 partecipanti

Andare in basso

Il campo dei nudisti Empty Il campo dei nudisti

Messaggio Da Claudio Bezzi Lun Feb 19, 2024 5:04 pm

La giunta
– Ci siamo tutti? Alfonso chiudi la porta, per favore. Allora, non sto a girarci tanto attorno… Il Paese è piccolo e tutti sanno già tutto…
Il Sindaco era visibilmente imbarazzato. Quell’omone sempre sicuro di sé, a tratti quasi arrogante, aveva un tono di voce più basso, e si poteva scommettere che sotto quel barbone, forse forse, arrossiva anche un pochino.
- L’associazione Naturista Italiana ha chiesto la gestione del vecchio camping “La duna”…
- Cos’è l’associazione naturista?
- Dai, Lisetta… naturisti… sarebbe come…
- Ecologisti?
- Beh, sì, anche, gli piace la natura libera, si godono il sole senza vestiti…
- In costume!
- Nudi, Lisetta. Nudi come mamma li ha fatti – Intervenne sghignazzando Ulderico, l’assessore ai lavori pubblici. – Nudi come vermi, nudi bruchi, nudi…
- E basta! – Il sindaco cercò di riprendere il mano la discussione, vedendo dagli occhi sgranati di Lisetta, assessore alla famiglia e alla solidarietà sociale, che il concetto di nudità le era insopportabile.
- Insomma, avanti. Quel campeggio è stato avviato tre volte negli ultimi quindici anni, e altrettante volte è fallito. Questi sono disponibili a fare una convenzione addirittura decennale. Significa qualche entrata per il comune, qualche turista in paese…
- Turisti nudi per le strade di Colleabete?
- No Lisetta, tranquilla. Loro stanno nudi nel campeggio e nella sottostante caletta. Quando escono per viaggiare e per venire in Paese sono vestiti, come me e te.
- Va beh, non credo che possiamo accettare, sindaco, dai…
- Ma perché no? Che male fanno? Ci sono tante spiagge e campeggi per nudisti nel mondo, e anche in Italia…
- Ma è un mezzo scandalo, i nostri ragazzi cosa dovrebbero imparare?
- Ma cosa diavolo devono imparare a Colleabete, Franco! Qui si muore di pizzichi, non c’è nulla, e “i nostri ragazzi” sono tutti adeguatamente informati sull’anatomia umana, credimi. Mai sentito parlare di Youporn? Insomma, guardate realisticamente alla questione: un po’ di turismo, un po’ di vita, e quel dannato campeggio ancora funzionante!
- Beh… se posso essere sincero - bisbigliò Ulderico - qualche soldo per le case comunali non farebbero male e, come dicevano gli antichi, Pecunia non olem..
- Olet, Ulderico… Però potrei replicarti che il denaro è lo sterco del diavolo - ribatté Lisetta - e pensare a gente nuda… Ma capite che indecenza?
- Ascoltate! - Il sindaco, per dare più peso alle sue parole, si alzò in piedi. - Ascoltate, vi prego; il Comune non ha un soldo; la caletta è abbandonata e il turismo, da noi, praticamente non esiste. C’è a malapena un bad and breakfast, quello di Tonino, che ospiterà sì e no venti viaggiatori l’anno… Siamo un paese morto, lo sappiamo, è il destino dei borghi di collina marginali, quante volte ne abbiamo parlato? Ora c’è una occasione. Piccola, per carità, ma è un’occasione. Cosa ci importa se sono nudisti? Stanno nudi nel campeggio e, direi, sono affari loro. A noi portano qualche soldo, un po’ di movimento… Io direi di metterla ai voti…
L’omelia
- Miei carissimi parrocchiani. Avrete sentito anche voi che la nostra giunta comunale ha accettato di affidare la gestione del campeggio “La duna” a un gruppo di nudisti. A partire dalla prossima estate torme di uomini e donne nudi vagheranno per i nostri territori con occhio lubrico, ripetendo quegli atti di lussuria e quei peccati di desiderio che le nostre Sacre Scritture proibiscono esplicitamente. Poiché è scritto che dopo il peccato originale Dio disse ad Adamo “Chi ti ha fatto sapere che eri nudo? Hai forse mangiato dell'albero di cui ti avevo comandato di non mangiare?”. E ciò, miei cari, cosa significa, se non che la nudità è peccato?
A scuola (sottovoce)
- Psst…
- Che vuoi?
- Hai sentito dei nudisti?
- Certo, lo sanno tutti ormai.
- Ehi…
- Che vuoi?
- Io ho un binocolo…
Al bar
- Beh, ma dai, un po’ di vita finalmente. Mo guarda che faccio scopa!
- Mannaggia, hai più culo che mutande… Comunque se stanno nudi fanno bene…
- E perché?
- Perché sì, stanno al sole, si divertono, senza tante storie… Ma no! Cosa giochi il settebello adesso!
- Ero ingolfato… Sarà. Ma tutta ‘sta ciccia all’aria, boh…
- Perché, vedere qualche bella ragazza nuda ti dà fastidio? Scopa!
- Ma no… comunque, prima di tutto, non vedi un accidente perché nudi stanno solo nel campeggio, mica sotto casa tua… Allora, primiera è la nostra…
