Different Tales
Benvenuto su Different Tales
Prima di interagire leggi qui https://www.differentales.org/t1-regolamento-del-forum
Se hai già letto e compreso il regolamento è fantastico, nondimeno questo avviso apparirà per il resto dei tuoi giorni, e se non accedi ti apparirà in sogno.
Poi non dire che non ti avevamo avvisato.

Unisciti al forum, è facile e veloce

Different Tales
Benvenuto su Different Tales
Prima di interagire leggi qui https://www.differentales.org/t1-regolamento-del-forum
Se hai già letto e compreso il regolamento è fantastico, nondimeno questo avviso apparirà per il resto dei tuoi giorni, e se non accedi ti apparirà in sogno.
Poi non dire che non ti avevamo avvisato.
Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il forum di scrittura creativa che cercavi


Non sei connesso Connettiti o registrati

Il nascituro morituro

4 partecipanti

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1Il nascituro morituro Empty Il nascituro morituro Mer Lug 21, 2021 9:45 am

Giancarlo Gravili

Giancarlo Gravili
Padawan
Padawan
https:

 Il nascituro… Parte Prima


Nacqui su uno scoglio.
dissero di me che ero uno scoglio nato.
La cosa non mi garbò.
Allora decisi di rinascermi in un club, il famoso “Rintro”.
All’inizio fu tutto ok,
poi si sparse la voce che ero un Rintro nato.
La cosa non mi garbò.
Decisi allora di ri rinascermi in un villaggio popolato da genti Imbra.
Tutto bello finché un giorno qualcuno disse che ero un Imbra nato.
La cosa non mi garbò.
Mi prodigai per questo di ri ri rinascere e lo feci in una famiglia benestante americana che di cognome faceva Dan.
Ebbi tanti giocattoli ma poi… si disse che ero un Dan nato.
La cosa non mi garbò.
Incazzato un pochetto decisi di ri ri ri rinascermi e lo feci in un posto all’aperto pieno di luci.
Stupenda esperienza ma quando crebbi mi sentì dire che ero un al luci nato.
La cosa non mi garbò.
Decisi per l’ennesima volta di ri ri ri ri nascermi ma questa volta volli farlo nel passato.
Esperienza da provare ma col passare degli anni mi dissero che ero un ante nato.
La cosa non mi garbò.
Stufo provai nuove soluzioni e decisi di ri ri ri ri ri rinascermi su un vascello a vele…
Ecco finalmente mi sentivo a posto… fino a quando non si disse che ero un a vele nato.
La cosa non mi garbò.
Uralndo come un pazzo mi ri ri ri ri ri ri rinacqui su internet ma mi riconobbero e mi dettero subito il ban, ecco così si disse che ero un ban nato.
La cosa non mi garbò.
Esasperato mi ri ri ri ri ri ri ri rinacqui e lo feci spontaneamente in barca, tutto bene ma poi mi resi conto da solo e dissi che ero un barca me nato.
La cosa non mi garbò.
Mi imposi allora di ri ri ri ri ri ri ri rinascere e di dire: “a me basto”.
Fu così ma per l’ennesima volta ripensandoci capii che ero un basto nato.
La cosa non mi garbò.
Presi l’ultima decisione e mi catapultai per la nascita in un posto buffo.
Almeno sarà divertente pensai.
Ma come sempre s’arrivò a dire che ero un buffo nato.
La cosa non mi garbò.
Senza più indugiare mi nacqui veramente male con un aspetto da bullo.
Quando crebbi mi dissero che ero un bullo nato.
La cosa mi garbò, mandai tutti a fanculo e mi tenni il bullo.
E che cazzolo!


