Different Tales
Benvenuto su Different Tales
Prima di interagire leggi qui https://www.differentales.org/t1-regolamento-del-forum
Se hai già letto e compreso il regolamento è fantastico, nondimeno questo avviso apparirà per il resto dei tuoi giorni, e se non accedi ti apparirà in sogno.
Poi non dire che non ti avevamo avvisato.

Unisciti al forum, è facile e veloce

Different Tales
Benvenuto su Different Tales
Prima di interagire leggi qui https://www.differentales.org/t1-regolamento-del-forum
Se hai già letto e compreso il regolamento è fantastico, nondimeno questo avviso apparirà per il resto dei tuoi giorni, e se non accedi ti apparirà in sogno.
Poi non dire che non ti avevamo avvisato.
Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il forum di scrittura creativa che cercavi


Non sei connesso Connettiti o registrati

La salita

+13
Molli Redigano
Achillu
ImaGiraffe
Akimizu
SisypheMalheureux
Resdei
Byron.RN
Danilo Nucci
paluca66
Susanna
Giancarlo Gravili
Petunia
Different Staff
17 partecipanti

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1La salita Empty La salita Lun Giu 07, 2021 8:50 pm

Different Staff

Different Staff
Admin
Admin
“Eccoci qua.”
“Ma dobbiamo proprio prenderla?”
“Cosa?”
“La funivia.”
“Certo che dobbiamo prenderla, Marco e Anna ci aspettano al rifugio per pranzo”.
“E non c’è un modo alternativo per raggiungere il rifugio? Non so, ad esempio in macchina.”
“No, in macchina non si può raggiungere”.
“E a piedi?”
“A piedi sì, ma ci vogliono almeno quattro ore.”
“Quattro ore?”
“Esatto”.
“É tanto”.
“Esatto”.
“Ed è tutta in salita?”
“Certo che è in salita. Il rifugio è a più di duemila metri”.
“Quindi non ci resta che la funivia?”
“Sì, è così. Ma non capisco dove sia il problema.”
“É che non mi fido di questi cosi”.
“Delle funivie”.
“Di tutto quello che si alza da terra”.
“Ma non succede nulla, tranquillo”.
“No,non sono tranquillo. É questo rumore cos’è?”
“Sono le porte che si chiudono. Adesso si parte.”
“É troppo tardi per scendere?.”
“Direi di sì. Ci stiamo già muovendo.”
“Che brutta sensazione.”
“Ma dai! Finiscila!”
“Cazzo! Balla tutto!”
“Non balla nulla, dai! Rilassati! Guarda il panorama!”
“Non voglio guardare il panorama! Voglio scendere! Voglio avere i piedi a terra!”
“Allora pensa al pranzo su al rifugio. Polenta e cervo. Che delizia.”
“Ma come fai a pensare al cibo in un momento del genere?”
“Stiamo andando a mangiare in un rifugio tra i monti. A cosa dovrei pensare se non al panorama e al cibo?”
“Non hai rispetto per la gente che soffre.”
“Ma finiscila di fare il melodrammatico!”
“Cos’è stato?”
“Nulla, non preoccuparti.”
“Voglio sapere cos’era quel rumore!”
“Ma nulla! Siamo passati all’altezza del pilone!”
“Voglio scendere!”
“Non puoi scendere! Calmati e goditi il viaggio.”
“Ma come fai ad essere così tranquillo?”
“Mi vuoi spiegare cosa ti prende?”
“Non mi sento sicuro.”
“Ma guarda che non succede nulla.”
“E io ho paura comunque.”
“É la prima volta che sali su una funivia?”
“Sì.”
“E un aereo?”
“Mai preso.”
“Mai preso?”
“No. Non mi interessa e non ne ho mai avuto bisogno.”
“Ma guarda che è più sicuro di un’automobile.”
“Non mi interessa. Non cominciare anche tu con questa storia!”
“Questa storia è vera.”
“Non ne voglio parlare.”
“Guarda i camosci!”
“Non mi interessa!”
“Guardali laggiù! Che bellini che sono!”
“Non mi interessa!”
“Dai, guarda!”
“Non voglio guardare giù!”
“Hai paura?”
“Non ho paura. Ma non voglio guardare!”
“Soffri di vertigini?”
“Mi vuoi lasciare in pace? Ecco un altro rumore.”
“Sono sempre i piloni.”
“Questa cosa è snervante.”