- Sì, poi non statevi a fare idee… ci sono donne nude e anche uomini nudi. Ci sono donne giovani, ma anche vecchie!
- Mamma mia, non ci posso pensare… Denari sono i nostri, più due scope siamo a quattro, e tre che avevamo sette…
- Ma non si può ragionare così…
- Perché, tu come ragioni? Noi abbiamo cinque punti, segna e dai le carte.
- Il ragionamento è che è bello essere liberi e godersi il sole nature!
- ‘Natiur’?
- Sì, liberi, nudi… e ci scommetto che non guardi se sono uomini o donne, vecchi o giovani… te la godi e basta… Ma le dai le carte oppure no?
- Mah…
L’Associazione commercianti (concitato)
- … e basta con le favole, che ne abbiamo sentite abbastanza!
- Signora Varini, per favore si contenga…
- Ma si contenga lei, sindaco! Cosa ci guadagniamo noi commercianti, eh?
- Ma è evidente, signora! Più turisti, più commercio, si calcola che ogni Estate arriveranno almeno duecento persone…
- Ma io ho un negozio di abbigliamento, caro il mio sindaco!
L’ottico
- Mi dispiace, al momento non ne ho proprio più. Comunque ho ordinato binocoli e cannocchiali e dovrebbero arrivarmi giovedì…
L’Associazione Figlie di Maria 
- Allora figliole, con l’aiuto del nostro Santo Vescovo abbiamo preparato un breve decalogo di comportamento da adottare quest’estate, per dare una risposta cristiana all’ondata di immoralità che sta per travolgerci. Ve lo leggo…
Il campo dei nudisti (un paio di mesi dopo)
- Giancarlo, guarda, qui non se ne può più…
- Eh?
- Ma dai, sai benissimo di cosa parlo… Qui siamo circondati da guardoni; anche stamattina ne ho contati una decina, appostati coi binocoli!
- Già… Hai contato anche le barche?
- Le barche?
- Ce ne sono due o tre che vanno su e giù davanti alla caletta…
- Oh Madonna! Ma che zulù!
- Che vuoi fare…? È un paesino, mentalità antica…
- Ma sono ormai due mesi che stiamo qui! Capisco la curiosità dei primi giorni, capisco le aspettative di orge e sabba… Ma ormai dovrebbero avere capito come funziona il campo, che non c’è niente di eccitante… Poi, guarda, non vorrei che qualche depravato mettesse le foto su Internet…
- Macché depravati, dai, sono dei poveracci!
- A Gianca’, e dai! Bisogna fare qualcosa!
- Idee?
- Sì. Metodo Donoussa!
- Ah, Donoussa! L’isoletta greca, che bella… Ma erano altri tempi, un contesto diverso…
- Donoussa!
- Effettivamente quella volta funzionò… E gli altri che dicono?
- Ho sentito un po’ di amici. Sono d’accordo.
- Va bene. Metodo Donoussa. Domani vado a parlare col sindaco.
Ufficio del sindaco
- Signor Barretti…
- Giancarlo. Mi chiami Giancarlo…
- … Giancarlo. A me spiace questo disagio che denunciate, cosa vuole che le dica… Colleabete è un paesino, gente all’antica, lei capisce che i nudisti suscitano curiosità, cosa posso fare?
- Signor sindaco… io avrei una piccola proposta, a nome della mia comunità di naturisti.
- Ah, benissimo, benissimo! Di cosa si tratta?
- Veniteci a trovare!
- In che senso, scusi?
- Venite a passare una giornata da noi. Guardate come passiamo il tempo, andate in spiaggia… Ah, il pranzo ovviamente lo offriamo noi, abbiamo un paio di chef di primo piano…
- Ma…
- Giancarlo!
- Sì… Giancarlo… Non credo proprio che qualcuno dei nostri accetterebbe…
- No aspetti! Non ho finito di spiegarle. Non pretendiamo certo che vi spogliate.
- Ah, ecco…
- No, voi potete stare in costume, come al mare. Noi saremo… beh, lo sa già. Nessun obbligo per voi. Venite, in costume!, guardate, chiacchierate con noi, prendete il sole, mangiate, insomma, una bella gita per conoscersi… Non mi dica di no!
- Beh, cosa vuole che le dica… Sì, perché no? E… in quanti potremmo venire?
- Ma in quanti volete, naturalmente. Uomini, donne, anziani, ragazzi, coi cani… come volete. Affare fatto?
Il sindaco sorrise, con uno sguardo vago, come pensasse a qualcosa di preciso. Si alzò, strinse la mano a Giancarlo: - Bene. Lo facciamo. Mi faccia organizzare poi le farò sapere.
Il campo dei nudisti
Una quindicina di colleabetani stava piuttosto impacciata nella piazzetta principale del Campo “La Duna”. Anche se non fosse stato per i costumi che li differenziavano vistosamente dalla popolazione locale, stavano uniti, vicini vicini l’uno all’altro, muovendosi (poco, il minimo indispensabile) come blocco monolitico, ciascuno timorosissimo di trovarsi isolato in mezzo a quella gente nuda.
