Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Ultimi argomenti attivi
» La cucina viaggiante
Proposta nel deserto EmptyOggi alle 10:43 pm Da caipiroska

» Storia d'amore e di strani perché - Fuori Concorso
Proposta nel deserto EmptyOggi alle 9:15 pm Da tommybe

» Vacanze di Natale
Proposta nel deserto EmptyOggi alle 7:56 pm Da Byron.RN

» Buonanotte mondo due
Proposta nel deserto EmptyOggi alle 6:47 pm Da Giancarlo Gravili

» Little Saigon
Proposta nel deserto EmptyOggi alle 6:09 pm Da Arianna 2016

» Quell'attimo eterno
Proposta nel deserto EmptyOggi alle 4:56 pm Da tommybe

» Il cibo scarlatto
Proposta nel deserto EmptyOggi alle 11:46 am Da Susanna

» La gara del tè
Proposta nel deserto EmptyOggi alle 10:45 am Da tommybe

» Maschi contro femmine
Proposta nel deserto EmptyOggi alle 10:38 am Da paluca66

EVENTI DT
DIFFERENT ROOMS 10 - LA CUCINA

I racconti del decimo step sono pubblici! Corri a leggerli su https://www.differentales.org/f72-different-rooms-la-cucina-racconti-in-gara

Proposta nel deserto

+22
Achillu
Molli Redigano
caipiroska
digitoergosum
FedericoChiesa
Fante Scelto
gipoviani
Arunachala
CharAznable
paluca66
Asbottino
ImaGiraffe
Susanna
M. Mark o'Knee
Danilo Nucci
Antonio Borghesi
Mac
Petunia
tommybe
The Raven
Byron.RN
Different Staff
26 partecipanti

Pagina 1 di 2 1, 2  Successivo

Andare in basso

Proposta nel deserto Empty Proposta nel deserto

Messaggio Da Different Staff Dom Lug 03, 2022 10:50 am

In questa casa fa un caldo infernale. Il ventilatore appeso al soffitto del salotto sposta folate di aria calda senza provocare una minima sensazione di sollievo. Continuo a sudare e ad asciugarmi con il fazzoletto. E questo divano in pelle non aiuta, amplificando la sensazione di appiccicaticcio. Anche Bud suda ma, seduto al mio fianco, non si muove e non parla. Sembra seguire con lo sguardo dei piccoli scarafaggi che corrono veloci lungo la parete. Come se fosse assente. Chi invece non smette di parlare è il nostro accompagnatore, un certo Colucci, un ex calciatore che ora si occupa anche di cinema, e non solo. Da quando ci siamo incontrati all'aeroporto di Alice Springs non fa altro che raccontare, con quello strano accento che è un misto di americano e calabrese, parlando di sé, della sua carriera nel calcio prima in Italia e poi in Australia, a Sydney, nel Marconi, come solo Bob Vieri prima di lui. Una città meravigliosa Sydney, o almeno così dice. Io non posso confermare. L’abbiamo usata solamente come scalo aeroportuale da Los Angeles a qui, una villetta prefabbricata nel bel mezzo dell’Outback Australiano. Vale a dire nel bel mezzo del nulla, se non per quella strana collina rossa che riempie il panorama dalla finestra del soggiorno.
Siamo stati invitati da un certo Mario Catanesi, il proprietario dell’abitazione. Vuole farci conoscere due giovani attori locali con un progetto cinematografico importante e la volontà di diffondere il cinema australiano nel resto del mondo.
Chi meglio del nostro Bud può darci una mano in tutto questo?” continua Colucci con una fastidiosa euforia nella voce.
Anche Catanesi è entusiasta, ci offre un liquore alla liquirizia che fa arrivare direttamente da alcuni suoi parenti in Calabria. Bud decisamente meno. Continua a sudare. E a tacere. Da quando abbiamo lasciato Los Angeles le sue parole si possono contare sulle dita di una mano. Ricordo un “Anto’, non facciamo stronzate” appena prima di decollare, e poco altro. Da quando ha finito di girare l’ultimo film, Superfantagenio, più di un anno fa, lo vedo spesso stanco e pensieroso. Forse un nuovo lavoro potrebbe fargli bene.
Bud è un attore conosciuto in America e in Europa, i mercati target per il nostro progetto. Con lui sarà sicuramente un film di successo.”
Ci diceva che sarà una produzione totalmente australiana?” provo a interrompere questo soliloquio del nostro accompagnatore cercando di capire meglio di che si tratta.
Sì, esatto. Ci sono questi due ragazzi molto famosi qui che vogliono farsi conoscere nel mondo.”
E sarà girato in Australia?”
No, sarà ambientato a New York. Negli USA.”
Bene! Bud è di casa negli States, vero Bud?”
Ma non mi sta ad ascoltare. Continua a seguire con lo sguardo uno scarafaggio che si infila a tutta velocità in un buco nella parete. È assente e decisamente a disagio. Il caldo, il rumore delle pale del ventilatore, il fiume di parole di Colucci, gli scarafaggi. Tutto in questo ambiente lo mette a disagio. Non voleva venire e non aveva tutti i torti. L’unico lato positivo è la vista dal finestrone. Quella collina rossa è davvero affascinante.
Ayers Rock!”
Come?”
Notavo che stava fissando il panorama. Quella è Ayers Rock, o Uluru come la chiamano i nativi. La collina sacra. Non è ancora molto conosciuta ma presto porterà tanti turisti. Vogliamo costruire un resort qui nel terreno dietro la casa.”
Diventerà un luogo turistico?”
Sì, ed è per questo che ci serve il film. Dobbiamo far conoscere l’Australia e le sue bellezze nel resto del mondo.”
E vorreste costruire un resort qui? In mezzo al nulla?”
Esattamente. È un luogo con grande potenzialità. Molti turisti vengono e soggiornano in tenda, nei loro camper o addirittura in macchina. Noi faremo un resort con tutti i confort. Lo chiameremo “Sails in the desert”, “Vele nel deserto”, perché il progetto prevede proprio delle strutture con quella forma. Dovrei avere le carte da qualche parte, adesso gliele mostro in anteprima. Mi raccomando, la notizia è ancora riservata. Vogliamo evitare speculazioni che…”
Colucci continua a parlare di argomenti senza interesse, almeno per me. Fino a ieri non sapevo neppure dell’esistenza di questo posto, figuriamoci se mi interessano informazioni su un resort costruito in mezzo al deserto a centinaia di chilometri di distanza da ogni forma di civiltà. Bud mi guarda e tace, ma con gli occhi sembra dirmi “Anto. Che cazzo ci siamo venuti a fare qui?” Io rivolgo lo sguardo fuori dal finestrone, verso quella strana collina rossa. Ammicco: “Guarda che bellezza.” Lui risponde con un’occhiata inequivocabile: “Anto. Ma vaffanculo va.”
Provo a rientrare nei binari della discussione. “Tornando al film, dicevate che Bud non sarà l’unico protagonista, giusto?”
Sì, proprio così. I due attori dei quali vi parlavo prima hanno scritto la sceneggiatura e affiancheranno Bud nella storia. Poi ci saranno animali selvaggi e…”
Bud fa una smorfia di disappunto.
Abbiamo già fatto qualcosa di simile alcuni anni fa in Africa. Animali selvaggi, ippopotami, non sarebbe qualcosa di già visto?”
No, assolutamente. Molto diverso. Bud dovrà impersonificare lo spirito australiano che raggiunge l’America e…”
Bud si alza all’improvviso, di scatto. “Andiamo Anto’!”
Annuisco. “Signori, mi spiace ma non siamo interessati alla proposta.”
Ma è un grosso potenziale e…”
È una strunzata!” Bud è categorico.
Signori, ci rincresce ma ci vediamo costretti a declinare la vostra proposta. Non crediamo che Bud sia l’attore adatto a questo progetto.”
Riflettete ancora un attimo. Tra poco ci raggiungeranno gli autori e…”
Iamme Anto’!”
Mi spiace signori. È stato un piacere conoscervi.”

