Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Ultimi argomenti attivi
» E gli auguri a Gippo?
Ironia tragica EmptyOggi alle 10:20 am Da tommybe

» Il Viaggio della Vita
Ironia tragica EmptyOggi alle 9:45 am Da Claudio Bezzi

» Gazzelle, una bella scoperta
Ironia tragica EmptyIeri alle 2:05 pm Da tommybe

» Pachamama - Paletti primo step
Ironia tragica EmptyIeri alle 10:51 am Da vivonic

» Il campo dei nudisti
Ironia tragica EmptyLun Feb 19, 2024 11:47 pm Da Albemasia

» Libri bastardi
Ironia tragica EmptyLun Feb 19, 2024 4:02 pm Da AlbertOne

» Concorso scadenza 15 marzo
Ironia tragica EmptyLun Feb 19, 2024 10:47 am Da Claudio Bezzi

» Luminosi i mattini erano un tempo
Ironia tragica EmptyVen Feb 16, 2024 11:38 am Da Albemasia

» La donna allo specchio
Ironia tragica EmptyGio Feb 15, 2024 7:28 pm Da Albemasia

EVENTI DT
DIFFERENT ROOMS 12 - LA SOFFITTA



Ironia tragica

4 partecipanti

Andare in basso

Ironia tragica Empty Ironia tragica

Messaggio Da Ospite Mar Gen 12, 2021 9:20 pm

Forse ho letto troppa letteratura greca quando ero giovane, e certi discorsi ascoltati in adolescenza ti segnano per sempre; per questo capisco il detto: “Beata ignoranza”.
Per esempio quella storia dell’ironia tragica: da quando ce l’ha spiegata, con la sua voce nasale, il professore di greco nel millennio scorso, non l’ho più dimenticata.
“Edipo crede di dire una cosa che abbia un certo significato, e letteralmente è così, ma ciò che lui dice si realizzerà in un senso completamente opposto a quello che aveva in mente: - Prenderò colui che è colpevole della peste a Tebe e lo punirò con le mie mani- peccato che il povero Edipo non sappia che il colpevole della peste a Tebe è proprio lui, e infatti si punirà con le sue mani, accecandosi.”
 Questa mattina ti ho visto in piazza, c’era una marea di gente, ma io lo so che, se ci sei, il mio radar allenato nei decenni ti vede molto prima che tu mi veda, così decido: ti saluto, oppure fingo di non vederti.
Questa volta ho aspettato con calma che mi vedessi tu, facendomi i fatti miei: guarda, sono abbastanza vecchia ormai, e sono successe troppe cose perché io abbia voglia di star male per te, dunque chissenefrega, se mi vedi e hai voglia di fare due chiacchiere bene, se no, amen.
Dopo un po' tu mi vedi, e a quel punto non ha più senso che io finga spudoratamente di non averti visto, così rispondo al tuo saluto e tu mi regali la tua ennesima frase di ironia tragica, come se fossimo ancora al liceo in aula col professore di greco che spiega le tragedie, mentre io dal primo banco cerco di intercettarti con lo specchietto, che tanto tu figurati se ti accorgi di qualcosa…
Mi sorridi ilare e giulivo come al solito, sotto il caldo boia a 32 gradi di questa primavera senza misura, e cerchi di raggiungermi.
La piazza è colma di gente e noi siamo vicinissimi, ma tra me e te c’è una tizia con una bici di traverso, che ostacola il passaggio.
Tu mi guardi sorridendo, e quasi impacciato mi dici: “Siamo separati…”
Rido per non piangere, perché mi verrebbe da dirti:
“Hai ragione: siamo separati dalla nascita.”
Ma tanto non capiresti la battuta: sono passati troppi anni da quando il prof. di greco spiegava l’ironia tragica di Edipo, e tu sei intelligente, molto più di me, e anche sincero, e io ti ho creduto quella volta che mi hai detto che mi volevi bene, ma forse anche quella volta che me l'hai detto, era solo una frase di ironia tragica.
 
