Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Ultimi argomenti attivi
» Un caffè per Tom
Il senso del quadrifoglio EmptyIeri alle 9:45 pm Da tommybe

» La luce è ritornata!
Il senso del quadrifoglio EmptyVen Set 23, 2022 10:31 pm Da gemma vitali

» Different Rooms - Nono Step
Il senso del quadrifoglio EmptyMar Set 20, 2022 4:03 pm Da Petunia

» The house of the rising sun(The Animals)
Il senso del quadrifoglio EmptyMar Set 20, 2022 2:15 pm Da Danilo Nucci

» Quattro atti di mortadella
Il senso del quadrifoglio EmptyMar Set 20, 2022 1:05 pm Da digitoergosum

» Quando il forum cambia sembianze...
Il senso del quadrifoglio EmptySab Set 17, 2022 12:04 am Da Susanna

» La Città dei Topi (redux)
Il senso del quadrifoglio EmptyVen Set 16, 2022 11:54 pm Da Fante Scelto

» Canone
Il senso del quadrifoglio EmptyVen Set 16, 2022 11:19 pm Da tommybe

» Incontri notturni
Il senso del quadrifoglio EmptyGio Set 15, 2022 2:40 pm Da almarc

EVENTI DT
DIFFERENT ROOMS 9!
C'è tempo fino alle 24 del 30 settembre per inviare i racconti!
Parametri e regolamento su https://www.differentales.org/t1806-different-rooms-nono-step

Il senso del quadrifoglio

+3
Petunia
Achillu
fenicia
7 partecipanti

Andare in basso

Il senso del quadrifoglio Empty Il senso del quadrifoglio

Messaggio Da fenicia Lun Mar 15, 2021 7:34 pm



Una scogliera. Una scogliera alta e diritta, che all'improvviso finisce, sembra impossibile, ma finisce, cadendo a picco dentro il mare e infrangendosi in un’eterna, spumeggiante onda candida.
Un faro. Un faro bianco, che all'improvviso si illumina e questo sì, non solo è possibile ma anche necessario, si illumina in mezzo ad una distesa di trifoglio scintillante di rugiada, per poi spegnersi ed accendersi di nuovo, senza sosta. 
Questa è casa mia.


In questo luogo magico, io credo.


Un puntino color rame. Un puntino che si muove verso di me e va trasformandosi prima in una macchia, poi in un mantello e, quando è abbastanza vicino, in un mantello fulvo di lana grezza con dentro una donna. Una giovane donna bellissima con una massa di capelli rosso fuoco, indisciplinatamente lunghi, che si accendono nel vento, e occhi verdi come solo la luce del nord può creare. 
Questa è Elan.


In questa donna, fiore delicato di questa terra, io credo.


Si siede in mezzo all'erba, incurante dell’umidità, accanto a me, come fa inconsapevole ogni domenica mattina. Sussurra i suoi sogni nel vento, in modo che nessuno possa sentirla. Non sorride, mai, Elan: è convinta di non averne il diritto.


Lei, al contrario di me, non crede più.


“Troppo bella, sei, e la bellezza porta sfortuna”, le ha ripetuto sua madre sin da piccolina, e poi finchè ha avuto la forza di farlo.
“Che Dio ci scampi, questa ragazza non ci porterà altro che disgrazie”, ha detto e ridetto con ammirevole costanza suo padre, prima di morire d’alcool, la sua vera croce, cui si è inchiodato da solo senza nemmeno accorgersene.


Al momento, Elan non può dire che non avessero ragione.


“Non farti troppo notare”, la ammonisce ogni giorno il suo capo, “i clienti combinano già abbastanza guai da soli”. Suo marito, del suo aspetto, non ha mai parlato: è il motivo per cui l’ha sposato, nella speranza di potersi affrancare dal binomio fascino/sciagura. Ma questo silenzio è ormai fin troppo eloquente, colmo di gelosia e di risentimento. Il suo sguardo ferisce più delle parole, accusandola di essere l’origine dei suoi personali fallimenti e della sua esistenza insignificante.