Sulla via del ritorno siamo soli in macchina. In realtà noi due e l’autista. Che però sta sulle sue e non proferisce verbo. Chi invece continua a parlare è Bud. È rilassato, ride e scherza. L’essersi liberato da quella seccatura l’ha risollevato nel morale e nello spirito.
Anto’, abbiamo fatto bene. Questa chiavica ‘e film nun se lo vedrà nessuno! Un australiano che se ne va a New York, a chi vuoi che gli possa fregare una storia del genere. Forse a questi quattro cafoni che vivono da queste parti, ma quale America ed Europa! Una strunzata! Una grandissima strunzata!”
Sì Bud, hai ragione. Hai perfettamente ragione. Un film del genere sarà un fiasco colossale…”

Different Staff
Different Staff
Admin
Admin

Messaggi : 464
Punti : 1339
Infamia o lode : 5
Data di iscrizione : 26.02.21

Torna in alto Andare in basso

Proposta nel deserto Empty Re: Proposta nel deserto

Messaggio Da Byron.RN Mar Lug 05, 2022 8:17 pm

Un racconto scritto bene, senza errori o refusi.
La lettura è scorrevole, i paletti sono rispettati.
Il limite del racconto è che c'è poca trama, non succede quasi nulla.
Sarebbe interessante sapere poi se l'episodio sia reale, preso da qualche biografia o se l'autore lo abbia inventato di sana pianta. Comunque sia l'episodio è verosimile, Bud sarebbe potuto essere avvicinato da un mezzo produttore italiano per recitare in un film australiano.
A proposito di film, quale potrebbe essere il film in cui avrebbe dovuto recitare Bud? 
L'unico che mi viene in mente che si è rivelato un successo potrebbe essere Mr. Crocodile Dundee.
Concludendo un racconto discreto ma dalla trama troppo leggerina.
Byron.RN
Byron.RN
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Messaggi : 681
Punti : 735
Infamia o lode : 3
Data di iscrizione : 07.01.21
Età : 48
Località : Rimini

Torna in alto Andare in basso

Proposta nel deserto Empty Re: Proposta nel deserto

Messaggio Da The Raven Mer Lug 06, 2022 10:13 pm

Il racconto è scritto bene. La scrittura è pulita e non ho notato la presenza di refusi o errori. Quindi, autore, partiamo col piede giusto.
Io non conosco praticamente nulla di Bud, devo ammettere (linciatemi pure, ormai ci sono abituato quando lo dico) che non sono un grande estimatore dei suoi film. 
Però, se devo immaginarlo fuori dal set, me lo immagino proprio come lo hai descritto tu, taciturno quando è a disagio.
Il racconto, però, non è un racconto: lo definirei più un anedotto, un episodio divertente che, purtroppo, non può competere con altri racconti che hanno una trama vera e propria, costruita e strutturata.

