Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il forum di scrittura creativa che cercavi

Ultimi argomenti attivi
» 7 in condotta
Elfi Vs Troll EmptyIeri alle 5:12 pm Da Susanna

» L'ombra insensibile
Elfi Vs Troll EmptyIeri alle 4:17 pm Da almarc

» Auguri Vivonic!
Elfi Vs Troll EmptyIeri alle 3:34 pm Da Asbottino

» L'ultimo bagno
Elfi Vs Troll EmptyDom Ago 14, 2022 9:27 pm Da Susanna

» Accadde un giorno a “La Pulce”
Elfi Vs Troll EmptyDom Ago 14, 2022 3:06 pm Da Arunachala

» DR - 8 - Il Salotto - Vincitori e Classifiche
Elfi Vs Troll EmptyDom Ago 14, 2022 12:30 pm Da Akimizu

» Ricordati di coprirti bene
Elfi Vs Troll EmptyDom Ago 14, 2022 11:06 am Da almarc

» Anche gli angeli mangiano patatine fritte
Elfi Vs Troll EmptySab Ago 13, 2022 6:59 pm Da paluca66

» Vento d'estate
Elfi Vs Troll EmptySab Ago 13, 2022 3:44 pm Da caipiroska

EVENTI DT
DIFFERENT ROOMS 8 - IL SALOTTO!
Scopri i parametri e scrivi il racconto ambientato in salotto! La scadenza è il 30 giugno!

Non sei connesso Connettiti o registrati

Elfi Vs Troll

+22
Resdei
SuperGric
digitoergosum
caipiroska
Achillu
Susanna
gipoviani
paluca66
Arunachala
Danilo Nucci
CharAznable
FedericoChiesa
Petunia
Fante Scelto
tommybe
Antonio Borghesi
Molli Redigano
Mac
Byron.RN
M. Mark o'Knee
ImaGiraffe
Different Staff
26 partecipanti

Vai alla pagina : 1, 2  Successivo

Nuovo argomento  Rispondi

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 2]

1Elfi Vs Troll Empty Elfi Vs Troll Dom Lug 03, 2022 10:34 am

Different Staff

Different Staff
Admin
Admin

Dopo un’estenuante giornata di lavoro, Mantas Bajarunas stava rientrando a casa. Aveva trascorso ore davanti al computer per svolgere il suo lavoro di grafico. Dedicava anima e corpo alla sua professione, s’impegnava con passione, sempre alla ricerca dell’innovazione e dell’originalità. Il suo lavoro gli permetteva di lasciare libera la fantasia e far fluttuare le idee tra creatività ed estro. Come hobby aveva la passione per lo sport, il calcio in particolare. Non era un semplice tifoso, né un appassionato. Adorava quello sport, ammirava i campioni. Tuttavia, non tifava nessuna squadra in particolare: era un arbitro, imparziale fino al midollo.
Ci fu un punto nella sua vita, il classico bivio di fronte al quale gli uomini si trovano. Non ne sono consci in quel preciso istante, ma soltanto col senno di poi. La strada giusta? A destra o a sinistra? Per Mantas, da una parte c’era la sua passione per la grafica digitale, professione che agli albori della sua carriera soltanto intravedeva il progresso che avrebbe avuto. Dall’altra la passione per l’arbitraggio, per cui si vedeva già nella terna per la finale di coppa campioni al Santiago Bernabeu di Madrid. Quale carriera avrebbe avuto più possibilità di realizzazione?
Divenne un grafico, mentre il fischietto e i cartellini li utilizzava soltanto nelle partite di calcio tra dilettanti. Con senno di poi, ora, meglio non fare i conti.
Durante il tragitto dall’ufficio alla sua abitazione, si rendeva conto di quanto fosse stanco sia nel corpo che nella mente. Si chiedeva spesso quanto avrebbe potuto resistere in quelle condizioni. Per questo, non aveva una risposta, soltanto certezze. Doveva spingere ed essere lucido anche nei minuti di recupero.
Guardando l’immagine che non poteva far a meno di vedere varcando lo sgangherato cancello di ferro che separava la strada dalla sua proprietà, trovava una risposta parziale ai suoi dubbi esistenziali: Kryžių Kalnas, con tutto il suo alone suggestivo, il mistero nascosto e il potente carico simbolico, riusciva a penetrare i suoi occhi e a specchiarsi nelle lenti degli occhiali da sole nello stesso momento.
Mantas non era un uomo religioso, né nella vita né in campo. Da regolamento, per il colpevole di bestemmia c’era il rosso diretto. Con la collina delle croci aveva un forte legame, spesso la guardava, come faceva con i guardialinee per una segnalazione di fuorigioco.
Era poco più di un bambino quando nel 1988 suo nonno fu rapito dagli agenti del KGB. L’impero sovietico stava implodendo e lo stato lituano, come altri paesi satelliti, iniziava ad assaporare quella pillola dolce chiamata libertà. O almeno la pregustava, la immaginava, insomma, la credeva possibile. C’era fermento, ottimismo, era l’alba di una nuova era. Il nonno fu accusato dal regime di essere un sovversivo e di fare propaganda per l’occidente. Il pericolo imminente, il crollo del sistema, aveva spinto le vespe fuori dal vespaio che, disorientate e timorose, cercavano alla cieca vittime innocenti da sacrificare sull’altare del capro espiatorio. “All’epoca non c’era il var” pensava spesso l’arbitro.
Mantas ricordava bene il giorno in cui portarono via il padre di suo padre. Si chiamava come lui, Mantas. Non lo rivide mai più, né mai poté piangerlo davanti a una lapide. Elaborato il lutto, crescendo e diventando un uomo, un giorno si decise ad acquistare una croce di legno chiaro, di medie dimensioni. Con uno scalpello incise il nome del nonno e si avviò verso Kryžių Kalnas, per dare al suo caro la tomba, ancorché simbolica, che non aveva mai avuto. Giurò su se stesso che in qualche modo l’avrebbe vendicato. Senza uccidere altre persone, senza commettere reati, ma seguendo un ideale. Gli assassini di suo nonno erano da rosso diretto. Nessuna moviola.
Una necessità, più che un ideale, una commistione tra geopolitica e servizio segreto, l’unione tra abilità informatiche e social network. Come tra tifosi che tifano e ultrà che manovrano, la prontezza nell’applicare il regolamento e il var dove l’arbitro e i suoi assistenti non arrivano. I social come se fossero il var: per vedere ciò che subito non si vede e che di primo acchito può essere mal interpretato.
Mantas era un elfo.