“Tu sei snervante. Pensa a quante cose ti neghi per questa stupida paura.”
“Non mi nego nulla di importante.”
“Praticamente tutto quello che si trova a più di tre metri di altezza.”
“Appunto, nulla di importante.”
“Viaggi, escursioni. L’ascensore lo prendi?”
“Ci sono le scale.”
“Sei incredibile.”
“Ma cosa te ne frega di quali mezzi voglio o non voglio prendere?”
“Ok, ok. Va bene. Non insisto. Non sta a me convincerti.”
“Ecco, bravo.”
“Che bella giornata. Non c’è una nuvola in cielo.”
“Bene, parliamo del tempo che è meglio.”
“Non mi lasci molte alternative.”
“Ci sono centinaia di argomenti diversi dalla mia paura per l’altezza.”
“Vedi che ammetti di avere paura?”
“Certo che ho paura!”
“E io ti dico che è immotivata.”
“Tu puoi dire quello che vuoi, tanto la situazione non cambia.”
“Non cambia perché tu non vuoi che cambi.”
“Non è così semplice”.
“Sì, vabbè!”
“Cosa vorresti dire?”
“Nulla. Riflettevo.”
“Non è che se tu mi dici di cambiare allora tutto cambia improvvisamente.”
“Non ho detto nulla.”
“Hai detto ‘Sì, vabbè’.”
“E allora?”
“E allora dice tanto.”
“Cosa?”
“Quel tuo ‘Sì, vabbè’”. Dice molto di più di quanto sembri.”
“Senti, sono stufo di questa cosa. Rimani con le tue fobie. Non ne parliamo più.”
“Ecco, bravo.”
“Guarda la stazione di arrivo. Siamo saliti in un attimo.”
“Un attimo? Un viaggio infinito.”
“Pochi secondi e potrai tornare a mettere i piedi sulla terraferma.”
“Dio sia lodato.”
“Come sei patetico.”
“Per favore, non ricominciamo.”
“No no, per l’amor del cielo. Scendiamo da questo coso e pensiamo soltanto a un buon piatto di polenta e cervo.”
“Quando si aprono le porte?”
“Pazienta ancora qualche secondo. Ecco. Contento?”
“Fuori di qui!”
“Mamma mia!”
“Che bella sensazione mettere i piedi su qualcosa di saldo.”
“Non ho parole. Ecco. Il rifugio è da quella parte. Ma dove stai andando?”
“Da questa parte.”
“Ma il rifugio è dall’altra.”
“Non mi interessa. Quattro ore hai detto?”
“Quattro ore per cosa?”
“Per arrivare a piedi al parcheggio.”
“Sì, ma…”
“Allora ti aspetto alla macchina per le quattro. Vedi di non fare tardi.”

2La salita Empty Re: La salita Mar Giu 08, 2021 8:16 am

Petunia

Petunia
Moderatore
Moderatore
Grandioso  [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]! un dialogo ad alta tensione. Semplicemente perfetto. Mio fratello è proprio il tipo che sarebbe tornato a piedi pur di non montare di nuovo sulla funivia. Questo dialogo è di una naturalezza estrema e mi ha fatto rivivere un ricordo di una situazione analoga.
Bravo bravo!


______________________________________________________
Dodici voci si alzarono furiose, e tutte erano simili. Non c’era da chiedersi ora che cosa fosse successo al viso dei maiali. Le creature di fuori guardavano dal maiale all’uomo, dall’uomo al maiale e ancora dal maiale all’uomo, ma già era loro impossibile distinguere fra i due. (George Orwell)

3La salita Empty Re: La salita Mar Giu 08, 2021 9:05 am

Giancarlo Gravili

Giancarlo Gravili
Padawan
Padawan
Un racconto in cui la trama si legge nei dialoghi diretti e tu la vivi in presa diretta con tutti gli scossoni del caso. Tutto ricalca la realtà e chi conosce lo stato d'animo di alcuni che soffrono le altezze ben comprende il pathos che crea tutto il dialogare.
Mamma che tensione e quando finalmente i piedi poggiano sulla salda terra pur di non sentirsi "sospesi"
è preferibile scendere con le proprie gambe e farsi quattro ore di sentiero.
Bravissimo nel trascinarci dentro la funivia e farci vivere tutta la tensione dei personaggi e di cosa vuol dire aver paura dell'altezza e il tutto con estremo coinvolgimento. Perfetto, bravo!