______________________________________________________
IN GRAN SILENZIO OGNI PARTIGIANO GUARDAVA QUEL BASTONE SU IN COLLINA.


REACH OUT AND TOUCH FAITH!                                                                                               Sembrano di sognante demoni gli occhi, e i rai
                                                                                         del lume ognor disegnano l’ombra sul pavimento,
né l’alma da quell’ombra lunga sul pavimento
sarà libera mai!
Quel vizio che ti ucciderà
non sarà fumare o bere,
ma è qualcosa che ti porti dentro,
cioè vivere.
The Raven
The Raven
Admin
Admin

Messaggi : 533
Punti : 635
Infamia o lode : 13
Data di iscrizione : 18.10.20
Età : 34
Località : Cesena

Torna in alto Andare in basso

Proposta nel deserto Empty Re: Proposta nel deserto

Messaggio Da tommybe Gio Lug 07, 2022 12:14 am

Non è obbligatorio conoscere Bud, lui è sempre stato un antidivo, nonostante i grandi incassi cinematografici ha sempre mantenuto un carattere timido, schivo e una certa modestia. È di questi giorni l'apparizione di una figlia che ha sempre mantenuto segreta pur curandone l'aspetto economico e affettivo.
Non so quanto il tuo racconto riesca a metterlo a fuoco, aspetto altri commenti non mi fido della mia lettura.

Un abbraccio.
tommybe
tommybe
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Messaggi : 640
Punti : 662
Infamia o lode : 4
Data di iscrizione : 18.11.21
Età : 70
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Proposta nel deserto Empty Re: Proposta nel deserto

Messaggio Da Petunia Ven Lug 08, 2022 7:38 am

Ho letto con piacere questa storia che ha un bel sotto testo. La scrittura è solida e scorrevole e tutto sembra facile. Tra le pieghe di una specie di intervista (se così può essere definito il genere che hai scelto) metti sul tavolo un bello spunto di riflessione. La volontà di distruggere un patrimonio naturale per costruire un resort e attirare turismo pagante di lusso. Al di là della presenza di Bud, ben gestita, – la coloritura dialettale lo caratterizza bene – è proprio il testo trasversale che mi è piaciuto.
Avrei letto qualcosa in più, il racconto è molto breve. Ma se viene voglia di leggere ancora, significa che il lavoro fatto funziona ed è di ottima qualità.

______________________________________________________
“Sono le onde a impedire che i mari siano semplicemente delle enormi pozzanghere”


(Daniel Foster Wallace)
Petunia
Petunia
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 1669
Punti : 1813
Infamia o lode : 20
Data di iscrizione : 07.01.21
Età : 59
Località : Prato

Torna in alto Andare in basso

Proposta nel deserto Empty Re: Proposta nel deserto

Messaggio Da Mac Ven Lug 08, 2022 9:26 am

Scritto bene con ritmo, questo te lo concedo, simpatica l'analogia con il film Mr Crocodile Dundee. Le descrizioni sono accurate e anche il carattere di Bud esce chiaro anche senza tante parole. 
Quello che manca è la trama, sembra più un incipit. 
E' come quando decidi di fare una torta, acquisti ottimi ingredienti, monti bene le uova, amalgami, metti nella terrina e poi ti dimentichi di cuocerla.
Spero di rileggerti presto
Mac
Mac
Padawan
Padawan

Messaggi : 369
Punti : 408
Infamia o lode : 1
Data di iscrizione : 09.11.21
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

Proposta nel deserto Empty Re: Proposta nel deserto

Messaggio Da Antonio Borghesi Ven Lug 08, 2022 3:00 pm

Meriteresti un premio solo per la brevità. Invece per il racconto no; anche perchè proprio non c'è. Qualcuno l'ha già scritto: sembra un aneddoto. Però gli admin te l'hanno ammesso e quindi passiamo alla lettura: scorrevole, senza nessuno sbandamento e praticamente senza errori. Non so che altro scrivere se non che avresti dovuto raccontare qualche cosa in più per potermi interessare. Ho apprezzato il riferimento a Crocodile Dundee ma è tutto e perciò pochissimo.
Antonio Borghesi
Antonio Borghesi
Padawan
Padawan

Messaggi : 425
Punti : 465
Infamia o lode : 3
Data di iscrizione : 08.01.21
Età : 82
Località : Firenze

Torna in alto Andare in basso

Proposta nel deserto Empty Re: Proposta nel deserto

Messaggio Da Danilo Nucci Ven Lug 08, 2022 4:06 pm

Credo di essere uno dei pochi che non ha mai visto (se non qualche spezzone), un film di Bud Spencer. Lo dico per chiarezza e non per snobismo perché anzi, penso che tutto sommato siano molto divertenti. Attribuisco la mia scarsa conoscenza al fatto che nel periodo d’oro dei suoi film ero già un giovanottello formato, con altri interessi e impegni familiari.
Per quel poco che ne so però credo che tu sia riuscito/a a definire bene il personaggio. Anche gli elementi della prova sono correttamente inseriti.
Quanto alla storia, in effetti è un po’ debole e la tua scrittura molto gradevole non è sufficiente a rendere troppo apprezzabile il brano. Mi sono fatto l’idea, forse sbagliata, che tu abbia buttato giù all’ultimo tuffo un breve racconto per l’encomiabile desiderio di partecipare, ma ce lo dirai dopo.
Al piacere di rileggerti in altra occasione.


