Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il forum di scrittura creativa che cercavi

Ultimi argomenti attivi
» Una storia morta e sepolta
Jezibaba - Pagina 2 EmptyOggi alle 6:45 am Da SuperGric

» Attentato alla routine di un commercialista
Jezibaba - Pagina 2 EmptyOggi alle 12:35 am Da caipiroska

» Maximus
Jezibaba - Pagina 2 EmptyIeri alle 7:33 pm Da Molli Redigano

» Un caffè per Tom
Jezibaba - Pagina 2 EmptyIeri alle 5:23 pm Da tommybe

» Gli astri non sbagliano mai
Jezibaba - Pagina 2 EmptyIeri alle 5:22 pm Da Molli Redigano

» Ombre di luce
Jezibaba - Pagina 2 EmptyIeri alle 2:07 pm Da GENOVEFFA FRAU

» L'ultima cena
Jezibaba - Pagina 2 EmptyIeri alle 11:16 am Da GENOVEFFA FRAU

» Il viaggio del cavaliere
Jezibaba - Pagina 2 EmptyIeri alle 11:06 am Da Mac

» I paletti
Jezibaba - Pagina 2 EmptyVen Mag 27, 2022 11:35 pm Da caipiroska

EVENTI DT
DIFFERENT ROOMS 7 - L'ANTICAMERA
Il settimo step è partito!
C'è tempo fino al 31 Maggio per commentare tutti i racconti.

Non sei connesso Connettiti o registrati

Jezibaba

+26
Fante Scelto
Resdei
SisypheMalheureux
Asbottino
Marcog
ImaGiraffe
M. Mark o'Knee
Danilo Nucci
SuperGric
Arianna 2016
mirella
Susanna
caipiroska
vivonic
Byron.RN
paluca66
FedericoChiesa
giuseppe.bignozzi
tommybe
Molli Redigano
Mac
Nellone
Petunia
Antonio Borghesi
Arunachala
Different Staff
30 partecipanti

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Rispondi

Andare in basso  Messaggio [Pagina 2 di 2]

26Jezibaba - Pagina 2 Empty Re: Jezibaba Dom Mar 13, 2022 11:20 pm

SisypheMalheureux

SisypheMalheureux
Padawan
Padawan

Caro autore, non ripeterò, nel mio commento, le cose che già altri prima di me ti hanno detto: racconto partito molto, molto bene che poi si perde e delude un po' sul finale. Forse sai qual è stato il problema? Che hai dovuto coprire un lasso di tempo molto lungo (anni) in un numero limitato di battute, e questo per forza di cose ti ha portato a dover riassumere in poche parole, fatti che avrebbero invece meritato di essere approfonditi. Insomma, credo che la tua storia meritasse più di un racconto breve e ne sia stata penalizzata. Ti faccio un esempio: La nonna del protagonista muore. Incaricata del funerale è la madre del protagonista (intuiamo essere figlia della defunta), che ci viene descritta come una puttana che "passava da un uomo all'altro lasciandosi dietro una scia di figli e di debiti." Quindi, a rigor di logica la defunta aveva tanti nipoti, oltre al nosto protagonista. Senza contare che, probabilmente la madre di Ondra non era figlia unica. Allora perché Ondra viene nominato unico erede? E tutti gli altri suoi numerosi fratelli ed eventuali cugini? Ecco, queato è un esempio di come l'eccesivo riassumere, portino il lettore a notare incongruenze. 
Per il resto però, una lettura gradevole, una scrittura efficace e paletti ben centrati. Grazie!


______________________________________________________
"Stirpe miserabile ed effimera, figlio del caso e della pena, perché mi costringi a dirti ciò che per te è vantaggiosissimo non sentire? 
Il meglio è per te assolutamente irraggiungibile: non essere nato, non essere, essere niente. Ma la cosa in secondo luogo migliore per te è morire presto."

