Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il forum di scrittura creativa che cercavi

EVENTI DT
Il regolamento del concorso natalizio di DT - Natale Bifronte
Con scadenza il 15 dicembre


https://www.differentales.org/e10016676-natale-bifronte

Ultimi argomenti attivi
» i giorni speciali si condividono con persone speciali
Una notte di allo vin nel cimitero EmptyOggi alle 1:13 pm Da Resdei

» L'ombra insensibile
Una notte di allo vin nel cimitero EmptyOggi alle 11:42 am Da Susanna

» SDAT
Una notte di allo vin nel cimitero EmptyOggi alle 11:25 am Da Akimizu

» La stella di Babbo Natale
Una notte di allo vin nel cimitero EmptyOggi alle 1:26 am Da caipiroska

» Carso
Una notte di allo vin nel cimitero EmptyIeri alle 8:07 pm Da tommybe

» polvere grigia
Una notte di allo vin nel cimitero EmptyIeri alle 7:19 pm Da FraFree

» Natale Bifronte - Apertura Area di Voto
Una notte di allo vin nel cimitero EmptyIeri alle 6:54 pm Da vivonic

» Natale Bifronte
Una notte di allo vin nel cimitero EmptyIeri alle 12:04 pm Da The Raven

» L'uomo che abitava alla fine del bosco
Una notte di allo vin nel cimitero EmptyIeri alle 12:21 am Da caipiroska


Non sei connesso Connettiti o registrati

Una notte di allo vin nel cimitero

5 partecipanti

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1Una notte di allo vin nel cimitero Empty Una notte di allo vin nel cimitero Sab Ago 21, 2021 5:15 pm

Giancarlo Gravili

Giancarlo Gravili
Padawan
Padawan

https://www.differentales.org/t960-presente:

