Different Tales
Benvenuto su Different Tales
Prima di interagire leggi qui https://www.differentales.org/t1-regolamento-del-forum
Se hai già letto e compreso il regolamento è fantastico, nondimeno questo avviso apparirà per il resto dei tuoi giorni, e se non accedi ti apparirà in sogno.
Poi non dire che non ti avevamo avvisato.

Unisciti al forum, è facile e veloce

Different Tales
Benvenuto su Different Tales
Prima di interagire leggi qui https://www.differentales.org/t1-regolamento-del-forum
Se hai già letto e compreso il regolamento è fantastico, nondimeno questo avviso apparirà per il resto dei tuoi giorni, e se non accedi ti apparirà in sogno.
Poi non dire che non ti avevamo avvisato.
Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il forum di scrittura creativa che cercavi


Non sei connesso Connettiti o registrati

L'oro di Bodie

+19
Molli Redigano
Arianna 2016
ImaGiraffe
gipoviani
Asbottino
Akimizu
FedericoChiesa
paluca66
Susanna
Arunachala
gdiluna
digitoergosum
Fante Scelto
Byron.RN
Antonio Borghesi
Petunia
vivonic
CharAznable
Different Staff
23 partecipanti

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1L'oro di Bodie Empty L'oro di Bodie Lun Giu 07, 2021 12:31 pm

Different Staff

Different Staff
Admin
Admin
La città si estendeva da una parte e dall’altra della strada principale per meno di un miglio. Proprio nel centro c’era il cuore di Bodie. Da un lato la Bodie Bank, una fila interminabile di “saloon” e bordelli e poco più avanti la Chiesa metodista. In altre parole, il vizio e la salvezza in poche yard di terreno polveroso.    
Dall’altro lato, l’emporio e un edificio a due piani, proprio di fronte alla banca, in condizioni notevolmente migliori rispetto agli edifici circostanti. Su quella costruzione, in legno come tutte le altre, era affisso un cartello, dipinto in bei caratteri, con su scritto: “Bodie School”. Qui un’anziana maestra, Daisy Fraser, cercava di insegnare qualcosa ai ragazzi, cercando di sottrarli all’ignoranza e alla prospettiva di un lavoro in miniera o di una vita da fuorilegge.
Poco più avanti il Golden Hotel e l’ufficio dello sceriffo che quasi sempre si limitava a intervenire quando era ormai cessato il rumore degli spari. Questo atteggiamento poco professionale aveva però fatto sì che Andrew Barrett fosse il più longevo, fino a quel tempo, fra gli sceriffi di Bodie.         
Sì, perché a Bodie si contava mediamente un morto al giorno e le cause naturali erano in netta minoranza.
La scoperta dell’oro aveva fatto fiorire rapidamente il paese, ma le cose erano cambiate e molti che erano accorsi alla ricerca di un guadagno rapido e facile, ora che le miniere erano in via di esaurimento, si trovavano alla disperazione.       .
       