27Jezibaba - Pagina 2 Empty Re: Jezibaba Ven Mar 18, 2022 9:58 pm

Resdei

Resdei
Padawan
Padawan

ciao autor@
sono combattuta.
racconto scritto molto bene, ma ho trovato la trama troppo complessa e poco coinvolgente. 
come molti ti hanno fatto notare, l'incipit creava buone aspettative. ma la complessità del racconto 
ti ha fatto perdere la giusta fluidità.
la parte horror, alla fine (strano a dirsi) è quella che ho preferito anche se per il timore di non essere all'altezza hai voluto strafare (ti capisco se il genere non è nelle tue corde!)
anche per questo complimenti!
a rileggerci

28Jezibaba - Pagina 2 Empty Re: Jezibaba Sab Mar 19, 2022 9:58 pm

Fante Scelto

Fante Scelto
Padawan
Padawan

Per rendere veramente spaventose le streghe bisogna andare oltre i cliché dell'argomento, secondo me. Tu lo fai solo in parte.
Di questo horror mi è piaciuto principalmente il senso di indeterminatezza del delirio finale di Ondra. Nel senso, non si capisce bene cosa succede, ma le immagini (che forse potevano essere un po' più nitide) sono abbastanza inquietanti e disorientanti.
L'esecuzione finale a base di uccelli impazziti fa molto streghe, ma mischiato al resto di allucinazioni e deliri perde un po' di efficacia.

Non mi convincono, al solito, alcuni aspetti di logica della trama.
Il più evidente è il sacrificio della nonna nelle ultime righe. Lo trovo privo di logica se poi la stessa nonna partecipa alla vendetta delle Jezibabe. O è una sola Jezibaba? Non l'ho capito.
Come non ho capito perché la nonna, se è una Jezibaba, lasci offerte alla Jezibaba. E' come se io mi facessi gli auguri di buon compleanno da solo. Che poi lo faccio, eh, però insomma.

L'altro aspetto riguarda lo stesso Ondra.
La sua figura incontra due problemi.
Il primo è il suo essere così spiccatamente controtendenza. Per carità, esistono anche le persone come lui, però quando sei figlio di una famiglia contadina vecchio stile, la tua nonnina ti dice di star attento alla Jezibaba, praticamente TUTTI intorno a te sanno che esiste la Jezibaba e ne hanno paura, io due domande me le farei.
Ondra invece prosegue per tutta la vita con le sue marmoree certezze, diventa ricco e spocchioso, e alla fine incappa nella promessa vendetta della strega. Che peraltro arriva dopo quarant'anni, tempi paragonabili a quelli della Posta Ordinaria.
Questo ci collega alla seconda perplessità che ho su Ondra, cioè il fatto che sia, almeno per la morale comune, un cattivo.
E' stato costruito apposta per "meritarsi" la fine che ha fatto.
Però io penso, e lo pensano anche i grandi maestri dell'horror, che fa molto più male e molta più ansia se le vittime sono innocenti, sono persone normali, da tutti i giorni.
Quindi chissà, magari un Ondra rivisitato in chiave più onesta potrebbe far salire di più la barretta della paura, in un racconto che non ha osato come avrebbe potuto, da questo punto di vista.

Sullo stile non ho molto da dire. E' scritto bene, si legge agevolmente, ti areni troppo su certi aggettivi tipo "orribile", "temibile" ecc. che tendono a banalizzare le cose quando siamo nel clue della tensione horror.

Parlando del titolo, si poteva osare anche qui di più.
Non avevo idea di cosa fosse una Jezibaba, ma conoscendo il mito di Baba Jaga, ho immaginato qualcosa del genere.

29Jezibaba - Pagina 2 Empty Re: Jezibaba Dom Mar 20, 2022 11:21 pm

CharAznable

CharAznable
Padawan
Padawan

Cara Autrice, Caro Autore,

Non so... un buon inizio ti porta nel pieno del racconto. Sai che qualcosa accadrà perché Ondra ha scherzato con Jezibaba, e te lo aspetti. Poi, quando arriva, il tutto inizia a diventare confuso come un sogno psichedelico sotto l'effetto di acidi. E il racconto ne soffre parecchio.
Non mi ha convinto del tutto. Scusami. Perché comunque è ben scritto e la storia potrebbe essere interessante anche se non originalissima. Ma la mattanza alla Tarantino, vera od onirica che sia, toglie quell'alone di horror e tensione per voltare verso uno splatter molto marcato.
Grazie.

