Different Tales
Benvenuto su Different Tales
Prima di interagire leggi qui https://www.differentales.org/t1-regolamento-del-forum
Se hai già letto e compreso il regolamento è fantastico, nondimeno questo avviso apparirà per il resto dei tuoi giorni, e se non accedi ti apparirà in sogno.
Poi non dire che non ti avevamo avvisato.

Unisciti al forum, è facile e veloce

Different Tales
Benvenuto su Different Tales
Prima di interagire leggi qui https://www.differentales.org/t1-regolamento-del-forum
Se hai già letto e compreso il regolamento è fantastico, nondimeno questo avviso apparirà per il resto dei tuoi giorni, e se non accedi ti apparirà in sogno.
Poi non dire che non ti avevamo avvisato.
Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il forum di scrittura creativa che cercavi


Non sei connesso Connettiti o registrati

Caos (scusate)

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1Caos (scusate) Empty Caos (scusate) Sab Mar 20, 2021 2:06 pm

Miketool

Miketool
Viandante
Viandante
Vorrei iniziare con una premessa.
Questa è la prima cosa che posto dopo le presentazioni e non avevo minimamente idea di dove metterla. Mi sembra tutto e niente, quindi chiedo a voi anche un aiuto nel capire cos'è. Grazie a chi risponderà  Caos (scusate) 1f600 

__

Caos

Cancella le corde vocali.
Eliminale dalla faccia della terra.
Strappamele fortemente
in modo che io possa sentire il mutamento.
Ho bisogno di sentirlo.
Tutti l'abbiamo.
Tutti dobbiamo.
Cancella la scrittura.
Viaggia fino in Mesopotamia
e distribuisci droga ai suoi abitanti.
Sballali.
Rendili innocui.
Ferma sul nascere.
Fai sì che io non debba scrivere queste parole.
Eliminale,
le parole.
Voglio il caos,
il caos totale.
Perché il caos rende chiaro.
Isola.
Gratta via le pupille dal bulbo,
sfogliane la retina,
sclera
e regalali ai ciechi.
Così che possano capire quanto sia sciocco il mondo.
Così che possano raccontarci com'è davvero
il mondo.
Non a parole.
Quelle non esistono più, sciocco!
Ti toccherà dolcemente il centro del petto.
Allora capirai...
forse.
La maggior parte di noi capirà...
penso.
E vedranno il tuo viso triste,
che ti porti dietro da anni,
cambiare.
Scorgeranno ogni lineamento,
ogni fossetta,
ogni ruga.
Con attenzione.
Riempiranno i vuoti col tatto.
Toccheranno quel sorriso
e proveranno una gioia incontrollabile.
A quel punto gli esseri umani saranno costretti a spaventarsi.
Perché si sa,
tirar fuori l'anima fa paura.
Ancor di più toccarla a qualcun altro.
Ma crealo,
ti prego.
È la mia anima a chiederlo,
concedile questa libertà.
Falle vedere il mondo.
Falle vedere la vita.
Falle capire quanto sia sempre stata fortunata.

2Caos (scusate) Empty Re: Caos (scusate) Sab Mar 20, 2021 2:14 pm

Martin Della Cappa

Martin Della Cappa
Padawan
Padawan
A essere sincero, questa mi pare più una poesia a verso libero, più precisamente uno sfogo poetico di un'anima tormentata e desiderosa di raggiungere la verità tramite il caos. Sotto questo aspetto, è un componimento che non mi dispiace affatto, sopratutto perché lo struggimento di chi la scrive è ben reso, e l'immagine dei Mesopotamici drogati molto originale (e divertente; chissà se già allora la gente cerva lo sballo). In ogni caso, questa tua opera mi è piaciuta.

3Caos (scusate) Empty Re: Caos (scusate) Sab Mar 20, 2021 3:04 pm

Resdei

Resdei
Padawan
Padawan
Ciao Miketool, credo sia questo il posto giusto per il tuo Caos , ma io non sono molto affidabile. 😁
Detto ciò mi è piaciuto questo tuo vortice di pensieri, un ordinato disordine di sensazioni, stati d'animo. Un caos da cui è necessario uscire per liberare l'anima.

4Caos (scusate) Empty Re: Caos (scusate) Dom Mar 21, 2021 7:18 pm

Giancarlo Gravili

Giancarlo Gravili
Younglings
Younglings
Necessità di essere trasfigurata all'esterno attraverso la scrittura... Questa è la vera propensione dell'anima, cioè di quella necessità dell'io interiore d'essere compreso e in questi versi è l'uomo che cerca se stesso nel caos del mondo che non cerca l'uomo. Ritmo e stile quasi legato al futurismo con immagini forti staccate dell'andamento del senso poetico che proprio in questo ossimoro trovano posto come una pennellata surreale che chiude il concetto di libertà e vera vita che sottende l'intero messaggio espresso. Stile da apprezzare e gradimento dello stesso, ciao e alla prossima.


______________________________________________________
Le domande non sono mai invadenti, a volte lo sono le risposte...

5Caos (scusate) Empty Re: Caos (scusate) Mar Mar 23, 2021 7:34 am

Petunia

Petunia
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi
Una sorta di preghiera, un grido liberatorio,  una denuncia.
Mi è piaciuta questa sequela di fotogrammi  a volte rabbiosi, a tratti disincantati . Ho immaginato una specie di San Giovanni che grida nel deserto. Nel nostro attuale deserto. Un’anima perduta che vuole ritrovare la sua integrità e  la luce.

6Caos (scusate) Empty Re: Caos (scusate) Mer Mar 24, 2021 11:49 am

vivonic

vivonic
Admin
Vuoi un aiuto nel capire cos'è, ma lo sai già: è caos. Caos interiore, che emerge prepotente ed esplode nel giusto climax.
Sai, io toglierei tutti quei punti finali. In fin dei conti, se fosse una prosa avrebbero il loro senso di esistere, ma in una poesia ci sono gli a capo che servono allo scopo. Ecco, s: rivedrei la punteggiatura, perché poi il ritmo poetico ce l'ha già di suo.
Credo che quello che emerge dalle parole si sposi perfettamente con la forma visiva che gli hai dato, quindi direi che il lavoro è più che riuscito.
Non ho capito una cosa: il titolo è "Caos (scusate)"? Davvero è originalissimo. Come se il poeta chiedesse scusa al lettore per il caos interiore che esterna e, una volta fatto, questo non sia più suo ma appartenga a tutti coloro i quali hanno interagito con dette parole.
Wow!


______________________________________________________
Un giorno tornerò, e avrò le idee più chiare.

Contenuto sponsorizzato


Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.