Ultima modifica di Danilo Nucci il Ven Lug 08, 2022 4:07 pm - modificato 1 volta. (Motivazione : correzione di un verbo)
Danilo Nucci
Danilo Nucci
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Messaggi : 575
Punti : 596
Infamia o lode : 1
Data di iscrizione : 07.01.21
Età : 73
Località : Barberino di Mugello (FI)

Torna in alto Andare in basso

Proposta nel deserto Empty Re: Proposta nel deserto

Messaggio Da M. Mark o'Knee Ven Lug 08, 2022 9:43 pm

Be', a quanto pare nessuno è esente da clamorosi errori di valutazione. Nemmeno il nostro Anto', né il grande Bud. Perché il film di cui si parla, se davvero è Mr Crocodile Dundee, ha avuto un gran successo e il resort Sails in the desert esiste e resiste (me lo sono anche ritrovato sullo schermo in un pop-up facendo un po' di ricerche preliminari su Uluru...). Ma se la morale della favola è tutta qui, confesso di essere rimasto un po' deluso.
Ammetto che la scrittura è di tutto rispetto, esente (o quasi) da imperfezioni, e che il testo si legge bene. Buone anche le, laconicissime, battute in dialetto di Spencer. Ma si va poco oltre. La storia resta poco più che un episodio, una nota di colore nella biografia variegata del Pedersoli, una cosa "senza trama e senza finale" che lascia poco dietro di sé.
M.
M. Mark o'Knee
M. Mark o'Knee
Padawan
Padawan

Messaggi : 341
Punti : 389
Infamia o lode : 0
Data di iscrizione : 27.01.22
Età : 66
Località : Prato

Torna in alto Andare in basso

Proposta nel deserto Empty Re: Proposta nel deserto

Messaggio Da Susanna Ven Lug 08, 2022 11:36 pm

Eh già, Crocodile Dundee sarebbe stato un fiasco colossale!
Bud Spencer come persona mi piaceva, ma come attore no ( @The Raven ci dividiamo le bacchettate), ha caratterizzato un personaggio molto particolare, costruito attorno alla sua fisicità, ma i suoi film non mi avevano neanche divertito, se devo essere sincera fino in fondo. Alcuni li ho visti più che altro per mancato possesso del telecomando... Quando hai sorelle più piccole, ti tocca pure fare da balia televisiva.
Confessato ciò…I paletti sono stati ben gestiti, compreso l’inserimento del resort “Sails in the desert “ (la cui costruzione iniziò nell’’85). Buona questa ricerca e anche l’idea di utilizzare questo dettaglio per inquadrare il luogo, e - l'idea mi è presentata così... - quasi come un tentativo di coinvolgere, con nonchalance, il buon Bud come finanziatore. Un'alternativa, vah: o il film o il resort.
Per quanto attiene al racconto, non lo vedo proprio come racconto, ma come un aneddoto: non c’è trama o storia di base, non c’è emozione, non mi ha neanche coinvolto l’immaginare la scena – che avrebbe una punta di comico per la staticità dell’attore che osserva, ascolta e poi con un pugno di parole esterna il suo disappunto per tutta la faccenda - proprio perché non accade nulla.
Non saprei neanche a che genere collegarlo.
Al pari di un altro racconto abbastanza simile, appare ben chiaro l’intento di descrivere l’attore da un altro punto di vista, più intimo e vero: là era una comparsa qui un agente o collaboratore che parla di una giornata probabilmente simile a tante altre, in cui l'attore si mostra come è nel privato.
Quando si parla dello scopo dell’incontro (far conoscere due attori a Bud) mi sono chiesta se davvero, per due attori sconosciuti, Bud si sarebbe fatto un viaggio tanto lungo? E poi non avrebbe dovuto essere il contrario, che loro vanno da Bud?
Per quanto riguarda lo stile e la scrittura ci siamo: scorrevole, curata senza eccessi, non ho trovato refusi o inciampi, ma non si va oltre, a mio pare più per il soggetto scelto che per la capacità della Penna, che invece è più palese.
Il blocco di testo iniziale non agevola la lettura. Con qualche a capo che distribuisse/separasse la permanenza nella stanza con i dettagli del viaggio e soprattutto l’insofferenza di Bud per la situazione, forse un minimo di movimento al racconto ci sarebbe stato.
Con gli “a capo” fermi un attimo l’immagine per il lettore, quello deve vedere prima di proseguire.
Comunque, grazie.

