Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il forum di scrittura creativa che cercavi

Ultimi argomenti attivi
» Una storia morta e sepolta
David Crocchette EmptyOggi alle 6:45 am Da SuperGric

» Attentato alla routine di un commercialista
David Crocchette EmptyOggi alle 12:35 am Da caipiroska

» Maximus
David Crocchette EmptyIeri alle 7:33 pm Da Molli Redigano

» Un caffè per Tom
David Crocchette EmptyIeri alle 5:23 pm Da tommybe

» Gli astri non sbagliano mai
David Crocchette EmptyIeri alle 5:22 pm Da Molli Redigano

» Ombre di luce
David Crocchette EmptyIeri alle 2:07 pm Da GENOVEFFA FRAU

» L'ultima cena
David Crocchette EmptyIeri alle 11:16 am Da GENOVEFFA FRAU

» Il viaggio del cavaliere
David Crocchette EmptyIeri alle 11:06 am Da Mac

» I paletti
David Crocchette EmptyVen Mag 27, 2022 11:35 pm Da caipiroska

EVENTI DT
DIFFERENT ROOMS 7 - L'ANTICAMERA
Il settimo step è partito!
C'è tempo fino al 31 Maggio per commentare tutti i racconti.

Non sei connesso Connettiti o registrati

David Crocchette

3 partecipanti

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1David Crocchette Empty David Crocchette Gio Feb 10, 2022 1:50 pm

Giancarlo Gravili

Giancarlo Gravili
Padawan
Padawan

https://www.differentales.org/t1243-non-e-cosi-che-passo-i-giorni-150-parole-un-racconto:

 David Crocchette


Nel selvaggio west ai confini con il Messico e nei paraggi del megastore BubboZuppiklakikaikai aveva tenda e casa il famoso esploratore indomito, imperterrito, impiegabile, inarruginibile, inarrivabile, immarcescibile, intontibile, ininquinabile, imperturbabile, ininspirabile, insomma… Il suo nome era David Crocchette e la sua fama era più grande della sua fame.
Egli aveva scoperto le feci del Grand Canione e, dopo un attento esame, le aveva consegnate alla storia come la maggior avventura dell’uomo nei territori inesplorati del Dober Man. Qualcuno aveva insinuato però che quella lì era solo una grande stronzata e in effetti la cosa puzzava un popò.
Dopo questa indomita scoperta il nostro David Crocchette aveva recuperato il tesoro di Motescazz Situtencazz situato nella remota regione della selva selvatica di Chemechiediafharisilozai ma, per misteriose ragioni, s’era beccato la maledizione del re che se je rompi er cazz te ne rifila tre.
Tornato in America il museo delle antichità fasulle di El Pataccho gli aveva commissionato la ricerca dello scettro di diamanti rossi del sultano Semelofot Tinkul Dibrut.
A quanto pare l’esito di questa sfida era stato positivo ma, al suo rientro in patria, David Crocchette non aveva voluto rilasciare dichiarazioni apparendo molto debilitato ai posteriori della vicenda.
Fonti ben informate affermarono però che il manufatto antico era stato realizzato con maestria dallo stesso avventuriero nel proprio garage di casa utilizzando un fornello a gas e un barattolo di tinta color verde smeraldo comprata a un negozio cinese. A ben dire diciamo comunque che il museo a tutt’oggi e forse pure domani espone ed esporrà con orgoglio questo pezzo di valore inestimabile.
Dopo un periodo di meritato riposo il nostro indomito razziatore di antichità ebbe l’incarico dalla sott’intendenza delle brutte arti di New Sola di trovare l’antico Totem in avorio della tribù degli Urologhi che vivevano nella valle del fiume Urinha.
David Crocchette intraprese un lungo viaggio fluviale con il suo gommone, che conservava dalle scuole elementari, cancellando in brevissimo tempo ogni distanza scritta.
Egli riuscì a inoltrarsi nei dedali delle foreste d’amazon senza problemi portando tranquillamente in sicuro la sua spedizione.
Il recupero del Totem non fu facile ma tutto andò per il meglio, d’altronde era il numero uno barrato degli esploratori mondiali, puntuale come sempre.
Crocchette, insieme al Totem, consegnò al direttore della sott’intendenza anche una ricetta medica antichissima, trovata nel villaggio Urologho, recante scritto un rimedio a base di erbe erogene allucinanti per i problemi di prostata.
Gli anni passarono e le imprese si susseguirono senza sosta... come quando egli s’impadronì dello spazzolino da denti del faraone Denthi Kariathis II beffando sul pezzo il suo acerrimo rivale francese professor Le Mummien Imputridì, un tipo che non badava a nulla pur d’impadronirsi di ogni tesoro nascosto.