______________________________________________________
Le domande non sono mai invadenti, a volte lo sono le risposte...

4La salita Empty Re: La salita Mar Giu 08, 2021 11:08 am

Susanna

Susanna
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi
Mi sono ritrovata in pieno nel "fifone" di turno. Capita che andiamo in funivia e diciamo che ci vuole un po' prima che mi tanquillizzi, staccando le mani dalle barre (dimmi a cosa ti serve poi artigliarle così), che abbia il coraggio di girarmi sul sedile per ammirare il paesaggio (di solito all'inizio quel che vedo verso la salita) e non parliamo di muoversi, che se la cabina è piccola, dondoleggia.
Praticamente comincio a respirare normalmente quando siamo quasi arrivati. Il ritorno va meglio, ma ad ogni pilone un respiro salta. All'arrivo non bacio la terra ma... la prossima volta meno fisime Susy Ok?
Ovviamente mio marito è perfetto nell'altro personaggio... a volte anche un po' più perfidino.
Fantastico vedersi lì, in questo dialogo così vero!


______________________________________________________
"Quindi sappiatelo, e consideratemi pure presuntuoso, ma io non scrivo per voi. Scrivo per me e, al limite, per un'altra persona che può capire. Spero di conoscerla un giorno… G. Laquaniti"

5La salita Empty Re: La salita Mar Giu 08, 2021 12:41 pm

Ospite


Ospite
La tua abilità, autore, è farci ritrovare quasi tutti nella tua storia.
Io, quando sciavo a Vigo, non saltavo un ritorno a piedi, e coinvolgevo i figli dei miei amici 
in quella mattata faticosissima e lunga fino a Pozza di Fassa, dove eravamo in albergo
Non lo facevo per paura, per continuare il movimento, e non sentirmi grasso di polenta.
Perdonami la divagazione. Il tuo racconto fatto di 'botta e risposta' è molto piacevole e realistico.
Ci tengo a precisare che non è strategia la mia, mi è proprio piaciuto.
Complimenti.

6La salita Empty Re: La salita Mar Giu 08, 2021 2:55 pm

paluca66

paluca66
Padawan
Padawan
“No,non sono tranquillo. É questo rumore cos’è?”
Ti segnalo due sviste in un colpo solo, lo spazio mancante dopo la virgola e la "E" accentata dopo il punto.
E sai perché te le segnalo? perché altrimenti il tuo scritto sarebbe perfetto e come ben sappiamo, la perfezione non è di questo mondo.
P.S.: comunque io adoro i racconti basati sui dialoghi e in questo senso partivi già molto avvantaggiato nel mio giudizio.

7La salita Empty Re: La salita Mar Giu 08, 2021 3:37 pm

Danilo Nucci

Danilo Nucci
Padawan
Padawan

Dialogo fitto, molto naturale e vivo. L’ho trovato quasi teatrale e l’ho immaginato ascoltato alla radio. Sono certo che avrebbe un certo effetto. Pur essendo solo scambio di battute riesce a dare anche un’ottima descrizione di ambiente senza cadere nel didascalico. L’unico piccolo difetto per me è solo l’eccessiva semplicità della storia, ma è comunque una prova più che valida.

8La salita Empty Re: La salita Mar Giu 08, 2021 4:49 pm

Byron.RN

Byron.RN
Padawan
Padawan
Un racconto tutto dialoghi ben eseguito.
Gli scambi risultano molto naturali, semplici e veritieri.
L'unica cosa è che in alcuni punti si ha la sensazione che ci siano delle ripetizioni, delle frasi molto simili ad altre, ma credo che questo sia esclusivamente dovuto alla necessità di raggiungere i 4000 caratteri.
Certo che la paura delle altezze è così, gioca davvero dei brutti scherzi.
Ricordo ancora un volo Rimini-Cancun, in pratica il mio primo vero volo, oltre 11 ore col culo per aria.
Mi rigiravo sulla poltrona di continuo, da una parte all'altra, per delle fitte addominali che non passavano. Poi, appena atterrati, il dolore è scomparso. Fitte nervose?