Si dice che Putin stia preparando un attacco su larga scala contro le repubbliche baltiche” esclamò Alina, non appena il marito varcò l’ingresso.
Non lo faranno mai, tutta propaganda” sbuffò Mantas posando le chiavi dell’auto sulla credenza.
Ho mandato i bambini da mia madre stasera” cambiò discorso la donna.
Hai fatto benissimo!” esclamò Mantas, “così potrò iniziare a lavorare in anticipo e avrò più tempo.”
In realtà immaginavo una serata diversa per noi due ma…” s’interruppe Alina.
Sei conscia che il mio lavoro extra, diciamo così, è per un bene superiore, almeno in questo periodo” continuò il marito.
Non facevi l’arbitro come lavoro extra?” ribatté la moglie.
Lo chiami lavoro con quei quattro spiccioli che prendo?” fece una pausa, “tralasciando la valanga d’insulti,” rise.
Ti appoggio, lo sai” disse Alina avvicinandosi al marito. Lo abbracciò e gli diede un dolce bacio sulle labbra.
Lo so” rispose lui sorridendo e baciandola a sua volta.
Non è ora di cambiare quella maledetta abat-jour di questo scarno salotto?” chiese Alina portando le mani ai fianchi. “Quella sì che meriterebbe un bel rosso, espulsa dal nostro salotto!” aggiunse.
Scarno?” esclamò lui sorpreso, “hai un divano, una televisione, una poltrona massaggiante e la splendida abat-jour vintage, cosa vuoi di più? Non puoi espellere l’abat-jour, non ha fatto fallo intenzionale, al massimo si becca una giornata di squalifica e te la ritrovi al suo posto in men che non si dica.”
Alina lo guardò divertita, voleva capire dove sarebbe andato a finire quel discorso così esilarante: “Dove la vedi la poltrona massaggiante?”
Non bisogna vederla, bisogna sentirla” disse Mantas, “Gli acari sanno fare la loro parte!”
Risero entrambi e guardarono fuori dalla finestra come se stessero contemplando un futuro più incerto che mai.
Calava la sera e nubi minacciose si scorgevano all’orizzonte. Da una parte le luci di Šjauljaj, dall’altra la collina, che sembrava un grosso capo sul quale era posta una corona di spine.
Andrà tutto bene!” disse Mantas con voce decisa, porgendo il pugno alla moglie.
Speriamo che quella collina non si trasformi in un cimitero” sussurrò Alina, battendo a sua volta il pugno su quello del marito.
Seduto sulla poltrona massaggiante, con il laptop sulle ginocchia, Mantas iniziava il suo lavoro notturno per contrastare i troll e la loro disinformazione. Come un attaccante di razza, doveva fiutare l’azione, la palla, il goal. Evitando di finire in off side anche solo per un capello.
La guerra in Ucraina ha scatenato una reazione a catena che ha allarmato l’occidente e risvegliato i nostalgici del regime sovietico, quei filorussi che se ne stavano nascosti attendendo il momento propizio. Come gli ultrà che non vedono l’ora di tornare allo stadio per fare casino, dando le spalle al gioco più bello del mondo. Certo, qui si tratta di tutto, fuorché di un gioco.
Mantas era dubbioso sul fatto che l’Ucraina e la sua distruzione fossero un pretesto per scatenare una guerra mondiale. Ci doveva essere qualcosa di più, poiché anche la conclamata indipendenza delle repubbliche del Donbass o l’annessione della Crimea nel 2014 gli sembravano questioni minori. La sua indole creativa gli faceva pensare questo. La sua indole sportiva, se così si poteva chiamare, lo portava a concludere il match e a lottare fino al triplice fischio, comunque fosse andata a finire.
Qui si tratta di scardinare il sistema democratico occidentale” scrisse in conclusione all’articolo che voleva pubblicare sulla sua pagina facebook. Aveva creato un’immagine animata con Putin che chiudeva il rubinetto del gas, poi bloccava l’importazione del grano attraverso il mar Nero, contava i dollari a Wall Street e combatteva una sfida di arti marziali mettendo ko Joe Biden. Al centro, noncuranti di ciò che accadeva intorno, tutti i leader europei seduti a un tavolo a discutere di sanzioni. Come dire: voi discutete che intanto lo Zar fa quello che gli pare. La simulazione comporta un cartellino giallo. E Mantas, senza tante storie, lo avrebbe estratto per la Von Der Leyen.
Ti ho portato una tazza di caffè” disse Alina sedendosi sul bracciolo della poltrona.
