Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Ultimi argomenti attivi
» La cucina viaggiante
Na bröta stória (Una brutta storia) EmptyOggi alle 10:43 pm Da caipiroska

» Storia d'amore e di strani perché - Fuori Concorso
Na bröta stória (Una brutta storia) EmptyOggi alle 9:15 pm Da tommybe

» Vacanze di Natale
Na bröta stória (Una brutta storia) EmptyOggi alle 7:56 pm Da Byron.RN

» Buonanotte mondo due
Na bröta stória (Una brutta storia) EmptyOggi alle 6:47 pm Da Giancarlo Gravili

» Little Saigon
Na bröta stória (Una brutta storia) EmptyOggi alle 6:09 pm Da Arianna 2016

» Quell'attimo eterno
Na bröta stória (Una brutta storia) EmptyOggi alle 4:56 pm Da tommybe

» Il cibo scarlatto
Na bröta stória (Una brutta storia) EmptyOggi alle 11:46 am Da Susanna

» La gara del tè
Na bröta stória (Una brutta storia) EmptyOggi alle 10:45 am Da tommybe

» Maschi contro femmine
Na bröta stória (Una brutta storia) EmptyOggi alle 10:38 am Da paluca66

EVENTI DT
DIFFERENT ROOMS 10 - LA CUCINA

I racconti del decimo step sono pubblici! Corri a leggerli su https://www.differentales.org/f72-different-rooms-la-cucina-racconti-in-gara

Na bröta stória (Una brutta storia)

Andare in basso

Na bröta stória (Una brutta storia) Empty Na bröta stória (Una brutta storia)

Messaggio Da Arunachala Ven Ago 20, 2021 4:11 pm

Na bröta stória
 
Una brutta storia
 
 
Te àrdet föra a le sic de la matìna
quan che ‘l cel èl taca za a ssciarì
e spesse ólte te te sèntet picinì
èn ste mond che l’è dré a na ‘n ruina.
 
Picol e ‘nütil e te se mia che fa
e alùra come sèmper te fe gnènt
ghe pensarà argü óter, che gh’è pié de zènt.
Te làset cùrer e no te ghe pröet gnà.
 
A ólte te stet lè fin che lia sö ‘l sul
e te màznet i pensér fin a tridài
e quan ria chèl che dis “fa ergóta dai”
tel càset vià prima che ‘l ciape ‘l vul.
 
En del tò viver no gh’è gnènt de bel
te t’en fréghet de töt e te ve aànti issé
sücür che mia fa mal völ di fa bé
che töcc i dé tanto learà sö ‘l sul.
 
Certo che ‘l mond l’è bel e ‘l va cüràt
ma te arda föra e sta mia lé a pensà
a vardàs déter gh’è tròp de fadigà
e po na a saì chèl che se pöl troà.
 
 
Guardi fuori alle cinque di mattina
quando il cielo comincia a schiarire
e spesso ti senti piccolino
in questo mondo che va in rovina.
 
Piccolo e inutile e non sai che fare
e allo come sempre non fai niente
ci penseranno altri, c’è tanta gente.
Lasci correre e non ci provi neppure.
 
A volte stai lì fin che sorge il sole
e macini i pensieri fino a tritarli
e quando arriva quel che dice “fai qualcosa”
lo cacci prima che prenda piede.
 
Nel tuo vivere non c’è niente di bello
te ne freghi di tutto e continui così
sicuro che non far mal vuol dire far bene
che ogni giorno tornerà il sole.
 
Certo che il mondo è bello e va curato
ma tu guarda fuori e non pensarci
guardarsi dentro è troppo faticoso
e poi chissà cosa potresti trovare. 

https://www.differentales.org/t889-scinde-lu-sule#11139

______________________________________________________
L'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente

Na bröta stória (Una brutta storia) Namaste

Non si può toccare l'alba se non si sono percorsi i sentieri della notte.

Kahlil Gibran
Arunachala
Arunachala
Admin
Admin

Messaggi : 917
Punti : 1076
Infamia o lode : 7
Data di iscrizione : 20.10.20
Età : 65
Località : Lago di Garda

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.