Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il forum di scrittura creativa che cercavi

Ultimi argomenti attivi
» Maximus
Spiragli di visioni EmptyOggi alle 7:33 pm Da Molli Redigano

» Attentato alla routine di un commercialista
Spiragli di visioni EmptyOggi alle 6:14 pm Da Asbottino

» Un caffè per Tom
Spiragli di visioni EmptyOggi alle 5:23 pm Da tommybe

» Gli astri non sbagliano mai
Spiragli di visioni EmptyOggi alle 5:22 pm Da Molli Redigano

» Una storia morta e sepolta
Spiragli di visioni EmptyOggi alle 4:45 pm Da Molli Redigano

» Ombre di luce
Spiragli di visioni EmptyOggi alle 2:07 pm Da GENOVEFFA FRAU

» L'ultima cena
Spiragli di visioni EmptyOggi alle 11:16 am Da GENOVEFFA FRAU

» Il viaggio del cavaliere
Spiragli di visioni EmptyOggi alle 11:06 am Da Mac

» I paletti
Spiragli di visioni EmptyIeri alle 11:35 pm Da caipiroska

EVENTI DT
DIFFERENT ROOMS 7 - L'ANTICAMERA
Il settimo step è partito!
C'è tempo fino al 31 Maggio per commentare tutti i racconti.

Non sei connesso Connettiti o registrati

Spiragli di visioni

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1Spiragli di visioni Empty Spiragli di visioni Mer Ott 20, 2021 10:54 am

Giancarlo Gravili

Giancarlo Gravili
Padawan
Padawan

https://www.differentales.org/t1037-white-lady#12810:

Spiragli di visioni L_isol10
GiancarloGravili©paints2021

Spiragli di visioni


E le valli dormirono chete
protette da silenti monti
che la cima offrivano
ai primi raggi
della luna...


Dormi allora
nel tuo rifugio
finché
alba nuova
non desterà il tuo cuore


E La voce del mare
giunse attraverso la brughiera
che ancor timida
pareva nascondersi
nell’incipiente inverno.


Un cordolo di canapa
legava il sentiero
che al rudere s’appoggiava
scoprendo fasciami di legna
e ciuffi d’erba umida.


Dormi allora nel tuo rifugio
finché il guardiano d’acqua
cullerà con la sua ninna nanna
il tuo ozioso sonno.


Era l’albore di bianchi e neri
nel giallo rossastro della stagione
e tutta la distesa dell’orizzonte
si mischiava al brunito scendere
in uno sprazzo d’arancio e viola.
Solo poche luci provenivano dal basso
e l’irta salita non mostrava la fine
se non nell’immaginario conosciuto
di chi la percorreva.


Dormi allora
che tutto dorme intorno
e l’alba ancor tarderà a sorgere
nell’attesa fremente
che cessi l’oblio della notte.


Antiche erano le pietre
e giovani gli umori della terra
e nel cielo baluginando
moriva il giorno
e i ricordi di ondeggianti asfodeli
si perdevano in quella brughiera
che s’offriva in vista
alla prime tempeste
lasciando che la spumosa onda
violasse l’argine.
Ogni cosa s’era acquietata nel riposo
e anche l’anima altro non anelava
che la vista di sperduti astri
incastonati negli spiragli di visioni.


______________________________________________________
Le domande non sono mai invadenti, a volte lo sono le risposte...

Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Argomenti simili

-

» Visioni e realtà

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.