Different Tales
Benvenuto su Different Tales
Prima di interagire leggi qui https://www.differentales.org/t1-regolamento-del-forum
Se hai già letto e compreso il regolamento è fantastico, nondimeno questo avviso apparirà per il resto dei tuoi giorni, e se non accedi ti apparirà in sogno.
Poi non dire che non ti avevamo avvisato.

Unisciti al forum, è facile e veloce

Different Tales
Benvenuto su Different Tales
Prima di interagire leggi qui https://www.differentales.org/t1-regolamento-del-forum
Se hai già letto e compreso il regolamento è fantastico, nondimeno questo avviso apparirà per il resto dei tuoi giorni, e se non accedi ti apparirà in sogno.
Poi non dire che non ti avevamo avvisato.
Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il forum di scrittura creativa che cercavi


Non sei connesso Connettiti o registrati

Alex

+11
vivonic
Molli Redigano
Akimizu
Byron.RN
Achillu
SisypheMalheureux
Susanna
Petunia
Danilo Nucci
paluca66
Different Staff
15 partecipanti

Nuovo argomento  Rispondi

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1Alex Empty Alex Dom Ott 03, 2021 2:28 pm

Different Staff

Different Staff
Admin
Admin
IVECO, IVECO, IVECO
Beep! Beep! Beep!
Percepisci un ambiente ovattato, asettico ma non riesci a capire dove sei.
Solo il “beep” ti colpisce al cervello, da lontano, come da un altro mondo.
Non si muove un muscolo, il buio ti circonda; pensieri incontrollati, a folate, svolazzano nella tua testa, a volte dolci e leggeri, a volte cupi e malvagi. Gli ultimi ti ricordano i dissennatori di Harry Potter; non li lascerai vincere… non hanno mai vinto con te.
Qualche immagine, qualche ricordo avanza a fatica nella tua memoria. Sembrano flash, come quando si guardavano i filmini in Super 8, al rallentatore. La strada leggermente in discesa, la curva che piega a destra, ampia e invitante, le tue braccia potenti che spingono il trabiccolo in carbonio a velocità inaudite, le gocce di sudore che cadono sul tuo sorriso, nascosto a mala pena dietro alla fatica. L’avevi progettato tu quel marchingegno… ma le leggi della fisica hanno un limite che neanche tu puoi superare. Ha iniziato a scivolare sulla sinistra, ha passato le strisce continue della carreggiata… maledetto quel camion, quella maledetta scritta IVECO, piccola, lontana, poi sempre più grossa fino a colpire la tua faccia.
Ma no… lo sai che non è colpa sua. Ti farebbe quasi piacere dirglielo, farglielo sapere che non ce l’hai con lui, non fargli passare altre notti insonni a scacciare i sensi di colpa. Non hai mai dato la colpa a nessuno per le disgrazie che ti hanno colpito. Neanche quella volta in Germania che Alex, tuo omonimo… ironia della sorte, ti ha porta via mezza macchina e le due gambe che la guidavano… le tue. Poteva evitare? Poteva sterzare? Ma che senso ha parlarne ora, che senso avrebbe investigare su reazioni che un pilota dovrebbe prendere in qualche frazione di secondo. È andata così!
E anche lì, solo un “beep”. Quanti giorni, ti ricordi? Quante operazioni, non riesci neanche a contarle. Già tutti ti avevano dato per spacciato. Ma la vita, quella vera, quella con la V, fa parte di ogni singola cellula del tuo corpo, ogni cellula che sopravvive da sola, resiste da sola, lotta da sola. Ma quando questa cellula si unisce a un’altra, e poi a un’altra… e a un’altra ancora, rivivi, rinasci, e il miracolo è compiuto.
Un cammino lungo per tornare alla normalità, o quasi. Ma a te non bastava: non bastava la sedia a rotelle per muoverti nel mondo, non bastavano le protesi per tornare a muovere i primi passi. A un gruppo di ragazzi, a quella scuola a Roma hai detto: “È possibile che se il fulmine m'è arrivato tra capo e collo una volta, mi colpisca nuovamente, ma rimanere a casa per evitare e scongiurare quest'ipotesi significherebbe smettere di vivere, quindi no, io la vita me la prendo...”. Ti sei ripreso le corse, ti sei ripreso le vittorie, ti sei ripreso la vita.
Ma a te non bastava. Un vampiro della vita, ecco quello che sei! Ti sei messo su uno di questi cosi a tre ruote, a gareggiare con altri nella tua condizione, altri vampiri della vita che non accettano, non si adagiano, non si rassegnano. E pensare che hai iniziato quasi per gioco, a New York, alla maratona. Ma per te gioco vuole dire sfida: un quarto posto che sarebbe stato una vittoria per tutti… ma non per te.
Ti si affacciano nella mente le medaglie, le premiazioni, le lacrime che ogni volta che suonava l’inno, il tuo inno, non riuscivi a trattenere. Era l’orgoglio, di rappresentare il tuo paese, di poter ringraziare chi ti era sempre stato vicino, perché sapevi la fatica e le difficoltà che avevi attraversato per essere lì.
Beep! Beep!
Non senti niente. Non senti dolore. È questo che ti fa più paura.
Ti sei sempre chiesto se dicessero il vero quelli che hanno vissuto a cavallo tra il mondo di qui e quello di là. E ora ci sei tu. È proprio così; un tunnel… sembra fatto di luce, sembra fatto di nuvole. In fondo intravedi un bagliore accecante. I dissennatori ti chiamano, ti invitano: non sembrano malvagi. Ti rilassi, ti lasci andare, ti lasci trasportare.
Una voce da lontano, forse solo un’eco, ti richiama. No, non è ancora ora, tua moglie ha bisogno, tuo figlio ha bisogno. La vita ha bisogno di te e tu non ne sei ancora sazio.
Be-beep! Be-beep! Be-beep!