Grazie” sussurrò lui.
Novità?” chiese la moglie.
Pare ci sia stato un attacco hacker russo alla televisione lituana. Per qualche minuto è apparso un falso articolo nel quale il nostro ministro della difesa ammetteva di essere indagato per molestie sessuali.”
Immagino che i troll abbiano preso la palla al balzo,” annuì Alina.
L’articolo è stato prontamente rimosso, molti elfi lo hanno segnalato come fake news. Ma questo non ne ha impedito una rapida diffusione.”
Sarà una battaglia lunghissima, probabilmente il conto aperto tra elfi e troll non si chiuderà mai, non vedremo mai il finale” aggiunse Mantas.
Ciò che stai facendo è la tua Champions League. Lo so quanto ci tieni. Il sogno calcistico che avevi, rimarrà tale. Ora stai facendo qualcosa di veramente concreto” disse la donna accarezzandogli il viso. “Io vado a letto, ti lascio al tuo lavoro,” concluse sbadigliando.
Che ne dici se lasciamo i bambini da tua madre anche domani sera?” esclamò Mantas.
In panchina?”
No no, in tribuna. Non convocati. Sarò tutto per te, niente caccia ai troll.”
I loro sorrisi s’incrociarono trasmettendosi amore e felicità.
Intanto i troll trasmettevano odio cercando di sovvertire la società lituana. L’America, l’Unione Europea, la Nato, tutto uno schifo. E poi, il capitalismo, foriero di sventure: immigrazione incontrollata, bassa natalità, alti costi per l’energia. I lituani avrebbero dovuto guardarsi bene dai servi dell’occidente, unendosi fisiologicamente ai veri patrioti che vedono la Lituania sotto l’ala protettiva della Russia.
Mantas era stufo di sentire quelle menzogne. Non ne poteva più. Dall’inizio della guerra in Ucraina la disinformazione filorussa era aumentata in modo esponenziale. Nella guerra convenzionale i soldati possono essere uccisi. Nella guerra dove si spara, per terra, dal mare o dall’aria, non c’è la parte giusta o quella sbagliata, almeno non più. Non di questi tempi.
Nella guerra d’informazione i combattenti possono essere convinti a cambiare colore della divisa e a combattere per il nemico. “Ma chi è il nemico?” si chiese Mantas. “Sotto le bombe non si distingue più tra il buono e il cattivo. E al diradarsi dei fumi, rimane solo una distesa di croci che somiglia a Kryžių Kalnas ma in realtà è un cimitero”. Lo scrisse pensando alle parole di sua moglie Alina pronunciate poco prima.
I russi fanno esercitazioni militari su larga scala appena oltre il confine, i loro jet violano sistematicamente lo spazio aereo lituano senza annunciarsi per raggiungere Kaliningrad; attraverso i media ci minacciano di attaccare la nostra sovranità. Atsparumas! Continuiamo a combattere questa battaglia fantastica!”
Nel volley la chiamerebbero invasione, nel basket fallo tecnico. Nel calcio il contrario di fair play. Sarebbe il caso che nel mondo si facesse un bel terzo tempo. Questo pensava Mantas anche se non lo scrisse poiché non tutti, probabilmente, avrebbero capito. E il suo obiettivo, come quello di tutti gli elfi, era di raggiungere più utenti possibili puntando ad azzerare la disinformazione dei troll.
Mantas decise di chiudere su facebook la sua rassegna notturna di fake news filorusse scovate nei meandri del web. Sorrise quando vide la notifica dell’email del suo amico elfo Tomas: esperto informatico, hacker a tempo perso, gli mandava tutte le notti l’elenco dei “troll uccisi” ovvero tutti i filorussi lituani, ma anche estoni e lettoni, che aveva reso temporaneamente inattivi in rete. Lui sì che era un vero mastino in area di rigore, neanche il var l’avrebbe smascherato.
Sorridendo, alzò il capo dal computer dopo ore. Anche quella sera aveva concluso la sua partita in salotto giungendo al novantesimo più recupero. Aveva ammonito, avrebbe voluto espellere, ha espulso. Ha subito gli insulti dei tifosi. Ma al triplice fischio ha imboccato il tunnel soddisfatto.
Si passò una mano sul viso e chiuse il computer. Alla finestra, vide le luci della città che sbiadivano cancellate dall’alba. I raggi solari dribblavano le croci piantate sulla collina. Era la fine di quella giornata, per Mantas era arrivato il triplice fischio. Su per giù, poteva farsi un paio d’ore di sonno. Più recupero.

