Different Tales
Benvenuto su Different Tales
Prima di interagire leggi qui https://www.differentales.org/t1-regolamento-del-forum
Se hai già letto e compreso il regolamento è fantastico, nondimeno questo avviso apparirà per il resto dei tuoi giorni, e se non accedi ti apparirà in sogno.
Poi non dire che non ti avevamo avvisato.

Unisciti al forum, è facile e veloce

Different Tales
Benvenuto su Different Tales
Prima di interagire leggi qui https://www.differentales.org/t1-regolamento-del-forum
Se hai già letto e compreso il regolamento è fantastico, nondimeno questo avviso apparirà per il resto dei tuoi giorni, e se non accedi ti apparirà in sogno.
Poi non dire che non ti avevamo avvisato.
Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il forum di scrittura creativa che cercavi


Non sei connesso Connettiti o registrati

Roma Ostia

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1Roma Ostia Empty Roma Ostia Dom Gen 31, 2021 6:58 pm

Ospite


Ospite
Roma Ostia


Mi sono vestito leggero, come quando vado a teatro.

Ho sulla schiena una borsa arancione con i manici di plastica e il numero.

Il bar profuma di bar, la cassiera pure profuma di bar.

Sono stato sempre To’, non mi va di diventare qualcosa di diverso e nemmeno la saluto.

Ordino quattro caffè, pesco nel cestino delle caramelle sfuse quelle alla liquirizia.

Il paradiso terrestre potrebbe somigliare a quello che accade fuori, nel verde dell’EUR,

gente colorata corre , canta, ride, scherza, beve.

Un’enorme massa di dati ambosessi felici si mischiano.

La prima parte del percorso è da università della corsa, divertente e variegata.

Poi la salita lunga del vecchio campeggio spariglia i gruppi di amici.

I posti di ristoro numerosi mi permettono di fare come mi pare e soprattutto di prendere fiato per una

cinquantina di metri.

La ragazza dei palloncini gialli, quella che ti porta all’arrivo in 2 ore e quindici, ha la

voce di un’eroina romantica, vederla vicino quasi mi spaventa, non sono abituato a tanta generosità.

Non ho margini di recupero, la ricerca di un tratto in pianura sembra la versione ipnotica di un

disperso nel deserto. Qui la pianura non esiste.

Comincio a credere che il talento avuto in passato sia stato solo frutto di una botta di culo.

Alla fine penso che, Ostia potrebbe essere il posto ideale per una vacanza,

non per un arrivo che non arriva mai.

Mi dibatto su un chilometro di specchio di mare come una mosca domestica sul vetro di una finestra.

Alla fine dico che, le mie qualità potrebbero essere fraintese.

Magari sarebbe un vantaggio.

Magari la stanchezza non ha ancora finito di lavorare il mio corpo.

Magari vuole solo farmi stare male, per dispetto.

Magari potrebbe aiutarmi a far sparire difficoltà spaventose.

Le difficoltà spaventose di altro genere.

Non fisico.

Far sparire l’eterno timore di essere zero.

Qui non esiste. Lo zero. Potrei affermare. E riaffermare.

E gli altri sono solo sintomi. Dolori che passano.

Smetterò di disprezzarmi raggiunto il mare, giuro.

Non l’arrivo.

All’arrivo mi disprezzerò di nuovo.

Per intuizione.

Per induzione.

Rattrappito dal freddo della disidratazione mi accovaccerò accanto a nessuno.

Per una versione atletica di auto condanna.

Perché non riesco più a correre con una certa dimestichezza.

Non dovrebbe essere così.

Ai corridori sgualciti come me, il ragionamento non interessa.

Il loro batterio peloso è il cronometro.

E quell’eterno misurarsi con se stessi.

Inutile. Pessimo. Eccessivo.

Ci torno sopra per incorporarlo, questo ragionamento.

Lo voglio dire.

2Roma Ostia Empty Re: Roma Ostia Dom Gen 31, 2021 11:00 pm

Byron.RN

Byron.RN
Padawan
Padawan
Apprezzato anche questo, anche se qui non c'è Annibale. Però la cassiere del bar c'è.
Forse magari c'è, ma tu non ce lo fai vedere. Qui ci sei solo tu e la tua personale sfida con la strada, il cronometro, la fatica e le tue insicurezze.
Questo pezzo me ne ha ricordato un altro, non per via della corsa, ma per l'ambientazione marittima e per la fatica. Non mi ricordo il titolo, però parlava di un tuo amico che nuotava sino allo sfinimento.
Se riesci a recuperarlo postalo, perché è un gioiello. Ricordo di averlo letto al lavoro lo scorso inverno. Ero da solo, non avevo nulla da fare e mi stavo annoiando. Mi sono detto che dovevo impiegare il tempo in qualcosa di utile, così mi sono messo a leggere un pò dei tuoi pezzi. Quando mi sono imbattuto in questo racconto ho cominciato a leggere e alla fine mi sono ritrovato con una strana malinconia addosso. Poi l'ho riletto. La località era Ostia, o forse un'altra località balneare vicina. Ho pensato che mi sarebbe piaciuto vedere il mare e la spiaggia di Ostia, anche se poi non mi pare sia così differente da quella di Rimini. Tutto questo per dire che ancora lo ricordo quel pezzo, ricordo che scrivevi che anche tu ti eri messo a nuotare per ricordare il protagonista di quel tuo racconto e che mi piacerebbe poter rileggere quelle righe.

3Roma Ostia Empty Re: Roma Ostia Lun Feb 01, 2021 10:37 am

Ospite


Ospite
Nel paese dove sono nato c'era solo un bar, una barista giovanissima e Mariano. Ci passavo le ore in quel bar, anche perché non c'era altro da fare durante quelle vacanze che si ripetevano nelle festività e per il periodo della caccia, per la quale andava matto papà.
Mariano era uno dei tanti disoccupati del posto, non se l'era sentita di andare a lavorare in Germania dove andavano tutti. Abbatteva la noia con delle lunghe nuotate e con la cultura fisica. Passioni che poi riproponeva nei suoi racconti al bar. 
Mariano mi aveva regalato il libro di John Vigna perché mi vedeva troppo magrolino, un libro che ancora conservo. 
A casa usavo dei pesi fatti con i barattoli di conserva riempiti di cemento e vecchi manici di scopa per fare l'allenamento. 
Mariano era il mio farò in virtù di almeno dieci anni di differenza e di una stravagante saggezza.
La ragazza del bar aveva pochissima clientela e stava sempre in mezzo a noi a ascoltare scemenze. Né brutta né bella poteva farlo senza suscitare commenti, anche perché io ero uno scialbo adolescente.
Un giorno, mia madre, con molta cautela mi diede la brutta notizia: Mariano si era ucciso dopo un litigio con la ragazza del bar.
Da quell'orribile ricordo ho tratto il racconto: Mariano.
Ti ringrazio per l'attenzione e ti abbraccio.
Perdona gli errori miei e del cell.

4Roma Ostia Empty Re: Roma Ostia Lun Feb 01, 2021 11:21 am

Byron.RN

Byron.RN
Padawan
Padawan
Ciao Tom,

infatti tu scrivi sempre di cose vere, e questo racconto sembrava più vivo e più vero degli altri.
Ti abbraccio anch'io e se ne hai voglia ti ripropongo l'invito di ripostarlo qui su DT.
Magari c'è qualcuno che non l'ha letto e si è perso qualcosa di emozionante.

Contenuto sponsorizzato


Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.