______________________________________________________
"Quindi sappiatelo, e consideratemi pure presuntuoso, ma io non scrivo per voi. Scrivo per me e, al limite, per un'altra persona che può capire. Spero di conoscerla un giorno… G. Laquaniti"
Susanna
Susanna
Maestro Jedi
Maestro Jedi

Messaggi : 1606
Punti : 1735
Infamia o lode : 14
Data di iscrizione : 03.02.21
Età : 65
Località : Rumo (TN)

Torna in alto Andare in basso

Proposta nel deserto Empty Re: Proposta nel deserto

Messaggio Da ImaGiraffe Lun Lug 11, 2022 12:01 pm

Il testo ha un pregio nascosto riesce a trasmettere alla perfezione quel senso di tedio e di calore che provano i protagonisti la brevità del testo ne è un'ulteriore conferma. Come se l'autore non avesse voglia di indugiare oltre visto il caldo e la proposta non allettante. 
Questa sensazione resta viva nel lettore ma non basta perché si rimane fortemente insoddisfatti. 
L'idea è buona ma poteva essere gestita veramente meglio.
Rimane un piacevole aneddoto.

______________________________________________________

Un caloroso benvenuto alle persone giunte fino a noi dal futuro. 

ImaGiraffe
ImaGiraffe
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Messaggi : 533
Punti : 575
Infamia o lode : 2
Data di iscrizione : 04.02.21
Età : 36

Torna in alto Andare in basso

Proposta nel deserto Empty Re: Proposta nel deserto

Messaggio Da Asbottino Mer Lug 13, 2022 6:31 pm

Racconto breve, davvero breve. Forse troppo.
Prepari molto bene la scena, ma poi la risolvi in men che non si dica.
Il riferimento al film che sarà un fiasco potrebbe in effetti essere Mr Crocodile Dundee, anche se con i tempi non mi torna. Fai riferimento a Superfantagenio uscito un anno prima, ma Superfantagenio e Mr Crocodile Dundee sono dello stesso anno, 1986.
Ma al di là di questo il racconto, pur lavorando con cura per centrare tutti i paletti, soffre, come detto, per via di una trama molto esile. Va detto che sui personaggi invece lavori bene, specie su Bud e Colucci. Bud, per chi conosce i suoi film e il carattere che avevano i suoi personaggi, sembra proprio di vederlo lì, seduto sul divano di quel salotto.
Ayers Rock invece resta un po' sullo sfondo, anche se in qualche modo sembra influenzare, anche se non esplicitato, il malumore di Bud. Avevi questa idea o me la sono immaginata io? Perchè la chiusura in auto, Bud improvvisamente rilassato e ciarliero, mentre si lascia il monolite alle spalle, sembra quasi voluta e che non sia solo frutto di uno fiasco scampato.
L'idea in sé comunque è originale e mi piacciono i racconti che parlano di cinema, di film che sarebbe potuti essere e non sono mai stati o, come in questo caso, potevano avere protagonisti diversi. L'idea di Bud Spencer come avventuriero australiano a New York non è affatto sbagliata e spesso leggiamo di ruoli per cui era stato pensato un attore diverso da quello che poi è finito sullo schermo. Sembrano quasi film di un universo parallelo.
Avrei solo lavorato di più su tutti i fronti per renderlo più corposo, esplicitando anche meglio il ruolo di Ayers Rock nella vicenda, altrimenti resta solo uno sfondo.
Piaciuto, comunque.

______________________________________________________
Proposta nel deserto Senza_10
Asbottino
Asbottino
Padawan
Padawan

Messaggi : 388
Punti : 412
Infamia o lode : 0
Data di iscrizione : 07.01.21
Età : 47
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Proposta nel deserto Empty Re: Proposta nel deserto

Messaggio Da paluca66 Gio Lug 14, 2022 5:11 pm

Errori/refusi
Poco da segnalare a parte forse la lunghezza di questo periodo che poteva essere spezzato o semplificato: 
Da quando ci siamo incontrati all'aeroporto di Alice Springs non fa altro che raccontare, con quello strano accento che è un misto di americano e calabrese, parlando di sé, della sua carriera nel calcio prima in Italia e poi in Australia, a Sydney, nel Marconi, come solo Bob Vieri prima di lui. Una città meravigliosa Sydney, o almeno così dice.
Paletti
Stanza. Il salotto c'è,  la scena si svolge tutta lì a parte il finale in macchina.
Personaggio. Budget Spencer, presente, fondamentale per il racconto.
Luogo. Uluru, presente anche se poco protagonista, il racconto poteva avere luogo in qualsiasi altro posto australiano, credo.
Perché sì: il racconto, essenziale, ci racconta un episodio molto credibile della vita dell'attore, magari in un luogo diverso, potrebbe essere proprio andata così. 
Scritto bene, scorre via con facilità e di legge volentieri. L'aut* ha reso molto bene la fastidiosità di Colucci prima e di Catanesi poi e il personaggio Bud Spencer è molto ben definito.
Perché no: il racconto ha una trama esile, al limite dell'aneddoto, i paletti sono inseriti quasi per dovere, il riferimento cinematografico, se ho capito bene è a Mr. Crocodile Dundee che però è dello stesso anno, 1986, di Superfantagenio.