Vorrebbe lasciarlo, vorrebbe mollare anche il lavoro giù al pub, vorrebbe cambiare tutto tranne la scogliera, il faro, questo prato verdissimo e se stessa, perché intimamente sa di meritare di più di un’etichetta appiccicatale addosso per ignoranza, invidia o timore.
Ma ha paura, troppa. Paura di non farcela, paura di soffrire ancora, e di più. Ha il terrore di scoprire che fortuna e sfortuna non esistono.  


Questa sera sarà grande festa, anche se lei dovrà lavorare. Le mani sottili di Elan ora raccolgono distrattamente qualche trifoglio che intreccerà tra i capelli. Quando chiuderà il locale, nell’ ultimo bicchiere di whisky ne lascerà cadere uno, come ogni anno, anche se non è più convinta, da tempo, che i piccoli gesti tradizionali possano avere un significato al di fuori del rituale a cui sono legati. Ma io so che oggi capirà, aspetto paziente. Ha soltanto bisogno di un po’ di coraggio per spiccare il volo. Io glielo regalerò.


So cosa significa essere diverso, lo sono sempre stato. Ma, a differenza di quanto accade ad Elan, il mio distinguermi è molto apprezzato sia in famiglia che dall’opinione comune. “Porti bene!”, mi si dice. Rimango solo, tuttavia, in una strana forma di emarginazione: i miei fratelli mi guardano ammirati, vorrebbero assomigliarmi, non possono. Vicini ma distanti, in una sorta di timore reverenziale. “Hai un dono raro”, mi ripetono. Mi sono sempre chiesto a cosa potesse servire. Quando Elan ha incominciato a venire qui, la domenica, sulla scogliera, finalmente ho capito il senso. Questo sono io.


Nella fortuna di riconoscersi, io credo.


Sono nato per lei, e per lei morirò. Così avrà la forza per riprendersi la propria vita, la scintilla di fiducia che accenderà il fuoco che è in lei. Attendo solo il momento in cui si accorgerà di me, per portarmi via: per un attimo, almeno, non sarò più solo. Ormai manca poco.


Velato di malinconia, lo sguardo di Elan ora vaga dal cielo al mare, poi si sposta sul prato, a cercare ancora tra il verde più brillante. Percepisco i suoi occhi che prima mi sfiorano, poi, finalmente, davvero, mi vedono. E capiscono. Fa una cosa che non ha fatto mai, ed è la mia ultima immagine: sorride. Tende la mano e mi accarezza piano, sfiorando tutte e quattro le mie foglioline brillanti di rugiada, una per una. 
Questi, ora, siamo noi.


Nella potenza della nostra fragilità, noi crediamo.


Nella luce del nord, una scogliera, un faro, una distesa verde scintillante, il rumore del mare, una donna fortunata e bellissima avvolta in un mantello. Nella mano, un quadrifoglio. Davanti, una vita.
  

______________________________________________________
Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus.  Il senso del quadrifoglio 1f339
fenicia
fenicia
Viandante
Viandante

Messaggi : 9
Punti : 13
Infamia o lode : 0
Data di iscrizione : 15.03.21
Età : 53

Torna in alto Andare in basso

Il senso del quadrifoglio Empty Re: Il senso del quadrifoglio

Messaggio Da Achillu Lun Mar 15, 2021 8:52 pm

Ciao Fenicia.

Parto da ciò che non mi è piaciuto. Le ripetizioni all'inizio: possono avere/dare un senso teatrale. Ma, leggendo un racconto, presuppongo che questo non sia un testo teatrale, per cui secondo me le ripetizioni sono da evitare.
Mi è piaciuta la trama e mi è piaciuto il proseguimento della lettura. Sì, è vero che il quadrifoglio protagonista sa troppe cose, è vero che stiamo dando a una pianta dei sentimenti umani; però il tutto è condito dalla frase "In questo luogo magico". Quindi un po' di magia ci sta e, non so per quale motivo, ho immaginato il tutto ambientato in Irlanda.
Non ci sono dialoghi: è un lungo monologo.

