Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il forum di scrittura creativa che cercavi

Ultimi argomenti attivi
EVENTI DT
DIFFERENT ROOMS 7 - L'ANTICAMERA
Il settimo step è partito!
C'è tempo fino al 31 Maggio per commentare tutti i racconti.

Non sei connesso Connettiti o registrati

Direzione ostinata e contraria

+2
Vittorio Veneto
Dafne
6 partecipanti

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1Direzione ostinata e contraria Empty Direzione ostinata e contraria Ven Gen 15, 2021 10:14 am

Dafne


Younglings
Younglings

DIREZIONE OSTINATA E CONTRARIA
 
Non è  difficile vederti dall’altro lato della strada, mentre  cammini in direzione opposta alla mia: non c’è anima viva in quel momento, né per strada, e neppure sul marciapiede. 
Tu hai rallentato il passo per guardare la vetrina di un negozio chiuso e non mi hai visto, ma io mi fermo,  appoggio a terra la borsa della spesa e quando ti giri ti  saluto facendoti un cenno con la mano.
Mi vedi subito e attraversi la strada per raggiungermi e  io  arretro istintivamente di qualche passo nel vederti arrivare: mantenere le distanze con te è una regola che seguo da decenni, perché tu per me sei sempre troppo vicino, troppo dentro.
Meglio che io ti stia un po’ lontana, almeno fisicamente: questo periodo aiuta.
Ti abbassi la mascherina e mi sorridi, lo faccio anche io e ti dico: “Caspita ma che mascherina professionale, l’hai trovata al mercato nero?”
“Da ieri è obbligatoria, ce la danno quando entriamo in ufficio, anzi dobbiamo prenderla e firmare in portineria.”
Me lo immaginavo che stessi andando al lavoro anche in questi giorni di chiusura totale, lo so che ti rintani volentieri al terzo piano, anche quando non ci sono pandemie in atto, figuriamoci adesso quanto te la godi. Del resto hai la borsa portadocumenti a tracolla, è quasi ora di cena e siamo a metà strada dalla Prefettura, casa mia e casa tua, facile capire la tua traiettoria. Anche la mia: uguale e contraria alla tua e a te.
“Ah, credevo che anche i vostri uffici fossero chiusi.”
“Infatti sono chiusi al pubblico, ma qualcuno deve pur tenere aperto per il lavoro ordinario e le emergenze, e io sono, tra i colleghi della mia sezione, quello che abita più vicino.
“Incorreggibile stakanovista come al solito, o punti al mezzo busto in bronzo nel cortile della Prefettura?”
Ridi, “No mi basta come premio la possibilità di evitare per tutto il giorno, sei giorni su sette, la vista dell’adolescente che si trascina ciondolando da una stanza all’altra della casa.”
“Immaginavo, e ti invidio ferocemente: io l’adolescente che ciondola e cerca la rissa, me lo devo sopportare h24: una delle gioie collaterali dello smart working, ma… pensi di allagare il terzo piano e organizzare  una solitaria battaglia navale?”
“No, ma se porto delle mazze da golf posso fare una partita con lanci eccellenti, può andare anche un monopattino, ma non saprei dove comprarlo in questo momento.”
“Se vuoi ti presto i pattini a rotelle che usavo per schettinare in tangenziale nel 74, durante le domeniche dell’austerità, dovrebbero essere ancora da qualche parte nella cantina dei miei.”
“Sì anche io li avevo e li usavo in tangenziale in quelle  domeniche, si inchiodavano in ogni momento e ho fatto di quei voli…e a pensarci, deve essere stata  l’ultima che ho visto le strade deserte come questa, a quest’ora.”
Passa un tuo collega dall’altro lato della strada, ti saluta e quasi me lo presenti, ma tra distanziamenti e mascherine d’ordinanza, non è il momento migliore per socializzare con i Dirigenti del capoluogo.
Peccato, perché quel tizio l’ho sentito parlare a più convegni, mi sarebbe piaciuto conoscerlo.
Magari per la prossima pandemia organizzi meglio le presentazioni.
Chiacchieriamo ancora per qualche minuto e non lo so nemmeno di cosa ti sto parlando di preciso: sono sempre troppe le cose che ti devo dire, e troppo poco il tempo a disposizione, dunque dico a caso quello che mi viene in mente, tanto è già ora di tornare a casa e preparare la cena, e anche tu sei di corsa, perché Laura ti sta aspettando con il tappetino srotolato in sala, per la ginnastica online.
Giusto: è giovedì, il giorno della ginnastica, e mi dici che è importante mantenere gli stessi orari delle lezioni in presenza. Ma certo, lo so che sei un abitudinario pignolo, monotono e vagamente patologico.
E io sono peggio di te:  mi piacciono sempre le stesse cose, le stesse persone. Purtroppo.
Ti saluto portandomi alle labbra la mano per un bacio da lontano, come una dama dell’Ottocento in versione pandemica, con la mano inguainata in un guanto di lattice, e tu mi sorridi e fai la stessa cosa: ti porti la mano alle labbra e poi accompagni il bacio muovendo le dita nell’aria, come a spostarlo verso di me.
Mi riaggiusto la mascherina sulla bocca, a protezione da virus e baci aerei e il sole che tramonta lento sui binari silenziosi mi accompagna a casa, in direzione ostinata e contraria a te.