______________________________________________________
Proposta nel deserto Badge-3
paluca66
paluca66
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Messaggi : 838
Punti : 864
Infamia o lode : 1
Data di iscrizione : 07.01.21
Età : 56
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Proposta nel deserto Empty Re: Proposta nel deserto

Messaggio Da CharAznable Ven Lug 15, 2022 3:19 pm

Aneddoto carino ma racconto scarno e un po' insipido. Si legge con piacere, ma quello che rimane è davvero troppo poco. Buoni i personaggi e la sensazione di caldo e fastidio (ecco sì, quella a fine lettura rimane). I paletti mi sembrano centrati. Non proprio precise le date lungo le quali si sviluppa la vicenda.
Forse si poteva sviluppare un pochino meglio.
Complimenti
Grazie

______________________________________________________

I giorni indimenticabili della vita di un uomo sono cinque o sei in tutto. Gli altri fanno volume.

CharAznable
CharAznable
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Messaggi : 701
Punti : 792
Infamia o lode : 7
Data di iscrizione : 22.02.21
Età : 47
Località : Magenta

Torna in alto Andare in basso

Proposta nel deserto Empty Re: Proposta nel deserto

Messaggio Da Arunachala Dom Lug 17, 2022 5:52 pm

il punto più negativo del racconto è di certo la mancanza della storia.
ok, racconti un episodio breve e niente altro, però così è davvero poco, mi spiace.
scritto bene, senza refusi e molto scorrevole, a parte forse una frase molto lunga che andrebbe spezzata.
c'è tutto, personaggi, salotto, ambientazione... manca la storia.
peccato.

______________________________________________________
L'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente

Proposta nel deserto Namaste

Non si può toccare l'alba se non si sono percorsi i sentieri della notte.

Kahlil Gibran
Arunachala
Arunachala
Admin
Admin

Messaggi : 917
Punti : 1076
Infamia o lode : 7
Data di iscrizione : 20.10.20
Età : 65
Località : Lago di Garda

Torna in alto Andare in basso

Proposta nel deserto Empty Re: Proposta nel deserto

Messaggio Da gipoviani Dom Lug 17, 2022 7:35 pm

Come ho già scritto, non amavo i film di Bud Spencer e non ero minimamente affascinata dalla sua personalità. 
Questo racconto tuttavia non mi dispiace proprio. Un racconto minimalista con poca trama ma buoni dialoghi. Non succede nulla o quasi, ma tanto è sottointeso. Avrei forse preferito forse una maggiore spiegazione sulle ragioni che portano al diniego. Un episodio, una parola che fa dire a Bud: "Io non questi non mi ci  metto". Forse c'è e non sono riuscito a coglierla.
Comunque preferisco una trama povera, ad una povera trama melodrammatica.


Ultima modifica di gipoviani il Ven Lug 22, 2022 10:09 am - modificato 1 volta.

gipoviani
Padawan
Padawan

Messaggi : 196
Punti : 223
Infamia o lode : 3
Data di iscrizione : 01.05.21

Torna in alto Andare in basso

Proposta nel deserto Empty Re: Proposta nel deserto

Messaggio Da Fante Scelto Gio Lug 21, 2022 6:48 pm

Spezzo una lancia per te, autore: un aneddoto è pur sempre un racconto, cioè una cosa con un inizio, uno svolgimento e una fine. Non ci saranno grandi peripezie, ma tant'è.
A me il tuo lavoro è piaciuto, perché in qualche modo mi sono proprio immaginato Bud Spencer seduto lì, distratto e infastidito dalla situazione.
Il suo quasi non parlare aiuta a visualizzarlo molto bene.
Quando lo fa, invece, mi lascia un po' così. Più che altro perché non ho idea di come parlasse nella realtà, cioè se usasse il dialetto o la cadenza o cose così.
Magari sì, e allora pace.
Io ce l'ho in mente come parlava nei suoi film, con quel vocione cavernoso ma privo di cadenza, che a questo punto mi viene il dubbio non fosse suo.
Era doppiato? Boh. Approfondirò.

Quel che mi è mancato non è la trama, alla fine è uno spaccato di vita professionale godibilissimo e ben riuscito, è il senso ultimo della cosa.
Non sono infatti riuscito a capire se Bud abbia rifiutato la parte perché:
a) riteneva fallimentare il film
b) non voleva aiutare a finanziare un'opera come il resort che avrebbe danneggiato la natura o il paesaggio della zona o la cultura dei nativi.

Ho a lungo propeso per b) ma le righe finali mi rimettono in dubbio.
E c'è una notevole differenza tra i due aspetti, poiché enfatizzano o l'errore valutativo dell'attore Spencer (ammesso che il riferimento al film sia davvero Mr C. Dundee) oppure la coscienza ambientalista/sociale dello stesso.

Due esiti molto diversi tra loro sui quali il finale, almeno per me, non è chiarissimo.
Avrei preferito capire di più.