Era meglio se non me lo dicevi.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Ironia tragica Empty Re: Ironia tragica

Messaggio Da bucaneve88 Dom Gen 24, 2021 7:58 pm

Brava, Daf. Hai reso perfettamente i sentimenti dei due: l'ansia lei per raggiungerlo e per averlo anche solo per cinque minuti e il serafico atteggiamento di lui che non ha idea di quello che passa per la testa della ragazza. Gli uomini sono così: o gli spiattelli pari pari il tuo interesse, o te ne fai una ragione e ci rinunci, o cambi direttamente bersaglio.

______________________________________________________
Mai innamorarsi di un fiocco di neve...  Ironia tragica 3931930528
bucaneve88
bucaneve88
Younglings
Younglings

Messaggi : 135
Punti : 141
Infamia o lode : 3
Data di iscrizione : 16.01.21

Torna in alto Andare in basso

L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio

Ironia tragica Empty Re: Ironia tragica

Messaggio Da Ospite Dom Feb 07, 2021 7:19 pm

Non credo che oggi i ragazzi siano meno "romantici", sono convinta che spesso, proprio il loro "andare per le spicce", nasconda un bisogno terribile di affetto e protezione.
Grazie del passaggio bei ragazzi! Smile

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Ironia tragica Empty Re: Ironia tragica

Messaggio Da Ospite Dom Feb 07, 2021 8:41 pm

Ilare e giulivo, li eliminerei. 
I tuoi sentimenti, le tue azioni, sono da donna moderna, non usare termini del passato.
Che poi tu hai un bel vantaggio, puoi plasmare questo amore all'infinito.
Puoi essere cento volte felice. 
Puoi essere cento volte infelice. 
Io non ti leggo, ti ascolto.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Ironia tragica Empty Re: Ironia tragica

Messaggio Da Ospite Dom Feb 07, 2021 9:12 pm

Ciao Tom, ah... Non ti piace "ilare e giulivo"? Per me più che aggettivi desueti, hanno un senso ironico, io li uso spesso anche parlando ... Ma sarà il mio particolare senso dell'ironia, che non è detto tutti condividano... Wink
Grazie del passaggio Smile

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Ironia tragica Empty Re: Ironia tragica

Messaggio Da Petunia Ven Apr 30, 2021 11:05 am

Ciao @Dafne


nei tuoi racconti affiora spesso il tema dell’incomunicabilità e della coppia. In questo caso mi è sembrato molto efficace il parallelo con la figura classica perché proprio rimanda anche al periodo in cui i due si sono conosciuti. Innamorarsi o credersi innamorati tra i banchi di scuola è una sensazione che prima o dopo penso abbiamo sperimentato tutti. 
Mi è piaciuto tanto questo passaggio:
“ mentre io dal primo banco cerco di intercettarti con lo specchietto, che tanto tu figurati se ti accorgi di qualcosa
sarà perché qualcosa di simile l’ho fatto anch’io...
Mi hai ricordato un bel periodo della vita e ti ringrazio.:blossom:
Petunia
Petunia
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 2186
Punti : 2401
Infamia o lode : 35
Data di iscrizione : 07.01.21
Età : 60
Località : Prato

Torna in alto Andare in basso

Ironia tragica Empty Re: Ironia tragica

Messaggio Da digitoergosum Sab Mag 01, 2021 10:08 am

Ciao Dafne. Leggendo il tuo racconto ho avuto come una sensazione di deja vu. Qualcosa del genere l'avevo già letto da qualche parte. Poi ho visto il commento di Petunia e mi sono ricordato che un racconto simile a questo l'avevo trovato nell'altro sito chiuso. Era il racconto di una donna indecisa se andare a una festa, mentre pensava a come vestirsi. Probabilmente era tuo. Bello il parallelismo tra Edipo e quel ragazzo di un tempo che dicendole "ti voglio" bene, per tragica ironia ha scatenato la "peste" nel cuore di lei. Mi è piaciuto.
digitoergosum
digitoergosum
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Messaggi : 838
Punti : 933
Infamia o lode : 6
Data di iscrizione : 04.03.21
Età : 60
Località : Idro (BS)