2Elfi Vs Troll Empty Re: Elfi Vs Troll Mar Lug 05, 2022 10:57 am

ImaGiraffe

ImaGiraffe
Padawan
Padawan

Affascinato dal titolo mi sono precitato a leggere questo racconto. Sospettavo che fosse metaforico ma mi aspettavo lo stesso qualcosa di più coinvolgente. 
L'idea di fondo è veramente brillante ma purtroppo il racconto mi è sembrato piatto e senza picchi di interesse. 
Questa battaglia elfi vs Troll me la immaginavo molto più appassionante soprattutto con le metafore calcistiche che hai inserito. Poteva essere una vera cronaca sportiva ricca di colpi di scena e pathos.
Invece la narrazione viene appesantita da una retorica troppo marcata. 
Quello che mi è mancato è il ritmo, un racconto del genere merita uno stile più asciutto o almeno lo avrebbe reso più immediato. Il messaggio che volevi trasmettere sarebbe arrivato lo stesso senza dilungarti troppo in spiegazioni.
Quindi ritengo che sia un racconto riuscito a metà. Capisco e apprezzo tantissimo il tuo intento ma purtroppo il risultato non mi ha colpito come avrebbe potuto.
Grazie.


______________________________________________________
Someone give that Wolf a Banana  Elfi Vs Troll 1f34c 

3Elfi Vs Troll Empty Re: Elfi Vs Troll Mar Lug 05, 2022 4:22 pm

M. Mark o'Knee

M. Mark o'Knee
Padawan
Padawan

Molto bella e importante l'idea di fondo: il contrasto consapevole alle fake news dei troll russi che diventa anche una sorta di vendetta contro i persecutori (sovietici) del nonno. Interessante anche la metafora calcistica che fa da sfondo alla narrazione.
Ma tutto si ferma a livello di intenzioni.
Il racconto scorre in maniera piatta, senza slanci, senza una vera partecipazione emotiva, e anche la partita stessa (elfi vs troll) sembra più un allenamento contro una squadra-materasso che un match di campionato.
I troll sembrano rassegnati, pronti a farsi mettere all'angolo senza reagire, senza dare battaglia: situazione davvero poco realistica.
Una loro reazione, una lotta di mosse e contromosse fra i due contendenti, penso avrebbe dato un diverso spessore alla storia, che si dilunga invece su particolari superflui, ininfluenti nell'economia del racconto, come per esempio il fatto che Mantas lavori come grafico e faccia l'arbitro per passione.
E, riguardo all'arbitro, direi che anche tale qualifica viene meno, vista la sua militanza attiva nella squadra degli elfi. Altro che "imparziale fino al midollo"...
Per restare in ambito calcistico, una partita piuttosto deludente.
M.

A Arunachala garba questo messaggio

4Elfi Vs Troll Empty Re: Elfi Vs Troll Mar Lug 05, 2022 6:13 pm

Byron.RN

Byron.RN
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

In tutta sincerità questo racconto non mi ha convinto molto.
Il tema di fondo è importantissimo e come non mai attuale, però la resa complessiva è a mio avviso poco incisiva.
La prima cosa che ho notato è il dialogo tra Mantas e la moglie. Allora, io ho un pò il pallino per i dialoghi e se c'è una cosa che ho imparato è che devono essere il più naturali possibile, quasi inutili e inconcludenti a una prima occhiata superficiale. Ti dico la verità, a me sono sembrati abbastanza forzati. Non dico che non ci possa essere complicità tra i due, un voler giocare anche quando ci si parla, ma tutte quelle metafore calcistiche, quei riferimenti sportivi mi sono apparsi poco naturali.
Il protagonista, Mantas, devo dire che non sono riuscito a inquadrarlo per bene, non so, mi sembra un pò sfuggente, poco delineato, non sono riuscito a sentirlo vicino. Anche il suo riferimento a volere essere arbitro l'ho percepito poco incisivo.
Volendo riassumere il tutto, per come l'ho percepito io, il testo manca di organicità, di naturalezza. Gli ingredienti(la trama, i paletti, le motivazioni) non riescono ad aggregarsi bene tra di loro, sono tenuti assieme da accenni e intenzioni, non da profondi legami. 
Il tema che tocchi però è importantissimo e te ne do atto.
Il discorso qui è delicato ed è indubbio che un problema ci sia.
Io negli ultimi anni ho sviluppato una mia visione che tende a farmi allontanare da tutto ciò che è tifo e a prendere una posizione neutrale ed equidistante. Ormai questa è una posizione che tendo a utilizzare in quasi ogni situazione, perché in Italia tutto si è ridotto a una questione di tifo, una discussione articolata non è più permessa, ci sono solo bianco, nero e insulti.
Comunque che i troll esistano è pacifico, il problema è chi possa definirsi elfo.
La verità secondo me non piace a nessuno è questo il problema. Perché? Perché tutto deve essere manipolato per la causa.
Ci sono i buoni e i cattivi, c'è la propaganda dei buoni e dei cattivi, ci sono le cause dei buoni e dei cattivi, ma la verità se ne fotte dei buoni e dei cattivi per come vengono intesi oggi, a lei piace girare, andare a destra e sinistra, di qua e di là, e per questo ognuno prova a sottometterla alla propria ideologia. Sarebbe troppo rivoluzionario dire, o anche solo pensare, che una volta possa avere ragione uno e la volta dopo un altro. 
In questo caos da tifo farsi una propria idea è difficile, con tutti i casini che ci sono tanto vale aderire a una causa senza sbattersi troppo e prendere una posizione, quella che a naso ci pare la migliore. O quella che è meno demonizzata. 
Io posso avere idea di fare un lavoro in un certo modo, ma chi mi paga mi può dire che se voglio rimanere a lavorare il lavoro va fatto come dice lui. Chi è pagato per dare le notizie le può dare come vuole lui, oppure deve portare avanti la strategia di chi lo paga, cioè dell'editore?
La verità è che della verità non frega a nessuno, l'obiettivo di tutti e influenzare e formare le masse per esercitare un potere, per avere soldati da arruolare nella propria propaganda.
Magari è sempre stato così, anche negli anni addietro, ma forse i colori per cui tifare erano diversi, ora c'è solo il bianco e il nero, il resto non conta. Anche l'arbitro non conta e forse neppure c'è.
Grazie per lo spunto.

A Arunachala e Molli Redigano garba questo messaggio

5Elfi Vs Troll Empty Re: Elfi Vs Troll Mar Lug 05, 2022 6:44 pm

Mac

Mac
Padawan
Padawan

Tema importante quello che hai scelto. Difficile da trattare, come tutti i drammi nel momento in cui li stiamo vivendo. Ed è proprio per l’importanza del momento storico che racconti che non riesco ad accettare il linguaggio calcistico. Ti serviva per rientrare nei paletti, ma potevi renderlo meno presente. Così, a me è risultato invasivo, ha tolto forza e dramma alla storia.
I dialoghi sono altalenanti, in alcuni momenti usi un linguaggio che non è parlato. Non direi mai a mio marito “ Come è scarno il nostro salotto”.
Il titolo è fuorviante, almeno per me.
Mi è piaciuta la storia del nonno, mi sarei soffermata di più.
Nrl complesso si legge bene, ma mi lascia un po’ di amato addosso.
A rileggerci

6Elfi Vs Troll Empty Re: Elfi Vs Troll Mer Lug 06, 2022 12:33 am

Molli Redigano

Molli Redigano
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Non ho letto il racconto, lo farò a breve. Mi ha colpito il commento di  @Byron.RN. Lui sostiene, se ho capito bene, che tutto ciò che è "tifo da stadio" (come spesso accade per molti argomenti nel nostro paese) fa "mutare" il suo pensiero verso posizioni neutrali ed equidistanti. Per quieto vivere, con se stessi in primis, ma soprattutto come componenti di una comunità. Non lo condivido, ma lo capisco, poiché nelle situazioni di "tifò" che spesso si creano in seno alla nostra opinione pubblica, alla nostra società, anche nelle sue più piccole e irrilevanti espressioni, anch'io ho difficoltà a sostenere veramente come la penso. E non è bello.