Per il resto, lo stile di scrittura è buono, si legge bene, senza intoppi. Mi stona solo il parlato di Bud, come già detto.
Manca qualcosa ma nel complesso mi è piaciuto.
Fante Scelto
Fante Scelto
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Messaggi : 508
Punti : 626
Infamia o lode : 0
Data di iscrizione : 08.01.21
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Proposta nel deserto Empty Re: Proposta nel deserto

Messaggio Da FedericoChiesa Mar Lug 26, 2022 12:36 pm

Per cercare qualche spunto originale, mi ero permesso di divagare un poco, sfrugugliando tra le date dei due film in questione ma poi ho visto che anche questo è già stato fatto notare.
Superfantagenio è un film del 1986, così come Mr. Crocodile Dundee, per cui il raccordo temporale tra i due film si perde, ma non so se era proprio quello a cui miravi.
La trama manca, la personalità di Bud invece c'è, come te la aspetti.
Un racconto pulito, piacevole, breve, ma che rispetta il limite minimo dei caratteri.
Forse occorrerebbe mettere un limite, massimo però, al numero dei caratteri dei commentatori; in questo step ne ho visti di ogni  Proposta nel deserto 1845807541
FedericoChiesa
FedericoChiesa
Padawan
Padawan

Messaggi : 332
Punti : 375
Infamia o lode : 3
Data di iscrizione : 24.04.21
Età : 55
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Proposta nel deserto Empty Re: Proposta nel deserto

Messaggio Da digitoergosum Mar Lug 26, 2022 3:20 pm

Ciao Penna. Col "minimo contrattuale" ci hai fornito un racconto "pieno", non sono d'accordo con altri che hanno parlato di aneddoto. Pur con qualche frase che non mi "suonava" bene, non ho comunque sottolineato qualcosa che non andasse. Anche perché rispetto, ma non capisco, i nostri colleghi che "riscrivono" le nostre frasi come le scriveremmo noi. Non siamo il "Verbo", abbiamo la possibilità e il dovere di dire se ci piace o se non ci piace, quali sensazioni ci comunica il lavoro, cosa ci vediamo nel "non scritto", ma credo che si esageri quando proponiamo all'autore frasi nostre "migliori" di quelle originali. Il carattere di Carlo Pederzoli (l'avrei chiamato così nel tuo racconto, secondo me sarebbe stato più appropriato, ma rispetto la tua scelta) emerge e non discosta dall'immagine che abbiamo attraverso i personaggi dei suoi film. Anche, non sono d'accordo con il "non scritto" ambientalista, perché Bud sembra disinteressato al luogo in cui si trova, e soprattutto perché l'abulia che mantiene in tutto il racconto comincia già a Los Angeles, quando ancora non conosceva nulla della sceneggiatura e del progetto turistico in mente ai due proponenti. A questo punto, detto che è un racconto, che è scritto bene, devo poi aggiungere che forse viene a mancare un poco il genio autoriale, che appunto appare come esercizio da "minimo contrattuale". Mi è piaciuto, cara Penna, ma sei a confrontarti in questo step con racconti un poco più profondi e studiati. A rileggerti.
digitoergosum
digitoergosum
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Messaggi : 705
Punti : 794
Infamia o lode : 6
Data di iscrizione : 04.03.21
Età : 59
Località : Idro (BS)

Torna in alto Andare in basso

Proposta nel deserto Empty Re: Proposta nel deserto

Messaggio Da caipiroska Mar Lug 26, 2022 6:33 pm

A me questo racconto è piaciuto.
Si percepisce la bravura dell'autore, il modo interessante che ha di raccontare, di comporre frasi e descrivere situazioni che colpiscono per la loro struttura studiata, ben bilanciata, convincente. Dispiace che il brano sia breve solo per il fatto che avrei volentieri letto qualcosa di più lungo.
Credo che ci sia un abisso tra Bud e Carlo e in questo racconto ho visto un personaggio molto vero, verace, molto simile a come me lo sono sempre immaginato (un filino antipatico, lo confesso...).
La scelta di scrivere una storia breve, dal contenuto poco incisivo e che non richiede grande partecipazione del lettore può anche essere un atto interessante e nel contesto è stata una lettura piacevole, anche se sono altri i testi che mi rimangono impressi: ma questo rimane per me un valido esperimento, perchè se è vero che si può scrivere bene scrivendo leggero, è anche vero che leggero non significa vuoto.
caipiroska
caipiroska
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Messaggi : 573
Punti : 604
Infamia o lode : 7
Data di iscrizione : 07.01.21

Torna in alto Andare in basso

Proposta nel deserto Empty Re: Proposta nel deserto

Messaggio Da Molli Redigano Lun Ago 01, 2022 10:45 pm

Prima di partire da Los Angeles, Bud dice ad Antonio: "Anto', non facciamo stronzate." L'apostrofo mi porta a pensare a un'apocope (come per un po' = un poco - non voglio fare il figo ma leggere i Vostri testi mi aiuta molto per i miei studi attuali oltre che per il piacere di leggerli e l'amicizia virtuale con tutti voi).

Però poco più avanti:

"Anto. Che cazzo ci siamo venuti a fare qui?” Io rivolgo lo sguardo fuori dal finestrone, verso quella strana collina rossa. Ammicco: “Guarda che bellezza.” Lui risponde con un’occhiata inequivocabile: “Anto. Ma vaffanculo va.”"


L'apostrofo se ne va due volte in tre righe. Si nota, credo, in un testo così ben scritto.

E se sulla scrittura non ho niente da dire, nemmeno sul racconto posso dire granché: la brevità non lo penalizza nella sua resa finale secondo me, ma credo che tutti i personaggi avrebbero meritato una trama più ampia, ovvero, per esempio, qualche tentativo in più da parte di Antonio nel convincere Bud ad accettare la parte nel film del produttore (?) Colucci.

Penso altresì che l'Autore abbia ben reso il personaggio del Pedersoli. E lo chiamo col suo nome vero perché il Bud Spencer di questo racconto mi ha ricordato di più l'uomo che c'era dietro l'attore. Pacato, tranquillo, un po' "sulle sue".