«Dai, Sam! Raccontaci ancora qualcosa!»          
I ragazzi che frequentavano la Bodie School lo adoravano. Lui stazionava sempre sui gradini di legno della porta d’ingresso della scuola, immerso in un effluvio di odori che andavano da quello degli escrementi dei cavalli, sempre presenti alle staccionate fuori dai locali, al fetore di vomito degli ubriachi, a quello pestilenziale che proveniva dal vicino cesso a uso pubblico che era una baracchina di legno attaccata alla scuola.
Alla gamma variegata di quegli odori si aggiungevano quelli che emanavano dal corpo di Sam che non erano da meno. L’ultimo lavaggio serio, del tutto casuale, risaliva a vari mesi addietro quando, nei fumi dell’alcool, era scivolato del tutto involontariamente nelle acque del Bodie Creek.
Il suo unico lavoro ufficiale era proprio la manutenzione della latrina vicina alla scuola, incarico per il quale aveva poca concorrenza e che gli rendeva qualche spicciolo, sufficiente per una frugale alimentazione e per la dose giornaliera di whisky.         
Nessuno sapeva come e da quanto tempo Sam si trovasse a Bodie. Ogni abitante della città giurava di avercelo trovato. Una cosa è certa: era la vera memoria storica del paese, era il detentore di tutti i segreti di Bodie.       
Appena finita la lezione, i ragazzi si fermavano da Sam che non li deludeva mai. Aveva sempre pronto per loro un episodio di vita vissuta, un’avventura, un aneddoto da raccontare e loro bevevano le sue parole che sapeva sempre dosare con pause quasi teatrali.       
«Che vi posso raccontare ancora che non vi ho già detto?»      
«Quello che vuoi» disse Tommy che era il più intraprendente e curioso del gruppo, «ma sarebbe più bello ascoltarti un po’ lontano da qui. Questo cesso emana un fetore insopportabile.»
«Calma ragazzo! Rispetto per il mio lavoro!» replicò Sam, guardandolo in tono falsamente serio. «Se sapeste tutta la storia avreste un occhio di riguardo anche voi per questo cesso e magari gli sareste anche un po’ riconoscenti.»          
«Riconoscenti?» risposero in coro e scoppiarono in una risata.
Poi uno esclamò, inchinandosi: «Grazieeeee, signor cesso!!!»
E un altro, con una riverenza: «Come possiamo sdebitarci?»  
Un altro ancora: «Signor cesso, come potremmo salvarla da questa vita di merda?»
Le risate e le battute dei ragazzi si fecero incontenibili.
«Sì, sì, ridete…», ma anche Sam tratteneva a stento il riso. «D’accordo, allora. Sentite quello che vi racconto.»    
Era quello che aspettavano. Alcuni sedettero sui gradini della scuola vicino a lui, altri in terra, a gambe incrociate, con occhi e orecchie bene aperti.       
«Dunque… accadde diversi anni fa. Frank Drummer era un ragazzotto che abitava appena fuori dal paese con la sua famiglia che viveva modestamente con un piccolo allevamento di bestiame. La sua fortuna era stata quella di incontrare Miss Daisy Fraser, la vostra maestra, che al tempo era molto più giovane. Frank era bravissimo con i numeri, non come voi che sapete a malapena contare sulle dita.»            
I ragazzi scoppiarono di nuovo a ridere. Uno si mise a contare le dita di una mano.
«Con il tempo era riuscito a farsi assumere, prima all’Emporio Randall e poi alla Bodie Bank di proprietà, all’epoca, di Francis Turner.    
L’assunzione di Frank fu proprio nel momento d’oro della banca… e non è un modo di dire. Era il periodo in cui molti cercatori arrivavano anche da paesi lontani, alla ricerca dell’oro e non era impossibile, a quei tempi, assestare il colpo che avrebbe dato una svolta alla vita. Non tutti i nuovi arrivi in città erano animati dallo stesso spirito. Cominciarono anche ad arrivare coloro che volevano arricchirsi senza sforzo: ladri, banditi, bari e prostitute…»      
Su quell’ultima parola i ragazzi più grandi si guardarono con ammiccamenti e sorrisi d’intesa.
«Nessuno di voi è stato dentro alla Bodie Bank?» I ragazzi si guardarono in faccia con aria interrogativa. Nessuna risposta.    
«Bene! Dietro quell’enorme portone c’è la zona riservata ai clienti, poi una robusta inferriata, con uno spioncino, sempre in ferro, che viene aperto soltanto per il tempo necessario per far passare dollari o oro da una parte all’altra. Dietro l’inferriata due scrivanie, una più grande era quella di Turner e l’altra era occupata da Frank che sfoggiava con orgoglio una camicia bianca, un cravattino nero e i manicotti, anch’essi neri. La considerava la sua divisa e il simbolo del suo successo. In fondo alla stanza, una grossa cassaforte che conteneva tutti i valori, oro e denari, depositati dai clienti, oltre a quelli di proprietà della banca stessa. Un bel giorno accadde un fatto grave.» Il tono austero di Sam ricatturò subito l’attenzione dei ragazzi che si stavano distraendo sulla descrizione della banca.      
«Qualcuno di voi ha conosciuto qualche “bounty killer”?»      
«Io! Io!» esclamò con l’indice alzato Freddie, il figlio del padrone dell’emporio. «Una volta ne è entrato uno nel nostro negozio.»    
«Cos’è un “bounty killer”?», disse Jimmy, uno dei più piccoli del gruppo.   
«È uno che va a caccia di banditi, li uccide per poi riscuotere la taglia. È quello che faceva Henry Layton. La sua rapidità nell’estrarre la “colt” era leggendaria, come anche la sua precisione: non sprecava mai pallottole, Layton. La tecnica era sempre la stessa. Inseguiva i ricercati che avevano la taglia più alta, quelli che dovevano essere consegnati “vivi o morti”, ma raramente lui li aveva consegnati in ottimo stato di salute.»       
«Ma che c’entra il cesso con tutto questo?» chiese ancora Tommy, desideroso di sapere la fine della storia.
«Layton arrivò in città, tirandosi appresso un altro cavallo che trasportava il cadavere di un certo Jack McGuire che si era contraddistinto per violenze, rapine alle banche, furto di bestiame e qualche omicidio. La ricompensa era stata consistente e in città si era diffusa la notizia del bel gruzzolo che era passato dalle mani dello sceriffo a quelle di Layton. Layton non era uno stupido e sapeva che qualcuno avrebbe potuto cercare di portargli via i soldi, a rischio di esser fatto fuori. Decise allora che all’indomani avrebbe portato quei dollari al sicuro, in banca. Non fu un’idea brillante, quella.» Sam si interruppe per dare un bel sorso alla bottiglia di whisky che teneva sempre vicino, mentre i ragazzi mostravano segni di impazienza.