______________________________________________________
Il senso del quadrifoglio Badge-2
Achillu
Achillu
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Messaggi : 805
Punti : 893
Infamia o lode : 11
Data di iscrizione : 07.01.21
Età : 54
Località : Polesine

https://linktr.ee/Achillu

A fenicia garba questo messaggio

Torna in alto Andare in basso

Il senso del quadrifoglio Empty Re: Il senso del quadrifoglio

Messaggio Da fenicia Mar Mar 16, 2021 1:52 pm

Achillu ha scritto:Ciao Fenicia.

Parto da ciò che non mi è piaciuto. Le ripetizioni all'inizio: possono avere/dare un senso teatrale. Ma, leggendo un racconto, presuppongo che questo non sia un testo teatrale, per cui secondo me le ripetizioni sono da evitare.
Mi è piaciuta la trama e mi è piaciuto il proseguimento della lettura. Sì, è vero che il quadrifoglio protagonista sa troppe cose, è vero che stiamo dando a una pianta dei sentimenti umani; però il tutto è condito dalla frase "In questo luogo magico". Quindi un po' di magia ci sta e, non so per quale motivo, ho immaginato il tutto ambientato in Irlanda.
Non ci sono dialoghi: è un lungo monologo.
Grazie per il commento, Achillu. 
Si, è ambientato in Irlanda. Si tratta di un racconto che ho scritto un paio di anni fa in occasione della festa di San Patrizio, che è giusto il 17 marzo. Rimanda ad alcune tradizioni irlandesi, come "drowning the shamrock" e l'intrecciarsi i capelli con il trifoglio. Mi piace pensare che le consuetudini che si tramandano attraverso i secoli e le generazioni abbiano qualcosa di magico. Mi piacerebbe essere riuscita a evocare immagini e forse anche emozioni. Quello era, almeno, l'intento. 
Alla prossima!

______________________________________________________
Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus.  Il senso del quadrifoglio 1f339
fenicia
fenicia
Viandante
Viandante

Messaggi : 9
Punti : 13
Infamia o lode : 0
Data di iscrizione : 15.03.21
Età : 53

A Achillu e caipiroska garba questo messaggio

Torna in alto Andare in basso

Il senso del quadrifoglio Empty Re: Il senso del quadrifoglio

Messaggio Da Petunia Mar Mar 16, 2021 8:45 pm

Ciao fenicia e ancora benvenuta

Ho letto con piacere al tua fiaba celtica in cui il narratore è un piccolo quadrifoglio.
Mi è piaciuta molto l’atmosfera magica della storia che inquadrerei nel genere fantasy. Ho molto apprezzato anche il racconto della tradizione.
La parte che mi lascia un po’ perplessa ė tutto lo “spiegone” che inserisci riguardo alla vita della protagonista e dei suoi dolori. Dopo avermi trasportata sulle ali della fantasia, inserire elementi così reali e drammatici non lo trovo una scelta vincente. Il contrasto è necessario e giustiifica anche la dolcezza della chiusa così piena di speranza nel futuro ma trovo che tu abbia raccontato un po’ troppo.
Potevi trasmettere parte delle informazioni senza eccedere nelle descrizioni. Meno racconto e più immagini.
Un altro aspetto che rende la lettura poco scorrevole è dato dal cambio del narratore. Se non ho capito male il primo narratore è il quadrifoglio. Successivamente inserisci un narratore onnisciente che rompe l’atmosfera per tornare di nuovo a far parlare il quadrifoglio.
L’idea è buona e sono sicura che lavorandoci ancora un po’ questo racconto potrà esprimere tutto il potenziale che ha.
👍🍀