Grazie.

______________________________________________________
"La strada dell'eccesso porta al palazzo della saggezza." William Blake

Sensa cugnisiun Cool!
Molli Redigano
Molli Redigano
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Messaggi : 631
Punti : 676
Infamia o lode : 2
Data di iscrizione : 07.01.21
Età : 42
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Proposta nel deserto Empty Re: Proposta nel deserto

Messaggio Da Achillu Lun Ago 01, 2022 10:46 pm

Ciao Aut-

Ho fatto fatica a seguire i personaggi di Colucci e Catanesi. Questa per me è stata la difficoltà maggiore nel leggere il racconto perché mi sembrano presentati in modo troppo simile. A un certo punto Catanesi se ne va, però resta Colucci che parla come lui.
La trama mi sembra un po' debole; non capisco come mai Bud e Antonio partano da Los Angeles per andare in Australia (lungo viaggio) prima ancora di leggere la sceneggiatura. Mi manca una motivazione di fondo. Dubbio: ma Bud Spencer ha mai vissuto a Los Angeles? Comunque è inventata anche la storia della sceneggiatura proposta a Bud Spencer prima che a Paul Hogan (sempre che sia Crocodile Dundee, ma due anni dopo Superfantagenio ci starebbe).

Il personaggio che risalta di più è Bud. Gli altri personaggi sono stilizzati, invece Bud è descritto sotto diversi punti di vista. Peccato che il finale sia così breve, perché un maggior dettaglio avrebbe potuto creare un personaggio ancora più complesso.
I paletti ci sono. Diciamo che definire Uluru una "collina arancione" è un po' rischioso, però un rischio calcolato che potrebbe starci.

Grazie e alla prossima.

______________________________________________________
Proposta nel deserto Badge-2
Achillu
Achillu
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Messaggi : 921
Punti : 1021
Infamia o lode : 11
Data di iscrizione : 07.01.21
Età : 54
Località : Polesine

https://linktr.ee/Achillu

Torna in alto Andare in basso

Proposta nel deserto Empty Re: Proposta nel deserto

Messaggio Da SuperGric Ven Ago 05, 2022 9:25 am

Racconto che ti fa correre su Wikipedia: sarà Mr. Crocodile Dundee il film a cui si riferisce? I personaggi sono veri o inventati? Il resort Sails in the desert esiste veramente? Questo da un lato è un bene perché il racconto provoca delle reazioni, dall’altro però ti fa uscire dal racconto, e ciò significa che le emozioni che ti lascia non sono sufficienti.
L’elemento della trama che mi lascia più perplesso è perché mai Bud e Antò siano andati fino all’ Ayers Rock per parlare di un soggetto di un film. Possibile che non lo avessero letto prima? E che non ci fosse stata una qualche telefonata di spiegazione preventiva? Questa situazione mi ha lasciato un po’ così e mi ha fatto apprezzare poco il racconto.
Bud è rappresentato benissimo in compenso. Burbero e di poche parole come appare nei film, ma anche diretto quando serve. Complimenti per questo.
SuperGric
SuperGric
Padawan
Padawan

Messaggi : 213
Punti : 234
Infamia o lode : 3
Data di iscrizione : 18.01.21
Età : 51
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Proposta nel deserto Empty Re: Proposta nel deserto

Messaggio Da Resdei Ven Ago 05, 2022 11:29 am

Il pregio, ma allo stesso tempo il difetto, di questo racconto è la lunghezza.
con pochi tratti riesci a tirar fuori la personalità di Bud, 
facilitato dal fatto che è un personaggio che abbiamo amato in tanti. 
il difetto, che ti hanno fatto notare, è che in effetti manca una trama, o forse non è così ben sviluppata. 
buona l'atmosfera, la leggerezza dei dialoghi, la mano ferma e sicura, 
ma a fine lettura esco un pò insoddisfatta. 
a rileggerci
Resdei
Resdei
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Messaggi : 625
Punti : 661
Infamia o lode : 1
Data di iscrizione : 07.01.21
Età : 59
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Proposta nel deserto Empty Re: Proposta nel deserto

Messaggio Da Hellionor Lun Ago 08, 2022 6:53 pm

La storia è semplice, un aneddoto ben raccontato, con uno stile di scrittura fluido e davvero notevole. 
Il Bud che ci presenti è credibile, riesci a rendermelo simpatico anche nel suo silenzio. 
E quando parla, un po' come quando mena le mani in alcuni film, è per mettere la parola fine a quella storia. 
Cominciare il racconto con i protagonisti già ben calati nella scena la trovo una bella intuizione.
La brevità del pezzo è assolutamente in linea con l'episodio che ci hai descritto, andare oltre lo avrebbe reso troppo carico. Invece è ben misurato e ben gestito. 
A fine contest ti dirò come mi giocherei un pezzo del genere, se sei d'accordo.
Ele
Hellionor
Hellionor
Admin
Admin

Messaggi : 541
Punti : 575
Infamia o lode : 6
Data di iscrizione : 17.10.20
Età : 42
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

Proposta nel deserto Empty Re: Proposta nel deserto

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Successivo

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Puoi rispondere agli argomenti in questo forum.