«Continua, Sam!» lo incalzò il solito Tommy.    
«Layton entrò in banca e si avvicinò allo sportellino che era presidiato da Frank. Stava per estrarre dalla tasca della giacca il rotolo con i dollari appena incassati, quando sentì alla nuca il tocco gelido della canna di una pistola e una voce che diceva: «Metti sul banco quei soldi e alza le mani, senza fare scherzi! E tu, ragazzo non muoverti o ti faccio un buco nella pancia»
Frank aveva riconosciuto subito l’uomo che aveva parlato. C’era un bel ritratto di lui affisso fuori dall’ufficio dello sceriffo: si trattava di Butch Weldy, un avanzo di galera che aveva già visitato varie banche della California e del Nevada».    
«E allora che fece? Portò via tutti i soldi a Layton?» chiese Jimmy, quasi terrorizzato nell’immaginare la scena.        
«Tutto accadde in un secondo. Il signor Turner, sentendo movimenti sospetti, scese le scalette interne che portavano dalla sua casa al primo piano, alla banca e non poté che assistere impietrito alle ultime fasi di quella vicenda. McGuire, prima di prendere il denaro, si preoccupò di sfilare la pistola dalla fondina di Layton. Fu quell’attimo di distrazione che lo fregò. Layton era un tipo previdente e aveva un’altra pistola nella tasca interna della giacca e, nel tempo che McGuire premeva il grilletto, con scatto fulmineo, afferrò l’arma, si girò e fece fuoco a sua volta».       
«Chi vinse?» chiese ancora il piccolo Jimmy.    
«Nessuno dei due: i due colpi ravvicinati andarono a bersaglio e fecero secchi sia Layton che  McGuire.           
«E i soldi?» chiese Tommy.           
«Qui entra in gioco Drummer, il giovane impiegato. Si ritrovò, all’improvviso, con due cadaveri davanti e sotto il naso un rotolo di dollari che a quel punto non erano di nessuno: non del rapinatore, non del cacciatore di taglie, entrambi passati a miglior vita e neppure della banca, perché nessuno li aveva depositati. In un attimo prese la decisione e infilò quel rotolo prezioso nella tasca della giacca prima che, alle sue spalle, il signor Turner si riprendesse dall’accaduto.»
«Bel colpo!» esclamò Freddie Randall che, da figlio di commercianti, apprezzò il gesto di Drummer che aveva colto al volo il buon affare. «Ma ancora non si sa che cosa c’entri il cesso qui accanto e perché dovremmo essergli grati.» 
«Pazienza, ragazzi… ora vi spiego. Dopo qualche minuto, dopo che aveva accertato che tutto si era concluso, apparve anche lo sceriffo Barrett. Interrogò prima il signor Turner che non riuscì a spiegare granché, in quanto era arrivato quasi a cose fatte. Poi si accinse a interrogare Drummer che stava in un angolo, con un viso bianco più della sua camicia. “Che hai fatto figliolo?” Gli chiese. “Non mi sento bene, signore. Devo andare subito al cesso”.  Lo sceriffo lo fece uscire, raccomandandogli di rientrare per raccontargli l’accaduto. Al suo ritorno Frank raccontò quanto era successo. Lo sceriffo chiese anche notizie della taglia pagata il giorno prima a Layton e di cui non aveva trovato alcuna traccia sul morto. Drummer negò di aver visto quei soldi e dichiarò che lo scontro fra i due era avvenuto quando Layton era appena entrato nella banca. Lo sceriffo controllò il cavallo del “bounty killer” e niente. Mise poi a soqquadro la camera al Golden Hotel, dove aveva pernottato, ma dei dollari, nessuna traccia.»
«E poi? Che è successo?» chiese Tommy.          
«Avvennero due fatti strani, in uno dei quali sono stato testimone diretto. Il giorno dopo quello che era successo, io ero qui, come sempre. Vidi arrivare a passo svelto Frank Drummer che si infilò di corsa nel cesso. La cosa non mi meravigliò. Mi capita spesso di vedere gente che si precipita con una certa fretta nel cesso.» I ragazzi scoppiarono in una risata.    
«Quando Frank uscì, però, non aveva la solita aria rilassata e soddisfatta che ho notato in altri all’uscita da quel posto. Sembrava stravolto. Venne da me come una furia, mi prese per la camicia e mi chiese scuotendomi con forza se avessi visto qualcuno entrare prima di lui. Gli risposi che non stavo con gli occhi puntati sul cesso e che non sapevo rispondergli. Se ne andò infuriato.»
«E l’altro fatto?», chiese un altro ragazzo.          
«Riguarda la maestra Daisy e la vostra scuola. La scuola non era come la vedete oggi, era una baracca puntellata, di legno marcio. Quando pioveva le stanze erano disseminate di secchi per raccogliere l’acqua che filtrava da tutte le parti. La maestra aveva cercato aiuti un po’ dappertutto per rimettere in sesto quelle stanze, ma nessuno l’aveva mai ascoltata. Non mancavano i soldi in città, ma avevano preferito sempre altre strade. Qualche giorno dopo quei fatti Daisy Fraser entrando la mattina nella scuola vide che un vetro di una finestra era stato rotto. Entrò e trovò con grande sorpresa che sul pavimento c’era un pacchetto. E indovinate che cosa c’era dentro…»
«Soldi?», risposero in coro i ragazzi.       
«Proprio così! Un bel rotolo di bigliettoni! Fu quel denaro che permise alla maestra di rimettere a posto la scuola, così, come la vedete oggi. Qualcuno aveva trovato il rotolo di soldi lasciati da Frank nel cesso e aveva pensato di farne un buon uso. Per fortuna questa città non è fatta soltanto di ladri, bounty killers, bari e prostitute. Ora che conoscete la storia sono sicuro che, da ora in poi, avrete un occhio di riguardo per quel vecchio cesso puzzolente.»
I ragazzi avevano stampato sul viso un sorriso carico di soddisfazione, come tutte le volte che Sam finiva di raccontare le sue storie. Solo quel curioso di Tommy rimuginava sul racconto. C’era qualcosa che non gli quadrava: «Sam, ma tu come fai a sapere tutti i particolari di questa storia?»
Sam lo guardò, con lentezza esasperante prese la bottiglia e tirò giù un lungo sorso di whisky, si asciugò la bocca con la manica della camicia, poi, sorridendo disse sottovoce, come per fargli una confidenza: «Dopo tanti anni che lo pulisco, io e il cesso ci parliamo, non abbiamo segreti.» Poi, gli dette un sonoro scappellotto: «Vai a casa Tommy, che tua madre ti aspetta per il pranzo!»  