______________________________________________________
C’è qualcosa di delizioso nello scrivere le prime parole di una storia. Non sai mai dove ti porteranno.
(Beatrix Potter)
Petunia
Petunia
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 1505
Punti : 1632
Infamia o lode : 19
Data di iscrizione : 07.01.21
Età : 58
Località : Prato

A fenicia garba questo messaggio

Torna in alto Andare in basso

Il senso del quadrifoglio Empty Re: Il senso del quadrifoglio

Messaggio Da fenicia Gio Mar 18, 2021 4:58 pm

Petunia ha scritto:Ciao fenicia e ancora benvenuta

Ho letto con piacere al tua fiaba celtica in cui il narratore è un piccolo quadrifoglio.
Mi è piaciuta molto l’atmosfera magica della storia che inquadrerei nel genere fantasy. Ho molto apprezzato anche il racconto della tradizione.
La parte che mi lascia un po’ perplessa ė tutto lo “spiegone” che inserisci riguardo alla vita della protagonista e dei suoi dolori. Dopo avermi trasportata sulle ali della fantasia, inserire elementi così reali e drammatici non lo trovo una scelta vincente. Il contrasto è necessario e giustiifica anche la dolcezza della chiusa così piena di speranza nel futuro ma trovo che tu abbia raccontato un po’ troppo.
Potevi trasmettere parte delle informazioni senza eccedere nelle descrizioni. Meno racconto e più immagini.
Un altro aspetto che rende la lettura poco scorrevole è dato dal cambio del narratore. Se non ho capito male il primo narratore è il quadrifoglio. Successivamente inserisci un narratore onnisciente che rompe l’atmosfera per tornare di nuovo a far parlare il quadrifoglio.
L’idea è buona e sono sicura che lavorandoci ancora un po’  questo racconto potrà esprimere tutto il potenziale che ha.
👍🍀
Grazie anche a te, Petunia, faccio tesoro di quanto mi avete detto.
Alla prossima!

______________________________________________________
Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus.  Il senso del quadrifoglio 1f339
fenicia
fenicia
Viandante
Viandante

Messaggi : 9
Punti : 13
Infamia o lode : 0
Data di iscrizione : 15.03.21
Età : 53

A Petunia garba questo messaggio

Torna in alto Andare in basso

Il senso del quadrifoglio Empty Re: Il senso del quadrifoglio

Messaggio Da digitoergosum Ven Mar 19, 2021 2:56 pm

Ciao Fenicia. Il mio commento, dopo aver letto i precedenti, dimostra che ognuno respira ciò che legge cogliendo significati e significanti differenti. Il tuo ripetere mi ha traslato in un azzeccato e originale mondo sospeso tra il racconto e la poesia. Il quadrifoglio, ho capito a tre quarti di racconto dove saresti andata a parare, e questo è l'unico piccolo difetto che ho trovato, perché amo sorprendermi) l'ho vissuto come un simbolo di amore votato al bello e pronto al tutto. E lei, bellissima in quel panorama irlandese, come una vittima che intuisce che può esistere una modernità di vita ma non è pienamente attrezzata per coglierla e per togliersi dalle secche di un ambiente conservatore. A me è piaciuto veramente molto. Peraltro scritto molto bene. Grazie per queste pennellate di poesia.
digitoergosum
digitoergosum
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Messaggi : 657
Punti : 738
Infamia o lode : 6
Data di iscrizione : 04.03.21
Età : 59
Località : Idro (BS)