2Alex Empty Re: Alex Dom Ott 03, 2021 3:09 pm

paluca66

paluca66
Padawan
Padawan
Un omaggio ad uno dei più grandi sportivi che l'Italia abbia avuto negli ultimi decenni, grande non solo sportivamente parlando ma anche (e soprattutto) umanamente.
Un omaggio ben scritto con un solo piccolo refuso (ti ha porta via mezza macchina) ma che a mio parere poteva essere giocato meglio puntando più sulle emozioni, sull'interiorità, mentre secondo me hai finito con il perderti troppo sul raccontato: chi sia Alex bene op male lo sanno tutti compreso quello che gli è accaduto.
Complimenti, comunque, per l'idea di dedicare il tuo racconto a un grande uomo (e, questo, ai miei occhi, fa di te un grande uomo).

3Alex Empty Re: Alex Dom Ott 03, 2021 4:11 pm

Danilo Nucci

Danilo Nucci
Padawan
Padawan
Primo racconto che leggo e parto subito bene. Ero prevenuto all’inizio quando ho compreso che si trattava di Zanardi, in pratica la prima persona, insieme a Bebe Vio, che ti viene in mente se si parla di sport e handicap. Poteva essere un soggetto un po’ scontato ma non è stato così. Sei riuscito a entrare bene nel personaggio e nella sua forza di volontà, quella che conosciamo tutti e che ne ha fatto per molti quasi uno di famiglia. Non so se nelle attuali condizioni Alex sia in grado di costruire ragionamenti e fare progetti, ma se è capace di farli credo proprio che saranno quelli da te descritti i pensieri che gli passano per la mente.
Forma corretta. Solo qui toglierei la virgola
: “Era l’orgoglio, di rappresentare il tuo paese”

4Alex Empty Re: Alex Dom Ott 03, 2021 5:43 pm

Petunia

Petunia
Moderatore
Moderatore
Resilienza. Passione. Forza. Tutto questo è Alex e ho apprezzato questo tuo tributo. Mi è piaciuto il taglio che hai dato, un taglio dove non c’è spazio per l’autocommiserazione, dove il verbo arrendersi non è contemplato. Alex è un icona e sopravviverà negli anni per motivare generazioni di disabili e non.


______________________________________________________
Dodici voci si alzarono furiose, e tutte erano simili. Non c’era da chiedersi ora che cosa fosse successo al viso dei maiali. Le creature di fuori guardavano dal maiale all’uomo, dall’uomo al maiale e ancora dal maiale all’uomo, ma già era loro impossibile distinguere fra i due. (George Orwell)

5Alex Empty Re: Alex Dom Ott 03, 2021 5:46 pm

Susanna

Susanna
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi
Il titolo è evocativo, lo si capisce subito. Sai che mi sarebbe piaciuto un bel “Vampiro della vita”? Un’espressione forte, che rappresenta bene Zanardi. Certo il suo discorso così forte e, mannaggia, premonitore, fa venire i brividi e viene da pensare: a chi troppo e a chi niente. In questo caso però il niente io lo collego a chi nella vita non ha dovuto (e speriamo non lo debba mai) fare i conti con la necessità di non arrendersi, di essere più che intero quando sei metà. Di non lasciarsi andare alla commiserazione, affidandosi agli altri in ben più che un aiuto fisico.
Bravo, Federico, non è poi così scontato sapersi immaginare in certe situazioni, immaginare i pensieri e le emozioni