2L'oro di Bodie Empty Re: L'oro di Bodie Sab Giu 12, 2021 10:10 am

CharAznable

CharAznable
Padawan
Padawan
Un racconto nel racconto. Una lettura piacevole. Veloce. Si legge bene e con curiosità. Ti vedi seduto fuori dalla scuola ad ascoltare i racconti insieme agli altri ragazzi di Bodie. Bello il ruolo del bagno. Bello il personaggio di Sam. Se devo trovare una pecca è forse un po' "telefonato" il colpo di scena. Un buon lavoro.
Complimenti.
Grazie.


______________________________________________________

I giorni indimenticabili della vita di un uomo sono cinque o sei in tutto. Gli altri fanno volume.

3L'oro di Bodie Empty Re: L'oro di Bodie Sab Giu 12, 2021 1:22 pm

vivonic

vivonic
Admin
Admin
Il pregio maggiore di questo concorso, dato lo step, è senza dubbio il cesso che, finalmente, è il vero protagonista della storia Smile
Un racconto scritto molto bene, che affascina il lettore come fosse uno scolaretto pronto ad ascoltare la storia. Mi hai catturato, mi sono sentito un po' Tommy anch'io Very Happy 
Ci sono diversi problemi con la punteggiatura, ma questa è l'unica nota negativa di un racconto scritto davvero niente male e con tutti i paletti imposti dal contest al posto giusto.
Complimenti!


______________________________________________________
Un giorno tornerò, e avrò le idee più chiare.

4L'oro di Bodie Empty Re: L'oro di Bodie Dom Giu 13, 2021 2:48 pm

Petunia

Petunia
Moderatore
Moderatore
Bel racconto che ha il fascino di una fiaba. Il tono pacato e tranquillizzante fa sí che ci si senta parte di quel gruppo di ragazzi. Il vecchio Sam è ben caratterizzato, accogliente, affabulatore.
Mi sono seduta ad ascoltare il suo racconto e mi sono sentita bene.
Una bella scrittura lineare e pulita, un tratto così elegante che persino il fetore del bagno non pare così male. Avresti potuto raccontarmi qualsiasi cosa, qualsiasi episodio anche il più feroce non mi avrebbe fatto paura, vecchio Sam.
Autore, dopo aver letto tanti western sono contenta di aver trovato quest’oasi dove abbeverare il cavallo prima di ripartire. 
Molto brav*


______________________________________________________
Dodici voci si alzarono furiose, e tutte erano simili. Non c’era da chiedersi ora che cosa fosse successo al viso dei maiali. Le creature di fuori guardavano dal maiale all’uomo, dall’uomo al maiale e ancora dal maiale all’uomo, ma già era loro impossibile distinguere fra i due. (George Orwell)

5L'oro di Bodie Empty Re: L'oro di Bodie Dom Giu 13, 2021 3:59 pm

Antonio Borghesi

Antonio Borghesi
Padawan
Padawan
Tutto fila liscio nel leggere il tuo bel racconto. Forse non avrei scritto "terrorizzato" per Tommy che lo segue. Mi sembra un po' esagerato così come la descrizione "completa" di tutta la città nella parte del prologo. Comunque avvincente anche se mi ha lasciato la puzza di quel cesso nel naso fino alla fine Wink

