Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il forum di scrittura creativa che cercavi

Ultimi argomenti attivi
» Come ti chiami?
Cieli blu EmptyOggi alle 9:04 pm Da Hellionor

» Ricordati di coprirti bene
Cieli blu EmptyOggi alle 5:41 pm Da Susanna

» Monica degli Zomegni
Cieli blu EmptyOggi alle 3:48 pm Da Asbottino

» La guerra dentro
Cieli blu EmptyOggi alle 3:00 pm Da tommybe

» Del delirio d'onnipotenza e della fraternità
Cieli blu EmptyOggi alle 12:56 am Da Arianna 2016

» L'oro di Mac
Cieli blu EmptyIeri alle 3:08 pm Da tommybe

» Un viaggio indimenticabile
Cieli blu EmptyIeri alle 10:15 am Da Mac

» Quiete
Cieli blu EmptyDom Mag 22, 2022 9:32 pm Da Arunachala

» David Crocchette
Cieli blu EmptyDom Mag 22, 2022 5:44 pm Da Susanna

EVENTI DT
DIFFERENT ROOMS 7 - L'ANTICAMERA
Il settimo step è partito!
C'è tempo fino al 31 Maggio per commentare tutti i racconti.

Non sei connesso Connettiti o registrati

Cieli blu

3 partecipanti

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1Cieli blu Empty Cieli blu Sab Apr 09, 2022 5:33 pm

Arianna 2016

Arianna 2016
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Scusate, mi ero dimenticata di inserire il link al racconto commentato

"Cieli blu" è nato lo scorso anno per il concorso a tempo "La venticinquesima ora". Naturalmente non ha vinto niente, però sentivo che avevo altro da dire su Harlan e il bambino, altro che è diventato "La fuga del re magio" in Natale Bifronte.
L'ho presentato al concorso "Città di Ravenna". Non ha vinto niente, però almeno è arrivato finalista.
A me piace molto. Smile 
Eccolo qua.

Cieli blu
 
Harlan raggiunse a passi veloci l’uomo che si era avvicinato al bambino: ‒ Mi scusi. Adesso pulisco tutto.
‒ No, no, perché? Lasci pure. ‒ Il padrone della stazione di servizio inclinò un po’ la testa, per osservare meglio il bambino che continuava imperturbabile a dipingere il muricciolo scrostato di fianco al parcheggio. ‒ Mi piace, sa? Dà allegria. Poi è proprio fatto bene: non si capisce dove finisce il blu del dipinto e dove inizia il cielo vero.
L’uomo si allontanò dopo un ultimo cenno di approvazione.
‒ Sì, è vero, molto bravo. ‒ La voce alle spalle colse Harlan di sorpresa. Si era distratto a guardare il bambino e aveva abbassato la guardia.
Si girò con calma. Conosceva la voce.
Niente di buono, per lui e per il bambino, ma Russell era da solo. Vide l’auto di servizio parcheggiata ad alcune centinaia di metri.
Russell fece un mezzo sorriso: ‒ Hai un’aria distrutta. Devi essere davvero stanco, per farti sorprendere così alle spalle.
‒ Come mi hai trovato?
‒ Ci conosciamo da una vita, e facciamo lo stesso mestiere.
‒ Immagino che tu non possa lasciarci andare.
Russell scosse la testa: ‒ Non tutti e due. Però possiamo risolverla tra noi. Mi dai il bambino e scompari per sempre. Posso dire che te ne sei disfatto e che io l’ho trovato qui.
Harlan rimase in silenzio.
‒ Che ti è passato per la testa? ‒ sbuffò Russell. ‒ Che cosa ti importa? Nemmeno fosse tuo figlio.
Harlan spostò lo sguardo sul bambino: ‒ Gli ho dovuto comprare i colori. Non riusciva a stare senza. Ha voluto un mucchio di blu. Credo gli piaccia il cielo.
‒ E se non sapesse dipingere? Lo avresti fatto lo stesso?
Harlan ci pensò qualche istante: ‒ Me lo sono chiesto anch’io. Credo che abbia solo anticipato i tempi. Prima o poi sarebbe successo.
‒ Hai soltanto rimandato l’inevitabile. Sarà comunque ucciso, appena verrà preso. Lo sai qual è la sua diagnosi.
‒ Otto anni… a otto anni, una diagnosi che è una sentenza. Una condanna a morte.
‒ E l’alternativa, sai anche tu qual è. Con un quoziente di intelligenza così basso, lo attende solo una vita inutile. Un peso per tutti.
‒ E se la diagnosi fosse sbagliata?
‒ Non lo è, lo sai.
‒ No, non lo so. E se comunque non importasse? Cosa è utile? Cosa è inutile? Quando una persona è inutile? Quando abbiamo iniziato a classificare gli esseri umani in utili e inutili? C’è qualcosa di sbagliato… È giusto, quello che facciamo? Che ci ordinano di fare?
‒ Non sta a noi decidere se la legge è giusta. Noi la facciamo solo applicare.
‒ Se non a noi, allora a chi tocca?
Russell chiuse gli occhi per un istante, scosse la testa: ‒ Non ce la puoi fare.
‒ Posso provarci. Magari un giorno ci proverà anche qualcun altro.
Sorrise al bambino, che si era girato a mostrargli le mani impiastricciate di colore, poi guardò Russell: ‒ Quanti anni ha, tua figlia?
Russell si irrigidì: ‒ Lo sai, sette.
‒ È una bambina unica. Originale e unica. E tu le vuoi bene.
Russell voltò la testa verso il muretto dipinto, verso il bambino che correva loro incontro e saltava in braccio ad Harlan ridendo.
‒ Non arriverete al confine.
‒ Lasciaci tentare.
‒ Poi, cosa farete?
Harlan diede un buffetto sul naso al bambino: ‒ Cercheremo tanti cieli blu.