______________________________________________________
Branzagot senz'onma.

Cit e Bastard Cool!

A Arunachala e tommybe garba questo messaggio

A vivonic non piace questo messaggio.

7Elfi Vs Troll Empty Re: Elfi Vs Troll Gio Lug 07, 2022 4:28 pm

Antonio Borghesi

Antonio Borghesi
Padawan
Padawan

Per cominciare ti debbo dire che hai avuto un gran coraggio a scrivere un racconto sulla guerra in corso che, spero di no, ma credo di sì, che sarà politicamente abbastanza divisivo. Bravo. Poi c'è la tua scrittura che ho trovato fluida e priva di errori cosa che mi porta a un secondo Bravo. Non ci sarebbe il due senza un tre ma qui non c'è; non perchè non te lo meriteresti ma proprio perchè non trovo come assegnartelo. Vabbè ti penserò al momento del podio.

8Elfi Vs Troll Empty Re: Elfi Vs Troll Gio Lug 07, 2022 8:51 pm

tommybe

tommybe
Padawan
Padawan

Hai scritto cose interessanti, che condivido.
Ma non sono state solo loro a conquistarmi.
La poltrona massaggiante, quella con gli acari, non me l'aspettavo proprio.
Sei geniale, amico.
Io non me la cavo con i numeri, ma cinque dei miei ti spettano di diritto.
Hai una grande integrità morale, per quello che ho capito.
Amico.
Ciao

9Elfi Vs Troll Empty Re: Elfi Vs Troll Sab Lug 09, 2022 2:09 pm

Fante Scelto

Fante Scelto
Padawan
Padawan

Mi accodo a chi si è trovato un poco deluso dalla partita calcistica che non presenta grande sfida.
Oltretutto, molte delle similitudini si appoggiano più a un ruolo da attaccante, o comunque da giocatore, che non da arbitro.
L'idea però era molto buona.
Una sorta di partita tra elfi e troll condita da posizioni politiche e sullo sfondo della guerra. Forse il paletto dell'arbitro è stato fuorviante e ha reso tutto meno realistico.

Il fatto che Mantas si consideri tra i buoni non deve stupire: il punto di vista è tutto su di lui, ed è normale che egli si consideri nell'unica posizione corretta.
Stride quell'imparzialità menzionata, da arbitro, che in effetti non si accorda col tema della storia.

Lo stile di scrittura scelto è buono, si lascia leggere volentieri, ma secondo me scivola sui dialoghi, che appaiono troppo artefatti, troppo al servizio delle metafore calcistiche ampiamente usate su tutto il territorio della narrazione.

In definitiva, un lavoro buono ma che fatica a spiccare il volo come invece l'idea di fondo avrebbe potuto permettergli.

10Elfi Vs Troll Empty Re: Elfi Vs Troll Dom Lug 10, 2022 6:14 pm

Petunia

Petunia
Moderatore
Moderatore

Mi ha molto incuriosita il titolo e mi aspettavo di leggere qualcosa di fantasy. Niente di più sbagliato. L’idea è molto buona e anche originale. La scrittura è lineare e pulita e la storia si legge senza difficoltà. Tuttavia la scelta di narrare in modo così piatto non consente alla storia di brillare.
Tutto appare ingessato, i dialoghi spesso innaturali, insomma credo che il racconto abbia ottime intuizioni ma che la stesura non sia all’altezza dell’ idea di fondo.
È un buon lavoro di base ma, proprio perchè buona l’idea, ci lavorerei per affinarlo ancora.


______________________________________________________
C’è qualcosa di delizioso nello scrivere le prime parole di una storia. Non sai mai dove ti porteranno.
(Beatrix Potter)

11Elfi Vs Troll Empty Re: Elfi Vs Troll Dom Lug 10, 2022 9:31 pm

FedericoChiesa

FedericoChiesa
Padawan
Padawan

L’inizio non mi ha catturato, così descritto, così ridondante. Ero convinto in una svolta, quando il racconto fosse entrato nel vivo, ma questa sensazione non mi ha lasciato.
Molto apprezzate invece le metafore continue tra calcio e vita, dall’abat-jour ai filorussi, e come abbia introdotto “delicatamente” la battaglia tra elfi e trolls, lasciando al lettore scoprire le squadre ed il ruolo dei giocatori, le modalità dello scontro.
In sintesi, l’idea è originale, ma la scrittura, anche i dialoghi, troppo legnosi per apprezzala appieno.

12Elfi Vs Troll Empty Re: Elfi Vs Troll Lun Lug 11, 2022 1:39 pm

CharAznable

CharAznable
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Dal titolo ho pensato "Toh! Un fantasy!", e invece ti ritrovi in un racconto molto molto attuale. Il tema è molto interessante, un'ottima idea. Forse pecca un po' nello sviluppo della storia. Perché metti molta carne al fuoco senza realmente sviluppare nulla (se non la passione calcistica disseminata un po' ovunque). Avrei voluto leggere di più di questo combattimento virtuale contro le forze del male, invece destini molto spazio ai preamboli e il cuore dell'azione viene liquidato con poche righe (questo l'avevo riscontrato moltoa nche nello step precedente).
Scrittura buona, con forse un paio di passaggi un po' farragginosi.
Paletti ok.
Un buon racconto che avrebbe potuto essere una figata.
Complimenti.
Grazie.