Nudi nudi. Erano proprio nudi nudi. Per carità, c’era qualche bella figliola e qualche giovanotto palestrato, ma bisognava proprio cercarli fra le decine di nudità che vagavano sorridenti intenti a chiacchierare, passeggiare, giocare, dormicchiare… Poi c’erano bambini, adolescenti, uomini e donne maturi, anziani… Quando qualcuno passava vicino al gruppo di colleabetani sorrideva e salutava, indifferente alle proprie pance gonfie, i seni cadenti, le voglie sulla schiena… Non ostentavano, sia chiaro. Non ostentavano. E non nascondevano.
I colleabetani erano indecisi, timorosi, perplessi, stupiti, sorpresi. Sospesi, ecco. Si sentivano sospesi, e non ascoltavano una sola parola di Giancarlo, che era il leader, il gestore, il direttore, non s’era capito, che stava magnificando la struttura.
Arrivò finalmente l’ora del pranzo, che consentì a tutti di sedersi su un grande tavolo, assieme ad alcuni naturisti, e concentrarsi sul cibo anziché su parti umane dondolanti.
Il sindaco, in particolare, era molto pensieroso. Fingeva di ascoltare Giancarlo, seduto vicino a lui, ma gettava occhiate a quella strana popolazione. Era molto colpito da una coppia di anziani, avranno certamente superato i settanta, che passeggiava lentamente tenendosi per mano. Lui aveva un grande stomaco gonfio e due gambette sottili e storte; lei era piccola e cicciottella, con due grandi seni vizzi che le scendevano sul ventre. Chiacchieravano, sembrava che lui spiegasse qualcosa e lei sorrideva. Erano belli!
Poi il sindaco gettò un’occhiata alle ragazzine che giocavano a pallavolo. Una era sua figlia, sedicenne, in bikini, e le altre tre sue coetanee, nude. Erano venute a chiamarla poco prima: - Siamo in tre e ci manca la quarta, vieni a giocare a pallavolo con noi?
La ragazza aveva subito detto di sì, e adesso si divertiva, con naturalezza. Andando con loro – il sindaco aveva sentito -  una delle tre aveva chiesto a suo figlia – Ma perché sei vestita? – Boh? – Aveva risposto lei. Boh?
All’inizio il sindaco cercava di non guardarle. Guardare adolescenti nude gli urlava nella mente di peccati immondi, pedofilia, depravazione. Poi si ritrovò, inconsapevole, a guardarle senza volere. Quando se ne accorse, in quel momento, capì anche che non vedeva adolescenti morbosamente nude, ma semplicemente quattro ragazzine che giocavano allegre.
La tavolata era quasi al dessert. L’assessore Ulderico, sempre disponibile a dire la cosa scema al momento giusto, approfittò.
- Allora sindaco, ci devi fare il discorso…
- Ma dai…
- Discorso! Vogliamo da te la nuda verità, il nudo parere su questo nudo mondo!
Il sindaco lo fissò qualche secondo. Ulderico era un noto cretino. Ma stavolta…
- Sì. Va bene. Col permesso del nostro ospite (guardò Giancarlo che annuì. Si alzò in piedi) farò un discorso breve, poco più di un ringraziamento per la splendida ospitalità che ci avete offerta… (moderato applauso dalla tavolata). Cibo ottimo, il campeggio mirabilmente recuperato e, questo devo dire, voglio dire… due stili di vita, diciamo così, stili di vita, che si sono incontrati… Ecco… Io non so cosa ne hanno tratto i miei concittadini, ma so cosa ho imparato io da questa giornata…
E così dicendo il sindaco, con gesto rapido, si abbassò sfilandosi il costume e rimanendo col pallido gioiello en plein air. Per un istante ci fu una sospensione temporale, senza fiato, senza pensiero, solo con una trentina di occhi sbarrati, inesorabilmente attratti da quella pallida sezione dove mai il sole aveva battuto.
La prima a riaversi fu l’Elvira che proruppe in un formidabile “Hurrà!”, si tolse reggiseno e slip ed esibì fiera la folta pelliccia. Ulderico stava cercando la battuta mordace ma non gli veniva, né sarebbe stata udita vista la confusione che si andava generando. Giancarlo e i suoi amici naturisti ridevano contenti e battevano le mani, mentre un’altra decina di colleabetani si spogliava gioiosa.
Al bar
- E così anche il sindaco ha mostrato il dindolo? Guarda il filotto che ti faccio!
- Ti giuro. Ero lì anch’io. Mannaggia che fortuna. Otto punti, segna Mario!
- E anche tu hai fatto vedere lo scricciolino?
- Scricciolino un cavolo! No, io non me la sono sentita… Accidenti che mi hai lasciato il boccino lì in mezzo…
- Però gagliardo il sindaco!
- Dici?
- Ma sì. Ha fatto bene. Ma denudiamoci, ma chi se ne fregaaaaaamannaggia che mi sono bevuti quattro punti, ma non si può!
- Sei un cane, non devi giocare a biliardo. Però hai ragione. Sai che ti dico?
- Cosa?
- Che domani mi prendo la Marisa e vado al campo anch’io. Belli nudi a prendere il sole, che fa pure bene.
Claudio Bezzi
Claudio Bezzi
Younglings
Younglings