A fenicia garba questo messaggio

Torna in alto Andare in basso

Il senso del quadrifoglio Empty Re: Il senso del quadrifoglio

Messaggio Da fenicia Ven Mar 19, 2021 7:11 pm

digitoergosum ha scritto:Ciao Fenicia. Il mio commento, dopo aver letto i precedenti, dimostra che ognuno respira ciò che legge cogliendo significati e significanti differenti. Il tuo ripetere mi ha traslato in un azzeccato e originale mondo sospeso tra il racconto e la poesia. Il quadrifoglio, ho capito a tre quarti di racconto dove saresti andata a parare, e questo è l'unico piccolo difetto che ho trovato, perché amo sorprendermi) l'ho vissuto come un simbolo di amore votato al bello e pronto al tutto. E lei, bellissima in quel panorama irlandese, come una vittima che intuisce che può esistere una modernità di vita ma non è pienamente attrezzata per coglierla e per togliersi dalle secche di un ambiente conservatore. A me è piaciuto veramente molto. Peraltro scritto molto bene. Grazie per queste pennellate di poesia.
Grazie a te, digitoergosum!
Vero, il medesimo scritto assume forme e significati diversi a seconda del lettore. Credo sia proprio una delle splendide caratteristiche della scrittura. Nel quotidiano ho molto a che fare con i numeri, che sono solitamente giusti o sbagliati. Il bello dello scrivere, invece, è che non c'è nulla di completamente esatto o totalmente errato (escludiamo naturalmente ortografia e grammatica), semplicemente qualcosa che piace di più o di meno, che si "sente" bene oppure meno bene. 
Sono felice ti sia immerso nell'atmosfera e la prossima volta cercherò di essere più sorprendente!

______________________________________________________
Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus.  Il senso del quadrifoglio 1f339
fenicia
fenicia
Viandante
Viandante

Messaggi : 9
Punti : 13
Infamia o lode : 0
Data di iscrizione : 15.03.21
Età : 53

A digitoergosum garba questo messaggio

Torna in alto Andare in basso

Il senso del quadrifoglio Empty Re: Il senso del quadrifoglio

Messaggio Da Ospite Sab Mar 20, 2021 5:03 pm

Uhm, a mio parere l'idea di base è molto buona, ma non altrettanto la resa. Come ti è già stato fatto notare, tutte le ripetizione che hai utilizzato possono sì conferire un'aura poetica al racconto, ma in questo caso ne hai usate fin troppe, tant'è che alla fine è quasi noioso ritrovarsi a leggere sempre le stesse cose. In più, anche il ritmo non è dei migliori, molto sincopato e poco fluido per via del gran numero di virgole che hai utilizzato. Per finire coi lati negativi, devo dire che forse hai esagerato con l'ostracismo subito dalla povera protagonista. Posso accettare che suo madre la ritenga una portatrice di sventura, così come suo padre, ma che anche il marito e il datore di lavoro la vedano come una iettatrice mi pare esagerato. Rendere la ragazza una sorta di condensato di sfiga cosmica rischia di far passare la sua caratterizzazione da drammatica a grottesca (almeno per me). Comunque, nonostante  finora io abbia evidenziato solo i lati negativi del tuo racconto, ritengo che ci siano anche aspetti positivi: le similitudini molto poetica e azzeccate, l'atmosfera irlandese resa molto bene e sopratutto la scelta di far raccontare la storia dal quadrifoglio (una trovata davvero originale). Insomma, con un po' di lavoro, questo racconto può senza dubbio diventare un bel pezzo.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Il senso del quadrifoglio Empty Re: Il senso del quadrifoglio

Messaggio Da fenicia Sab Mar 20, 2021 7:10 pm

Martin Della Cappa ha scritto:
Uhm, a mio parere l'idea di base è molto buona, ma non altrettanto la resa. Come ti è già stato fatto notare, tutte le ripetizione che hai utilizzato possono sì conferire un'aura poetica al racconto, ma in questo caso ne hai usate fin troppe, tant'è che alla fine è quasi noioso ritrovarsi a leggere sempre le stesse cose. In più, anche il ritmo non è dei migliori, molto sincopato e poco fluido per via del gran numero di virgole che hai utilizzato. Per finire coi lati negativi, devo dire che forse hai esagerato con l'ostracismo subito dalla povera protagonista. Posso accettare che suo madre la ritenga una portatrice di sventura, così come suo padre, ma che anche il marito e il datore di lavoro la vedano come una iettatrice mi pare esagerato. Rendere la ragazza una sorta di condensato di sfiga cosmica rischia di far passare la sua caratterizzazione da drammatica a grottesca (almeno per me). Comunque, nonostante  finora io abbia evidenziato solo i lati negativi del tuo racconto, ritengo che ci siano anche aspetti positivi: le similitudini molto poetica e azzeccate, l'atmosfera irlandese resa molto bene e sopratutto la scelta di far raccontare la storia dal quadrifoglio (una trovata davvero originale). Insomma, con un po' di lavoro, questo racconto può senza dubbio diventare un bel pezzo.
Ottimo, Martin, grazie anche a te per la precisa disamina. Ci lavorerò su! Alla prossima lettura!

