Different Tales
Benvenuto su Different Tales
Prima di interagire leggi qui https://www.differentales.org/t1-regolamento-del-forum
Se hai già letto e compreso il regolamento è fantastico, nondimeno questo avviso apparirà per il resto dei tuoi giorni, e se non accedi ti apparirà in sogno.
Poi non dire che non ti avevamo avvisato.

Unisciti al forum, è facile e veloce

Different Tales
Benvenuto su Different Tales
Prima di interagire leggi qui https://www.differentales.org/t1-regolamento-del-forum
Se hai già letto e compreso il regolamento è fantastico, nondimeno questo avviso apparirà per il resto dei tuoi giorni, e se non accedi ti apparirà in sogno.
Poi non dire che non ti avevamo avvisato.
Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il forum di scrittura creativa che cercavi


Non sei connesso Connettiti o registrati

Estremo tentativo

+23
Vittorio Veneto
Phoenix
Arianna 2016
emyristovic
dalcapa
Byron.RN
Antonio Borghesi
Resdei
Molli Redigano
paluca66
Achillu
GENOVEFFA FRAU
bucaneve88
Danilo Nucci
Stefy
Giancarlo Gravili
gemma vitali
Asbottino
Midgardsormr
Dafne
kiriku
Petunia
Arunachala
27 partecipanti

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Andare in basso  Messaggio [Pagina 2 di 2]

1Estremo tentativo - Pagina 2 Empty Estremo tentativo Mer Gen 20, 2021 5:56 pm

Arunachala

Arunachala
Admin
Admin
Promemoria primo messaggio :

– Guarda come ti hanno ridotto! Bel risultato. Tanta fatica, per questi?
Immagini vive balenarono nella mente del diavolo e dell’uomo sulla croce: sputi, insulti, umiliazione, ferite. Chiodi nella carne.
– Lasciali perdere!
Gesù posò lo sguardo sulla madre e Giovanni, ai piedi della croce.
– Ecco – rilanciò il diavolo – fallo per loro, smetteranno di soffrire. Scendi, manifestati: il mondo si inchinerà ai tuoi piedi.
Solo il vento rispose.
– Bene, resta lì, allora, se proprio vuoi. Almeno elimina il dolore: ti basta il pensiero. Nessuno lo saprà mai, te lo prometto. Solo noi due.
Il dolore rimase.
Il diavolo scosse la testa: – Giuro, non ti capirò mai.
– Tutto è compiuto – mormorò Gesù.


26Estremo tentativo - Pagina 2 Empty Re: Estremo tentativo Dom Gen 24, 2021 10:43 am

vivonic

vivonic
Admin
Admin
Credo che tu fossi perfettamente consapevole di cosa avresti suscitato col tuo 100 Very Happy
Ti dirò: io credo che il tema che tu hai scelto sia la Rinascita, quella per antonomasia se si è religiosi; ma ci vedo benissimo anche il connubio tra i due temi proposti, e stavolta (a differenza di altri tentativi) decisamente riuscito.
Il tuo 100 disturba, e questo è un punto a tuo favore: l’arte deve fare questo, e se si considera la scrittura una forma d’arte dovremmo essere tutti d’accordo con ciò.
Oltretutto, il testo è scritto in maniera perfetta: pulito, scorrevole, col giusto ritmo.
Se proprio vogliamo, il finale non è che sia poi entusiasmante, ma in fin dei conti non poteva che essere questo.
Piaciuto, molto. Complimenti!


______________________________________________________
Un giorno tornerò, e avrò le idee più chiare.

27Estremo tentativo - Pagina 2 Empty Re: Estremo tentativo Dom Gen 24, 2021 11:22 am

Akimizu

Akimizu
Padawan
Padawan
Io mi stupisco sempre quando leggo o sento che questi argomenti sono "divisivi" o "controversi" o chissà cos'altro. La fede, la chiesa, la dottrina, ecco, di sicuro, ma la figura del Gesù storico, raccolta con mente e cuore in purezza, scevra da tutto ciò che ci hanno costruito intorno, non può essere fonte di polemiche. Non può. È pregiudiziale. Si fa sempre una grande confusione tra storicità e dottrina. E la si fa anche qui. Il punto dirimente non sono le tentazioni o i dubbi di quell'uomo sulla croce, ma che a porli sia una figura terza, il maligno, una figura di sicuro inventata. Cosa sarebbe, questo 100, se i dubbi fossero dentro Gesù, se combattesse contro se stesso, se a porre quelle domande fosse la sua coscienza? È l'umanità che ci colpisce, inserire il maligno ci allontana. Gesù è stoico, immobile, non combatte, anche questo ci allontana, perché sappiamo per certo che noi non potremmo mai essere così.
Una lode invece per la scrittura, che ho trovato pressoché perfetta.