Ultima modifica di Arianna 2016 il Mar Apr 12, 2022 7:15 pm - modificato 2 volte.

2Cieli blu Empty Re: Cieli blu Mar Apr 12, 2022 12:26 pm

Arunachala

Arunachala
Admin
Admin

molto bello, Arianna, mi pare giusto che sia arrivato almeno in finale.
bella storia, carica di sentimento e, al contempo, terrore.
terrore perché potrebbe davvero arrivare un momento di questo tipo, dove si sopprimono gli elementi considerati inferiori.
mi ricorda qualcosa di passato che spero non riappaia, anche se i sintomi non mancano, purtroppo.


______________________________________________________
L'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente

Cieli blu Namaste

Non si può toccare l'alba se non si sono percorsi i sentieri della notte.

Kahlil Gibran

3Cieli blu Empty Re: Cieli blu Mar Apr 12, 2022 7:17 pm

Arianna 2016

Arianna 2016
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Grazie, Fausto. Tra i miei racconti, è uno di quelli che mi prende di più.

4Cieli blu Empty Re: Cieli blu Mar Apr 12, 2022 7:26 pm

Arunachala

Arunachala
Admin
Admin

Arianna 2016 ha scritto:Grazie, Fausto. Tra i miei racconti, è uno di quelli che mi prende di più.
è davvero bello


______________________________________________________
L'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente

Cieli blu Namaste

Non si può toccare l'alba se non si sono percorsi i sentieri della notte.

Kahlil Gibran

5Cieli blu Empty Re: Cieli blu Ven Apr 15, 2022 1:19 pm

Petunia

Petunia
Moderatore
Moderatore

Ciao  @Arianna 2016. Un piccolo racconto di grande potenza. Ho trovato molto più chiare e dirompenti queste poche righe che tutto il tuo bel racconto “La fuga del re Magio” . La precisione chirurgica con la quale delinei la situazione aiuta moltissimo il lettore a immaginare le scene e il ritmo ha la giusta andatura che consente di interiorizzarle (con il forte disagio conseguente.) 
Una distopia che incarna la parte peggiore dell’essere uomo (a rifarsi dalla rupe tarpea). Una razza selezionata, priva di apparenti difetti. Un’utopia distopica. Mi è davvero piaciuto.
Soprattutto questo passaggio:
(…) Poi è proprio fatto bene: non si capisce dove finisce il blu del dipinto e dove inizia il cielo vero.


______________________________________________________
C’è qualcosa di delizioso nello scrivere le prime parole di una storia. Non sai mai dove ti porteranno.
(Beatrix Potter)

6Cieli blu Empty Re: Cieli blu Ven Apr 15, 2022 8:36 pm

Arianna 2016

Arianna 2016
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Grazie mille, Petunia, per l'apprezzamento e per l'analisi puntuale. 
Anche io sento molto l'energia di questo racconto. Tra l'altro, scritto in mezza giornata per "La venticinquesima ora". Ricordo di avere pensato, dopo averlo finito: di sicuro non vince, ma comunque ho scritto un bel racconto che mi piace un sacco.
Ho una serie di miei racconti "preferiti" che mi danno un po' tutti lo stesso tipo di emozione. Un giorno mi sa che li metterò insieme e autopubblicherò una nuova raccolta.

Contenuto sponsorizzato



Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.