Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il forum di scrittura creativa che cercavi

Ultimi argomenti attivi
» Come ti chiami?
Quintus il Pompeiano (tra ascesa e declino) - Pagina 2 EmptyOggi alle 1:08 am Da caipiroska

» L'ottava nota - Sinfonia per orme sole
Quintus il Pompeiano (tra ascesa e declino) - Pagina 2 EmptyOggi alle 12:39 am Da caipiroska

» L'oro di Mac
Quintus il Pompeiano (tra ascesa e declino) - Pagina 2 EmptyIeri alle 11:50 pm Da Arianna 2016

» Ricordati di coprirti bene
Quintus il Pompeiano (tra ascesa e declino) - Pagina 2 EmptyIeri alle 5:41 pm Da Susanna

» Monica degli Zomegni
Quintus il Pompeiano (tra ascesa e declino) - Pagina 2 EmptyIeri alle 3:48 pm Da Asbottino

» La guerra dentro
Quintus il Pompeiano (tra ascesa e declino) - Pagina 2 EmptyIeri alle 3:00 pm Da tommybe

» Del delirio d'onnipotenza e della fraternità
Quintus il Pompeiano (tra ascesa e declino) - Pagina 2 EmptyIeri alle 12:56 am Da Arianna 2016

» Un viaggio indimenticabile
Quintus il Pompeiano (tra ascesa e declino) - Pagina 2 EmptyLun Mag 23, 2022 10:15 am Da Mac

» Quiete
Quintus il Pompeiano (tra ascesa e declino) - Pagina 2 EmptyDom Mag 22, 2022 9:32 pm Da Arunachala

EVENTI DT
DIFFERENT ROOMS 7 - L'ANTICAMERA
Il settimo step è partito!
C'è tempo fino al 31 Maggio per commentare tutti i racconti.

Non sei connesso Connettiti o registrati

Quintus il Pompeiano (tra ascesa e declino)

+25
Midgardsormr
Resdei
The fallen
miichiiiiiiiiiii
Arunachala
CharAznable
vivonic
gdiluna
paluca66
Byron.RN
gemma vitali
SisypheMalheureux
Yoghi69
Danilo Nucci
digitoergosum
Molli Redigano
ImaGiraffe
Susanna
mirella
Arianna 2016
Fante Scelto
Petunia
Antonio Borghesi
Akimizu
Different Staff
29 partecipanti

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Andare in basso  Messaggio [Pagina 2 di 2]

The fallen

The fallen
Younglings
Younglings

Mi hai fatto venire in mente un film comico di un decennio fa e passa, mi pare fosse Bodyguard, con De Sica e company, che in una sequenza precisa non riuscivano a far entrare un morto dentro la bara perché da cadavere gli era rimasta un'erezione che non andava giù manco a martellate. Non vado matto per quel genere di film ma il tuo racconto mi ha divertito molto, mi hai permesso di ridere senza scadere mai nel volgare, e quando si tratti di certi argomenti non è facile riuscire a non fallare qualche frase che poi ecceda e urti qualche anima santa. Bello, bel lavoro, trovo solo fastidioso e superfluo il narratore che spiega le cose fra parentesi.

Resdei

Resdei
Padawan
Padawan

ciao
titolo "ingombrante", volutamente aulico, credo, mi ha ricordato certi capitoli del libro di storia di mio figlio
(perché a lui la materia piaceva e a volte la studiava)
certo ti aspetti altro e invece...
il racconto è ben condotto, mi piace come hai ricreato le ambientazioni e l'atmosfera del tempo.
scorrevole e scritto, nonostante l'argomento, in modo elegante e mai volgare (mi sembra sia giudizio unanime). l'argomento, senza tanti giri di parole, si presta alla risata facile.
paletti rispettati e adattati bene alla situazione.
la parte che mi è piaciuta meno è quella della partita, con i nomi latini degli "eroi".
hai voluto strafare e credo che tu ti sia divertito tanto nello scriverlo.
buona la chiusa finale di Angela.
nel complesso bel lavoro

Midgardsormr

Midgardsormr
Younglings
Younglings

Ciao autor*

Sì, questo pezzo mi piace. Tratta con una comicità senza tempo una storia antica. La comicità di epoca greco romana era particolare, forse tra le più satiriche della storia, c'era da fare attenzione a ciò.che si diceva, o saltava la testa.
Sei riuscito nell'intento di non scadere nella volgarità, pur tenendo una comicità attiva.
Non ho trovato refusi da segnalarti, tutto scorre piacevolmente fino alla fine.
Punti a favore a pioggia per i nomi latini, io adoro molto. Così come il titolo, azzeccato con il racconto.

Ottimo lavoro, complimenti.


______________________________________________________
Valar Morghulis. Valar Dohaeris.

Tutti devono morire. Tutti devono servire.