A vivonic garba questo messaggio

28Estremo tentativo - Pagina 2 Empty Re: Estremo tentativo Dom Gen 24, 2021 12:29 pm

The Raven

The Raven
Admin
Admin
Interessante, la prova di resistenza che hai deciso di raccontarci, autore.
Forse non originalissima, ma interessante. E soprattutto funzionale: in cento parole hai raccontato bene l’episodio che avevi in testa.
Ti sei addentrato in quello che poteva essere un terreno spinoso e ne sei uscito indenne e senza graffi, poiché il risultato è positivo, a mio modesto parere.
La scrittura è fluida e limpida, la lettura agevole.
Un buon cento.


______________________________________________________
IN GRAN SILENZIO OGNI PARTIGIANO GUARDAVA QUEL BASTONE SU IN COLLINA.


REACH OUT AND TOUCH FAITH!                                                                                               Sembrano di sognante demoni gli occhi, e i rai
                                                                                         del lume ognor disegnano l’ombra sul pavimento,
né l’alma da quell’ombra lunga sul pavimento
sarà libera mai!
Quel vizio che ti ucciderà
non sarà fumare o bere,
ma è qualcosa che ti porti dentro,
cioè vivere.

29Estremo tentativo - Pagina 2 Empty Re: Estremo tentativo Dom Gen 24, 2021 11:45 pm

caipiroska

caipiroska
Padawan
Padawan
E niente: a me questo tenace diavoletto sta anche un po' simpatico: non demorde e ci prova fino alla fine ( ma è la fine quella?).
Credo che questo 100 vada letto con leggerezza, perchè forse mira più a far sbocciare un sorriso che a far riflettere a fondo.
Mi piace anche come hai ben evidenziato le due voci dei protagonisti.
Forse avrei scritto Madre maiuscolo.

30Estremo tentativo - Pagina 2 Empty Re: Estremo tentativo Mar Gen 26, 2021 6:15 pm

Arianna 2016

Arianna 2016
Padawan
Padawan
No, Petunia, no, nessuna ironia, anzi, forse non sono mai stata più seria di così. E forse ti puoi immaginare come – lo confesso – il tuo commento mi abbia lasciato male. Non credo di essere mai stata tanto fraintesa, nella mia storia sul forum, tanto quanto in queste parole.
Poi è seguita la perplessità: una serie di commenti su quanto fosse scontato il risultato di questo tentativo, di quanto fosse scontato quello che sarebbe successo.
E io mi chiedevo: vuoi davvero che dicano sul serio? Che per loro davvero Gesù sia solo un dio adamantino e monolitico, impermeabile a tutto?
Perché invece, per me, è così chiaro che, quando si dice che Gesù è sì Dio ma anche uomo, non sia uno scherzo, anzi, sia una cosa estremamente vera e terribilmente seria.
Vera e seria perché comporta l’assumersi di tutta la materialità dell’essere umano, compresi gli sgradevoli aspetti della fatica e della sofferenza.
No, non era assolutamente così scontato che tutto finisse bene. Altrimenti, appunto, che senso avrebbe la tentazione, se non fosse altro che un ozioso gioco di ruolo?
Qui Achillu ha trovato il passaggio giusto: all’inizio del suo percorso pubblico, Gesù viene tentato, ed è una bella e convincente tentazione: ottenere tutto senza fatica, semplicemente, appunto, perché lui è Dio. Sottomissione immediata da parte di tutti gli uomini, dominio assoluto sulla materia. Come dire: ti do subito tutto quello per cui invece dovrai lavorare millenni.
La rinuncia che viene fatta è immensa e fondante: il massimo del potere unito alla massima rinuncia al potere.
Mi è sempre rimasta la suggestione di quel “il diavolo si allontanò per tornare al momento opportuno”. Io non ho letto i commentatori “ufficiali”, ma ho sempre pensato che il momento fosse appunto quello della crocifissione.
La sfida era tenere duro fino alla fine: mi hanno insultato, imprigionato, torturato, umiliato in modi indicibili (anche considerando che io sono Dio), preso in giro in tutti i modi, inchiodato a una croce, fatto provare i dolori più terribili. E lo hanno fatto dopo che io ho passato la mia vita solo a cercare di salvarli. Mi hanno buttato in faccia nel modo più orribile e terribile l’amore che io ho speso. E lo fanno mentre, solo col pensiero, potrei sterminarli tutti.
Di nuovo, l’immensa tentazione: il massimo potere. Che per diventare tale, si unisce alla massima rinuncia al potere.
Non era facile. Non era facile perché Gesù in quel momento le aveva veramente provate tutte. Cesare Beccaria, in “Dei delitti e delle pene”, dice che un uomo sotto tortura fa qualunque cosa, per fare cessare il dolore.
Ecco: il fatto è che per me Gesù è reale, è una persona vera, non uno spirito disincarnato, non un’idea.
Sotto la croce ci sono le persone a cui lui vuole bene: sarà di nuovo una mia interpretazione, ma io penso che, in certi momenti, si debbano veramente trovare le motivazioni giuste, per resistere, e di solito le motivazioni sono le relazioni affettive.
Certo, l’amore di Dio è universale, è per tutti noi, ma io credo che il lato umano di Gesù abbia anche avuto bisogno di qualche aggancio più… come dire… “familiare”.
 