30Jezibaba - Pagina 2 Empty Re: Jezibaba Dom Mar 20, 2022 11:56 pm

The fallen

The fallen
Younglings
Younglings

Questo racconto parte a pron sbattuto e poi si perde nei tunnel incredibili della fantasia umana. La storia è coinvolgente, godibile, certe immagini sembrano fotografie visibili, ma per decidere se fosse un horror o meno sono andato per esclusione, e siccome non c'è traccia manco di un capezzolo o di un qualsiasi tanga stregato mi tocca dedurre che è horror, che a me però ha fatto cagare in mano quasi per niente. 
Ci sono d eufoniche lanciate in giro come maledizioni e in certi punti sembra di vedere la sagra degli aggettivi di Carmagnola e potrei tacere ma te lo dico perché questo poteva essere (e di certo sarà) uno dei racconti in gara più belli.

31Jezibaba - Pagina 2 Empty Re: Jezibaba Lun Mar 21, 2022 12:45 pm

Menico

Menico
Viandante
Viandante

Scrittura scorrevole e corretta, personaggi ben delineati e trama interessante. 
Inizio avvincente e la figura della nonna, con le sue superstizioni, incuriosisce ed inquieta.
La parte  centrale  lascia qualche perplessità:
- Come si è  arricchito Andro?
- Perché una amante brutta e che considera puttana, quando ha una moglie bella e docile? 
- Assume Jani per convincere i braccianti a lavorare per lui ma poi afferma che si occupa dei suoi affari loschi.
Nel finale ritorna la figura della nonna defunta che con la sua nenia implora  Jezibaba di aver pietà del  nipote e si scopre la verità  su Jani.
Un horror veramente horror.
Complimenti.


______________________________________________________
Come l'acqua che scorre, sono un viandante in cerca del mare. Z. M.

32Jezibaba - Pagina 2 Empty Re: Jezibaba Lun Mar 21, 2022 8:10 pm

Akimizu

Akimizu
Padawan
Padawan

Parto dalla fine, da quel flashback improvviso, quel ritorno al 2004, che davvero mi ha fatto sfuggire di mano la storia, che fino a quel momento era filata via abbastanza dritta. Allora mi sono detto, che la nonna sia divenuta una Jazibaba? Sarebbe certo un bel colpo di scena, dopotutto durante il delirio si legge: "Quando tutto fu chiaro si avventò su Jezibaba, cercò di afferrarla ma rimaneva polvere fra le sue dita.
Babička.
Jezibaba."
Solo che se così fosse mancano degli agganci, non so che dire. E questa incertezza devo dire che ha pesato non poco sul giudizio complessivo di un racconto visivamente molto potente, che sino a quel punto mi era piaciuto parecchio. Hai voluto strafare, caro autore? A fine concorso spero chiarirai la questione. Sul resto ho ben poco da dire, la scrittura è matura e visionaria, certo, c'è un po' di confusione nelle scene più dure, ma dopotutto si tratta di un delirio, di una sorta di possessione, anche se non posso certo dare torto alle considerazioni di Mark, dei dubbi sono venuti anche a me. Bellissima l'ambientazione, ma io sono di parte perché quelle zone d'Europa le ho visitate, le amo profondamente e le ho trovate ben riproposte nel tuo testo. A rileggerci!

33Jezibaba - Pagina 2 Empty Re: Jezibaba Gio Mar 24, 2022 9:14 am

Mac

Mac
Padawan
Padawan

Buongiorno a tutti,
Volevo intanto ringraziare chiunque abbia letto il mio racconto, mi dispiace non sia piaciuto, ma siamo in tanti e giustamente ke opinioni sono diverse. Ci tenevo a rispondere ai vostri commenti:

