Different Tales
Benvenuto su Different Tales
Prima di interagire leggi qui https://www.differentales.org/t1-regolamento-del-forum
Se hai già letto e compreso il regolamento è fantastico, nondimeno questo avviso apparirà per il resto dei tuoi giorni, e se non accedi ti apparirà in sogno.
Poi non dire che non ti avevamo avvisato.

Unisciti al forum, è facile e veloce

Different Tales
Benvenuto su Different Tales
Prima di interagire leggi qui https://www.differentales.org/t1-regolamento-del-forum
Se hai già letto e compreso il regolamento è fantastico, nondimeno questo avviso apparirà per il resto dei tuoi giorni, e se non accedi ti apparirà in sogno.
Poi non dire che non ti avevamo avvisato.
Different Tales
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il forum di scrittura creativa che cercavi


Non sei connesso Connettiti o registrati

Salvataggio

3 partecipanti

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1Salvataggio Empty Salvataggio Lun Set 06, 2021 11:57 am

Ospite


Ospite
Un occhio meccanico riprende la scena: cortile d’estate.
“Mi apre?” Chiede al vuoto la vecchietta, affacciata alla finestra del secondo piano dello stabile basso, che finisce con il suo pianerottolo. A sinistra, in fondo, dove si interrompono i fiori del ceratostigma e la bordura di sassi, stanno le scale, con gradini scomodi al piede, troppo lunghi e larghi, per la salita e la discesa.
Subito dopo il cancello, che è al centro della recinzione, il profumo del filadelfo invade in primavera chi si avvicina; d’inverno, invece, chi passa è inebriato dai fiori del calicanto sui rami nudi; l’arbusto ha un portamento poco elegante, in mezzo alla siepe di lauro, che la fa da padrone per il resto delle stagioni calde.
Tra la serie di piante di bosso da una parte e l’aiuola di fiorellini lilla, sotto la siepe, dall’altra, un vialetto pedonale passa su un appezzamento di terra con le beole, al centro del quale si va verso gli appartamenti, quasi vuoti, intorno alla balconata.
Una bistecca, piena di mosche, nell’angolo opposto alle scale, sotto le cassette mezze aperte e scalcagnate, aspetta qualche cane randagio; una pozzanghera con poca acqua è invitante per passeri o piccioni.
Il palazzotto ha un’aria di abbandono e, in un interno al primo piano, da una porta finestra lasciata socchiusa, si intravede una sedia: sopra un maschio nudo, legato stretto. Vicino un tavolo, appoggiata sopra, una spada.
Una mosca ronza.
Si posa sulla cicatrice nel polpaccio dell’uomo. Prurito insopportabile.
L’insetto fa pulizia. Impossibile cacciarlo senza muoversi.
L’occhio che filma il pianerottolo al secondo piano, vede la chiave nella toppa e “Finalmente sei arrivata!” Dice la vecchietta a una signora col cappellino, anziana come lei.
“Basta che non combini altri guai, resterò qui a farti compagnia!”
L’anziana col cappellino lo ha tenuto indosso.
“Non l’ho mica fatto apposta a vedere quell’uomo! Era lui a stare in casa mia!”
“Lasciamo stare.”
“Non è un buon motivo per rinchiudermi!”
“Ma certo, ti dobbiamo lasciar scorrazzare in lungo e in largo per le stanze!”
“Non ficcherei mai il naso in affari che non mi riguardano.”
L’anziana somiglia, in modo sorprendente, alla vecchietta. Ha lo stesso naso, occhi, bocca e tiene il cappellino, quasi a sembrare differente nonostante il taglio di capelli e gli orecchini.
L’uomo, intanto, non si muove. Nemmeno la mosca dalla cicatrice.
È seduto in alto, molto in alto. Ha bevuto parecchio rum.
Non ricorda come è arrivato lì, come e quando è stato legato, non ricorda di essersi spogliato.
L’anziana, nel frattempo, prende una pentola: “metto su l’acqua per la pasta.”
“E’ già mezzogiorno?”
“No, ma mi porto avanti con i lavori; sono, esattamente, le dieci e quaranta.” Guarda il piccolo polso, dice l’ora esatta, poi, in maniera quasi materna, innaffia le piante: dei photos coricati sulla credenza e un avocado, anzi un seme di avocado, con le foglie che arrivano quasi al soffitto; il fusto lungo lungo, scarno. Non è stato potato.
L’uomo, intanto, ripensa alla serata.
La signora, sui quaranta, bionda, vestita di blu, legge attentamente ad alta voce. Lui, in silenzio, fissa la porta di fronte dirigendo lo sguardo a un trompe l’oil non ancora finito: un gatto accucciato su un cuscino a fiori sembra quasi vivo.  O è l’effetto del rum? La donna non si interrompe e il libro si scioglie tra le sue mani.
Si scioglie?
 Non ricorda il titolo ma sa, di certo, che si liquefa, perché non succede tutti i giorni che un volume, dopo averlo reso noto, diventi acqua.
Il libro diventa liquido e la vecchietta, comparsa in quel momento, si è lanciata sul divano in mezzo a loro due e “come faccio adesso?”
Si è sistemata meglio sull’ottomana, ha abbracciato la donna e pensato: “lei non si tocca, è mia, solo mia!”
L’occhio meccanico sa cosa è successo dopo e, riguardando il nastro, lo scopriamo anche noi.
La lettrice ha smesso; le pagine sono ricomparse, alla nonnina, sempre aggrappata, è scappato un “oh!” di meraviglia.
L’uomo ha lasciato fare.  
Si è lasciato spogliare, ha concesso alla vecchietta la mano, e, trasportato nel locale dietro la porta, si è fatto trascinare sulla sedia e legare.
Cosa si son dette le due? Non lo sappiamo. Non lo sa nemmeno l’occhio meccanico, muto. Ma conosciamo quel che è capitato. Hanno parlato un po’, si sono accordate pensiamo, poi hanno preso la maniglia e sono passate, con lui, dall’altra parte.
Arrivate alla sedia l’hanno fatto accomodare, immobilizzato e “il gioco è fatto!” Sembra dire la vecchietta, fregandosi le mani, forte.
Rimasto solo l’uomo tenta di liberarsi ma non ha successo; finché, sfinito, si abbandona sulla sedia.
All’arrivo della mosca non riesce neppure a reagire. Sta così, imbambolato e immobile, aspettando qualcuno.
L’aiuto arriva, non si sa da dove: un uomo mascherato con il mantello nero (è Zorro), fa un balzo, afferra la spada e mozza la mosca a metà.
Con il polpaccio.

