Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il forum di scrittura creativa che cercavi

Ultimi argomenti attivi
» Come ti chiami?
Il profumo del crocus sativus - Pagina 2 EmptyOggi alle 9:04 pm Da Hellionor

» Ricordati di coprirti bene
Il profumo del crocus sativus - Pagina 2 EmptyOggi alle 5:41 pm Da Susanna

» Monica degli Zomegni
Il profumo del crocus sativus - Pagina 2 EmptyOggi alle 3:48 pm Da Asbottino

» La guerra dentro
Il profumo del crocus sativus - Pagina 2 EmptyOggi alle 3:00 pm Da tommybe

» Del delirio d'onnipotenza e della fraternità
Il profumo del crocus sativus - Pagina 2 EmptyOggi alle 12:56 am Da Arianna 2016

» L'oro di Mac
Il profumo del crocus sativus - Pagina 2 EmptyIeri alle 3:08 pm Da tommybe

» Un viaggio indimenticabile
Il profumo del crocus sativus - Pagina 2 EmptyIeri alle 10:15 am Da Mac

» Quiete
Il profumo del crocus sativus - Pagina 2 EmptyDom Mag 22, 2022 9:32 pm Da Arunachala

» David Crocchette
Il profumo del crocus sativus - Pagina 2 EmptyDom Mag 22, 2022 5:44 pm Da Susanna

EVENTI DT
DIFFERENT ROOMS 7 - L'ANTICAMERA
Il settimo step è partito!
C'è tempo fino al 31 Maggio per commentare tutti i racconti.

Non sei connesso Connettiti o registrati

Il profumo del crocus sativus

+26
SisypheMalheureux
Akimizu
Asbottino
Resdei
Menico
SuperGric
Marcog
Arianna 2016
Nellone
CharAznable
ImaGiraffe
Danilo Nucci
FedericoChiesa
Byron.RN
Susanna
tommybe
Mac
caipiroska
M. Mark o'Knee
paluca66
Antonio Borghesi
mirella
Arunachala
giuseppe.bignozzi
Petunia
Different Staff
30 partecipanti

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Rispondi

Andare in basso  Messaggio [Pagina 2 di 2]

26Il profumo del crocus sativus - Pagina 2 Empty Re: Il profumo del crocus sativus Sab Mar 19, 2022 12:23 am

SisypheMalheureux

SisypheMalheureux
Padawan
Padawan

Cara autrice (dato il tema che tratti, sarai di sicuro una donna...almeno credo), certo che questo racconto avrebbe proprio bisogno di una bella revisione a livello grafico e non solo. La poca accuratezza, forse dovuta a una consegna dell'ultimo minuto, inficia molto la scrittura del racconto.
Peccato perché la tua Anna che prima chiede un mezzo "miracolo" a Dio che non la ascolta, e poi finisce per cedere alle tentazioni del diavolo compiendo un gesto orribile, poteva essere un personaggio interessante. I paletti ci sono, anche se tra tutti quello dello zafferano mi sembra un po' forzato (l'analogia iniziale tra la protagonista sterile e la terra fertile dei campi a mio parere non è sufficiente a integrarlo bene nel racconto). Insomma, forse la storia c'era ma la resa non è stata della migliori. A rileggerci.

27Il profumo del crocus sativus - Pagina 2 Empty Re: Il profumo del crocus sativus Dom Mar 20, 2022 11:06 pm

Fante Scelto

Fante Scelto
Padawan
Padawan

Credo che tu ti sia appoggiato troppo al mondo del cinema per scrivere questo racconto.
I cambi di scena, le voci fuori campo (come la radio), il susseguirsi dei pezzi della storia con gli stacchi cadenzati, anche se a volte incomprensibili.
Il problema è che nel cinema la tensione viene creata da tanti aspetti: la musica bassa, tesa. Le scene con condizioni di luce particolari.
Il fatto che raramente ci sia il sole.
Tante piccole cose che aiutano a calarsi nell'ambientazione prima che inizi l'orrore vero.
Ecco, qui manca questo.
L'atmosfera.
Il senso d'inquietudine.
Per tutta la prima parte della lettura ero certo che questo fosse un erotico, per dirti. Quando appare lo straniero alla fermata del pullman, hey, ci siamo, ho pensato, adesso Anna ci regalerà uno show memorabile e avrà il suo adorato bambino. Povero Pietro però.
E invece no, poi menzioni l'inquietudine che il tipo trasuda e lì la mia fantasia svanisce e, forse perché di diavoli eleganti e gradevoli alla vista se ne sono visti molti, più o meno intuisco dove stiamo andando a parare.
Ma di nuovo, pur sapendolo, non percepisco paura o tensione.
Queste arrivano solo nelle ultime righe, quando la sibillina frase "se vuoi una roba, prenditela" mi ha suscitato immagini poco edificanti su ventri aperti o inseminazioni forzate. Ti risparmio i dettagli.
Restava da capire come e dove: quando arriva Elisabetta il finale diventa servito.
E' l'unico vero momento in cui, sapendo cosa sta per succedere, il viso un po' si stringe in attesa dell'inevitabile.