9La salita Empty Re: La salita Mar Giu 08, 2021 5:46 pm

Resdei

Resdei
Padawan
Padawan
ciao  Char
raccontare una storia con i dialoghi è per me l'impresa piu' ardita.
chi ci riesce, come te, ha tutta la mia ammirazione.
sei davvero bravo.
mi sembra di sentire anche il tono della voce l'ansia che trasmette e
il vano tentativo di rassicurare.

Unica nota: non ho ben capito che rapporto ci sia tra i due, sembrerebbero due amici
di vecchia data.
ma allora com'è possibile che l'uno non conosca le paranoie dell'altro?
per il resto il tuo racconto è una vera delizia

10La salita Empty Re: La salita Mar Giu 08, 2021 7:09 pm

SisypheMalheureux

SisypheMalheureux
Padawan
Padawan
Racconto carino, scorrevole. Non facile l'impresa di costruire tutto sui dialoghi, senza descrizioni né azioni, solo un continuo botta e risposta.Non deve essere stato per nulla semplice arrivare alla quota minima di battute con questo vincolo, ma ce l'hai fatta e hai mantenuto una certa credibilità e genuinità dei dialoghi.
Ti faccio solo notare che hai scritto varie volte "è" con l'accento acuto invece che grave. per il resto bene. 
Mi ha strappato un sorriso, mi viene sempre da sorridere quando penso che c'è chi ha così paura dell'altezza da non prendere un aereo o non salire su un ascensore. Però poi mi ricordo che io sono una di quelle persone che si caga sotto ogni volta che deve fare una TAC o una RM. Quindi a ognuno il suo. Neutral


______________________________________________________
"Stirpe miserabile ed effimera, figlio del caso e della pena, perché mi costringi a dirti ciò che per te è vantaggiosissimo non sentire? 
Il meglio è per te assolutamente irraggiungibile: non essere nato, non essere, essere niente. Ma la cosa in secondo luogo migliore per te è morire presto."

11La salita Empty Re: La salita Mar Giu 08, 2021 8:27 pm

Akimizu

Akimizu
Padawan
Padawan
In linea di principio costruire un testo solo con i dialoghi ha il pregio di avere un ritmo sfrenato e il difetto di far perdere ogni tanto l'attenzione. Ecco, probabilmente avrei tagliato qualche battuta nella parte centrale, perché un po' là mi sono perso, ma per il resto il testo è una bomba. Divertente, certo, perché alla fine di un aneddoto buffo si tratta, ma soprattutto coinvolgente, perché la paura del vuoto è una cosa diffusa, mi ci butto dentro anche io. Qualche refuso, ma sono chiaramente errori di battitura.
Complimenti.

12La salita Empty Re: La salita Mar Giu 08, 2021 9:15 pm

ImaGiraffe

ImaGiraffe
Padawan
Padawan
Char io non ho molto da dirti. Il tuo racconto per me è stato pazzesco. 
Così semplice, così ritmato, così diretto. 
Sinceramente non riesco a trovargli un difetto. Per me è perfetto così. 
Complimenti!
Bravo. Bravo. Bravo.

13La salita Empty Re: La salita Mer Giu 09, 2021 6:03 am

Achillu

Achillu
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi
Ciao Char.

Il racconto dialogato lo frequento con piacere. Ti dico la verità che non mi sarebbe piaciuto trovarmi in cabina con questi due personaggi, temo che mi avrebbero distratto dal panorama. Non è facile vivere con fobie soprattutto quando diventano invalidanti come in questo caso; e proprio perché fobie, spesso le altre persone non ne capiscono il motivo. Il tutto mi sembra ben delineato nel tuo racconto, con due personaggi che rappresentano in modo esemplare le due personalità.
Se proprio devo trovare un difetto, il personaggio non fobico è più appiattito sullo stereotipo mentre al personaggio fobico hai concesso più libertà di espressione.