______________________________________________________
"Quindi sappiatelo, e consideratemi pure presuntuoso, ma io non scrivo per voi. Scrivo per me e, al limite, per un'altra persona che può capire. Spero di conoscerla un giorno… G. Laquaniti"

6Alex Empty Re: Alex Dom Ott 03, 2021 7:11 pm

SisypheMalheureux

SisypheMalheureux
Padawan
Padawan
Certo non era facile scrivere un racconto su Zanardi senza cadere nella trappola della retorica e a, mio parere, purtroppo  in alcuni  punti il tuo racconto  risulta un po' pesante da questo punto di vista. Infatti, secondo me, il punto forte del tuo scritto è l'incipit, che è molto efficace di tutto il resto del testo proprio perché non ancora carico dei messaggi morali che l'esempio di questo grandissimo atleta comporta e risulta, quindi, più "mostrato". Nonostante questo, una buona prova.



Ultima modifica di SisypheMalheureux il Dom Ott 03, 2021 9:49 pm - modificato 2 volte.

7Alex Empty Re: Alex Dom Ott 03, 2021 9:22 pm

Achillu

Achillu
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi
Ciao Federico.

C'è un momento in questo racconto in cui si passa dal mostrato al raccontato e secondo me perde di mordente. Forse sarebbe stato meglio proseguire con la strada dei flashback, tra parentesi l'incipit porterebbe proprio a questa soluzione: mostrare ricordi apparentemente confusi che ricostruiscono gli eventi, non necessariamente in ordine cronologico.
Mi è piaciuta molto la scelta del racconto in seconda persona. Una scelta poco praticata ma molto piacevole da leggere, quando è riuscita. E secondo me in questo racconto c'è un'ottima resa. Tra parentesi, a me non sarebbe venuto in mente di applicare questa narrazione con il "tu" riferito a una persona in coma. Però funziona. Aggiungo che hai pure sperimentato la seconda persona al passato, usando i flashback, anche questa è una soluzione poco letta dato che in seconda persona si predilige il presente; quindi tecnicamente sono rimasto molto bene impressionato da questo racconto.

Grazie e alla prossima.


______________________________________________________
Alex Badge-2
https://linktr.ee/Achillu

8Alex Empty Re: Alex Lun Ott 04, 2021 12:35 am

Byron.RN

Byron.RN
Padawan
Padawan
Credo che Zanardi sia uno di quei personaggi, anzi, di quelle persone che mettono d'accordo tutti, nel senso che non penso ci sia qualcuno che non ammiri Alex è la sua volontà sovrumana. 
Venendo al tuo racconto lo dividerei in due parti. La prima l'ho gradita senza eccezioni, per intenderci fino a quando parli dell'incidente in Germania: tutto scorre bene, è naturale, gestito ottimamente.
Dopo, quando inizi a parlare di ogni singola cellula del suo corpo mi pare che si perda un pò quella naturalezza. Sembra che passi a una sorta di celebrazione di Alex(e tu mi dirai come si fa a non celebrare un uomo così? Infatti hai ragione) cosa che però si scosta dal registro che avevi tenuto poco prima. Insomma nella prima parte c'è una storia, nella seconda si vede una sorta di tributo.
Detto questo nel complesso è un bel pezzo.

9Alex Empty Re: Alex Lun Ott 04, 2021 1:04 am

Akimizu

Akimizu
Padawan
Padawan
Ti confesso che per un attimo era venuto in mente pure a me di scrivere un testo su Zanardi, ma la complessità dell'impresa mi ha spaventato. Quindi solo perché tu non hai avuto paura ti meriti il mio applauso. Che è solo il primo, perché la lettura è stata molto piacevole. La scelta del tu, il non scadere quasi mai in facili panegirici (solo un pochino alla fine ma ci sta) mi hanno convinto. Altro punto di merito l'incipit, che ho adorato, mi piacciono parecchio i giochi grafici, modello futurista. Due piccoli refusi, un porta invece di portato e una virgola di troppo. Quindi complimenti, ottima prova.

10Alex Empty Re: Alex Lun Ott 04, 2021 9:58 am

Molli Redigano

Molli Redigano
Padawan
Padawan
"Ma che senso ha parlarne ora, che senso avrebbe investigare su reazioni che un pilota dovrebbe prendere in qualche frazione di secondo."


Qui sopra segnalo che le reazioni non si prendono ma si hanno. O, per lasciare il verbo prendere, meglio usare "decisioni" anziché "reazioni".