2Direzione ostinata e contraria Empty Re: Direzione ostinata e contraria Ven Gen 15, 2021 10:16 am

Dafne


Younglings
Younglings

Be', tutto sommato anche questo non mi dispiace, ma è il quarto... Capo... se ho ecceduto e me ne vuoi toglierne uno a caso, fai pure...  Smile

3Direzione ostinata e contraria Empty Re: Direzione ostinata e contraria Mar Gen 19, 2021 9:15 pm

Vittorio Veneto

Vittorio Veneto
Younglings
Younglings

Si ride amaro perché molto realistico. La pandemia almeno aiuta mantenere le distanze!

4Direzione ostinata e contraria Empty Re: Direzione ostinata e contraria Mar Gen 19, 2021 10:21 pm

Dafne


Younglings
Younglings

Ciao Vittorio... Grazie del passaggio! Smile

5Direzione ostinata e contraria Empty Re: Direzione ostinata e contraria Mer Dic 15, 2021 5:00 pm

Susanna

Susanna
Maestro Jedi
Maestro Jedi

Un racconto strano, triste, con dei personaggi “ingessati” nelle loro posizioni; che dice di occasioni volutamente non sviluppate, di un piccolo passo che potrebbe portare nella stessa direzione, ma che rimane ancorato al marciapiede. Dice anche di passi camminati nella stessa direzione per qualche tempo, prima che qualche difficoltà li abbia allontanati, lasciando la malinconia di momenti condivisi pur nelle difficoltà.
È un racconto che mi ha lasciato una sensazione di sospensione, di elastico tirato che impedisce di lasciarsi andare: per non soffrire più, per non far soffrire, per punirsi di qualcosa? Perché quello che c’era stato tra di loro era stato troppo intenso, troppo impegnativo e avevano deciso fosse meglio chiudere?
È un racconto, a mio parere, dalle tante interpretazioni, magari tutte plausibili, quasi on demand in base allo stato d’animo di chi legge: oggi è così, magari un’altra lettura e arriva un’altra interpretazione. Non mi dispiace.
Lo stile mi piace, hai parlato in prima persona – spesso abbiamo scritto di quanto sia complesso -  per cui ci stanno frasi anche lunghe, che racchiudono quei pensieri che nella mente durano un secondo, sono sensazioni più che altro, ma poi districarli necessita di tante parole.
 