6L'oro di Bodie Empty Re: L'oro di Bodie Dom Giu 13, 2021 4:03 pm

Byron.RN

Byron.RN
Padawan
Padawan
Interessante questo racconto, si legge davvero bene, senza creare intoppi.
Regna un'atmosfera leggera, quasi rilassata e pacifica.
Davvero, il bagno è il punto forte del racconto, un vero e proprio protagonista più che un'ambientazione.
C'è anche il bancario, forse non pienamente caratterizzato ma che riveste un ruolo fondamentale nella storia. E la scuola sempre lì sullo sfondo.
Ti segnalo solo due cose, perché anche la forma mi sembra corretta.
Devi aver fatto un pò confusione coi nomi dei banditi, quando dici che McGuire fece fuori Layton; dovrebbe trattarsi di Weldy, poiché McGuire era già stecchito e Layton va a depositare proprio la sua taglia.
L'altro appunto è per il cesso, nominato a ripetizione. Qui avresti potuto usare dei sinonimi, come bagno, latrina, ecc, perché dell'uso del termine ne hai fatto un eccesso.

7L'oro di Bodie Empty Re: L'oro di Bodie Mer Giu 16, 2021 3:09 pm

Fante Scelto

Fante Scelto
Padawan
Padawan
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:L'altro appunto è per il cesso, nominato a ripetizione. Qui avresti potuto usare dei sinonimi, come bagno, latrina, ecc, perché dell'uso del termine ne hai fatto un eccesso.

Non ho resistito. Very Happy



Racconto fiabesco, come ha detto qualcuno, io lo definirei più cartoonesco, nel senso che ci vedrei bene un film Disney su questa storia.
Lo stile placido, con termini leggeri e posati (a parte il cesso), si sposa bene con la tranquillità della narrazione e l'immobilità della scena. 
Mi piacciono stili più accesi e vivaci, ma questo ha indubbiamente il pregio di farsi leggere con facilità.

Per quanto riguarda la storia, mi è piaciuta, l'ho trovata piuttosto interessante, forse il colpo di scena finale è immaginabile, ma nel complesso ci sta.
A voler essere pignolissimi si potrebbe obiettare che è strano Sam non abbia mai raccontato prima una storia così importante per la città, però fa parte del gioco anche questo.

Occhio ai nomi dei banditi che nel finale credo tu abbia confuso.

8L'oro di Bodie Empty Re: L'oro di Bodie Ven Giu 18, 2021 8:59 am

digitoergosum

digitoergosum
Padawan
Padawan
A parte la confusione sui banditi col nome errato e il termine "effluvio" che, per come conoscevo io, si utilizza per parlare di profumi e non cattivi odori (ma su Treccani ho trovato che con una forma desueta può essere usato anche come l'hai inteso tu) questo tuo racconto è scritto molto bene. La ricostruzione dell'ambiente (edifici, vestiario, caratterizzazione dei personaggi) è curata e d'effetto. Anche il tono lieve ho apprezzato. Ma devo confessare (e non è una tua colpa) che i due generi, epistolare e Western, mi stanno annoiando. Al momento, solamente due racconti mi hanno preso veramente, uno per la sana ilarità provocatami e l'altro per l'assoluta imprevedibilità e l'originalità con cui è stato trattato il genere da quella persona scelto. Comunque il tuo Western ha qualcosa in più di altri che ho già letto, pertanto complimenti!

9L'oro di Bodie Empty Re: L'oro di Bodie Ven Giu 18, 2021 9:53 am

gdiluna

gdiluna
Younglings
Younglings
Il racconto è scritto molto bene, forse sarebbe stato interessante un cambio di velocità tra la parte introduttiva e il racconto di Sam: va bene che la racconta ai ragazzi come una favola ma è pur sempre storia di buoni e cattivi, con i buoni che diventano cattivi. Scorre ma non travolge, la scena della sparatoria e del "furto" delle banconote sembra scritta al rallentatore. Gradevole non entusiasmante.

https://parolemiti.net/

10L'oro di Bodie Empty Re: L'oro di Bodie Ven Giu 18, 2021 10:32 am

Arunachala

Arunachala
Admin
Admin
ma Mc Guire non era già cadavere? se il bounty killer aveva incassato la taglia e consegnato il corpo, chi poi cerca di sottrarre i soldi e farlo secco è l'altro avanzo di galera, Weldy.
a parte questo e alcuni refusi non gravi, la storia è semplice e scorrevole. credo che l'aggettivo che più le si addice sia "simpatica".
le descrizioni sono buone e i paletti rispettati.
nel complesso è un discreto lavoro, ma manca qualcosa che lo sollevi verso l'alto.


______________________________________________________
L'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Non si può toccare l'alba se non si sono percorsi i sentieri della notte.