Dopo questo inizio tra “ironia” e “finale scontato”, per fortuna tanti commenti hanno seguito una strada diversa, per cui mi sono un po’ risollevata.
Sono certamente anche stata contenta di leggere che a molti il racconto è piaciuto.
 
Se devo essere sincera, non credevo davvero che avrebbe dato adito a posizioni così diverse. Ecco, forse ero io quella che dava tutto per scontato.

A Achillu, Akimizu e kiriku garba questo messaggio

31Estremo tentativo - Pagina 2 Empty Re: Estremo tentativo Mar Gen 26, 2021 7:43 pm

Petunia

Petunia
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi
Ciao Arianna
Apprezzo la spiegazione che hai dato e mi spiace di aver causato tanto malessere. Tenersi il rospo per tutto il tempo (e per fortuna solo 100 ore) è comunque una bella prova di resistenza.
Davvero comprendo le tue ragioni e anche la scelta che hai fatto per il tuo racconto.
Di nuovo scusa.


______________________________________________________
Divido tutti i lettori in due classi; coloro che leggono per ricordare e coloro che leggono per dimenticare.
(William Lyon Phelps)

A Arianna 2016 garba questo messaggio

32Estremo tentativo - Pagina 2 Empty Re: Estremo tentativo Mar Gen 26, 2021 10:45 pm

kiriku

kiriku
Younglings
Younglings
@Arianna 2016 ha scritto:
No, Petunia, no, nessuna ironia, anzi, forse non sono mai stata più seria di così. E forse ti puoi immaginare come – lo confesso – il tuo commento mi abbia lasciato male. Non credo di essere mai stata tanto fraintesa, nella mia storia sul forum, tanto quanto in queste parole.
Poi è seguita la perplessità: una serie di commenti su quanto fosse scontato il risultato di questo tentativo, di quanto fosse scontato quello che sarebbe successo.
E io mi chiedevo: vuoi davvero che dicano sul serio? Che per loro davvero Gesù sia solo un dio adamantino e monolitico, impermeabile a tutto?
Perché invece, per me, è così chiaro che, quando si dice che Gesù è sì Dio ma anche uomo, non sia uno scherzo, anzi, sia una cosa estremamente vera e terribilmente seria.
Vera e seria perché comporta l’assumersi di tutta la materialità dell’essere umano, compresi gli sgradevoli aspetti della fatica e della sofferenza.
No, non era assolutamente così scontato che tutto finisse bene. Altrimenti, appunto, che senso avrebbe la tentazione, se non fosse altro che un ozioso gioco di ruolo?
Qui Achillu ha trovato il passaggio giusto: all’inizio del suo percorso pubblico, Gesù viene tentato, ed è una bella e convincente tentazione: ottenere tutto senza fatica, semplicemente, appunto, perché lui è Dio. Sottomissione immediata da parte di tutti gli uomini, dominio assoluto sulla materia. Come dire: ti do subito tutto quello per cui invece dovrai lavorare millenni.
La rinuncia che viene fatta è immensa e fondante: il massimo del potere unito alla massima rinuncia al potere.
Mi è sempre rimasta la suggestione di quel “il diavolo si allontanò per tornare al momento opportuno”. Io non ho letto i commentatori “ufficiali”, ma ho sempre pensato che il momento fosse appunto quello della crocifissione.
La sfida era tenere duro fino alla fine: mi hanno insultato, imprigionato, torturato, umiliato in modi indicibili (anche considerando che io sono Dio), preso in giro in tutti i modi, inchiodato a una croce, fatto provare i dolori più terribili. E lo hanno fatto dopo che io ho passato la mia vita solo a cercare di salvarli. Mi hanno buttato in faccia nel modo più orribile e terribile l’amore che io ho speso. E lo fanno mentre, solo col pensiero, potrei sterminarli tutti.
Di nuovo, l’immensa tentazione: il massimo potere. Che per diventare tale, si unisce alla massima rinuncia al potere.
Non era facile. Non era facile perché Gesù in quel momento le aveva veramente provate tutte. Cesare Beccaria, in “Dei delitti e delle pene”, dice che un uomo sotto tortura fa qualunque cosa, per fare cessare il dolore.
Ecco: il fatto è che per me Gesù è reale, è una persona vera, non uno spirito disincarnato, non un’idea.
Sotto la croce ci sono le persone a cui lui vuole bene: sarà di nuovo una mia interpretazione, ma io penso che, in certi momenti, si debbano veramente trovare le motivazioni giuste, per resistere, e di solito le motivazioni sono le relazioni affettive.
Certo, l’amore di Dio è universale, è per tutti noi, ma io credo che il lato umano di Gesù abbia anche avuto bisogno di qualche aggancio più… come dire… “familiare”.
 