Torna in alto Andare in basso

Ironia tragica Empty Re: Ironia tragica

Messaggio Da Ospite Sab Mag 01, 2021 12:42 pm

Daf, riapparirai, lo sento.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Ironia tragica Empty Re: Ironia tragica

Messaggio Da Ospite Dom Mag 02, 2021 9:18 pm

Ciao bei ragazzi! grazie Petunia, siamo praticamente coetanee, inevitabile che certe corde suonino all'unisono... Digito, sì, sono sempre io, quella del vestito giusto, grazie dell'apprezzamento.
E tommy... perché riapparire: non sono mai andata via... Wink

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Ironia tragica Empty Re: Ironia tragica

Messaggio Da Ospite Ven Mag 07, 2021 2:54 pm

Il racconto, piacevole, trova lo slancio nell'ottimo spunto classico. Concordo pienamente qui con Digito. Per il resto storie di tutti, storie di sempre.  Ma il riferimento edipico è notevole e sinceramente meriterebbe una rivisitazione da parte dell'autrice. Consiglierei di ribaltare la storia. Partirei dal momento per raggiungere l'eterno. Spero di non attirarmi antipatie, è che vedo una piccola perla "dispersa" e c'è un grande apprezzamento in queste mie parole.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Ironia tragica Empty Re: Ironia tragica

Messaggio Da Ospite Dom Mag 09, 2021 11:03 pm

Ciao Rasal, mi fa molto piacere che lo spunto classico ti sia piaciuto: un Edipo un po' a mio uso e consumo, non me ne voglia Sofocle... non ho ben capito cosa dovrei ribaltare della mia storia, il mio parallelismo è  abbastanza semplice (e poco filologicamente fondato, lo ammetto...): Edipo è tragicamente inconsapevole di quel che sta dicendo e che si realizzerà in modo completamente inaspettato, così come serenamente ignaro è il personaggio maschile, che non si rende conto di quel che dice, perché non sa quel che davvero prova lei, non l'ha mai capito davvero, se l'avesse capito se ne starebbe stato zitto. Anche se è sincero e dice la verità, non capisce. Come Edipo del resto: promette che punirà il colpevole, ma non sa che il colpevole è lui. Nemmeno Edipo capisce cosa stia davvero succedendo.
La differenza semmai è che alla fine Edipo si acceca, il tizio tranquillo e serafico no, semmai rischia di finire male lei, se continua così... Wink
Grazie del passaggio... Bye

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Ironia tragica Empty Re: Ironia tragica

Messaggio Da Ospite Lun Mag 10, 2021 8:36 am

Buongiorno Dafne. Sì il parallelismo è evidente. Devo spiegarmi meglio, ma non senza prima rimarcare che si tratta solo di un punto di vista. La bellezza di questo mito è universale. L'ho vista ingabbiata in una storia troppo "locale", se mi passi il termine. In questo senso parlavo di una piccola perla dispersa. Forse non è arrivato come doveva, ma il complimento nascosto in queste parole voleva anche rappresentare un invito a proseguire su questa strada in trame di più ampio respiro.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Ironia tragica Empty Re: Ironia tragica

Messaggio Da Ospite Lun Mag 10, 2021 11:54 am

Si certo, ho capito, e davvero ti ringrazio dell'apprezzamento. E condivido la critica, povero Edipo. Se vuoi il mio era anche un confronto ironico, si licet parva... Con quanto segue... Per quanto riguarda opere di maggior respiro... Per carità, di Sofocle ce n'è già stato uno... Wink Baci baci.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Ironia tragica Empty Re: Ironia tragica

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.