______________________________________________________
Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus.  Il senso del quadrifoglio 1f339
fenicia
fenicia
Viandante
Viandante

Messaggi : 9
Punti : 13
Infamia o lode : 0
Data di iscrizione : 15.03.21
Età : 53

Torna in alto Andare in basso

Il senso del quadrifoglio Empty Re: Il senso del quadrifoglio

Messaggio Da caipiroska Dom Mar 21, 2021 10:40 pm

Ciao Fenicia,
questo racconto mi è piaciuto davvero tanto! Complimenti!
Gli amici che sono passati prima di me ti hanno già dato dei preziosi consigli, aggiungo solo di limare un pò gli avverbi in -mente e sostituirli, in un testo così breve ne hai messi un pò troppi (ma questo può essere un gusto personale):
Per il resto il testo mi è proprio piaciuto: bello il ritmo, bello il modo in cui i due protagonisti s'incontrano.
caipiroska
caipiroska
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Messaggi : 509
Punti : 536
Infamia o lode : 7
Data di iscrizione : 07.01.21

A fenicia garba questo messaggio

Torna in alto Andare in basso

Il senso del quadrifoglio Empty Re: Il senso del quadrifoglio

Messaggio Da fenicia Lun Mar 22, 2021 2:46 pm

caipiroska ha scritto:Ciao Fenicia,
questo racconto mi è piaciuto davvero tanto! Complimenti!
Gli amici che sono passati prima di me ti hanno già dato dei preziosi consigli, aggiungo solo di limare un pò gli avverbi in -mente e sostituirli, in un testo così breve ne hai messi un pò troppi (ma questo può essere un gusto personale):
Per il resto il testo mi è proprio piaciuto: bello il ritmo, bello il modo in cui i due protagonisti s'incontrano.
Grazie mille, sono contenta ti sia piaciuto. Si, dovrei curare meglio anche la scelta delle parole, ne abbiamo così tante a disposizione!
Alla prossima!

______________________________________________________
Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus.  Il senso del quadrifoglio 1f339
fenicia
fenicia
Viandante
Viandante

Messaggi : 9
Punti : 13
Infamia o lode : 0
Data di iscrizione : 15.03.21
Età : 53

Torna in alto Andare in basso

Il senso del quadrifoglio Empty Re: Il senso del quadrifoglio

Messaggio Da Fante Scelto Lun Mar 22, 2021 3:07 pm

Pur non essendo il mio genere, confermo che l'impressione che si ha leggendo il racconto è una immersione (quasi) fiabesca in un mondo a metà strada tra realtà e fantasia.
Pensavo che fosse ambientato nel passato, ma in realtà siamo nel contemporaneo o giù di lì.
Strano che la bellezza sia una condanna, oddio, forse a volte lo è anche in effetti.

Stilisticamente hai solo da limare qualche imperfezione, tra ripetizioni e avverbi in -mente (che appesantiscono la lettura), ma per il resto ci siamo.
Anche l'idea non è male.
Non sapevo che lo shamrock fosse il trifoglio, conoscevo solo l'omonima squadra di calcio (che in effetti ha il trifoglio disegnato nel logo).