Dopo questo inizio tra “ironia” e “finale scontato”, per fortuna tanti commenti hanno seguito una strada diversa, per cui mi sono un po’ risollevata.
Sono certamente anche stata contenta di leggere che a molti il racconto è piaciuto.
 
Se devo essere sincera, non credevo davvero che avrebbe dato adito a posizioni così diverse. Ecco, forse ero io quella che dava tutto per scontato.

Ciao Arianna, 
visto in questa ottica, il 100 ha tutto un altro significato. Penso che, se tu avessi avuto più spazio a disposizione, in cui mostrare l'umanità di Gesù, in cui mostrare che volevi trattare il "Gesù uomo" e non il "Gesù figlio di Dio", il messaggio sarebbe stato più chiaro. 
Ammetto di aver letto questo 100 con la convinzione che "quando mai Gesù ha ceduto alla tentazione? Non accadrà neanche questa volta".
Se lo avessi letto come un "what if...?", invece, avrebbe avuto tutt'altro impatto.
Grazie della spiegazione!


______________________________________________________
"Impari a sentire la barca, ascolti la sua voce. Entri in sintonia e finisci per stabilire un rapporto che non è solo materiale. Anche quando sei mezzo addormentato, stravolto dalla stanchezza, quando cucini sballottato dalle onde, quando ti chiudi sotto coperta, con lo scafo che sfreccia a 20 nodi, e leggi qualche pagina di un libro. Ecco, in quei momenti senti di non essere solo. Lei, la barca, è sempre lì, con te." - Giovanni Soldini, velista.

A Arianna 2016 garba questo messaggio

https://cogitoergoleggo.wordpress.com/

33Estremo tentativo - Pagina 2 Empty Re: Estremo tentativo Mar Gen 26, 2021 10:56 pm

Arianna 2016

Arianna 2016
Padawan
Padawan
@Petunia ha scritto:Ciao Arianna
Apprezzo la spiegazione che hai dato e mi spiace di aver causato tanto malessere. Tenersi il rospo per tutto il tempo (e per fortuna solo 100 ore) è comunque una bella prova di resistenza.
Davvero comprendo le tue ragioni  e anche la scelta che hai fatto per il tuo racconto.
Di nuovo scusa.


Petunia, tu hai fatto bene a scrivere quello che ritenevi giusto. Anzi, lo hai fatto quasi proprio "in difesa" dell'episodio, dicendo che non apprezzavi l'ironia sull'argomento. Quello che mi ha destabilizzato è il fatto che qualcuno trovasse dell'ironia quasi offensiva laddove invece l'intento era addirittura il contrario.

34Estremo tentativo - Pagina 2 Empty Re: Estremo tentativo Mar Gen 26, 2021 11:05 pm