2Salvataggio Empty Re: Salvataggio Lun Set 06, 2021 10:59 pm

Giancarlo Gravili

Giancarlo Gravili
Padawan
Padawan
Un prologo floreale introduce al condominio e la descrizione pare voler rassicurare il lettore.
Un figura anziana dovrebbe concedere ulteriore appoggio alla rassicurazione.
Un uomo prigioniero? Sì, ma di cosa?
Forse un dipinto con il surreale potere di trasportare?
Tutto sembra un sogno.
Due donne per un uomo e una mosca e poi arriva Zorro a falcidiare l'insetto e tutto si liquefa 
in un racconto che salta a piè pari dove vuole la penna scrittoria.


______________________________________________________
Le domande non sono mai invadenti, a volte lo sono le risposte...

A Aureliano Buendia garba questo messaggio

3Salvataggio Empty Re: Salvataggio Mar Set 07, 2021 6:19 am

Petunia

Petunia
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi
Ciao  @dannidanni
Ho letto questo tuo mini, come se fosse il racconto di un sogno. L’incipit, lo trovo ottimo. Quell’occhio meccanico mi ha subito fatta entrare in una dimensione particolare e mi ha incuriosita. C’è un buon ritmo e un certo pathos. La tensione narrativa, fino a un certo punto, tiene col fiato sospeso. Poi tutto si sgonfia quando la storia prende una piega meno horror e più onirica.
Nella prima parte, per mio gusto, ho trovato una eccessiva ricerca del lessico (non ho avuto voglia di cercare tutte le piante e fiori che hai nominato con tanta precisione) ricercatezza che “cade” su quella bistecca. 
A leggerci e ancora benvenut@


______________________________________________________
Divido tutti i lettori in due classi; coloro che leggono per ricordare e coloro che leggono per dimenticare.
(William Lyon Phelps)

A Aureliano Buendia garba questo messaggio

4Salvataggio Empty Re: Salvataggio Mar Set 07, 2021 6:46 am

Giancarlo Gravili

Giancarlo Gravili
Padawan
Padawan
Strani i sogni... Molti vi partecipano...



Ultima modifica di Giancarlo Gravili il Mer Set 08, 2021 11:41 am - modificato 1 volta.


______________________________________________________
Le domande non sono mai invadenti, a volte lo sono le risposte...

5Salvataggio Empty Re: Salvataggio Mar Set 07, 2021 10:27 am

Petunia

Petunia
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi
Sai che c’è @Giancarlo Gravili ? Hai trovato in  @dannidanni un autor@ che ti fa concorrenza.
Se non ricordo male avevi pubblicato un racconto simile su SPS. C’erano la stessa atmosfera horror onirica e anche le vecchiette… 
Credo che ne leggeremo delle belle 👁👀


______________________________________________________
Divido tutti i lettori in due classi; coloro che leggono per ricordare e coloro che leggono per dimenticare.
(William Lyon Phelps)

6Salvataggio Empty Re: Salvataggio Mar Set 07, 2021 4:00 pm

Arunachala

Arunachala
Admin
Admin
se devo essere sincero ammetto di non aver capito molto del racconto.
anzi, forse non ho capito niente e quindi chiedo scusa.
comincia bene e poi si perde, come dice Petunia, in vie oniriche.
il che andrebbe anche bene se alla fine risultasse qualcosa, mentre io risultati non ne vedo.
spero tu mi voglia chiarire il senso, cortesemente.
sempre che un senso abbia, ovviamente.


______________________________________________________
L'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente

Salvataggio Namaste

Non si può toccare l'alba se non si sono percorsi i sentieri della notte.

Kahlil Gibran

A Aureliano Buendia garba questo messaggio

Contenuto sponsorizzato


Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.