Alla prossima!
Fante Scelto
Fante Scelto
Padawan
Padawan

Messaggi : 447
Punti : 561
Infamia o lode : 0
Data di iscrizione : 08.01.21
Località : Torino

A fenicia garba questo messaggio

Torna in alto Andare in basso

Il senso del quadrifoglio Empty Re: Il senso del quadrifoglio

Messaggio Da fenicia Mar Mar 23, 2021 2:24 pm

Fante Scelto ha scritto:Pur non essendo il mio genere, confermo che l'impressione che si ha leggendo il racconto è una immersione (quasi) fiabesca in un mondo a metà strada tra realtà e fantasia.
Pensavo che fosse ambientato nel passato, ma in realtà siamo nel contemporaneo o giù di lì.
Strano che la bellezza sia una condanna, oddio, forse a volte lo è anche in effetti.

Stilisticamente hai solo da limare qualche imperfezione, tra ripetizioni e avverbi in -mente (che appesantiscono la lettura), ma per il resto ci siamo.
Anche l'idea non è male.
Non sapevo che lo shamrock fosse il trifoglio, conoscevo solo l'omonima squadra di calcio (che in effetti ha il trifoglio disegnato nel logo).

Alla prossima!
Grazie anche a te, Fante Scelto. Sto raccogliendo, grazie ai vostri pareri, molte preziose informazioni che mi aiuteranno nel tentativo di migliorarmi.
Alla prossima!

______________________________________________________
Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus.  Il senso del quadrifoglio 1f339
fenicia
fenicia
Viandante
Viandante

Messaggi : 9
Punti : 13
Infamia o lode : 0
Data di iscrizione : 15.03.21
Età : 53

Torna in alto Andare in basso

Il senso del quadrifoglio Empty Re: Il senso del quadrifoglio

Messaggio Da Arianna 2016 Mar Mar 23, 2021 11:47 pm

Ho trovato la tua scrittura molto suggestiva e poetica, a tratti quasi ipnotica.
Secondo me, non c'è cambio di narratore: il narratore è sempre lui, il quadrifoglio, in ogni punto del racconto. Semplicemente, è un quadrifoglio un po' magico (d'altra parte, tutta la narrazione rientra un po' nel fantastico, dato che abbiamo un quadrifoglio parlante) che conosce non solo quello che vede attorno a sé ma anche tutta la vita di Elan, i suoi pensieri, i suoi sentimenti, perfino il suo futuro. Quindi, mi sembra che vada bene così, nel tono complessivo di questo racconto.
Ti hanno fatto notare l'abbondanza di virgole: è vero, ne usi tantissime, ma è anche vero che sono tutte usate in modo corretto, non ci sono errori; ne usi tante perché le fai corrispondere al tuo ritmo di lettura, alla tua respirazione. A questo punto, diventa una tua scelta: i feedback ricevuti ti fanno capire che questo ritmo spezzato è tuo ma non piace tanto a molti lettori, quindi potresti fare una prova, toglierne qualcuna e provare a rileggere, anche solo per capire se un ritmo più disteso può magari piacere di più anche a te. Io la capisco, questa cosa delle virgole, perché d'istinto ne uso tantissime; ho imparato a moderarmi un po' (quando mi sembra giusto farlo) dopo avere ricevuto feedback in tal senso. Secondo me, il tuo uso delle virgole corrisponde quasi a degli "a capo" poetici. 

Ad esempio:

Una scogliera. 
Una scogliera alta e diritta 
che all'improvviso finisce, 
sembra impossibile 
ma finisce.


Oppure:


Nella luce del nord
una scogliera, 
un faro, 
una distesa verde 
scintillante, 
il rumore del mare, 
una donna.
Nella mano 
un quadrifoglio. 
Davanti
una vita.



L'unica cosa che davvero toglierei è lo spazio dopo i paragrafi, almeno qualcuno.
Arianna 2016
Arianna 2016
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Messaggi : 724
Punti : 760
Infamia o lode : 7
Data di iscrizione : 07.01.21
Età : 53

A digitoergosum e fenicia garba questo messaggio

Torna in alto Andare in basso

Il senso del quadrifoglio Empty Re: Il senso del quadrifoglio

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.