Peccato, anche qui mi ritrovo a dire idea ottima, realizzazione così così.
Non so neanche bene cosa non abbia funzionato.
Forse la prima persona: dava uno spettro molto più ampio di sensazioni da esplorare, di follia da sviscerare (no, per carità, questa parola no), invece hai tenuto tutto molto sul soft, sul distaccato.
Forse era meglio una terza persona, sarebbe stata più asettica.

La religiosità di Anna. Intuiamo che creda in Dio, ma la semplicità con cui ne parla quando Lui non ascolta la sua preghiera è disarmante. Non c'è timore, non c'è astio, io ho sentito solo serena rassegnazione. Che non è quel che Anna prova, a cose fatte.
Un credere insomma molto comune.
Poi quando arriva il Leviatano, bam, citazione biblica sulla possessione che non è proprio da tutti. Come sapere cos'è il Leviatano.
Fosse arrivato da me uno con due occhi di colore diverso, presentandosi come il Leviatano, gli avrei detto che non assomiglia per niente a un capodoglio. Tant'è.

Mi è invece piaciuta la scrittura, al netto dei refusi. A parte le battute iniziali, un po' sottotono, man mano che la storia prosegue sembra davvero di sentire Anna che si racconta. Questo è per me il miglior pregio del racconto.


Infine, ti confesserò un segreto.
Anche io

Spoiler:

28Il profumo del crocus sativus - Pagina 2 Empty Re: Il profumo del crocus sativus Lun Mar 21, 2022 3:42 am

Molli Redigano

Molli Redigano
Padawan
Padawan

Interessante associare il diavolo allo zafferano. E chissà perché il maligno s'accosta sempre a chi è credente. Forse perché ha qualcosa da temere?

Considerazione personale a parte, devo anch'io segnalare la trascuratezza che ho trovato nel testo. Nessun errore tecnico ma una serie di piccoli errori informali che ancora una volta confermano la necessità di un'attenta rilettura finale. 

Quanto alla storia, mi è sembrata fin troppo "classica": la giovane donna che non riesce ad avere figli e che è mangiata dall'invidia verso chi ne ha avuti o sta per averne come la cognata Elisabetta. Potrei liquidare il tutto dicendo che poteva rassegnarsi. E forse in un certo senso l'ha fatto, non tanto perché ha rinunciato alla possibilità di averne, quanto al fatto che se lei non può generare figli, allora nessun altro dovrà farlo. E chi se non la cognata può essere la vittima ideale, quasi scontata, dove trovare il compimento, e il senso, di questo racconto? Sembrerà banale ciò che dico, ma è l'epilogo ciò che vale tutto il racconto, anche se l'effetto sorpresa non è eclatante.

Grazie!


______________________________________________________
Branzagot senz'onma.

Cit e Bastard Cool!

29Il profumo del crocus sativus - Pagina 2 Empty Re: Il profumo del crocus sativus Lun Mar 21, 2022 11:20 pm

vivonic

vivonic
Admin
Admin

Ciao, Autore.
Io so quando hai inviato il testo, e quindi tante cose posso comprenderle.
Mi dispiace un po' che il racconto sia venuto fuori così, perché ho la ragionevole impressione che avresti potuto scrivere una bomba.
Invece il racconto non mi è piaciuto per niente, a cominciare proprio dall'utilizzo dei paletti. Non ce n'è uno che mi soddisfi. Sia chiaro, non ho pensato neanche per un momento che il tuo racconto potesse non essere ammissibile, ma il fatto è che se li togliessimo tutti il racconto reggerebbe benissimo lo stesso con la stessa identica trama e con il suo identico sviluppo. Per non parlare del genere, che non sta né in uno né nell'altro dei due proposti. Poi l'inizio con la data sparata lì senza motivo mi ha indisposto un sacco, sempre parlando di paletti.
Credo sia abbastanza inutile provare a fornirti consigli su un lavoro che sarai consapevole essere a metà, se non a un quarto. Ho visto nella trama qualcosa di interessante, ma per il resto del tuo racconto - ahimè - non salvo assolutamente niente.
Mi dispiace.


______________________________________________________
Un giorno tornerò, e avrò le idee più chiare.

30Il profumo del crocus sativus - Pagina 2 Empty Re: Il profumo del crocus sativus Mar Mar 22, 2022 12:21 am

The fallen

The fallen
Younglings
Younglings

L'idea è molto bella, nonostante la lunghezza del testo si percepisce una certa frettolosità nella scrittura, come se tu avessi le idee chiare già da un po' ma ti sei infime ridotto a scrivere all'ultimo. Come faccio io di solito, e quindi ti capisco.
Un racconto di fatto lento, volutamente, che lascia quasi impreparati al finale decisamente horror, anche se si intuisce cosa accadrà a partire dal colloquio con il diavolo.
Come ti avranno detto mille volte, una bella idea che poteva essere sviluppata mooooolto meglio.

Contenuto sponsorizzato



Torna in alto  Messaggio [Pagina 2 di 2]

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Rispondi

Argomenti simili

-

» Profumo di sandalo

Permessi in questa sezione del forum:
Puoi rispondere agli argomenti in questo forum.