Il morituro… Parte seconda


Dopo una vita da bullo decisi che era ora di andarmene.
Presi cosi un paio di sci e mi lanciai sulla neve a rotta di collo per un dirupo di montagna.
Mi ruppi tre costole e si disse che ero uno sci munito.
La cosa non mi garbò.
Decisi per questo di partire con un mio amico del Sudafrica di nome Rimbab verso la fine del mondo.
L’avventura fu interessante ma qualcuno disse che ero un Rimbab ito.
La cosa non mi garbò.
Per andare via allora mi accodai a un tipo molto stran in partenza per il Polo Nord.
Molto freddo e si disse che ero uno stran ito.
La cosa non mi garbò.
Decisi perciò di recarmi in Norvegia nella città di Abort.
Che clima bello per andarsene, ma qualcuno mi disse che ero un Abort ito.
La cosa non mi garbò.
Tagliai corto e mi diressi nella citta di Abbrustol e appena vi entrai gridarono che ero un Abbrustol ito.
La cosa non mi garbò.
Cambiai direzione e provai nel paese di Aggobb ma lì non feci in tempo a metter piede che dissero che ero un Aggobb ito.
La cosa non mi garbò.
Non contento deviai per il Marocco verso la città di Allocch, tutto andava per il meglio quando
mi notarono e mi dissero che ero un Allocch ito.
La cosa non mi garbò.
Decisi a malincuore di andarmene a legger un po’.
Un tale passando mi urlò che ero un al legger ito.
La cosa non mi garbò.
Non sapendo più che pesci prendere mi recai nella vicina città di Ammans e mi sedetti al tavolo di un locale.
Mi riconobbero e mi dissero che ero un Ammans ito ed ebbero ragione.
Non avevo più nervo dentro e sconsolato tentai la fortuna nella città di Ammuson.
Tutto sembrava andare per il meglio ma qualcuno s’accorse che ero Ammuson ito.
La cosa non mi garbò.
Lasciai tutto e tornai indietro dirigendomi alla rovine della citta di Anner nel deserto.
Appena mi notò il custode mi disse che ero un Anner ito e aveva ragione visto il percorso attraverso il deserto.
La cosa non mi garbò.
Persa ogni speranza scaricai una appe di santi per sperare… sul display dello smartphone mi uscì scritto che ero un appe sant ito e anche stavolta era vero.
La cosa non mi garbò.
Gettai via l’apparecchiatura e a piedi entrai in un negozio “Ard” e non appena oltrepassai la soglia il commesso mi disse che ero un ard ito.
La cosa quasi quasi mi garbò ma poi riflettendoci non mi garbò più.
Confuso dagli eventi presi un volo per l’Irlanda e prenotai una stanza in un albergo di Ruggin.
Posate le valigie il facchino mi disse che ero a Ruggin ito.
La cosa non mi garbò per niente.
Mollai tutto e senza alcuno orpello tentai di noleggiare un auto e non sapendo la lingua mi espressi a gesti.
Il gestore dell’attività mi guardò e mi disse che ero un auto gest ito.
Aveva indubbiamente ragione e forse la cosa poteva garbarmi.
Ma ero autolesionista e la cosa non me la feci garbare.
Per sollevarmi d’umore chiamai degli amici e fondai una band.
Dopo il primo album pubblicato si disse che ero un band ito.
E allora capii che la cosa mi garbava assai.
E che cazzolo non si può sempre essere un ito…


«Ah, dimenticavo la marca da boll sul racconto, altrimenti non è legale…
Ma accidenti così si dirà che ero un boll ito...»



Ultima modifica di Giancarlo Gravili il Mer Lug 21, 2021 5:25 pm - modificato 1 volta.


______________________________________________________
Le domande non sono mai invadenti, a volte lo sono le risposte...

2Il nascituro morituro Empty Re: Il nascituro morituro Mer Lug 21, 2021 4:05 pm

Petunia

Petunia
Moderatore
Moderatore
Grazie 🙏🏻 Gian per avermi allegger ita 😂😂😂
Col ritmo suadente di questa specie di filastrocca che la dice lunga sul tuo estro. Mi sono divertita un bel po’
Bravissimo


______________________________________________________
Dodici voci si alzarono furiose, e tutte erano simili. Non c’era da chiedersi ora che cosa fosse successo al viso dei maiali. Le creature di fuori guardavano dal maiale all’uomo, dall’uomo al maiale e ancora dal maiale all’uomo, ma già era loro impossibile distinguere fra i due. (George Orwell)

3Il nascituro morituro Empty Re: Il nascituro morituro Gio Lug 22, 2021 12:23 pm

Giancarlo Gravili

Giancarlo Gravili
Padawan
Padawan
Grazie a te Pet!


______________________________________________________
Le domande non sono mai invadenti, a volte lo sono le risposte...

4Il nascituro morituro Empty Re: Il nascituro morituro Dom Lug 25, 2021 9:04 pm

Arunachala

Arunachala
Admin
Admin
beh, fantasia e giochi di parole non ti mancano di certo.
simpatica storiella che, sottilmente, fa pensare


______________________________________________________
L'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente

Il nascituro morituro Namaste

Non si può toccare l'alba se non si sono percorsi i sentieri della notte.

Kahlil Gibran

5Il nascituro morituro Empty Re: Il nascituro morituro Lun Lug 26, 2021 5:33 pm

Susanna

Susanna
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi
Il mio unico neurone ti fa tanti compli menti: è contento di essere arri vato alla fine sano e salvo, nonchè molto diver tito. Grande "come ti chiami non me lo ricordo è un nome corto ma mi sfugge", non deludi mai.
Sus anna


______________________________________________________
"Quindi sappiatelo, e consideratemi pure presuntuoso, ma io non scrivo per voi. Scrivo per me e, al limite, per un'altra persona che può capire. Spero di conoscerla un giorno… G. Laquaniti"

Contenuto sponsorizzato


Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.