@Arunachala: mi dispiace aver deluso le aspettative che ti eri creato sul mio racconto, ma in fondo ognuno chiede qualcosa alla storia, anche chi la scrive
@Antonio Borghesi: Jezibaba è una leggenda slovacca, la storia c’è, così come il sogno o comunque l’irreale. L’horror a volte è solo un incubo.
@Petunia: Mi contesti molti punti, non su tutti sono concorde e volevo darti alcune spiegazioni dal mio punto di vista, che spero, risponderanno almeno in parte ai tuoi dubbi.
Preciso che si tratta di un racconto con un limite di battute che ho utilizzato quasi per intero. Necessariamente alcuni punti sono stati sacrificati, quelli che, a mio parere, non avevano importanza per la storia. Non ho spiegato come si è arricchito Ondra, ma ho detto che voleva cambiare tenore di vita (si sposta a Praga) e ho precisato il periodo storico. Dopo la fine del Regime Comunista chi aveva voglia e non aveva scrupoli, poteva facilmente trovare la strada della ricchezza. La moglie era solo un trofeo, rispondeva più ai canoni della società che a quelli di Ondra, poteva usarla sì, ma non come gli era permesso fare con l’amante. “scia di figli” è una frase voluta che secondo me spiega bene il comportamento della madre.
Mi spiace che non ti sia piaciuto il mio modo di raccontare, spero in una prossima occasione. Grazie per l’attenzione che mi hai regalato
@Nellone: Grazie, sei stato il primo commento positivo! cominciavo a intristirmi
@Molli Redigano: Sull’uso della maiuscola in Polizia di Stato, Gulash, hai ragione, ma ho una scusante: lavoro con cechi e slovacchi da anni e loro come i tedeschi usano le maiuscole impropriamente, avendo io riportato in italiano dovevo toglierle. Grazie per l’apprezzamento
@Tommybe: grazie due volte
@giuseppe.binozzi: il tuo commento lo trovo al limite dell’insulto.
@FedericoChiesa: Grazie
@Paluca66: grazie
@Byron.RN: Confondere il lettore tra incubo e realtà era il mio scopo. Mi dispiace non ti sia piaciuto
@Caipiroska: Sulla storia di Ondra i pareri nei vari commenti sono così discordanti, che sinceramente non so a chi dare retta. Diciamo che l’horror non è il mio genere preferito.
@Vivonic: grazie, non è neanche il mio di genere.
@Susanna: Rispondo ad alcune tue domande. Sogno o realtà? a voi la sentenza. Ondra: che dire è lui comunque il personaggio principale, lui che vive il conflitto, lui che ha dei bisogni. I marcatori temporali: mi piacciono, li uso spesso, magari ad alcuni infastidiscono, però io li trovo funzionali alla storia. Per quanto riguarda le tue note stilistiche non concordo con tutte ma ti ringrazio per il tempo che mi hai dedicato. Sicuramente le riguarderò. Nel finale il soprannaturale vince nella figura di Jani seguito dalla vecchia.
@Mirella ti ringrazio per le tue considerazioni i. La frammentarietà è voluta, per me da più ritmo al racconto. Sono opinioni diverse le nostre. Mi suggerisci come riscrivere la storia, ti ringrazio ma preferisco la mia versione.
@Arianna 2016: mi spiace tu non abbia capito la trama, forse non mi sono spiegata bene. Alla fine Babicka si è offerta a Jezibaba che l’ha assorbita.
@SuperGric: hai ragione il solstizio d’estate è il 21 giugno, ma spesso i festeggiamenti vengono fatti coincidere (soprattutto nelle leggende) con il 24 giugno notte delle streghe.
@Danilo Nucci: l’appellativo Contadino non è ostentato, lui lo era e ne andava fiero, per questo si faceva chiamare così.
@M.Mark o’Knee: per il 24 giugno vedi spiegazioni SuperGric. È un horror, un misto tra reale e surreale, tutto qua. Mi dispiace di averti creato tutta questa confusione, ma credo che sia  un po’ il genere a portarla.
@ImaGiraffe: grazie
@Marcog: grazie
@Asbottino: grazie
@SysipheMalheureux: c’è un passaggio in cui Ondra parla dei suoi fratelli (parassiti) credo spieghi un po’ la situazione, Ondra era l’unico ad aver aiutato la nonna.
@Resdei: grazie
@Fante Scelto: la nonna si offre a Jezibaba e diventa parte di essa (sacrificio poi inutile). Ondra: pensa che mi sono ispirata ad una persona che conosco (ceca) ovviamente con licenza poetica. Non credere che il racconto sia così estraneo alla realtà.
@Charaznable: stiamo parlando in un horror, e se deve essere horror … comunque grazie
@The fallen: grazie
@Menico: grazie per i complimenti ( li risposte le trovi qui sopra)
@Akmizu: credo di aver già risposto in precedenza.

Sono molto confusa, il mio racconto ha ispirato sia in negativo che in positivo, quindi prendiamo per buona quando si dice “…purché se ne parli…
Volevo ringraziare tutti quelli che hanno speso parte del loro tempo per leg germi e commentarmi, viste le numerose domande ho deciso di rispondere a tutti.
Considerazione generale: questo racconto mi è costato fatica, documentazioni, ripensamenti, controlli ricerca di informazioni su cosa sia horror. Ho avuto un’impressione generale, leggendo i vari commenti ai racconti, che determinante non sia stato l’attenersi al genere, ma “la pancia”. Credo che nessuno di noi sia esperto di scrittura horror o erotica, ma questo era il paletto più significativo da rispettare, almeno per come ho capito io il contest. Questo ovviamente è solo un parere personale.