Hellionor

Hellionor
Admin
Admin

Il racconto scorre bene ma devo dire che lo considero più un racconto comico che un racconto umoristico. Questo racconto, specialmente nel finale, cerca la risata. 
Detto questo, scorre che è un piacere, concordo con [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] sulla funzionalità anche della lunga parte introduttiva, che porta poi tutta la storia in un crescendo verso la sfida finale.
Un gran bel lavoro, un racconto brillante e davvero ben congegnato, che ho letto con gran piacere e divertimento.
Brav.
Ele

Asbottino

Asbottino
Padawan
Padawan

Si muove lungo il confine, senza cadere nella volgarità e quelle parentesi usate qua e là sanno di ammiccamento verso il lettore e le ho trovate molto riuscite. Originale senza dubbio il combattimento che riporta nel passato la sfida finale dei mondiali. In effetti il primo paragrafo e la chiusura potrebbero tranquillamente essere eliminati. il primo serve a entrare nella storia, e probabilmente è servito a te per creare il tono giusto, ma a giochi fatti non aggiunge nulla. La chiusura invece è un divertimento nel divertimento, ma di nuovo non aggiunge significato a una storia virtualmente già conclusa. In conclusione è un buonissimo lavoro, che si legge in un soffio e ""dotato di un umorismo che non lascia nulla all'immaginazione ma che non disturba mai.


______________________________________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Achillu

Achillu
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Ciao Aut-

Ti segnalo "sulle mura dei lupanare": il plurale è "lupanari". In questa frase: "il pretoriano Quintus Aurelius Vitellius, quando ancora era nel pieno della sua energia e godeva di ottima salute ed era rimasto turbato nel vedere la dovizia di attributi di cui era dotato" è assolutamente necessaria una virgola dopo "salute" così da evidenziare l'inciso, altrimenti "era rimasto turbato" viene collegato come soggetto a "Quintus" anziché a "Licinius".
Il punto di vista inizia con Licinius, poi passa a Quintus, poi di nuovo a Licinius e infine di nuovo a Quintus. Si dice che il punto di vista ballerino non aiuta il lettore e in effetti questo è l'effetto che ho avuto.
Un'altra cosa particolare è l'intervento del narratore sulla propria narrazione, che può essere interpretata anche come intervento dell'autore sulla narrazione del narratore: mi riferisco agli incisi in corsivo tra parentesi. Mi hanno insegnato a non amarle, ma devo dire la verità che a me non farebbero né caldo né freddo; però te le segnalo lo stesso proprio perché pare che di solito non siano gradite.
Per quanto riguarda "A.D. V ID. QVINT. DCCCXXXII  A.U.C." faccio notare due cose: nel 79 d.C. il mese era già chiamato "IVL." (Iulius) ormai da più di cent'anni e l'abbreviazione di "ab Urbe condita" è "A.V.C.".
L'idea e la narrazione della battaglia dei gladiatori è originale ma non so se definirla umoristica. Probabilmente lo è perché si tratta di una narrazione surreale, però l'ho trovata slegata dal resto del racconto che, invece, è un insieme organico (a meno del punto di vista) nella sua surrealità. Mi è piaciuta l'ispirazione che hai avuto, perché ho scoperto che i dipinti con Priapo che mette il proprio membro sulla bilancia esistono davvero a Pompei. Magari Licinio è esistito davvero? Chissà.
Il genere umoristico c'è. Il giardino c'è. Il 79 d.C. è molto marginale. La camera da letto c'è. Il disegnatore c'è.

Grazie e alla prossima.

https://linktr.ee/Achillu

caipiroska

caipiroska
Padawan
Padawan

Questo racconto è stata una piacevole e sorprendente lettura: confesso che spesso ho percepito quasi la sensazione di trovarmi in bilico su una narrazione che poteva cadere sul volgare e sono soddisfatta del fatto che ciò non è mai accaduto: far divertire con la sessualità senza essere scurrili o volgari sembra facile, ma credo che non lo sia affatto. Un bel testo che si legge volentieri e che nel finale ha un bel guizzo che ho apprezzato. Mi è sembrato però che qua e là il racconto venga un pò troppo allungato: se ho scritto in un commento a un altro testo che il suo maggior pregio stava nella brevità dello scritto, qui posso dire che qualche battuta in meno (soprattutto nell'introduzione) avrebbero giovato al racconto: in questa maniera rischia di essere dispersivo e di distrarre l'attenzione dal nocciolo della questione.
Ben studiati i tempi della comicità che anche se non è dirompente, lasciano comunque un sorriso dietro di sè, tutto impacchettato con una buona forma espressiva molto piacevole da leggere.

Contenuto sponsorizzato



Torna in alto  Messaggio [Pagina 2 di 2]

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.