 Ti faccio alcune piccole note, che valuterai tu se accettare o meno:


Caspita ma che  dopo caspita ci leggo bene una virgola
anzi dobbiamo prenderla in portineria e firmare in portineria.” mi sembra suoni più logicamente: prima prendo e poi firmo
Del resto, hai la borsa portadocumenti  dopo resto metterei una virgola
Ridi,: “No...  al posto della virgola, userei il due punti, essendoci un dialogo
nel 74  di solito si usa ’74 e austerità lo sostituirei con austerity, termine più legato a quel periodo particolare, più che all’austerità come stile di vita continuo e perpetuato nel tempo (magari, avremmo imparato ad apprezzare di più tante cose)
voli…e  dopo i puntini, uno spazio.


______________________________________________________
"Quindi sappiatelo, e consideratemi pure presuntuoso, ma io non scrivo per voi. Scrivo per me e, al limite, per un'altra persona che può capire. Spero di conoscerla un giorno… G. Laquaniti"

6Direzione ostinata e contraria Empty Re: Direzione ostinata e contraria Sab Dic 18, 2021 8:43 pm

Dafne


Younglings
Younglings

Grazie delle correzioni Susanna, sulla punteggiatura potrei passarci la vita a correggere... raramente riesco a metterla perfettamente, soprattutto quando i brani sono così introspettivi, o semplicemente io sono sempre più distratta...
Mi fa piacere che tu colga diverse interpretazioni che si possono dare a questa non-storia, era esattamente quello che volevo fare: un frammento di vita concluso in sé, ma aperto a svariate interpretazioni, a seconda del momento, dell'umore, e della storia di chi legge...
troppa roba per poche righe vero? Wink 
Comunque grazie del passaggio, sei sempre una lettrice attentissima... smack. Smile

7Direzione ostinata e contraria Empty Re: Direzione ostinata e contraria Sab Dic 18, 2021 9:28 pm

Susanna

Susanna
Maestro Jedi
Maestro Jedi

Dafne ha scritto:troppa roba per poche righe vero? Wink 
Comunque grazie del passaggio, sei sempre una lettrice attentissima... smack. Smile
No, è un racconto introspettivo quindi, come capita nella realtà, in pochi secondi o un battito di ciglia ci stanno racchiuse tantissime sensazioni, ricordi improvissi. A volte le poche righe devono bastare altrimenti quello che vuoi dire scappa. Lo devi chiudere velocemente.
Per la punteggiatura... è subdola, pensi di conoscerla e ha sempre un'altra faccia. Io ho lottato per tanto tempo con i puntini di sospensione: abbiamo raggiunto un'onorevole tregua Direzione ostinata e contraria 636947383


______________________________________________________
"Quindi sappiatelo, e consideratemi pure presuntuoso, ma io non scrivo per voi. Scrivo per me e, al limite, per un'altra persona che può capire. Spero di conoscerla un giorno… G. Laquaniti"

8Direzione ostinata e contraria Empty Re: Direzione ostinata e contraria Sab Dic 18, 2021 9:48 pm

Dafne


Younglings
Younglings

Io ho deciso che la punteggiatura è una questione di punti di vista... ma non dirlo ai miei studenti... Wink

9Direzione ostinata e contraria Empty Re: Direzione ostinata e contraria Gio Feb 17, 2022 8:55 am

Petunia

Petunia
Moderatore
Moderatore

Ciao  @Dafne
sai che c’è? Avevo tralasciato la lettura di questo racconto perché il solo leggere la parola pandemia mi dava uggia. E invece, letto oggi che il peggio appare scongiurato e si pregusta un’aria di normalità, questa chicca mi ha proprio soddisfatta. Rimarrà un bel racconto storico e carico di quella speciale tensione tra i personaggi che ritrovo sempre nei tuoi scritti. Ci sono descrizioni semplici ed efficaci nelle quali ci si può riconoscere (o almeno a me fa questo piacevole effetto). C’è tutto il buono che può offrire lo scrivere di cose che si conoscono bene, senza ricerca di stupire con effetti speciali e la genuina sensazione di sentimenti mai del tutto sopiti nei confronti di una vecchia fiamma (?).
Complimenti.