"È proprio così; un tunnel…"



Nel testo, per tre volte mi sembra, usi i puntini di sospensione. Secondo me sono superflui, soprattutto qui sopra. Meglio, a mio parere:


"È proprio così: un tunnel."


Per il resto niente da dire, anzi, mi accodo ai complimenti per l'utilizzo di un registro colloquiale in seconda persona, cosa davvero non facile.


Talvolta si può pensare che utilizzare come soggetto un personaggio del calibro di Zanardi possa essere scontato, semplice, magari addirittura noioso. Questo perché sicuramente il mondo è pieno di personaggi sconosciuti, diversamente abili per vari motivi, che hanno la sua stessa forza d'animo, tenacia e anche coraggio. Io penso che questo testo è valido per il punto di vista dal quale l'autore l'ha voluto guardare, dandoci un quadro preciso, tutt'altro che retorico, di ciò che Zanardi è stato, è e sarà.


______________________________________________________
Branzagot senz'onma.

Gaute da suta Cool!

Alex Senza_12

11Alex Empty Re: Alex Lun Ott 04, 2021 6:57 pm

vivonic

vivonic
Admin
Admin
Ciao Federico. Bello e inevitabile leggere di Alex, indubbiamente l'emblema del tema di questo piccolo contest.
Purtroppo il rischio di cadere in facile retorica c'è sempre in questi casi, e tu la rasenti nella parte centrale del tuo racconto, che rimane sul filo dell'omaggio e si salva.
Però l'incipit e l'excipit hanno una forza paurosa, e quel "vampiro della vita" è piaciuto pure a me!
Credo che tu sia riuscito a realizzare quello che volevi, e per questo non puoi che essere soddisfatto.
Complimenti!


______________________________________________________
Un giorno tornerò, e avrò le idee più chiare.

12Alex Empty Re: Alex Mar Ott 05, 2021 8:33 am

ImaGiraffe

ImaGiraffe
Padawan
Padawan
Voglio essere sincero, di base non amo mai quando si parla di personaggi famosi ma devo dire che nel tuo caso mi è piaciuto per via dello stile grafico del testo che lo rende accattivante, fresco e moderno. Forse avrei mantenuto quello stile anche nella parte centrale del testo ma in ogni caso una buona prova, soprattutto perché il rischio con un personaggio del genere era andare sul banale.
Grazie e complimenti.

13Alex Empty Re: Alex Mar Ott 05, 2021 11:26 am

Resdei

Resdei
Padawan
Padawan
Ciao Federico
Bello questo tributo che hai voluto dare a un gigante dello sport e della vita.
Ti rivolgi a lui, come se potesse ascoltarti e questo te lo fa sentire ancora più vicino.
Non leggo retorica in quello che hai scritto, 
hai solo voluto omaggiare un personaggio pubblico che stimi molto, come tutti del resto 
e che, con il sorriso, la classe e la grande umanità è e sarà un esempio per molti.
bravo

14Alex Empty Re: Alex Mar Ott 05, 2021 11:57 am

CharAznable

CharAznable
Padawan
Padawan
Un bel omaggio a un grande pilota, un grande sportivo. Un grande uomo. Adoro Zanardi da sempre e non può che farmi piacere questo tuo lavoro. Non semplice, perché vai a toccare delle corde delicate. Ma lo fai con bravura e senza invadenza.
Un bel lavoro.
Grazie


______________________________________________________

I giorni indimenticabili della vita di un uomo sono cinque o sei in tutto. Gli altri fanno volume.

15Alex Empty Re: Alex Mar Ott 05, 2021 3:56 pm

caipiroska

caipiroska
Padawan
Padawan
Ciao Federico,
complimenti per l'uso della seconda persona: mi piacciono molto i testi scritti con il tu! Di solito sono molto impegnativi da gestire e nascondono insidie, ma nel tuo caso tutto scorre veloce e mi ha davvero convinta il tono incalzante di questo tu.
Molto azzeccata anche la scelta grafica di quell'Iveco iniziale, dei vari beep che incorniciano la narrazione (anzi, osa di più in questo senso nei prossimi step! Se non usi dialoghi danno dinamicità al testo!).
Sei anche in gamba a non scivolare nella retorica descrivendo un personaggio famoso anzi, rimani sempre rispettoso del dolore dell'uomo che primeggia sulla figura del personaggio pubblico.
Un buon lavoro!

Contenuto sponsorizzato


Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Nuovo argomento  Rispondi

Permessi in questa sezione del forum:
Puoi rispondere agli argomenti in questo forum.