______________________________________________________

I giorni indimenticabili della vita di un uomo sono cinque o sei in tutto. Gli altri fanno volume.

13Elfi Vs Troll Empty Re: Elfi Vs Troll Lun Lug 11, 2022 4:50 pm

Danilo Nucci

Danilo Nucci
Padawan
Padawan

Racconto piacevole, nel rispetto dei vincoli imposti dallo step. La cosa più interessante è il continuo inserimento del lessico calcistico utilizzato per ogni situazione, cosa che mi fa pensare che il dilemma grafico/arbitro doveva forse essere risolto a favore del secondo.
Un altro aspetto importante del brano è l’inserimento di molte tematiche, non ultima quella del conflitto di triste attualità, con considerazioni che condivido pienamente. Ma ci sono anche: le scelte di vita del protagonista, i rapporti familiari, le vicende che hanno riguardato il nonno, il tema dei”social” e delle fake news. Proprio questa sovrabbondanza di temi non ti ha consentito, probabilmente, di andare troppo a fondo, così che su vari aspetti sei rimasto in superficie.
Comunque il lavoro è apprezzabile.
Ti segnalo:   

“aveva la passione pelo sport”
“ non tifava nessuna squadra” avrei preferito “per” nessuna squadra.
“Per Mantas, da una parte c’era la sua passione per la grafica digitale, professione che agli albori della sua carriera soltanto intravedeva il progresso che avrebbe avuto”. Questa frase la riscriverei in modo più lineare. Così mi sembra un po’ contorta.

Bella questa frase: “la collina, che sembrava un grosso capo sul quale era posta una corona di spine.”

14Elfi Vs Troll Empty Re: Elfi Vs Troll Mer Lug 13, 2022 9:05 pm

Arunachala

Arunachala
Admin
Admin

non mi hai conquistato, mi spiace, per svariati motivi.
il titolo ci potrebbe anche stare, se non fosse che il ruolo di elfo è autonominato.
credo che un po' tutti, di qua e di là, si sentano i buoni, quindi questo è un punto negativo.
i dialoghi sono innaturali, assolutamente non realistici. molto difficile trovare una coppia simile, quasi impossibile, direi.
l'arbitro c'è proprio di sfuggita, nominato dalla moglie, visto che la partita che gioca poi la fa dentro la squadra degli elfi (secondo lui).
ci sono degli spunti davvero carini, tipo la poltrona massaggiante, e la scrittura è buona, ma nel complesso non riesco a dare un voto oltre la sufficienza.


______________________________________________________
L'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente

Elfi Vs Troll Namaste

Non si può toccare l'alba se non si sono percorsi i sentieri della notte.

Kahlil Gibran

15Elfi Vs Troll Empty Re: Elfi Vs Troll Mer Lug 13, 2022 9:18 pm

tommybe

tommybe
Padawan
Padawan

Non me la sento di abbandonare il tuo racconto, autore, e non lo abbandonerò. 
Il lampo che ho avuto nella prima lettura è rimasto.

A vivonic garba questo messaggio

16Elfi Vs Troll Empty Re: Elfi Vs Troll Ven Lug 15, 2022 10:53 pm

paluca66

paluca66
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Errori /refusi: non ne ho trovati e anche la scrittura mi è piaciuta molto, semplice, lineare, consente al racconto di farsi leggere davvero con piacere. 
Paletti
Stanza: salotto presente, ben descritto con simpatica autoironia.
Personaggio: la figura dell'arbitro ci accompagna nella lettura dall'inizio alla fine e la sua spudorata parzialità,  se voluta,  è geniale.
Luogo: la collina delle croci c'è anche se rispetto ad altri racconti è un po' poco "coinvolta"; in compenso è protagonista della frase più bella del racconto:
[size=33]dall’altra la collina, che sembrava un grosso capo sul quale era posta una corona di spine.[/size]
Perché sì: perché il tema trattato è importante (tra l'altro la penso come te, car* parziale aut*) e la scelta di descriverlo con le continue metafore calcistiche a me è piaciuta molto trovandola funzionale alla trama. La scrittura di alto livello, poi, è per me da sempre un grosso punto a favore, considerato che questo è un contest di scrittura.
Perché no: il racconto sembra un grosso comizio politico, apprezzabile e condivisibile, ma alla fine poco coinvolgente a livello emotivo. Grazie davvero per averne scritto, non rientrerà nella mia cinquina, naturalmente non sempre questa è la cosa più importante, se comprendi cosa intendo.

17Elfi Vs Troll Empty Re: Elfi Vs Troll Sab Lug 16, 2022 8:00 pm

gipoviani


Younglings
Younglings

Molto ambizioso il progetto. Carino e leggero senza essere insulso il linguaggio.
Lo chiamerei un racconto militante. Io da piccino mangiavo pane e politica e andavo la domenica a vendere l'Unità per la strada. E non ho alcun rimorso, solo rimpianti per un mondo che era migliore, sicuramente, dell'attuale. 
Ma non ho mai creduto nella letteratura (e in generale nell'arte) militante. L'arte deve essere libera e ingenua, altrimenti è mero insegnamento didascalico. Come le storie dei santi che ci leggeva al catechismo, don Tito.
Per fare una battuta, c'è troppo realismo socialista in quel racconto. Hai anche evitato di introdurre un po' di dibattito casalingo, con la moglie che si stufa del marito militante. Insomma i buoni sono buoni e i cattivi cattivi.
Sarà...

