Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il forum di scrittura creativa che cercavi

EVENTI DT
Il regolamento del concorso natalizio di DT - Natale Bifronte
Con scadenza il 15 dicembre


https://www.differentales.org/e10016676-natale-bifronte

Ultimi argomenti attivi
» Furto alla grotta
Oltreconfine EmptyOggi alle 10:00 am Da digitoergosum

» Babbo Natale e la luna
Oltreconfine EmptyOggi alle 8:57 am Da Asbottino

» Madre Gherda
Oltreconfine EmptyOggi alle 8:55 am Da digitoergosum

» Natale a Wonderland
Oltreconfine EmptyOggi alle 8:19 am Da digitoergosum

» Sveglia, è ora di dormire
Oltreconfine EmptyOggi alle 7:21 am Da digitoergosum

» Echi di Natale
Oltreconfine EmptyOggi alle 7:07 am Da SuperGric

» Ciccia Pasticcia
Oltreconfine EmptyIeri alle 5:47 pm Da tontonlino

» Natale Bifronte
Oltreconfine EmptyIeri alle 11:59 am Da Danilo Nucci

» Chiamata fuori orario
Oltreconfine EmptyIeri alle 11:33 am Da SuperGric


Non sei connesso Connettiti o registrati

Oltreconfine

2 partecipanti

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1Oltreconfine Empty Oltreconfine Dom Nov 28, 2021 4:18 pm

FraFree

FraFree
Padawan
Padawan

https://www.differentales.org/t1243-non-e-cosi-che-passo-i-giorni-150-parole-un-racconto


Massimiliano, amore mio confinato, sento l'impulso viscerale di scriverti ancora, nonostante abbia già risposto alla tua lettera l'altro ieri sera. Forse, arriveranno insieme. 
È che non riesco a prendere sonno, sono inquieta e ho bisogno di legare altre parole, non morbide questa volta, per dirti cose. Cose dai tratti che io stessa non vorrei mai imprimere.
Per dirti di quella realtà, di cui non vorrei mai prendere atto, che mi impietrisce e che tento di relegare ai meandri della casualità.
Tu cerchi di edulcorare, di rendere i fatti meno preoccupanti e capisco, ma vedo in TV ciò che accade, leggo sui giornali...
Vorrei tanto che fossero gli episodi - come quello della donna per strada, con la cesta sulla testa, che dona maternamente, a te e ai tuoi compagni, le focaccine calde - a essere dominanti e raccontati anche dai media...
Quando sei partito, ti ho voluto donare il mio sorriso ancora aperto, pure a questo nuovo evento, alla condizione che ci separa dal nostro nido, dai nostri progetti, dalle nostre certezze. Un sorriso aperto, sì, perché speranzoso e fiducioso. Quel sorriso, però, sta svanendo... Questa tua maledetta missione... Lo so, è il tuo lavoro, che svolgi con passione.
È anche il modo per esprimere la tua essenza: un'anima pura che crede ancora possibile un mondo migliore, più giusto e senza barbarie.
Era anche il mio credo e per questo ti ho lasciato andare, senza disappunto.
Ti ho lasciato andare trattenendo solo il tuo sguardo, impresso di un amore senza fine, riponendolo, poi, in una teca del mio cuore: mi sostiene nei lassi più scuri, quando la malinconia mi fa sprofondare. Ma la malinconia, ora, si sta trasformando in angoscia.
Temo che, da un momento all'altro, aprendo la teca, possa scorgere quello sguardo affievolito o addirittura... non riesco a non vedere il peggio...
Non faccio altro che pensare a quelle bombe, a quei cecchini...
La chiamano missione di pace, ma le tragedie si allargano sempre più, di pace neanche l'ombra. È tutto così assurdo.
Scusa, tesoro, se affastello uniche parole negative e, invece di darti sostegno e coraggio, ti scarico tutta la mia apprensione, come se tu non ne avessi già abbastanza.
Scusa se non riesco più a parlare delle costellazioni, della poesia, dei film che amiamo, di tutte quelle passioni che arricchiscono la nostra vita. Scusa, se non riesco più a relegare il timore ai meandri della casualità. Ma quale casualità quando si è in un luogo di morte?
Scusa, ma questo terrore, che mi attanaglia il respiro, non lo reggo più!
Quante altre volte siamo stati divisi e anche per diverso tempo? Non sono la distanza e i mesi a pesarmi, è questa tremenda paura di perderti!
Vorrei che tu lasciassi quell'inferno e prendessi il primo aereo, non posso più restare senza i tuoi abbracci, senza le tue carezze, senza il suono della tua voce, senza di te!
Amore, raccogli questa mia supplica e torna prima di presto, ti prego.
Con tutta la tenerezza del mondo.

Fra Oltreconfine 1f497 


______________________________________________________
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati. (B. Brecht)

2Oltreconfine Empty Re: Oltreconfine Lun Nov 29, 2021 10:01 am

tommybe

tommybe
Younglings
Younglings

Manca un accenno alla missione, è tutto molto generico e questo fa perdere forza.
Manca un accenno all'amore, manca il tono confidenziale, la condivisione di piccole cose.
Manca un bacio, manca una carezza.
E questo fa perdere forza.

3Oltreconfine Empty Re: Oltreconfine Lun Nov 29, 2021 11:12 am

FraFree

FraFree
Padawan
Padawan

@tommybe ha scritto:Manca un accenno alla missione, è tutto molto generico e questo fa perdere forza.
Manca un accenno all'amore, manca il tono confidenziale, la condivisione di piccole cose.
Manca un bacio, manca una carezza.
E questo fa perdere forza.
Tommy, grazie per il passaggio.
Ti spiego il motivo di tutte le mancanze che giustamente osservi.
Questo racconto epistolare è il frutto di un contest, dove il tema era la corrispondenza fra due innamorati e si partecipava a due. La mia è la risposta alla prima lettera del mio compagno di scrittura. L'amore,  la missione, sono elementi  contemplati,  ma ovviamente solo con la mia parte non si evince la globalità della storia.


______________________________________________________
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati. (B. Brecht)

Contenuto sponsorizzato



Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.