 Una notte di allo vin al cimitero

Era la notte della notte di allo vin e gli zombi uscivano dalle tombe a fare due zombi perché erano solo due che il cimitero era piccolo e poi non è che ce ne fossero molti di morti che pure il paese era piccolo abbastanza.
I lupi inseguivano i pupi ululando alla luna mentre essi mangiavano caramelle al petrolio balsamico.
Un serpente boa segnava l’ingresso al porto mentre un cobra con gli occhiali era in fila alla usl per una visita di controllo ma era stupido assai perché era notte e gli ambulatori erano chiusi.
La notte insomma era così buia che non si vedeva una mazza e pareva proprio adatta a un film horror in cui due zombi uscivano dalla tomba e sequestravano il custode del cimitero e, dopo averlo legato alla sedia, lo spogliavano e gli facevano il solletico ai piedi con una penna di struzzo.
«Ma voi siete due veri struzzi, che mo due zombi fanno solo il solletico? Ma non li vedete i film orrorifici?»
«Zitto, custode del cimitero che c’è scritto fuori che sei custode e che se ci incazziamo ti sbrindelliamo la pelle che hai attaccata addosso e ci si fa il brodetto con un paio di omeri e due orecchie che noi non ci si mangia da circa trent’anni e poi a te che te frega che sei vittima e che ora ci siamo stufati e ti tagliamo a pezzi, non ci avresti a portata di ossa la forbice da pota? Che ti tagliamo prima le dita dei piedi e...»
«Ma a chi credete di fare paura che io quelli come voi li conosco sin da vivi, tu per esempio che presenti quello zigomo arcigno… in vita non ti chiamavi Gublindo Marculli da tutti conosciuto come il più fesso del paese e tu, che mi guardi con quella testa di teschio, non ti chiamavi Butrino Elemiro? Quello che tutti deridevano additandolo come il più grande cornuto in giro?»
«Senti custode del cimitero ora sei nelle nostre ossa e non fare lo spiritoso se no ti caviamo gli occhi col cucchiaino e ci facciamo il dessert»
«Ma non fatemi ridere, ma non vi siete visti siete due zombi che non zombereste nemmeno davanti a una donna nuda che zomba per voi e poi che cavolo volete fare che non ci avete nemmeno più il pistolino»
«Ah, la metti così? Mo te tagliamo pure il tuo così siamo pari… passami un po’ quella forbice che lo sistemo io sto sbruffone.»
Zac!
«Ecco e ridi ora custode»
«Brutti figli di scheletra, ribadisco che siete due imbecilli»
«Ancora parli? Tagliagli un braccio, anzi no, fagli un piccolo taglietto e poi glielo strappiamo»
Swissssssssssshhhhhhhhhhh, straaaaapppppppppppppp!
«Tanto io sono mancino imbecilli»
«Capperi, allora ti maciulliamo pure l’altro braccio»
Fishhhstrappppppppppppsbrangbeng
«Ecco fatto e ora che te ne pare»
«Resta il fatto che siete due zombi imbecilli»
«Ma allora vuoi proprio soffrire… tagliagli la gamba destra»
Vrrrrrrrrrrrrrrrrstrupstrischhhhhhhhhhhhhhhhhh
«Che fai non ridi più»
«Ma siete proprio due imbecilli, quella era la gamba di legno»
«Scusa ma senza gli occhi non vediamo bene, ma nun te preoccupà mo ti tagliamo pure l’altra gamba»
Aritagllllllllvrrrrrrrsegsprushhhhhhhhhhhhhhhhhhhh
«Cominci a fare schifo caro custode, ma non stai morendo dal dolore?»
«Voi due mi fate solo ridere»
«E allora mo la facciamo finita che ti magnamo tutto a morsi e poi vediamo se ridi più»
Gnam, gnam, cotolett, polpett, arignam, slurp, slurp gnamgnam…
«Ihihihihihih, che bello scheletro pulito pulito caro custode e mo che dici?»
«Dico che voi siete due imbecilli morti e rimorti, ma non vi siete accorti che questa è la sala funeraria e la targhetta appesa all’ingresso è quella col mio nome, io mi chiamo Angelo Custode e sono morto l’altro ieri e il custode del cimitero ci ha appeso la targhetta per non sbagliare nel seppellire»
«Porca urna funeraria imbecille d’un imbecille era meglio che uscivamo dalla tomba a carnevale almeno non facevamo ridere, brutto imbecille e io che te sto sempre a sentire ma li mortacci tui»
«Ma dai non fare così, siamo sempre i due zombi più tremendi del cimitero?»
«No, semo solo du stronzi morti e patentati»


- Non uscite mai di casa in una notte di allo vin, gira gente strana -


______________________________________________________
Le domande non sono mai invadenti, a volte lo sono le risposte...

2Una notte di allo vin nel cimitero Empty Re: Una notte di allo vin nel cimitero Dom Ago 22, 2021 8:37 pm

FraFree

FraFree
Padawan
Padawan

Onde evitare di imbattermi in due zombie imbecilli, la notte di allo vin non andrò in giro. Resterò a casa a guardare un horror film (meglio) con un po' di vin e due tarallucci!
Simpatico.


______________________________________________________
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati. (B. Brecht)

3Una notte di allo vin nel cimitero Empty Re: Una notte di allo vin nel cimitero Sab Nov 20, 2021 12:55 pm

The Raven

The Raven
Admin
Admin

Bello, mi piace questa comicità che sfocia il grottesco. Hai contestualizzato bene la scena, le immagini sono vivide e caratterizzano perfettamente il racconto che incorniciano.
Bello anche il ritmo serrato dei dialoghi, molto "parlati" e poco formali, per questo il risultato è buono. Simpatico anche il colpo di scena finale, che dà la chiave di lettura alle varie vicissitudini precedenti.
Questo genere ti è proprio congeniale, Giancarlo! Mi sono divertito!


______________________________________________________
IN GRAN SILENZIO OGNI PARTIGIANO GUARDAVA QUEL BASTONE SU IN COLLINA.