18Elfi Vs Troll Empty Re: Elfi Vs Troll Dom Lug 17, 2022 11:37 pm

Susanna

Susanna
Maestro Jedi
Maestro Jedi

Visto il titolo speravo – giusto dopo aver chiuso le testate giornalistiche on line -  di godermi un bel fantasy o anche una fiaba che alleggerisse l’inizio di nottata, e invece mi ritrovo nel pieno della guerra appena dietro l’angolo.
Pieno rispetto per la Penna che ha scelto un argomento così “angosciante”, riuscendo a spiazzare i lettori col titolo.
L’impressione che mi è rimasta è di un lavoro “forzato”, costruito attorno all’insieme delle questioni che la guerra in Ucraina ha scatenato a livello molto pericoloso, portando in primo piano il fatto che questo conflitto lo si stia combattendo anche su un fronte oggi più moderno e che può produrre altrettanti danni: la disinformazione. Disinformazione che è sempre stata utilizzata, ma con i potenti mezzi oggi a disposizione ha una potenzialità enorme, soprattutto per la facilità con cui – se ben costruita – sia in grado di manipolare le masse.
 
Resto nel racconto. Il protagonista è – quasi per atto dovuto verso i lettori – un buono. Anche quelli dall’altra parte si reputano buoni. Ogni parte coinvolta in una guerra ritiene di essere dalla parte giusta, senza se e senza ma.
La sensazione di forzatura è data anche dal continuo inserimento di riferimenti calcistici pro personaggio “arbitro”, che a volte irrompono fastidiosamente, quasi che ogni aspetto della vita di Mantas (in lituano intelligente) venga visto come svolgersi su un campo di gioco. Proprio per queste ragioni, anche i dialoghi sono davvero poco naturali: ma molla il regolamento sullo zerbino, caspita!

Diciamo che tra i paletti, quelli inseriti con più naturalezza sono l’arco temporale scelto e la Collina delle Croci. L’arbitro è decisamente invadente e il salotto, ben presente, è anch’esso occasione per inserire riferimenti arbitrali.
Considerando particolare lo stile, prestato ai paletti, non saprei a che genere associare il racconto. Un’avventura da cyber spazio, tipo video gioco con post al posto delle armi? Una spy story nel mondo del web?

Mi spiace, Penna, ma nella lettura ho ritrovato molto, troppo di quello che già leggo ogni giorno sui giornali, niente che mi abbia fatto dire “Epperò che fantasia! Vediamo dove va a parare.” Alla fine sembra quasi una serata di doppio lavoro, faticoso ma che di emozionante non lascia niente dietro di sé, per me come lettrice.
 
Non ho trovato refusi o inciampi, il che ti porta comunque dei punti; solo piccole note
di medie dimensioni = ci leggerei meglio né grande né piccola
di questo scarno salotto = questa è proprio una frase forzata: fai dire alla protagonista un qualcosa che era più da descrizione. Mi sarei fermata dopo abat-jour.


______________________________________________________
"Quindi sappiatelo, e consideratemi pure presuntuoso, ma io non scrivo per voi. Scrivo per me e, al limite, per un'altra persona che può capire. Spero di conoscerla un giorno… G. Laquaniti"

19Elfi Vs Troll Empty Re: Elfi Vs Troll Ven Lug 22, 2022 12:48 pm

Achillu

Achillu
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Ciao Aut-

La mia impressione è che l'elfo Mantas parli tanto ma resti troppo nel vago. Ciò che viene fuori dal racconto è che Mantas fa qualcosa per contrastare i troll filorussi, ma non capisco bene cosa. L'effetto è quello di leggere un riassunto oppure una sinossi. Manca l'episodio particolare, quello che invoglia a rileggere il racconto.
Un buco della trama, a mio avviso: Mantas si lamenta dei pochi spiccioli che riceve quando arbitra, però non risulta dalla lettura che la sua attività di "elfo-debunker" sia remunerata, a meno che non sia lasciato sottinteso.
Dal punto di vista del lessico ho notato tante ripetizioni. Un solo inciampo nella lettura: "con senno di poi" (a proposito di ripetizioni: poco prima avevi scritto correttamente "col senno di poi").

L'idea in sé mi è piaciuta, come pure mi è piaciuto il titolo e il suo parallelo nel mondo dei social. Anche l'idea dell'arbitro che scende nei social e fa il debunker mi piace, soprattutto aggiunge tridimensionalità al personaggio: Mantas infatti è imparziale sul campo, ma nei social invece parteggia (non si capisce se per la Nato, l'Unione Europea o l'Occidente in generale, ma parteggia). Purtroppo, in assenza di episodi puntuali che affermino la personalità di Mantas, tutto resta nel mondo delle idee.

I paletti a mio avviso ci sono tutti. Aggiungo che, se io fossi un editor e ricevessi questo scritto con il titolo "sinossi del racconto Elfi Vs Troll", credo che sarei invogliato a farmi mandare il racconto per la valutazione.

Grazie e alla prossima.


______________________________________________________
Elfi Vs Troll Badge-2
https://linktr.ee/Achillu

20Elfi Vs Troll Empty Re: Elfi Vs Troll Lun Lug 25, 2022 3:13 pm

caipiroska

caipiroska
Padawan
Padawan

Storia molto particolare, dalla grande intuizione e fantasia.
All'inizio mi sono piaciuti i collegamenti con il mondo calcistico, perchè davano un certo senso di leggerezza alla storia, piena di significati complessi. Però, a un certo punto, diventano abbondanti e contribuiscono ad appesantire la storia.
Dialoghi non gestiti benissimo.
Per affezionarsi davvero a Mantas non basta la vicenda del nonno, e i temi trattati concorrono a non avvicinare chi legge alla storia, a non farlo partecipe di qualcosa di grande e rivoluzionario (come è invece convinto di fare il protagonista): non ci ho visto niente di eroico in questa sua attività, anzi, vorrebbe essere arbitro in una situazione dove parteggia a favore di una sezione, e questo non ha senso. Forse è proprio in questa parte che non scatta empatia con la storia.
Non mi hanno convinto le parti al presente: avrei cercato un modo diverso per inserirle.