Va beh, ora sapete un popò di storia, ma e ripeto ma in questo preciso istante ci ritroviamo qui, nel giardino della casa di David Crocchette, con la nostra truppa e oramai sono 24 ore che attendiamo che egli esca da casa e ci conceda finalmente l’intervista programmata da tempo, da quando l’integerrimo esploratore si è ritirato per sempre a vita addomesticata.
Eccoloooooo signori, vediamo il magnifico uscire e liberarsi dal guinzaglio della fama.
«Signor Crocchette prego… Una domanda dai suoi ammiratori, come ci si sente a essere considerato il più grande segugio della storia?»
«Bauuuuuuuu, wof, wof»
Che meraviglia carissimi amici telespettatori, oggi abbiamo fatto la storia del servizio pubblico televisivo!


______________________________________________________
Le domande non sono mai invadenti, a volte lo sono le risposte...

2David Crocchette Empty Re: David Crocchette Gio Feb 10, 2022 3:09 pm

digitoergosum

digitoergosum
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi

Ciao Giancarlo. È il primo mio intervento su un tuo racconto, e te ne chiedo venia. Non è casuale, semmai causale. Sono convinto che ti diverti moltissimo a scrivere questi racconti, e se è così non smettere. Il divertimento, a prescindere dal genere, deve ancora permeare la nostra passione. Poi, puoi o meno piacere e lì devi accettare, come facciamo tutti, anche le critiche. I tuoi racconti, che ho provato a leggere, sono "demenziali esagerati" per come li vivo io. A me piace il "demenziale" ma tu vai oltre. Vorrei leggerti, sicuramente l'hai già fatto e mi è sfuggito, con qualcosa di divertente (o di serio) ma che contenga (seppur demenziale) una vera storia. Vivo ciò che scrivi come geniali boutade slegate, autocompiaciute ma senza un fine compiuto. Probabilmente salterò il sesto step proprio perché non riesco a far emergere un "buon compiuto", e forse questo mio commento è figlio della mia frustrazione, e se è così ti chiedo due volte venia. Era un po' che volevo comunicarti questo mio pensiero, e ho trovato il coraggio solamente ora. Spero tu non ne abbia a male. Un caro saluto.

3David Crocchette Empty Re: David Crocchette Gio Feb 10, 2022 4:19 pm

Giancarlo Gravili

Giancarlo Gravili
Padawan
Padawan

Ciao, ti ringrazio molto del passaggio e del tuo pensiero. La risposta è proprio insita nel pensiero. Questo tipo di scrittura serve per "liberare l'autore dalle frustrazioni della scrittura stessa".
Infatti essa avrebbe bisogno di una categoria diversa dal racconto in quanto non rientra nei canoni. Per questo da tempo io non sono nei concorsi.  In altre scritture mie in apparenza sciolte spesso è celata una profonda satira sociale. In questa invece no. Ti do ragione è solo puro divertimento alla Mel Brooks.


______________________________________________________
Le domande non sono mai invadenti, a volte lo sono le risposte...

4David Crocchette Empty Re: David Crocchette Gio Feb 10, 2022 4:32 pm

Giancarlo Gravili

Giancarlo Gravili
Padawan
Padawan

Umilmente aggiungo questo pensiero per chi avesse voglia di comprendere qualcosina in più di me. Consiglio di leggere la poesia "si muore prima o poi" che ho postato nella sezione poesie a versi liberi e grazie sempre per ogni lettura sui miei testi.

Cito una frase di Billy Wilder che è anche incisa sulla sua lapide. "Nobody's perfect"


______________________________________________________
Le domande non sono mai invadenti, a volte lo sono le risposte...

5David Crocchette Empty Re: David Crocchette Dom Mag 22, 2022 5:44 pm

Susanna

Susanna
Maestro Jedi
Maestro Jedi

Carissimo, riprendo le letture con i racconti postati nel frattempo ta il sesto e il settimo step: due peridi tostissimi per le letture e quindi... andiamo di Giancarlo, per dare una scossetta al povero e stanco neurone.
Come al solito mi sono divertita molto, i nomei e cognomi che ti inventi vanno letti e riletti per essere compresi, ma poi arriva una botta di risata che a volte bisogna ripulire il video.
Sei davvero insuperabile! E ti immagino alla tastiera a lasciar correre la fantasia come viene viene.
E' vero, nessuno è perfetto: per fortuna, che dall'imperfezione nascono bellissime idee.


______________________________________________________
"Quindi sappiatelo, e consideratemi pure presuntuoso, ma io non scrivo per voi. Scrivo per me e, al limite, per un'altra persona che può capire. Spero di conoscerla un giorno… G. Laquaniti"

Contenuto sponsorizzato



Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.