Grazie e alla prossima.


______________________________________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
https://linktr.ee/Achillu

14La salita Empty Re: La salita Mer Giu 09, 2021 11:01 am

Molli Redigano

Molli Redigano
Padawan
Padawan
A parte altri refusi già segnalati, io ti segnalo questo:


“É che non mi fido di questi cosi”.
“Delle funivie”.



Credo che dopo delle funivie ci vada il ?


Rischioso basare un testo completamente sul dialogo, ma devo dire che il risultato è stato vincente.


Parimenti, hai saputo ben gestire l'ansia di uno dei protagonisti, che a me è arrivata tutta. Poi con la polenta e cervo mi sono distratto, sai com'è. Potrebbe sembrare, a tratti, che ci sia un'esagerazione circa l'enfasi che hai dato sia al personaggio che ha paura sia a quello che lo schernisce. Se è così, a me non ha dato particolarmente fastidio, anzi, mi ha fatto meglio apprezzare il testo insieme alla sua vena ironica.


______________________________________________________
Branzagot senz'onma.

Gaute da suta [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]!

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

15La salita Empty Re: La salita Mer Giu 09, 2021 1:53 pm

caipiroska

caipiroska
Padawan
Padawan
Di solito non mi piacciono i testi formati da soli dialoghi perchè a un certo punto mi perdo e sono costretta a tornare indietro per capire chi ha detto cosa.
Fortunatamente in questo testo ciò non accade perché le frasi corte non mi hanno confusa, ma anzi, mi hanno fatto apprezzare questo divertente botta e risposta davvero ben gestito.

Un fulmine vertiginoso!

16La salita Empty Re: La salita Mer Giu 09, 2021 7:12 pm

vivonic

vivonic
Admin
Admin
Molti anni fa ho proposto un racconto come il tuo, con soli dialoghi. Credevo di aver costruito un racconto normalissimo, magari particolare, ma invece mi arrivarono una caterva di elogi e di congratulazioni perché ero riuscito a dare un senso a un racconto di soli dialoghi. Ho creduto fossero considerazioni esagerate, perché per me era stato facilissimo scriverlo...
Non ho mai più scritto un racconto di soli dialoghi.
Credo che sia la cosa più difficile e rischiosa del mondo, ovviamente per il motivo che ti ha già espresso Aki; di conseguenza, credo che tu sia stato strepitoso, e se i complimenti per questo testo ti sembrano esagerati posso dirti senza sbagliarmi che non lo sono.
Certo che, una volta in cima, almeno poteva mangiare la polenta, e che cazzo Very Happy
Complimenti, gran bella prova! Smile


______________________________________________________
Un giorno tornerò, e avrò le idee più chiare.

17La salita Empty Re: La salita Mer Giu 09, 2021 7:19 pm

Antonio Borghesi

Antonio Borghesi
Padawan
Padawan
Diglielo a quel tuo personaggio: piuttosto muoio ma non mi faccio quattro chilometri a piedi. e poi è un rompiballe di prima. Lascialo a casa appena puoi. Insopportabile. Se non fosse che non c'ero se no lo facevo smettere io!

18La salita Empty Re: La salita Gio Giu 10, 2021 3:49 pm

CharAznable

CharAznable
Padawan
Padawan
Volevo ringraziarvi tutti per i bellissimi commenti e per le critiche azzeccatissime delle quali faccio gran tesoro. Era un mio sogno scrivere un racconto di soli dialoghi. Mi viene naturale ma temevo la reazione del lettore perché alla fine la trama è debole. Ho provato e, prendendo in prestito le parole di Giancarlo, "Lascerò che ogni parola se ne vada dove vuole".
Mi avete sorpreso e vi ringrazio. Non mi aspettavo questo genere di commenti.
Grazie ancora (e scusate se i miei commenti sono scarni e banali, cercherò di migliorare anche in quel campo).


______________________________________________________

I giorni indimenticabili della vita di un uomo sono cinque o sei in tutto. Gli altri fanno volume.

Contenuto sponsorizzato


Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.