______________________________________________________
C’è qualcosa di delizioso nello scrivere le prime parole di una storia. Non sai mai dove ti porteranno.
(Beatrix Potter)

10Direzione ostinata e contraria Empty Re: Direzione ostinata e contraria Gio Feb 17, 2022 10:18 am

Dafne


Younglings
Younglings

Grazie Petunia, mi fa molto piacere che lo scritto ti sia piaciuto. Smack
P.S, una curiosità: dove hai letto la parola Pandemia prima di leggere il racconto? non mi pare sia nel titolo o nelle prime righe... anzi credon proprio che la pandemia non sia nemmeno nominata, se non nell'aggettivo pandemico alla fine del racconto... in effetti non voleva affatto essere un racconto sulla pandemia... baci baci...

11Direzione ostinata e contraria Empty Re: Direzione ostinata e contraria Gio Feb 17, 2022 10:24 am

Petunia

Petunia
Moderatore
Moderatore

Dafne ha scritto:Grazie Petunia, mi fa molto piacere che lo scritto ti sia piaciuto. Smack
P.S, una curiosità: dove hai letto la parola Pandemia prima di leggere il racconto? non mi pare sia nel titolo o nelle prime righe... anzi credon proprio che la pandemia non sia nemmeno nominata, se non nell'aggettivo pandemico alla fine del racconto... in effetti non voleva affatto essere un racconto sulla pandemia... baci baci...
mi è subito saltata all’occhio la mascherina… è una parola che buca lo schermo!🌼😜


______________________________________________________
C’è qualcosa di delizioso nello scrivere le prime parole di una storia. Non sai mai dove ti porteranno.
(Beatrix Potter)

12Direzione ostinata e contraria Empty Re: Direzione ostinata e contraria Gio Feb 17, 2022 11:48 am

tommybe

tommybe
Padawan
Padawan

Lotta continua o amore continuo?
Sembra il simbolo di un vecchio partito, il primo.
Sembra più vero e razionale il secondo.
Scene di vita quotidiana, senza grandi sentimentalismi appaiono comunque imbevute di medicina romantica.

13Direzione ostinata e contraria Empty Re: Direzione ostinata e contraria Gio Feb 17, 2022 5:23 pm

Dafne


Younglings
Younglings

Grazie Tom, mi piace la tua alternativa tra lotta continua e amore continuo...
ma direi che non è nemmeno un'alternativa, piuttosto una logica conseguenza l'una dell'altro: l'amore continuo è una lotta continua, soprattutto se negato, no? Wink 
Bye!

14Direzione ostinata e contraria Empty Re: Direzione ostinata e contraria Mer Mar 16, 2022 10:00 am

Mac

Mac
Padawan
Padawan

Ciao Dafne,
il tuo racconto mi piace, seppur corto lascia trasparire una storia e un periodo difficile come la Pandemia.
Ti segnalo due sottigliezze: 
“Infatti sono chiusi al pubblico, ma qualcuno deve pur tenere aperto per il lavoro ordinario e le emergenze, e io sono, tra i colleghi della mia sezione, quello che abita più vicino. - mancano le virgolette di chiusura.
le strade deserte come questa, a quest’ora - questa frase suona un po' cacofonica.

il sole che tramonta lento sui binari silenziosi  - dei binari non ne facevi cenno prima. Subito mi è venuta in mente la stazione, ma parli chiaramente di una strada. Poi ho pensato che magari intendevi i binari del tram, ma per me, veronese doc, risulta difficile visto che a Verona non ci sono.

Mi piace molto l'uso della prima persona che in questo caso gioca benissimo.

15Direzione ostinata e contraria Empty Re: Direzione ostinata e contraria Mer Mar 16, 2022 3:56 pm

Dafne


Younglings
Younglings

Grazie Mac, concordo con tutte le critiche, soprattutto sulla conclusione che allude ai binari che non si capisce da che parte vengano... sono quelli del treno, presso la stazione, che la protagonista deve attraversare per tornare a casa, dato che abita al di là della ferrovia, ma non l'ho detto da nessuna parte, dunque, proprio nella conclusione, non ci sono la chiarezza e  l'efficacia necessarie... acc... 
Grazie del passaggio. Smile

Contenuto sponsorizzato



Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.