REACH OUT AND TOUCH FAITH!                                                                                               Sembrano di sognante demoni gli occhi, e i rai
                                                                                         del lume ognor disegnano l’ombra sul pavimento,
né l’alma da quell’ombra lunga sul pavimento
sarà libera mai!
Quel vizio che ti ucciderà
non sarà fumare o bere,
ma è qualcosa che ti porti dentro,
cioè vivere.

4Una notte di allo vin nel cimitero Empty Re: Una notte di allo vin nel cimitero Sab Nov 20, 2021 1:19 pm

Giancarlo Gravili

Giancarlo Gravili
Padawan
Padawan

Ti ringrazio tanto cerco sempre di carpire ogni consiglio e annotazione sulla scrittura per migliorare.


______________________________________________________
Le domande non sono mai invadenti, a volte lo sono le risposte...

5Una notte di allo vin nel cimitero Empty Re: Una notte di allo vin nel cimitero Sab Nov 20, 2021 8:06 pm

tommybe

tommybe
Younglings
Younglings

Mia moglie mi ha preso per matto per come ridevo da solo. Gli zombi che non zombano addosso alle donne perché non hanno il pistolino sono esilaranti.
Sono d'accordo con Raven, questa è la tua cifra. La tua vena migliore. Bravissimo.

6Una notte di allo vin nel cimitero Empty Re: Una notte di allo vin nel cimitero Sab Nov 20, 2021 9:03 pm

Giancarlo Gravili

Giancarlo Gravili
Padawan
Padawan

Un abbraccio Tom


______________________________________________________
Le domande non sono mai invadenti, a volte lo sono le risposte...

7Una notte di allo vin nel cimitero Empty Re: Una notte di allo vin nel cimitero Sab Nov 20, 2021 9:17 pm

Giancarlo Gravili

Giancarlo Gravili
Padawan
Padawan

A proposito di questo racconto... e pensare che quando sono in Salento spesso passo del tempo nella cappella di famiglia al cimitero e poi gironzolo un po' tra i loculi trovando i defunti che conoscevo e che oramai rappresentano nella mia memoria quel paese che frequentavo da bambino.
E pensare cosa? Già... capitò di portare davanti all'ingresso della cappella un paio di palmette piccole in vaso e poi di fare una foto. Nella foto venivano i due vasi in fianco e al centro la porta a vetro d'ingresso alla cappella. Beh, quando guardammo la foto rimanemmo immobili: dietro la porta di vetro c'era la figura di un bambino con gli occhi pieni di sangue e vi giuro che non era bella a vedersi e creava uno stato di timore assurdo. Cancellammo la foto...
Ricordo anche l'usanza del custode che chiedeva alcol e borotalco quando s'esumava un defunto a carico del parentado. Il tutto serviva per pulire le ossa...
Però in tal caso il custode puliva le tasche del parente e pensate un po' se ci avevi uno zio delle dimensioni d'un triceratopo... meglio una cugina molto topa e poco topo.
Ecco a volte dalla realtà si trae il meglio della comicità.


______________________________________________________
Le domande non sono mai invadenti, a volte lo sono le risposte...

8Una notte di allo vin nel cimitero Empty Re: Una notte di allo vin nel cimitero Sab Nov 20, 2021 10:31 pm

paluca66

paluca66
Padawan
Padawan

Questo racconto è un piccolo gioiellino di comicità ben riuscita; sebbene a tre quarti del racconto si intuisce che quello che stanno sezionando non sarà il vero custode, pure la trovata di chiamare il defunto "Angelo Custode" è valore aggiunto alla già ben riuscita storiella.
Comunque quello che ho trovato davvero straordinario è l'utilizzo dei suoni onomatopeici di tua invenzione:
Gnam, gnam, cotolett, polpett, arignam, slurp, slurp gnamgnam…
vale da solo il prezzo del biglietto come si dice in gergo.

Contenuto sponsorizzato



Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.