21Elfi Vs Troll Empty Re: Elfi Vs Troll Sab Lug 30, 2022 7:54 pm

digitoergosum

digitoergosum
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Ciao Penna. Grazie per il tuo bel racconto e pensiero. Forse il limite è proprio il pensiero. Non ci dici come la pensi tu, che peraltro è assolutamente condivisibile, ma facendolo dire al protagonista, di fatto fai assomigliare il tuo lavoro a un comizio. L'argomento scelto, non hai idea quanto, mi coinvolge e mi concentra. Ho perso e perdo ore di sonno a guardare reportage su Sky, La 7 e raramente su altre piattaforme televisive. Ma qui siamo nell'evasione, anche matura, anche disturbante, ma occorre quel colpo che faccia alzare il sopracciglio. Sono certo che una buona revisione del lavoro possa portare una storia così importante anche a un maggior piacere letterario. E non vedo l'ora di leggerlo. Grazie Penna.

22Elfi Vs Troll Empty Re: Elfi Vs Troll Mer Ago 03, 2022 8:14 am

SuperGric

SuperGric
Padawan
Padawan

La propaganda è parte stessa della politica e della guerra, lo sapevano i romani e lo sa ogni governo autoritario o democratico che sia, da sempre. Con i social sono cambiati gli strumenti, ma nella sostanza non c’è nulla di nuovo.
Sono convinto che in questa guerra l’Ucraina sia dalla parte del giusto e che sia un bene difenderla, ma mi chiedo quanta propaganda anche noi stiamo subendo. Però alla fine è giusto prendere una posizione.
Nel racconto Mantas fa da arbitro nei social, grazie al supporto dell’amico hacker, sanzionando ed espellendo troll che violano le regole con articoli e post non veritieri e propagandistici. In quanto arbitro, lui è nel giusto. È il suo modo di vendicare il nonno.
La storia c’è ed è interessante. Il rapporto con la moglie è fin troppo idilliaco e la collina delle croci è poco più di uno sfondo, però alla fine il racconto fornisce uno spaccato di vita e spunti singolari e ben scritti.

A tommybe garba questo messaggio

23Elfi Vs Troll Empty Re: Elfi Vs Troll Ven Ago 05, 2022 1:03 pm

Resdei

Resdei
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

il pregio di questo racconto è la naturalezza.
l'ho trovato spontaneo e per questo vicino al mondo di chi legge.
niente fronzoli, è onesto e sincero, ma forse per i motivi che ti hanno fatto notare 
rimane poco coinvolgente.
anche io mi aspettavo altro dal titolo che, forse, non è stata una scelta felice.
ma il racconto è  tuo...
a rileggerci presto

24Elfi Vs Troll Empty Re: Elfi Vs Troll Ven Ago 05, 2022 2:52 pm

Asbottino

Asbottino
Padawan
Padawan

Conosci bene il gioco, le regole, la terminologia. Tra i racconti che ho letto è quello che da più spazio al vocabolario dell'arbitraggio, anche se poi il nostro arbitro, come ti hanno già fatto notare, non resta imparziale ma sceglie una squadra in cui giocare.
Anche questo, va subito detto, è un racconto molto raccontato. Spiegare così tanto un personaggio di solito non contribuisce alla dinamicità della narrazione.
Sui dialoghi sono d'accordo che suonino un po' forzati, poco naturali, anche se, come il resto del racconto, portano avanti un gioco fatto di parallelismi, di metafore calcistiche, e se non altro aggiungono un po' di movimento.
A questo proposito mi ha colpito quello che ha scritto Byron sui dialoghi. Credo sia un altro aspetto della scrittura sui cui dibattere a lungo. Personalmente credo ci sia un equilibrio tra naturalezza e forzatura. In fondo i nostri personaggi sono anche una chance per dire cose che non avremmo il coraggio di dire, o per dirle al momento giusto. Forse un po' ci sta che suonino meno veri della parole che escono dalla nostra bocca.
Salotto carino, con la poltrona massaggiante e la lampada da cartellino rosso. Alle volte bastano pochi dettagli per farne una stanza piuttosto che un semplice sfondo a vicende che potrebbero svolgersi ovunque.
Scrittura pulita. Senza picchi, ma senza cadute di stile.
Nel complesso un lavoro buono. Forse non lascia il segno, ma ha una sua originalità che non passa inosservata.


______________________________________________________
Elfi Vs Troll Senza_10

25Elfi Vs Troll Empty Re: Elfi Vs Troll Sab Ago 06, 2022 11:19 pm

Molli Redigano

Molli Redigano
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Commento con piacere questo testo poiché, visto il lessico specifico molto particolareggiato, penso che l'Autore sia amante del pallone come me.

Hai usato molte metafore arbitrali nei tuoi dialoghi e forse è per questo che i lettori li abbiano giudicati poco naturali, artefatti. O forse questo marito arbitro e questa moglie ultrà parlano veramente così tutti i giorni. Chissà...

Sono andato a cercarmi questa storia sul web e ho trovato qualcosa che racconta proprio questa guerra virtuale tra elfi (contro la Russia e la sua propaganda) e troll (filorussi, contro l'occidente a prescindere). Mi sono chiesto: chi ha ragione, posto che sganciare bombe e sparare proiettili è un abominio? La risposta ancora non ce l'ho.
Ma se fossi un arbitro fermerei il gioco e li prenderei tutti insieme: a 'sto giro è giallo, alla prossima vi butto fuori!

Grazie


______________________________________________________
Branzagot senz'onma.

Cit e Bastard Cool!

Contenuto sponsorizzato



Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 2]

Vai alla pagina : 1, 2  Successivo

Nuovo argomento  Rispondi

Permessi in questa sezione del forum:
Puoi rispondere agli argomenti in questo forum.