Ultima modifica di Mac il Gio Mar 24, 2022 1:12 pm - modificato 6 volte.

34Jezibaba - Pagina 2 Empty Re: Jezibaba Gio Mar 24, 2022 12:55 pm

Mac

Mac
Padawan
Padawan

vivonic ha scritto:Il mio commento a questo racconto è uno dei più difficili da fare per me, perché so che non sarò utile per niente all'autore. Un po' hanno già detto gli altri, e poi è un racconto che funziona benissimo così com'è. I Paletti sono tutti al posto giusto, la scrittura è molto buona, la scorrevolezza di lettura è evidente.
Non è un racconto che mi ha colpito particolarmente nel mio gusto personale, ma è sicuramente uno dei testi più validi del contest.
Insomma, posso solo farti i complimenti. Per i consigli arriverà qualcun altro 😁
Ti ringrazio per i complimenti. Peccato non sia stato capito, o meglio, peccato che non sia riuscita a farmi capire.
Ci riproverò-

35Jezibaba - Pagina 2 Empty Re: Jezibaba Gio Mar 24, 2022 12:59 pm

Mac

Mac
Padawan
Padawan

Fante Scelto ha scritto:Per rendere veramente spaventose le streghe bisogna andare oltre i cliché dell'argomento, secondo me. Tu lo fai solo in parte.
Di questo horror mi è piaciuto principalmente il senso di indeterminatezza del delirio finale di Ondra. Nel senso, non si capisce bene cosa succede, ma le immagini (che forse potevano essere un po' più nitide) sono abbastanza inquietanti e disorientanti.
L'esecuzione finale a base di uccelli impazziti fa molto streghe, ma mischiato al resto di allucinazioni e deliri perde un po' di efficacia.

Non mi convincono, al solito, alcuni aspetti di logica della trama.
Il più evidente è il sacrificio della nonna nelle ultime righe. Lo trovo privo di logica se poi la stessa nonna partecipa alla vendetta delle Jezibabe. O è una sola Jezibaba? Non l'ho capito.
Come non ho capito perché la nonna, se è una Jezibaba, lasci offerte alla Jezibaba. E' come se io mi facessi gli auguri di buon compleanno da solo. Che poi lo faccio, eh, però insomma.

L'altro aspetto riguarda lo stesso Ondra.
La sua figura incontra due problemi.
Il primo è il suo essere così spiccatamente controtendenza. Per carità, esistono anche le persone come lui, però quando sei figlio di una famiglia contadina vecchio stile, la tua nonnina ti dice di star attento alla Jezibaba, praticamente TUTTI intorno a te sanno che esiste la Jezibaba e ne hanno paura, io due domande me le farei.
Ondra invece prosegue per tutta la vita con le sue marmoree certezze, diventa ricco e spocchioso, e alla fine incappa nella promessa vendetta della strega. Che peraltro arriva dopo quarant'anni, tempi paragonabili a quelli della Posta Ordinaria.
Questo ci collega alla seconda perplessità che ho su Ondra, cioè il fatto che sia, almeno per la morale comune, un cattivo.
E' stato costruito apposta per "meritarsi" la fine che ha fatto.
Però io penso, e lo pensano anche i grandi maestri dell'horror, che fa molto più male e molta più ansia se le vittime sono innocenti, sono persone normali, da tutti i giorni.
Quindi chissà, magari un Ondra rivisitato in chiave più onesta potrebbe far salire di più la barretta della paura, in un racconto che non ha osato come avrebbe potuto, da questo punto di vista.

Sullo stile non ho molto da dire. E' scritto bene, si legge agevolmente, ti areni troppo su certi aggettivi tipo "orribile", "temibile" ecc. che tendono a banalizzare le cose quando siamo nel clue della tensione horror.