Kahlil Gibran

11L'oro di Bodie Empty Re: L'oro di Bodie Ven Giu 18, 2021 11:19 am

Ospite


Ospite
Una storia così non te la godi in questo contesto, anche se è scritta molto bene.
Molto poco credibile il dono alla scuola, nemmeno Frank Capra avrebbe girato una scena simile.
Racconto scritto da anima ingenua e buona. Probabilmente un'insegnante.

12L'oro di Bodie Empty Re: L'oro di Bodie Sab Giu 19, 2021 4:45 pm

Susanna

Susanna
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi
Proprio un bel racconto, una trama semplice, ritmo piacevole, la scrittura scorre salvo alcune piccole note che espongo dopo, e il finale, come tutti i finali che si rispettano, aspetta il suo turno.
Una storia senza eroi che compiono azioni spettacolari ma un eroe silenzioso, che non va alla ricerca di encomi o medaglie, ma che mette a disposizione quel che sa fare per rendere migliore il piccolo mondo in cui vive.
A onor del vero, poteva essere ambientato anche in altro luogo o contesto che non fosse dettato dal genere western, ma ogni autore ha fatto le sue scelte.
Il testo è comunque stato impostato bene rispetto all'ambientazione data, col giusto equilibrio di descrizioni per i luoghi e per definire i personaggi.
Il titolo è indovinato: prima promette (l’oro delle miniere) poi si nega per tornare alla fine, in modo (quasi) inaspettato.
I paletti direi che sono stati rispettati pienamente.
Ora le mie note, molto personali, car* aut*, quindi anche non condivisibili.
La storia nella storia, quella raccontata da Sam, presenta lo stesso stile e cura della narrazione principale.
Personalmente la sfronderei un poco, semplificandola: è il racconto di un vecchio, certamente uso ad un linguaggio più semplice, meno istruito. Qualche rifilatura e frasi più brevi renderebbero di più il pathos che lui vuole dare al suo racconto, per tenere desta l’attenzione dei ragazzini, la suspence spesso presente nelle favole.
Anche qualche descrizione la riporterei nella narrazione principale, senza che ciò tolga nulla alla favola di Sam.
assunzione di frank fu... meglio avvenne
manicotti  i manicotti servono a tenere calde le mani, ritengo tu intendessi le mezze maniche
A parte qualche piccolo refuso, qualche frase l’avrei vista suddivisa da virgole, per dare respiro alle  frasi stessi. Leggendo a mezza voce, saltano fuori da sole.


______________________________________________________
"Quindi sappiatelo, e consideratemi pure presuntuoso, ma io non scrivo per voi. Scrivo per me e, al limite, per un'altra persona che può capire. Spero di conoscerla un giorno… G. Laquaniti"

13L'oro di Bodie Empty Re: L'oro di Bodie Sab Giu 19, 2021 10:29 pm

paluca66

paluca66
Padawan
Padawan
Non sto a segnalare ancora lo scambio di personaggi nel duello alla banca, dovuto probabilmente a una mancata ultima rilettura.
Ho notato qualche problema di punteggiatura che, peraltro, non mi ha creato problemi nella lettura del racconto e ti segnalo solo una piccola imprecisione
Avvennero due fatti strani, di uno dei quali sono stato testimone diretto.
Il racconto mi è piaciuto, hanno scritto che sembra una favola e in effetti tale potrebbe essere, nessuno saprà mai se il vecchio Sam ha raccontato una storia vera o una di quelle leggende di cui il vecchio west era ricco.
Se la leggo come leggenda trovo coerente anche il genere (gli altri paletti ci sono tutti e ben inseriti, senza dubbio), nell'altro caso devo dirti molto meno, credo che nel vecchio west nessun Sam avrebbe fatto un gesto come il nostro guardiano del "cesso"

14L'oro di Bodie Empty Re: L'oro di Bodie Dom Giu 20, 2021 10:42 am

FedericoChiesa

FedericoChiesa
Younglings
Younglings
Caro Autore,
a me è piaciuto. L'ho trovato però più una fiaba che un racconto del Far West.
Qualche ripetizione di troppo: Daisy Fraser, cercava di insegnare qualcosa ai ragazzi, cercando di sottrarli all’ignoranza e alla prospettiva... , qualche effluvio di troppo, però si legge volentieri.
Bravo

15L'oro di Bodie Empty Re: L'oro di Bodie Dom Giu 20, 2021 11:54 am

Akimizu

Akimizu
Padawan
Padawan
Una buona scrittura (a parte qualche errore di punteggiatura) per una trama gradevole. Mi è piaciuto l'espediente di far narrare la storia a un vecchio rivolto a dei bambini, perché così hai potuto lavare la tua storia da eventuali brutture. Il che la rende fiabesca e quasi moraleggiante, nonostante ci scappino parecchi morti. Mi è piaciuta, quindi, e non mi dilungo oltre. L'unica cosa che mi ha fatto storcere il naso, ma sono gusti personali, è quella introduzione fatta un po' così, fine a se stessa, come se fosse la ripresa di un drone in volo su Bodie, un drone onnisciente. Si poteva inserire tutto con facilità nel racconto del vecchio, non ne ho capito l'utilità.