Messaggi : 112
Punti : 149
Infamia o lode : 5
Data di iscrizione : 05.02.24

https://alamagoozlum.blog

Torna in alto Andare in basso

Il campo dei nudisti Empty Re: Il campo dei nudisti

Messaggio Da tommybe Lun Feb 19, 2024 9:37 pm

Lettura divertente. Mi ha ricordato un po' il BarLume.
La tua regia mostra bene le immagini e il racconto lo avrei visto bene nel contest in corso. C'è la natura, e con qualche aggiustamento poteva starci un deserto e perfino un bosco. Ma chissà cosa avrai preparato per l'occasione. Tu ne hai parecchie di risorse.
Bravo.
tommybe
tommybe
Maestro Jedi
Maestro Jedi

Messaggi : 1190
Punti : 1289
Infamia o lode : 19
Data di iscrizione : 18.11.21
Età : 72
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Il campo dei nudisti Empty Re: Il campo dei nudisti

Messaggio Da Albemasia Lun Feb 19, 2024 11:47 pm

Mi è piaciuto molto, ironico e con i dialoghi davvero credibili. 
Una lettura che fila via piacevolmente.
Sei molto bravo, complimenti.
Albemasia
Albemasia
Younglings
Younglings

Messaggi : 94
Punti : 118
Infamia o lode : 8
Data di iscrizione : 23.01.24
Località : Tra le nebbie della Lomellina

Torna in alto Andare in basso

Il campo dei nudisti Empty Re: Il campo dei nudisti

Messaggio Da Petunia Sab Mar 02, 2024 8:21 am

Una lettura divertente, ben scritta, con dialoghi frizzanti e credibili.
E poi quel paese di mare che si chiama Colleabete… 
Bravo  @Claudio Bezzi
Petunia
Petunia
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 2242
Punti : 2467
Infamia o lode : 37
Data di iscrizione : 07.01.21
Età : 60
Località : Prato

Torna in alto Andare in basso

Il campo dei nudisti Empty Re: Il campo dei nudisti

Messaggio Da Claudio Bezzi Sab Mar 02, 2024 8:43 am

Petunia ha scritto:Una lettura divertente, ben scritta, con dialoghi frizzanti e credibili.
E poi quel paese di mare che si chiama Colleabete… 
Bravo  @Claudio Bezzi
Grazie.
Claudio Bezzi
Claudio Bezzi
Younglings
Younglings

Messaggi : 112
Punti : 149
Infamia o lode : 5
Data di iscrizione : 05.02.24

https://alamagoozlum.blog

Torna in alto Andare in basso

Il campo dei nudisti Empty Re: Il campo dei nudisti

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.