Parlando del titolo, si poteva osare anche qui di più.
Non avevo idea di cosa fosse una Jezibaba, ma conoscendo il mito di Baba Jaga, ho immaginato qualcosa del genere.
Caro fante Scelto, quando ho scritto questo racconto avevo bene in mente il personaggio. Non è un cattivo, nel senso vero della parola, ma uno che ha vissuto una giovinezza di povertà e duro lavoro e ha voglia di uscirne. Certo con tutti i mezzi, anche quelli meno leciti. Ma è comunque una persona che ha sentimenti. Non lo vedo così negativo come lo dipingi tu. Come ho già detto inun altro commento, Ondra in realtà esiste, certo con alcune licenze poetiche.

36Jezibaba - Pagina 2 Empty Re: Jezibaba Ven Mar 25, 2022 10:31 am

Fante Scelto

Fante Scelto
Padawan
Padawan

Mac ha scritto:

Caro fante Scelto, quando ho scritto questo racconto avevo bene in mente il personaggio. Non è un cattivo, nel senso vero della parola, ma uno che ha vissuto una giovinezza di povertà e duro lavoro e ha voglia di uscirne. Certo con tutti i mezzi, anche quelli meno leciti. Ma è comunque una persona che ha sentimenti. Non lo vedo così negativo come lo dipingi tu. Come ho già detto inun altro commento, Ondra in realtà esiste, certo con alcune licenze poetiche.

Vedi, questo è uno di quei casi in cui la realtà supera la narrativa.
Per cui la mia critica, in questo senso, viene meno.
Appoggiarsi alla realtà, diciamo personale, ha questo svantaggio qui: espone per assurdo alla poca credibilità o alla facile etichetta.

Mi è capitato in diverse occasioni che dei commenti trovassero poco credibili una situazione o un personaggio, ecc. ma io avevo preso tutto da esperienze personali.
lol!

Fa parte del gioco e della "incomunicabilità" che c'è, non dico qui ma in generale, tra chi scrive e chi legge.

37Jezibaba - Pagina 2 Empty Re: Jezibaba Ven Mar 25, 2022 10:38 am

Mac

Mac
Padawan
Padawan

Fante Scelto ha scritto:
Mac ha scritto:

Caro fante Scelto, quando ho scritto questo racconto avevo bene in mente il personaggio. Non è un cattivo, nel senso vero della parola, ma uno che ha vissuto una giovinezza di povertà e duro lavoro e ha voglia di uscirne. Certo con tutti i mezzi, anche quelli meno leciti. Ma è comunque una persona che ha sentimenti. Non lo vedo così negativo come lo dipingi tu. Come ho già detto inun altro commento, Ondra in realtà esiste, certo con alcune licenze poetiche.

Vedi, questo è uno di quei casi in cui la realtà supera la narrativa.
Per cui la mia critica, in questo senso, viene meno.
Appoggiarsi alla realtà, diciamo personale, ha questo svantaggio qui: espone per assurdo alla poca credibilità o alla facile etichetta.

Mi è capitato in diverse occasioni che dei commenti trovassero poco credibili una situazione o un personaggio, ecc. ma io avevo preso tutto da esperienze personali.
lol!

Fa parte del gioco e della "incomunicabilità" che c'è, non dico qui ma in generale, tra chi scrive e chi legge.
Concordo, ma se il mio personaggio con comunica, vuol dire che io ho sbagliato qualcosa. Non ho ancora capito cosa, ma ci sto lavorando  lol!

38Jezibaba - Pagina 2 Empty Re: Jezibaba Ven Mar 25, 2022 10:55 am

Susanna

Susanna
Maestro Jedi
Maestro Jedi

Grazie Mac per la replica: anch'io ho usato marcatori temporali in alcuni step, in questo ho utilizzato titoli ad "sottocapitoli": a volte pagano/servono a volte no, è anche questione di come si preferisce leggere o vedere inserito in un racconto breve lo sviluppo temporale. Le mie note: come dico sempre, la Penna può prenderene atto e poi utilizzarle a sua discrezione. Il racconto è tua creatura e come tale lo rispetto. A volte "le mie note" mi hanno fatto cambiare idea su un testo, che in prima battuta strideva un pochino. Comunque sia, grazie anche a te per aver letto il commento.


______________________________________________________
"Quindi sappiatelo, e consideratemi pure presuntuoso, ma io non scrivo per voi. Scrivo per me e, al limite, per un'altra persona che può capire. Spero di conoscerla un giorno… G. Laquaniti"

Contenuto sponsorizzato



Torna in alto  Messaggio [Pagina 2 di 2]

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Rispondi

Permessi in questa sezione del forum:
Puoi rispondere agli argomenti in questo forum.