Arianna 2016

Arianna 2016
Padawan
Padawan
@kiriku ha scritto:
@Arianna 2016 ha scritto:
No, Petunia, no, nessuna ironia, anzi, forse non sono mai stata più seria di così. E forse ti puoi immaginare come – lo confesso – il tuo commento mi abbia lasciato male. Non credo di essere mai stata tanto fraintesa, nella mia storia sul forum, tanto quanto in queste parole.
Poi è seguita la perplessità: una serie di commenti su quanto fosse scontato il risultato di questo tentativo, di quanto fosse scontato quello che sarebbe successo.
E io mi chiedevo: vuoi davvero che dicano sul serio? Che per loro davvero Gesù sia solo un dio adamantino e monolitico, impermeabile a tutto?
Perché invece, per me, è così chiaro che, quando si dice che Gesù è sì Dio ma anche uomo, non sia uno scherzo, anzi, sia una cosa estremamente vera e terribilmente seria.
Vera e seria perché comporta l’assumersi di tutta la materialità dell’essere umano, compresi gli sgradevoli aspetti della fatica e della sofferenza.
No, non era assolutamente così scontato che tutto finisse bene. Altrimenti, appunto, che senso avrebbe la tentazione, se non fosse altro che un ozioso gioco di ruolo?
Qui Achillu ha trovato il passaggio giusto: all’inizio del suo percorso pubblico, Gesù viene tentato, ed è una bella e convincente tentazione: ottenere tutto senza fatica, semplicemente, appunto, perché lui è Dio. Sottomissione immediata da parte di tutti gli uomini, dominio assoluto sulla materia. Come dire: ti do subito tutto quello per cui invece dovrai lavorare millenni.
La rinuncia che viene fatta è immensa e fondante: il massimo del potere unito alla massima rinuncia al potere.
Mi è sempre rimasta la suggestione di quel “il diavolo si allontanò per tornare al momento opportuno”. Io non ho letto i commentatori “ufficiali”, ma ho sempre pensato che il momento fosse appunto quello della crocifissione.
La sfida era tenere duro fino alla fine: mi hanno insultato, imprigionato, torturato, umiliato in modi indicibili (anche considerando che io sono Dio), preso in giro in tutti i modi, inchiodato a una croce, fatto provare i dolori più terribili. E lo hanno fatto dopo che io ho passato la mia vita solo a cercare di salvarli. Mi hanno buttato in faccia nel modo più orribile e terribile l’amore che io ho speso. E lo fanno mentre, solo col pensiero, potrei sterminarli tutti.
Di nuovo, l’immensa tentazione: il massimo potere. Che per diventare tale, si unisce alla massima rinuncia al potere.
Non era facile. Non era facile perché Gesù in quel momento le aveva veramente provate tutte. Cesare Beccaria, in “Dei delitti e delle pene”, dice che un uomo sotto tortura fa qualunque cosa, per fare cessare il dolore.
Ecco: il fatto è che per me Gesù è reale, è una persona vera, non uno spirito disincarnato, non un’idea.
Sotto la croce ci sono le persone a cui lui vuole bene: sarà di nuovo una mia interpretazione, ma io penso che, in certi momenti, si debbano veramente trovare le motivazioni giuste, per resistere, e di solito le motivazioni sono le relazioni affettive.
Certo, l’amore di Dio è universale, è per tutti noi, ma io credo che il lato umano di Gesù abbia anche avuto bisogno di qualche aggancio più… come dire… “familiare”.
 
Dopo questo inizio tra “ironia” e “finale scontato”, per fortuna tanti commenti hanno seguito una strada diversa, per cui mi sono un po’ risollevata.
Sono certamente anche stata contenta di leggere che a molti il racconto è piaciuto.
 
Se devo essere sincera, non credevo davvero che avrebbe dato adito a posizioni così diverse. Ecco, forse ero io quella che dava tutto per scontato.

Ciao Arianna, 
visto in questa ottica, il 100 ha tutto un altro significato. Penso che, se tu avessi avuto più spazio a disposizione, in cui mostrare l'umanità di Gesù, in cui mostrare che volevi trattare il "Gesù uomo" e non il "Gesù figlio di Dio", il messaggio sarebbe stato più chiaro. 
Ammetto di aver letto questo 100 con la convinzione che "quando mai Gesù ha ceduto alla tentazione? Non accadrà neanche questa volta".
Se lo avessi letto come un "what if...?", invece, avrebbe avuto tutt'altro impatto.
Grazie della spiegazione!

E' che per me Gesù uomo e Gesù figlio di Dio sono esattamente la stessa persona, coincidono, e credevo che dal cento sarebbe emerso proprio questo, invece evidentemente non è stato così. A riprova che ciò che abbiamo in testa è diverso da quello che scriviamo che è ancora diverso da quello che gli altri leggono.
Come ha scritto Tony, forse io sono "un apocrifa", ma ho scritto l'episodio non come un "what if..."...

A Achillu e kiriku garba questo messaggio

Contenuto sponsorizzato


Torna in alto  Messaggio [Pagina 2 di 2]

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.