16L'oro di Bodie Empty Re: L'oro di Bodie Dom Giu 20, 2021 2:29 pm

Ospite


Ospite
Si è vecchi solo quando ci si sente tali.
Sam non ha tempo per pensarci, ha sempre qualcosa da raccontare, qualche episodio curioso.
Segnato. (con commozione)
Non è un caso se sto guardando in tv 'La casa nella prateria'. Una 'serie' mai vista prima o almeno recentemente.

17L'oro di Bodie Empty Re: L'oro di Bodie Dom Giu 20, 2021 4:01 pm

Asbottino

Asbottino
Padawan
Padawan
Bello. A Bodie ci sono stato, è una di quelle città fantasma in California dove il tempo si è fermato. C'è persino la scuola, con i banchi e tutto il resto. Essendoci stato, il racconto ha un impatto visivo non da poco. Mi è sembrato di essere di nuovo lì. Ho una foto in bianco e nero di mia figlia piccola seduta su dei gradini di legno, per cui anche i tuoi bambini funzionano alla grande, li ho visti davvero. Scrittura buona. Forse ci avrei lavorato ancora un po', per renderla più scattante, più asciutta, tagliando qualcosa qua e là. In effetti l'incipit lo avrei sfoltito un po'. "Nessuno sapeva come e da quanto tempo Sam si trovasse a Bodie". Io la storia l'avrei iniziata da questa frase. perfetta nella sua semplicità. Sam e Bodie sono una cosa sola, in fondo. Sono le storie e i ricordi di qualcuno a far diventare Bodie quella che è. Nel complesso un buonissimo racconto, molto piacevole da leggere, molto centrato. Parla al lettore, lo fa sedere ad ascoltare insieme a quei bambini. Non è una cosa da poco. Piaciuto.

18L'oro di Bodie Empty Re: L'oro di Bodie Lun Giu 21, 2021 3:19 pm

gipoviani


Younglings
Younglings
Cappero, mi è parso di sentire la puzza anche a me.
Brava/o, scorre che è una meraviglia. Crea un atmosfera, non quella del brandy, ma del dopo brandy.
Veramente godibile

19L'oro di Bodie Empty Re: L'oro di Bodie Mer Giu 23, 2021 10:42 am

ImaGiraffe

ImaGiraffe
Padawan
Padawan
Ciao Aut*

Un racconto che definire quasi magico. Non so perché ma è questa l'idea che mi ha dato. Come ha già detto qualcuno potrebbe benissimo essere la trama per un film d'animazione. La carrellata iniziale è veramente bella e fa entrare il lettore nel mondo che hai creato facendoci assaporare sin da subito l'atmosfera western. Tutto è scritto molto bene e scorre con gran piacere. Ottimo lavoro. 
Se devo fare degli appunti, siamo qui per questo. Avrei lasciato il finale sospeso tanto si capiva lo stesso dove fosse finito l'oro. La seconda cosa è la parola cesso, esistono molti sinonimi perchè non usarli. 
ti ringrazio e ti faccio ancora tanti e tanti complimenti.

20L'oro di Bodie Empty Re: L'oro di Bodie Dom Giu 27, 2021 12:15 pm

Arianna 2016

Arianna 2016
Padawan
Padawan
Un buon racconto, ben costruito, con una bella trama. Sul momento mi ha suscitato un po’ di perplessità il fatto che il bancario lasci i soldi in un posto dove è facilissimo che vengano trovati da qualcun altro, data l’alta frequentazione del locale, poi mi sono data questa spiegazione: Frank è costretto a pensare e ad agire in fretta, per non farsi trovare addosso il denaro, e deve anche trovare una scusa credibile per precipitarsi fuori dalla banca; nella latrina avrà poi trovato un angolino in cui occultare il rotolo dei soldi (in fondo, lo scrittore non è tenuto a colmare tutti i vuoti narrativi); fossi nell’autore, però, farei tornare Frank prima, non il giorno dopo: viene lasciato passare troppo tempo.
La forma è corretta e gradevole, con alcune imprecisioni nell’uso delle preposizioni.
Sam è un bel personaggio, quasi più un elemento mitico o un archetipo che una persona: la memoria vivente del paese, racconta le storie, è senza tempo (tanto che si fatica a collocarlo cronologicamente nella storia che lui stesso racconta).
Un buon lavoro.

21L'oro di Bodie Empty Re: L'oro di Bodie Dom Giu 27, 2021 10:56 pm

Molli Redigano

Molli Redigano
Padawan
Padawan
«Con il tempo era riuscito a farsi assumere, prima all’Emporio Randall e poi alla Bodie Bank di proprietà, all’epoca, di Francis Turner.    


Io la virgola dopo "assumere" non la metterei.




E tu, ragazzo, non muoverti o ti faccio un buco nella pancia.»



Qui invece avrei messo "ragazzo" tra due virgole, oltre al punto che manca alla fine del periodo.




Sinceramente, a parte quanto sopra, non ho trovato altri errori di punteggiatura. Anzi, questo testo è uno di quelli che presenta meno imprecisioni circa la punteggiatura. Tra l'altro, la scrittura è ottima, lineare, senza intoppi. 


Quanto alla trama, senz'altro interessante, ben costruita, che soddisfa e appaga un lettore come me. Tuttavia, seppur conscio di aver letto un buon racconto, non posso dire che questo testo mi abbia sorpreso più di altri. 
Talvolta, e per questo ben capisco l'Autore, ci si accontenta senza strafare, magari perché non si ritiene il genere, o i personaggi, o la stanza così importanti da prendersi qualche rischio che magari non starebbe in piedi. O magari soltanto perché non è la volta buona, limitandosi così a un esercizio di scrittura veramente ben riuscito.


Anch'io ci tengo a notare la simbiosi tra Sam e il cesso. Entrambi protagonisti, direi complementari.


______________________________________________________
Branzagot senz'onma.

Gaute da suta [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]!

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

22L'oro di Bodie Empty Re: L'oro di Bodie Lun Giu 28, 2021 11:16 am

Resdei

Resdei
Padawan
Padawan
ciao.
bella storia, semplice, raccontata come una favola
con un ruolo centrale della stanza da bagno, latrina, cesso.
puzzolente, eppure tu gli dai dignità, perché, nonostante il fetore,  
"qualcuno" fa buon uso dei soldi "piovuti" dal cielo.

la scrittura è buona, leggera, senza intoppi, le immagini reali e descritte in modo pulito.
forse non emoziona come dovrebbe,
ma, considerati paletti e genere, credo che sia un buon lavoro

23L'oro di Bodie Empty Re: L'oro di Bodie Lun Giu 28, 2021 6:00 pm

miichiiiiiiiiiii

miichiiiiiiiiiii
Younglings
Younglings
Wow, ha caricato anche me di soddisfazioni.
La lettura è stata immediata, facile e mi ha entusiasmata molto.
I paletti sono rispettati, il bagno è davvero il protagonista del tuo racconto!
Non hai commesso errori secondo me e il titolo è azzeccatissimo.
Complimenti per l'intreccio della tua storia!

24L'oro di Bodie Empty Re: L'oro di Bodie Gio Lug 01, 2021 9:16 pm

Hellionor

Hellionor
Admin
Admin
Un racconto interessante, il vecchio Sam, la memoria della città che tutto ricorda tutto sa e in tutto ha messo il naso.
Ho trovato interessante proprio questo aspetto, del tuo racconto. Le vicende narrate attraverso la voce di Sam, che ci mette del suo e racconta tutto come una fiaba, una leggenda. 
Ho trovato il cappello introduttivo un po' fuori posto.
Il racconto potrebbe tranquillamente cominciare da 


«Dai, Sam! Raccontaci ancora qualcosa!»          
I ragazzi che frequentavano la Bodie School lo adoravano.


e le informazioni che fornisci nell'introduzione puoi farle cadere qua e là durante la storia di Sam.

Devo dire che è stata una lettura piacevole, brav.
Ele

25L'oro di Bodie Empty Re: L'oro di Bodie Dom Lug 04, 2021 2:36 pm

Danilo Nucci

Danilo Nucci
Padawan
Padawan
Grazie a tutti per i graditissimi commenti. Bodie, la ghost town californiana che ho visto quasi venticinque anni fa mi era rimasta in mente e l’ho riutilizzata per questo racconto. Indubbiamente è un posto che si ricorda come potrà ben capirmi [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] che l’ha vista. Non sono riuscito a resistere alla tentazione di iniziare il racconto con una descrizione del luogo mischiando ricordi reali e fantasia finalizzata allo sviluppo della trama. Questo ha reso un po’ pesante l’avvio della storia come mi è stato giustamente fatto notare da alcuni.
A @Byron.NV, faccio i complimenti per l’attenta lettura che mi ha fatto notare come avessi fatto resuscitare un bandito già morto e sepolto. Non me ne sarei accorto nemmeno rileggendo cento volte! Ma a proposito di nomi, nessuno ha notato che molti dei nomi che ho utilizzato sono un vero e proprio furto ai danni dell’Antologia di Spoon River.
Chiedo venia anche per l’eccesso di uso di “cesso”   (Byron   Fante)
A [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link], che ha osservato che nel vecchio west un gesto di generosità come quello di Sam si sarebbe potuto considerare molto improbabile, rispondo che purtroppo i gesti di generosità e di altruismo sembrano poco probabili e credibili anche ai giorni nostri eppure… c’è chi li compie.
Un grazie particolare anche a Miichiiiiiii che mi ha entusiasmato con il suo bel commento.

Contenuto sponsorizzato


Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.